PRO PIACENZA-PARMA 2-1 (finale di gara) – La cronaca live di Alessandro Dondi e il video ingresso squadre in campo

PRO PIACENZA-PARMA – La cronaca live di Alessandro Dondi

SECONDO TEMPO

2′ Evacuo si presenta tutto solo davanti a Fumagalli: il suo tentativo di pallonetto è smanacciato dal portiere avversario

4′ Ancora pericoloso il Pro Piacenza: Giorgino anticipa in angolo un attaccante avversario pronto a deviare sotto porta un insidioso cross proveniente dalla destra

11′ Giallo per Coly e punizione dal limite per la Pro Piacenza: la battuta di Cavalli è facile preda di Zommers

14′ Secondo cambio nel Parma: fuori Evacuo e dentro Guazzo

16′ Rasoterra di Baraye dal limite: il portiere avversario si tuffa a terra e devia

17′ Doppio cambio nel Pro Piacenza: fuori Marra e Gomis, dentro Pugliese e Ferrara

20′ Nocciolini sciupa una favorevole occasione spedendo alto il pallone dopo essersi trovato tutto solo di fronte a Fumagalli

27′ Ammonito Lucarelli

28′ Terzo cambio Pro Piacenza: esce Girasole ed entra Martinez

38′ Terzo cambio nel Parma: esce Baraye ed entra Ciccio Corapi

46′ Giallo a Miglietta

Tre minuti di recupero

47′ GOAL DELLA PRO PIACENZA!!! 2-1!

 

 

 

PRIMO TEMPO

1′ Subito Parma pericoloso con Calaiò che, pescato libero in area da Scavone, prova la girata: palla che termina fuori

4′ Garufo mette dentro una bella palla dalla destra su cui si avventa ancora Calaiò: palla di nuovo sul fondo, ma non di molto

5′ Gran botta dalla distanza di Marra: Zommers da terra para in due tempi

7′ Filtrante di Evacuo che libera Scavone dentro l’area: il centrocampista crociato è anticipato in uscita bassa dal portiere avversario

26′ VANTAGGIO DELLA PRO PIACENZA CON PESENTI CHE DI TESTA, SU CALCIO DI PUNIZIONE DALLA DESTRA, BATTE ZOMMERS

27′ GOAL DEL PARMA!!!! Calaiò e prova a scartare un avversario finisce a terra in uarea di rigore, l’arbitro non ha dubbi nell’ammonire Piana e decretare il penalty a favore del Parma: sul dischetto va l’arciere che non sbaglia e sigla l’immediato pareggio!


(video dal canale ufficiale You Tube del Parma Calcio 1913)

32′ Tiro cross al volo di Baraye dalla destra: smanaccia Fumagalli

33′ Marra stacca di testa e batte Zommers ma l’arbitro annulla la rete per fuorigioco

35′ Nel Parma si profila la prima sostituzione: fuori Calaiò per un problema fisico e dentro Nocciolini

39′ Bella girata al volo di Nocciolini su traversone dalla destra di Garufo: palla a lato

Un minuto di recupero

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO EMOZIONALE CON L’INGRESSO DELLE SQUADRE IN CAMPO, COL TIFO CROCIATO

79 pensieri riguardo “PRO PIACENZA-PARMA 2-1 (finale di gara) – La cronaca live di Alessandro Dondi e il video ingresso squadre in campo

  • 21 Agosto 2016 in 18:08
    Permalink

    Vai arciere! Oggi mi sento che segna lui!

  • 21 Agosto 2016 in 19:39
    Permalink

    la sensazione è che il parma quest anno beneficiera di molti rigori noblesse oblige

  • 21 Agosto 2016 in 19:41
    Permalink

    lucaelli doveva essere espulso

  • 21 Agosto 2016 in 19:42
    Permalink

    partita falsata il pro è una piccola realta ma il parma soffre troppo in difesa la c è un altra cosa rispetto alla d

  • 21 Agosto 2016 in 19:44
    Permalink

    ritorno da piacenza deluso vedo dei nuvoloni a modena com sempre forza crociati

    • 21 Agosto 2016 in 19:51
      Permalink

      X fortuna abbiamo un grande allenatore… Tranquilli

    • 21 Agosto 2016 in 20:48
      Permalink

      Io invece vonmodel più che nuvoloni a Modena, penso a UNO TSUNAMI o nella migliore delle ipotesi, a una tempesta tropicale
      Se giochiamo a Modena come oggi ne prendiamo tre o quattro come minimo ma tranquilli se non retrocediamo, il buon Apolloni rimarrà con noi una vita.

