DOPO PARMA-PIACENZA 2-1 / CAZZAMALLI: “ESORDIO POSITIVO. ABBIAMO GIOCATO IN UNO SCENARIO SUGGESTIVO COME QUELLO DEL TARDINI”

cazzamalli(Ilaria Mazzoni) – Alessandro Cazzamalli giudica la sua prestazione di esordio in modo positivo, ma anche quella di gruppo è stato molto propositiva, anche considerando il fatto che hanno dovuto giocare contro una grande squadra e in uno scenario suggestivo ed importante come quello del Tardini. Per quanto riguarda, invece, una sua valutazione sulla sua squadra il giocatore afferma che è troppo presto per esprimere giudizi, le sensazioni, in ogni modo, sono buone. C’è da lavorare ma siamo solo all’inizio; il Piacenza come anche tutte le altre formazioni, incluso il Parma. Ilaria Mazzoni

 

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DEL CENTROCAMPISTA BIANCOROSSO ALESSANDRO CAZZAMALLI DOPO PARMA-PIACENZA 2-1 (COPPA ITALIA)

4 pensieri riguardo “DOPO PARMA-PIACENZA 2-1 / CAZZAMALLI: “ESORDIO POSITIVO. ABBIAMO GIOCATO IN UNO SCENARIO SUGGESTIVO COME QUELLO DEL TARDINI”

  • 8 Agosto 2016 in 01:00
    Permalink

    Credevo che fosse Fall quello da mandare in prestito, invece anche questo Coric lascia molto a desiderare. Io un portiere esperto lo prenderei.

    • 8 Agosto 2016 in 10:02
      Permalink

      Sarà Fulgoni ad esprimere un giudizio sulla base della sua esperienza e di ciò che vede quotidianamente. L’anno passato di questi tempi nessuno avrebbe scommesso un soldo bucato su Zommers…perciò l’invito è alla prudenza… dopo di che ieri Coric ha senz’altro esitato in occasione del goal ma, volendo essere onesti, in precedenza aveva salvato la porta dal vantaggio piacentino con un bel balzo.

  • 8 Agosto 2016 in 08:06
    Permalink

    Cazzamagli il migliore dei loro, centrocampista che farebbe molto comodo a noi..

    • 8 Agosto 2016 in 09:59
      Permalink

      Alessandro Cazzamalli è un centrocampista che ha notevole esperienza di serie C1, C2, D e anche Eccellenza, discreto feeling con la rete. Qualche anno fa, se non erro, militò pure nel Carpenedolo. Ieri ha senz’altro ben impressionato. Tuttavia si tratta di un 37enne, il cui curriculum, pur di esperienza, a mio personale giudizio non presenta caratteristiche tali da far fare il salto di qualità al nostro centrocampo che, non dimentichiamo, annovera diversi elementi capaci di fare una Lega Pro di vertice se non categorie superiori (vedi Scavone).

I commenti sono chiusi.