CALCIO & CALCIO / AMPOLLINI: “ORA BASTA CON IL CALCIO DIFENSIVO”. ANGELLA: “IL MISTER? CONTA POCO”. FABRIS: “NUOVI ARRIVI? MEGLIO DI NO”

img_0874(Evaristo Cipriani) – LA FESTA DELL’UNITA’ – La vittoria di sabato a Pordenone è la vittoria dell’unità e della compattezza dell’ambiente che si è stretto intorno ad Apolloni: da Marco Ferrari a Nevio Scala, Da Lorenzo Minotti a capitan Lucarelli tutti hanno remato dalla stessa parte. Questa, in buona sostanza la spiegazione della grafica di copertina dal titolo “La festa dell’unità” che ha aperto ieri sera la quarta puntata di Calcio & Calcio in onda su 12 Teleducato con in studio insieme agli opinionisti fissi Luca Ampollini e Nicolò Fabris, con il ritorno del “maestro di tattica” Gianni Barone (autore del volume “Il metodista” pubblicato nel 2006, ma anche collaboratore negli anni di numerose testate locali e non solo, tra cui StadioTardini.it) e con il centrocampista del Lentigione Marco Roma (tifoso del Parma, cresciuto nel Parma, finito nei radar crociati nel mercato estivo 2015). Sul discorso dell’unità del gruppo Ampollini è, però, andato controcorrente: “Finiamola con questi discorsi, il gruppo non vince le partite, nella Lazio del 1974 che vinse lo scudetto i giocatori si cambiavano in due spogliatoi diversi e giravano con le pistole, a me interesse che quando i giocatori vadano in campo diano il massimo, poi dentro lo spogliatoio o fuori non mi interessa se vanno a cena fuori o meno”.

img_0875QUANTO CONTA L’ALLENATORE? – Provocatorio in apertura il conduttore Michele Angella che ha chiesto allo studio, alla luce delle contestazioni scatenatesi nei giorni precedenti il Pordenone contro Apolloni, quando in una squadra conti l’allenatore. “Ho trovato strane e fuori luogo le contestazioni ad Apolloni. Che Apolloni non abbia un curriculum vincente è noto, non si può venire giù dal pero ora e addossargli ogni responsabilità. La società  – ha proseguito il giornalista – a giugno poteva congedare Apolloni e affidarsi ad un tecnico che la Lega Pro l’avesse già vinta e la conoscesse alla perfezione, ma ha preferito continuare con Apolloni perché è un tecnico che condivide a pieno la filosofia della società e con cui c’è una totale unità di intenti”. “E poi diciamolo – ha aggiunto – in una squadra di fascia alta, laddove ci sono giocatori forti e con una società ricca e ben strutturata alle spalle l’allenatore conta pochissimo, il tecnico conta in realtà medio-piccole, conta nel Sassuolo, ma nelle grandi squadre deve fare soprattutto il notaio, l’importante è che non faccia danni”. Una tesi che ha fatto storcere il naso al resto dello studio. Ampollini: “L’allenatore conta eccome, altro che, ci sono allenatori in grado di far rendere al meglio i giocatori e altri che non riescono a metterli nelle condizioni giuste per esprimersi, ci sono allenatori che hanno delle intuizioni vincenti e altri no”.

img_0876SQUADRA CHE ATTACCA NON SI CAMBIA – Secondo Ampollini il Parma deve mandare in soffitta il 3-5-2 e puntare dritto sul 4-2-3-1. “Questa squadra – ha dichiarato l’opinionista – deve giocare un calcio offensivo, per valorizzare al massimo le proprie individualità, con il 4-2-31 il campo viene coperto meglio e poi volete mettere quando gli avversari si trovano di fronte il potenziale offensivo a disposizione del Parma?”. In grafica è stato proposto il seguente schieramento: Zommers; Coly, Canini, Lucarelli, Nunzella; Corapi, Scavone; Nocciolini, Calaiò, Melandri; Evacuo. Gianni Barone ha esaltato Nocciolini: “E’ un giocatore che ha fame, in Lega Pro spesso contano più le motivazioni dei curriculum, se diamo un’occhiata ai tabellini dei marcatori ad andare a rete non sono tanto i grandi nomi, quanto gli elementi di categoria”.

img_0878FABRIS BLOCCA IL MERCATO – Secondo Nicolò Fabris il Parma sul mercato dovrebbe eventualmente attendere la sessione di gennaio: “Io non mi affiderei al mercato degli svincolati, chi arriva ora è inevitabilmente indietro di condizione, secondo me sarebbe meglio attendere il mercato invernale se dovesse essere necessario intervenire per rinforzare la squadra”.