  • 21 Agosto 2016 in 19:59
    Permalink

    Siamo dei co..oni! Abbiamo passato tutto il secondo tempo a difendere il pareggio… e poi ce ne torniamo a casa con le pive nel sacco!! le partite si giocano per vincere, non per pareggiare!

    • 21 Agosto 2016 in 21:02
      Permalink

      Elena ti quoto al 100%
      Tutti avevano il terrore di questo scialbo Pro Piacenza come se invece di una squadretta di Lega Pro che difficilmente si salverà, dovessero incontrare UN DRAGO SPUTAFUOCO o il BARCELLONA.
      Che tristezza vedere una squadra che sulla carta dovrebbe essere stellare aver paura e cercare SOLO IL PAREGGIO
      Non lo sa,Apolloni che su ogni campo Venezia compresa. noi. voogliamo giocare per vincere, non per pareggiare.
      Se Apolloni non ha la mentalità vincente SI FACCIA DA PARTE.
      Mi son detto
      “Ma se giocavano col Venezia, dal terrore, i giocatori se la sarebbero fatta addosso in campo, con Apolloni in primis”
      Chissà che puzza…

  • 21 Agosto 2016 in 20:02
    Permalink

    Lucarelli è un cadavere. Il Parma ha cambiato modulo per far giocare uno che può scendere in campo solo il due novembre. E poi abbiamo un tecnico che sta al calcio come luca di povia alle donne. Sveglia e smettiamo di dite che siamo i più forti. Fuori i coglioni intanto che si è in tempo.

  • 21 Agosto 2016 in 20:05
    Permalink

    Magari porta bene come l anno scorso. Ma se questa squadra deve ammazzare il camionato mama. Speriamo bene

    • 21 Agosto 2016 in 21:17
      Permalink

      Se pensi di vincere la Lega Pro come hai fatto con la D stai fresco. Spero che i giocatori non abbiamo la stessa mentalità di alcuni di noi.

  • 21 Agosto 2016 in 20:06
    Permalink

    È vero quello che si dice che bisoli è stato bloccato fino a novembre ?

    • 21 Agosto 2016 in 23:30
      Permalink

      Iniziamo con le voci sull’esonero dell’allenatore? Poveri noi!

    • 21 Agosto 2016 in 23:39
      Permalink

      Se fosse vero sarebbe un atteggiamento gravissimo da parte della società. Non tieni un allenatore di cui non ti fidi, lo cambi subito e fai fare la preparazione e il ritiro al nuovo allenatore.

  • 21 Agosto 2016 in 20:07
    Permalink

    Adesso i fenomeni galassie e minotti ci spieghino se abbiamo una squadraccia o sia già ora di cambiare il mister che al capisa nienta….. O aspettiamo gennaio a esonerarlo????

    • 21 Agosto 2016 in 23:31
      Permalink

      I “fenomeni” Galassi e Minotti ti hanno costruito una signora squadra, quando mi ricordo fino ad inizio luglio si prevedeva che non avremmo comprato nessuno.

      • 22 Agosto 2016 in 08:26
        Permalink

        perché chi abbiamo preso ;–)

  • 21 Agosto 2016 in 20:11
    Permalink

    A noi la Coppa Italia non piace proprio. Fa solo male perdere così. Per il resto amen.

  • 21 Agosto 2016 in 20:21
    Permalink

    Quest’anno se escludiamo il Piacenza con cui abbiamo vinto nei minuti finali, con una prodezza del CALABRONE. con altre squadre di Lega Pro in coppa italia o in amichevole abbiamo perso o pareggiato e questo è un segnale che non va assolutamente sottovalutato.
    In questa squadra manca qualcosa, non so cosa ma manca qualcosa
    Questa squadra sembra maledettamente soffrire la categoria.
    Qualcuno mi dirà che è ancora presto per giudicare che la squadra è imballata ma diamine, sabato inizia il campionato….
    Non vedo per niente quella squadra schiacciasassi pronosticata alla vigilia, spero di sbagliarmi ovviamente ma se il buon giorno si vede dal mattino c’è veramente da preoccuparsi
    La Pro Piacenza è una squadra che il prossimo anno farà fatica a salvarsi per cui…
    Serve un difensore di prima fascia altrimenti la vedo non dura ma durissima, Cacioli ci mancherà.
    Il fatto che Apolloni sulla carta ha il meglio del meglio, se non riesce a vincere non ci sono scuse, se non si vuole farsi karakiri se la fola iniziata con la Pro Piacenza continuerà anche a Modena, va esonerato altrimenti la Lega Pro diverrà il nostro habitat naturale.
    Scusate lo sfogo ma perdere con la Pro Piacenza non sta né in cielo né in terra.

    • 21 Agosto 2016 in 21:38
      Permalink

      Serve un difensore di prima fascia? E Canini cosa sarebbe? Uno dei quattro denti che ognuno di noi possiede come retaggio ancestrale di un passato nella Savana?

      • 21 Agosto 2016 in 22:38
        Permalink

        Ociò che non è piú il Canini della serie A….l’anno scorso in B ha fatto molta fatica…

        • 21 Agosto 2016 in 23:49
          Permalink

          Oggi non abbiamo avuto il bene di vederlo…aspetterei a bocciarlo

      • 23 Agosto 2016 in 00:38
        Permalink

        Canini e un difensore di seconda fascia.

        • 23 Agosto 2016 in 08:43
          Permalink

          Se Canini in Lega Pro è un giocatore di seconda fascia, io sono Rosy Maggiulli

      • 23 Agosto 2016 in 09:08
        Permalink

        CANINI un tempo era bravo.
        Ora è un giocatore non di prima ma di seconda fascia, magari a Parma risorgera’ ma non è scontato.
        Per avere un giocatore di prima fascia, bisogna sganciare…..cash
        I

        • 23 Agosto 2016 in 12:03
          Permalink

          È veramente avvilente, mi scusino i lettori l’espressione forte, leggere di continuo frasi del tipo “per fare questo ci vogliono i soldi”, “per un difensore di prima fascia ci vuole il cash”, ad istillare il dubbio che questi benedetti soldi qui a Parma non ci siano. Vogliamo parlare di cose concrete? Benissimo, a prescindere che per me Canini in Lega Pro è un acquisto di Prima fascia ( quale sarà il suo rendimento lo scopriremo durante la stagione), si può sapere quali sarebbero i difensori di prima fascia che lei ha in mente? Forse Miranda, Murillo, Paletta, Romagnoli, Rodrigo Ely?

  • 21 Agosto 2016 in 20:23
    Permalink

    Siamo una squadraccia etor che bali

  • 21 Agosto 2016 in 20:25
    Permalink

    Magnifico allenatore sparagnino,Scala pensaci tu.
    Metti un tutor deciso e capace vicino all’allenatore.

  • 21 Agosto 2016 in 20:31
    Permalink

    La delusione IN PROSPETTIVA È GRANDE.
    Questa squadra non vincerà il campionato.
    C’è paura. con una squadraccia come la Pro Piacenza si sono visti i limiti di questa squadra e del suo allenatore.
    Una mentalità da PAREGGITE che porterà poco lontano.
    Ci siamo fatti uccellare come dei polli.
    Apolloni vedo che ha idee molto confuse.
    Con la squadra che ha SU TUTTI I CAMPI APOLLONI DOVREBBE GIOCARE SEMPRE PER LA VITTORIA invece come oggi, se la faceva addosso.
    Qualcuno mi dirà che l’anno scorso Apolloni ha vinto il campionato a mani basse ma con la crema dei giocatori che aveva, anche MIO NONNO avrebbe vinto il campionato
    Se perdiamo col Modena, ESONERO o KARAKIRI.