PRONTI AL DECOLLO – Nella parte finale della puntata è stata proposta una tabella (molto ottimistica) relativa alle prossime 5 partite: tabella che prevede 4 vittorie (in casa contro Albinoleffe, Feralpi e Mantova e fuori a Fano) e 1 pareggio (a Sambenedetto del Tronto). Evaristo Cipriani

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO / AMPOLLINI: “ORA BASTA CON IL CALCIO DIFENSIVO”. ANGELLA: “IL MISTER? CONTA POCO”. FABRIS: “NUOVI ARRIVI? MEGLIO DI NO”

  • 20 Settembre 2016 in 20:19
    Permalink

    Salve. Volevo sapere dato chemio Lecce ci ha superato come quota abbonati , se nel saldo ma totale sono inseriti anche gli sponsor???
    Grazie e ciao

  • 20 Settembre 2016 in 20:42
    Permalink

    No a,SAMBENEDETTO bisogna vincere e fare 15 punti in queste 5 gare.
    Melandri deve giocare ora che è in forma, quando la forma sarà deficitaria si penserà ad altro ma ora deve giocare.
    Ci pensate
    Melandri
    Evacuo
    Calaiò
    Nocciolini
    Le squadre che ci affronteranno credetemi avranno
    PAURA FOLLE.
    Basta difensivismi.
    All’ attacco guerrieri.

  • 20 Settembre 2016 in 22:35
    Permalink

    Evacuò, è questione di accenti caro rocch

    • 21 Settembre 2016 in 09:30
      Permalink

      Pancroff non offenderti ma non hai uno stile nello scrivere.
      Scrivi ma nemmeno tu sai v quello che scrivi
      Quello che dici lo infarini e lo friggi
      Quello che dici è scontato.
      Le solite cose da una vita
      Solo offese
      Niente ironia
      Nel tuo mondo grigio mi detesti
      Semplice
      Sono colorato e ti da fastidio questo colore
      Non hai un tuo stile
      Guarda che ti devi evolvere
      L’ironia è il sale della vita
      Cerchi di essere ironico ma non lo sei
      NON SEI PORTATO
      Di rock non hai proprio niente
      MA PROPRIO NIENTE.
      A volte mi critichi
      Invidia?
      Forse
      Mi attacchi perché non hai argomenti.
      Non sai cosa dire
      Non sai cosa scrivere
      Questo lo dico a te ma anche altri sono come te
      Che scrivono su questo forum senza anima.
      Zombie
      Ecco
      Sei così
      SE NON PEGGIO.
      Cambia
      Dai ce la puoi fare.
      Prima lezione
      Non attaccarmi per almeno 24 ore.
      Ce la farai!
      Per me è un no.
      Vediamo……..
      È scattato il cronometro.
      Guarda che non ce l’ho con te

  • 20 Settembre 2016 in 22:37
    Permalink

    Voi evacuate, essi evacuano, Tu evacui eccome

  • 20 Settembre 2016 in 23:06
    Permalink

    Ma gli svincolati non erano il bengodi delle occasioni alla faccia dei coglioni che gettano soldi durante le normali sessioni di mercato?

  • 20 Settembre 2016 in 23:08
    Permalink

    Ho capito bene?
    TABELLA OTTIMISTICA con pareggio a San Benedetto?
    Ma siamo fuori di testa?
    Una squadra che va a San Benedetto del Tronto per pareggiare non è una squadra Rock
    NON È NEMMENO UNA SQUADRA DA PRIMATO.
    Ciancio alle balle
    E poi dite che non siete difensivisti.?
    Capperi che balle
    A me non la date a ber
    Nelle prossime 5 partite 15 punti.
    Non un punto in più
    Non un punto in meno
    15 punti su 15 a disposizione
    È UN ORDINE
    Vi accorgerete che con 15 punti vedendo anche il calendario delle nostre avversarie probabilmente anche 15 punti non basteranno per andare in testa.
    E c’è qualcuno di voi che si accontenta di un pareggino magari strappato coi denti.con la Sambenedettese?
    Chi pensa questo
    VA ARRESTATO E MESSO IN GALERA
    Abbasso i pareggi
    Viva le vittorie.
    Le vittorie sono sempre Rock.

  • 20 Settembre 2016 in 23:09
    Permalink

    Ampollini, inascoltabile come speaker al tardini, pessimo come opinionista. “Il Parma ha preso ciaramitaro”…

  • 20 Settembre 2016 in 23:27
    Permalink

    La formazione di Ampollini mi garba molto. Solida e arrembante allo stesso tempo.

  • 21 Settembre 2016 in 01:19
    Permalink

    Ora ditemi voi.
    Quando Nocciolini e Melandri aiutano il centrocampo sta formazione che recita 4231 non diventa un 442 dato che Calano non si può pensare che giochi per il centrocampo ?
    Stile schemi non mi vogluon dir nulla perché se gli esterni del 352 giocassero in appoggio (con Mazzocchi e Ricci ad esempio) allora ci siamo inventati un 334.
    Che è un numero Tim e che a furia di dar dei numeri …

  • 21 Settembre 2016 in 09:45
    Permalink

    son d’accordi con ti Gallo …
    anca mi ier l’ho buteda szo acsi…

    po, ca szuga garufo o coly tarsen ..second mi ..se davanti al fa szugher
    NOCCIOLINI CORAPI SCAVONE MELANDRI oltre al do ponti…
    second mi al fa szugher COLY E MIGA GARUFO..
    però la formaszion al la fa lu..giustament …

  • 21 Settembre 2016 in 10:06
    Permalink

    Secondo me quella in grafica non è una formazione fattibile dall’inizio, troppo offensiva. Il 442 è ipotizzabile con ricci garufo mazzocchi etc. Il problema è sempre quello, gira e rigira manca sempre (almeno) un centrocampista che consentirebbe molte piu soluzioni

I commenti sono chiusi.