    • 21 Agosto 2016 in 21:23
      Permalink

      Vedasi quanto espresso in risposta a Luca: profetizzare sventure, esoneri e tsunami il 21 di Agosto è abbastanza- per usare un eufemismo- prematuro: dopodiché la palla è rotonda e non si può mai dire, ma vista la qualità della rosa a disposizione e posto che Apolloni, che poi possa piacere o meno è un altro paio di maniche, non è uno sprovveduto, beh, direi di stare calmi. Certo uscire dalla Coppa Italia brucia, ancor di più se al cospetto di una squadra che per stessa ammissione di Pea è una “piccola”…ma il 21 di Agosto è troppo prematuro pesare i valori in campo

  • 21 Agosto 2016 in 20:31
    Permalink

    Pensa che abbiamo preso due goal da una squadra che andrà in D. Apolloni spero si dimetta e’ un incapace..

    • 21 Agosto 2016 in 21:19
      Permalink

      Personalmente credo che un po’ di equilibrio nella vita non guasti mai: emettere già adesso, quando siamo ancora in precampionato, dei giudizi così perentori mi sembra poco ragionevole è alquanto ingeneroso. Oggi sono stati commessi tre errori su palla inattiva, tanto che lo stesso mister ha ammesso candidamente di dover cambiare qualcosa sul modo di gestire le marcature in area. Alla fine dei conti la gara è stata decisa su un episodio allo scadere, dopo che non si era concretizzato quanto prodotto in avanti. Da qui a chiedere la testa dell’allenatore o a profetizzare tsunami o tempeste già a Modena ce ne passa. Ricordo sempre le esaltazioni del brillante precampionato di Pasquale Marino, con bollicine di champagne, che purtroppo alla fine si rivelarono essere una misera Malvasia di terzo livello, sìcchè…

  • 21 Agosto 2016 in 20:44
    Permalink

    Si Luca. ..verdad que si. ..La Copa Italia non es de Parma últimamente. ..pero duele. ….Vamos adelante con Legal Pro Campeonato que si es nuestro objectivo…
    Forza Parma

  • 21 Agosto 2016 in 20:50
    Permalink

    difesa da viva il parroco capace di fare campanili e buttarla avanti scusate ma cacioli potrebbe tornare indietro

    • 21 Agosto 2016 in 21:31
      Permalink

      Forse vediamo partite diverse: questa è una difesa che prova ad uscire ordinatamente palla al piede e che oggi ha sbagliato, venendo castigata, sulle palle inattive, aspetto che va senza dubbio migliorato. Di qui a parlare di parroci, oratori, chiese e campanili ce ne passa: ne avesse il mio amico Don Gianni di Canini, Lucarelli,Coly e Benassi! La delusione non deve intaccare la lucidità di giudizio.

  • 21 Agosto 2016 in 20:52
    Permalink

    dicevano che cacioli non va bene per la lega pro ma qui ne vedo parecchi non adeguati per la categoria ma chi decide chi è adeguato o no

    • 21 Agosto 2016 in 21:14
      Permalink

      Cacioli era stato confermato dalla società, salvo poi decidere lui stesso di cambiare squadra e restare in serie D.

      • 22 Agosto 2016 in 00:24
        Permalink

        Cacioli se ne era andato perché aveva capito che avrebbe dovuto fare la riserva, quello dell’avvicendamento verso casa era una scusa,
        LUI VOLEVA GIOCARE TITOLARE.
        Ora si mangerà le mani non essere rimasto vista la difesa gruviera che abbiamo e il rimpianto nostro nei suoi confronti perché altro che riserva, ORA SAREBBE TITOLARE INAMOVIBILE.
        Non si può farlo tornare indietro vista la pochezza attuale fella nostra retroguardia che in tutte le partite disputate amichevoli o non, SENZA DI LUI, prende come minimo sempre un gol?

  • 21 Agosto 2016 in 20:55
    Permalink

    caro rock guarda i miei post passati scritti in tempi non sospetti le tue tematiche sono ok la pensiamo alla stessa maniera

    • 21 Agosto 2016 in 21:59
      Permalink

      Le ho lette, è vero vonmodel la pensiamo allo stesso modo.
      Io voglio il Parma Rock non in versione marcia funebre.
      Siamo il Parma, non si può tremare di fronte alla…..Pro Piacenza.
      Se come si dice i giocatori prendono il carattere dell’allenatore c’è da prendere paura.
      Apolloni è un bravo ragazzo ma ha paura troppo paura per fare l’allenatore.
      Se sei un vincente fai strada altrimenti….

  • 21 Agosto 2016 in 20:56
    Permalink

    Ma pensate veramente di vincere la lega pro con questo allenatore è un centrocampo che farebbe fatica in serie d?? Dai non scherziamo siamo biologici e va bene lo stesso…. Apolloni inadatto e senza palle…

    • 21 Agosto 2016 in 21:27
      Permalink

      Con tutto il rispetto io eviterei di inserire il termine biologico in ogni discussione, anche quando è palese che non c’azzecchi niente. Ciò premesso: su quali basi si può affermare che il centrocampo del Parma farebbe fatica in serie D? Suvvia! Alla peggio, e per me non è così visti gli innesti ( Scavone tanto per dirne uno), stravincerebbe la D come ha fatto lo scorso anno. Ripeto: capisco la delusione, brucia anche a me uscire così, però maggiore equilibrio non guasterebbe, specie considerando la lunga e complessa stagione che ci attende.

      • 24 Agosto 2016 in 01:16
        Permalink

        Scusa ma trovo mooolto peggio il riferimento scurrile alla mancanza di attributi -per dirla con finezza- di Apolloni…

  • 21 Agosto 2016 in 20:58
    Permalink

    in difesa si usa troppo il fioretto un uomo come cacioli sa quando usare la sciabola sa essere pratico e buttarla in tribuna sa rallentare i tempi ha la malizie che a volte aiutano i i campionati si vincono anche cosi

  • 21 Agosto 2016 in 21:06
    Permalink

    Gigi grande giocatore ma con una squadra che lotta per la salvezza come la pro non si puo’ perdere siamo la squadra più forte ma così non va’ si può cambiare anche il modulo e fare giocare i giocatori nel proprio ruolo la società ha costruito un ottima squadra ti aspettiamo al varco a Modena.
    Si può anche uscire dalla coppa Italia ma con dignità

  • 21 Agosto 2016 in 21:18
    Permalink

    Senti Velenoso, i tuoi sermoni hanno un po’ rotto. E poi basta cambiara sempre nick, che tanto si capisce che sei sempre tu. Tifa la squadra e basta!

  • 21 Agosto 2016 in 21:18
    Permalink

    Niente scusanti il Parma deve vincere sempre

  • 21 Agosto 2016 in 21:22
    Permalink

    in effetti quello che dici è vero una soluzione è trovare un suo fac-simile sul mercato oggi abbiamo sofferto molto sulle palle alte

    • 21 Agosto 2016 in 21:37
      Permalink

      A parte che oggi in difesa non erano presenti ne Benassi ne Canini: mi sembra quantomeno avventato giudicarla incompleta.

  • 21 Agosto 2016 in 21:25
    Permalink

    Date la colpa ad Apolloni….cosa può fare con quei giocatori qua??
    Assio, è da luglio che diciamo che con quella squadra qua nn si arriva neanche ai play-off e ci danno dei disfattisti…basta guardare il centrocampo della Reggiana rispetto al nostro c’è almeno una categoria….

    • 21 Agosto 2016 in 21:35
      Permalink

      Ma è così faticoso attendere almeno il campionato per esprimere giudizi netti e definitivi? Il campionato non si fa solo con le figurine…aspettiamo che questa rosa si misuri col campionato una volta che la condizione e l’affiatamento saranno al top.

    • 22 Agosto 2016 in 08:32
      Permalink

      ah si andiamo in b diretti ….nel 2020,sto gia’ pensando a gennaio
      (un po come l’ultimo anno di serie a) anche li ero disfafttista ,qui non lo sono penso che ai playoff ci possiamo arrivare e ci arriveremo

  • 21 Agosto 2016 in 21:31
    Permalink

    Confermare 17 dalla serie d e comperare un altro over dalla d sono troppi … praticamente tutta la rosa delk anno scorso tranne cacioli che ha capito l andazzo ci manca che confrrmino anche longobardi…….lo fanno le squadre che dopo una promozione puntano alla salvezza non quelle che vogliono vincere di nuovo questa e la realta il resto sono palle

    • 21 Agosto 2016 in 21:34
      Permalink

      Nunzella, Garufo, Coly, Scavone, Calaió, Evacuo sono tutti indubitabilmente degli over pescati dalla serie D.

      • 21 Agosto 2016 in 22:01
        Permalink

        Se non si sale quest’anno questi giocatori per il prossimo anno saranno troppo avanti con gli anni e si dovrà ripartire da ZERO. Forse non era meglio puntare su gente di prospettiva e tentare la.promozione in 2-3 anni?

        • 21 Agosto 2016 in 22:10
          Permalink

          L’input è stato quello di allestire una compagine pronta e all’altezza della missione: ovvero la promozione in serie B.

          • 21 Agosto 2016 in 22:17
            Permalink

            Ok ma ci sono squadre che con un budget anche superiore a quello del Parma.sono anni che ci provano e a volte ci riescono (Pisa) e a volte no (Lecce) la mia più grande preouccupazione è che la dirigenza non conosca bene la categoria poi leggo di un Minotti che stasera è a Palermo a commentare la serie A invece di seguire la squadra e a mio avviso tutto ciò non ha senso quella di oggi è una competizione ufficiale!

          • 22 Agosto 2016 in 08:35
            Permalink

            ieri a proposito di input

            a qualcuno GLI si e’ inceppato il tasto ENTER

            riavviare il computer in modalita’ provvisoria

  • 21 Agosto 2016 in 21:37
    Permalink

    Mettiamo la cosi. Se Apolloni l’anno scorso aveva offerte solo dal lentigione ( amicizia col presidente) un motivo c’era. Nel pieno della carriera era già finita. Magari dopo cinque esoneti pressoché consecutivi un motivo c’era. Ma qui galassi e minotti ( che stasera commenta paletmo -Sassuolo) non l’esoneranno mai.

    • 21 Agosto 2016 in 21:43
      Permalink

      Paolo o Aurelio, decida lei come la debbo chiamare: arrivare a paragonare Lucarelli a un cadavere mi sembra eccessivo e abbastanza irriguardoso. Non ho ritenuto di cestinare il commento proprio perché ritengo che uscite di questo tipo, benché sull’onta della delusione, debbano farci riflettere e servirci per maturare maggiore equilibrio anche nei commenti sul sito. La funzione di Stadiotardini è anche quella di palestra per un confronto sereno e costruttivo, fatto di argomenti, e non quello di tribunale dove si emettono sentenze inappellabili.

    • 24 Agosto 2016 in 01:20
      Permalink

      Anche Ranieri l’hanno dato come incapace o finito tante volte…poi abbiamo visto cosa ha fatto col Leicester….

  • 21 Agosto 2016 in 21:50
    Permalink

    La squadra è un’incognita

    • 22 Agosto 2016 in 08:37
      Permalink

      ecco,allora sarebbe meglio che certe partite le giocassero in incognita,che se ci vedono i competitor poi si sganassano dal ridere

  • 22 Agosto 2016 in 00:21
    Permalink

    Certo che se prima che inizi la corsa, che dobbiamo provare a vincere, si deve già buttare via tutto, dai dirigenti, all’allenatore e alla stragrande maggioranza dei giocatori, dal momento che non possiamo far venire a giocare per noi al Tardini ne il Barcellona, ne tantomeno il Real Madrid, siamo veramente pronti per iniziare l’avventura. Diamoci una calmata! L’anno scorso dopo quattro giornate la Juventus di Allegri (che odio dal profondo del cuore) era una decina di punti dietro alle prime, Non hanno cambiato ne l’allenatore ne i giocatori e hanno vinto il campionato un paio di mesi prima che finisse. Va be che c’erano tanti che criticavano il Parma anche l’anno scorso nonostante non si fosse mai persa una partita!!!!! FORZA CHE DOBBIAMO ANCORA COMINCIARE!!!!

  • 22 Agosto 2016 in 02:06
    Permalink

    Vi ricordo che l’anno che siamo saliti in A abbiamo perso ad agosto in coppa Italia contro Novara che militava in C ! Comunque secondo me il portiere va rivisto

  • 22 Agosto 2016 in 08:39
    Permalink

    mai paragone fu citato ad minchiam come questo

    e aggiungo che non esistono piu’ le mezze stagioni ,ricordo che l’anno scorso siamo passati dall’inverno all’estate ma poi l’autunno e’ arrivato lo stesso

  • 22 Agosto 2016 in 12:33
    Permalink

    Bisogna avere pazienza. Non è neanche iniziato il campionato.

    Dove posso trovare i biglietti per Modena?

    • 22 Agosto 2016 in 13:12
      Permalink

      hai ragione,intanto e’ gia’ finita la coppa italia che tutti la vonno e poi dopo nessuno la piglia,e vedrai che pazienza che ci vorra’ da qui a maggio etor che giobbe

  • 22 Agosto 2016 in 19:56
    Permalink

    Il Mister deve spiegare alcune cosette:
    1. Perché Giorgino difensore. Giorgino è’ uno dei migliori frangiflutti della Lega; è’ vent’anni che gioca lì e arriva il fenomeno che gli fa fare la figura del pisquano. Uno altro 1,60 quante palle può’ intercettare? Le spiegazioni del mister ( ho bisogno di un difensore che appoggi il centrocampo) è’ francamente da disturbati mentali
    2. Perché Lucarelli a sinistra? Si è stra detto che si giocava a tre per proteggere meglio il capitano e lo si sposta a latere facendogli fare figure barbine. Ricordo che 10 anni orsono Guidolin lo tolse da lì e lo mise in mezzo per evidenti problemi atletici. E se proprio si sente la mancanza di uno sinistro ricordo che esiste anche Saporetti sinistro naturale e più’ difensore per storia e altezza di Giorgino
    3. Perché insistere con Miglietta davanti alla difesa; un giocatore la cui mobilità potrebbe forse essere usata alle para olimpiadi dei poveri. E in Lega Pro la prima regola è correre
    4. Perché escludere Corapi che ha corsa, lancio e tiro per uno Scavone che pare un ectoplasma?

    Ricordo al mister che la prima regola è utilizzare i giocatori nei loro ruoli senza inventarsi nulla. Fare il mago Otelma è’ deleterio

    • 22 Agosto 2016 in 23:08
      Permalink

      Complimenti un po duro, ma molto condivisibile, spero che qualcuno faccia leggere ad Apolloni il tuo post, per il bene del Parma…….

  • 22 Agosto 2016 in 23:26
    Permalink

    Assioma scrivi solo tu su questo forum visto che hai molto intelletto

  • 22 Agosto 2016 in 23:27
    Permalink

    Comunque Lucarelli con Donadoni a sx sfioró la nazionale

    • 23 Agosto 2016 in 10:09
      Permalink

      a be allora,pensa che invece con scala zoratto giocando come dovrebbe giocare giorgino ,in nazionale ci e’ arrivato

  • 22 Agosto 2016 in 23:33
    Permalink

    Andate voi a fare gli allenatori mega sapientoni … Leggo le vostre critiche siete penosi … Vi ricordo che l’allenatore fa con chi dispone voi che criticate conoscete i vari nunzella garufo scavone etcc,,,

    • 23 Agosto 2016 in 22:06
      Permalink

      capiti male amico, io li conosco molto bene.
      E’ corretto quello che dici; l’allenatore fa con chi dispone ma si dovrebbe sperare che chi è disponibile giochi nel suo ruolo (leggi Giorgino) e il mister non vada a cercare freddo per i piedi anche perché tra chi dispone nel ruolo specifico ne ha a bizzeffe (Benassi,Messina,Saporetti lasciando perdere Canini)

      • 24 Agosto 2016 in 11:09
        Permalink

        ma lascialo stare che avra’ si e no 10 anni e’ ancora nella fase dei sogni fanciulleschi

  • 23 Agosto 2016 in 22:55
    Permalink

    I’have a dream:,vittoria col Modena e relativa lettura dei messaggi trionfalisrici inerenti e conseguenti, poscia comparazione dei medesimi con quelli del presente trehad. La saris ‘na dopia sodisfasiò!

    • 24 Agosto 2016 in 20:10
      Permalink

      Vittoria o non vittoria i problemi nel manico ci sono e persisteranno e non è’ detto che a breve dal manico di legno si passi ad uno metallico Bydureon con la B maiuscola e significativa. Ricordati il treahd a suo tempo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI