IL FUNERALE DI BELLE’ / IL RICORDO DI GABRIELE MAJO: ESATTEZZA, ESATTEZZA, ESATTEZZA…

GABRIELE-MAJO-Foto-Franco-Sacc-Archimmagine-007.jpg(gmajo) – Esattezza, esattezza, esattezza… Il motto del Nonno quante volte è risuonato nella redazione della Gazzetta di Parma, che fosse in Via Emilio Casa o in tempi più recenti in Via Mantova. Per tutti noi, leggermente più giovani cronisti – anche per chi come me non è mai stato in forza al quotidiano locale – Gianfranco Bellè era semplicemente il Nonno. E con delicatezza estrema uno dei suoi allievi prediletti, e che non a caso ho visto particolarmente affranto sia al Rosario che durante le esequie odierne nella chiesa di Via Picedi Benedettini, Paolo Grossi (che pochi mesi prima aveva già dovuto piangere un’altra delle pietre miliari della sua vita, Guido Sani) l’altra mattina mi aveva informato della ferale notizia con un SMS: “E’ morto il Nonno”. Anche altri colleghi della Gazzetta come Sandro Piovani e Gian Luca Zurlini, che proprio il giorno prima mi aveva cerziorato dell’aggravamento delle sue condizioni, quella brutta mattina, a propria volta, mi avevan cercato per dirmi che la missione terrena di Bellè era terminata. Eppure ancora aveva da rivoluzionare il mondo, anche se gli erano venute a mancare le forze, come ha detto, durante uno dei momenti più toccanti della odierna cerimonia funebre una delle tre dilette e adorate nipoti. Se Gian Franco non potrà più capovolgere il mondo direttamente, avendolo dovuto lasciare, resta a noi che ancora siamo in questa Valle di lacrime cercare di dare il nostro meglio per far sì che la sua missione – ovvero il Giornalismo, con la G maiuscola, come una volta – non resti vana, cercando di far sì che “esattezza, esattezza, esattezza” non finisca sotto due metri di terreno, di questi tempi in cui di “esattezza, esattezza, esattezza” c’è ancor più bisogno, vista la fretta e la sommarietà della decadente informazione di oggi, lontana anni luce da quella della sua scuola.

Conobbi Gianfranco Bellè esattamente 40 anni fa: io di anni ne avevo 12, lui una ventina in più: da enfant prodige grazie a Carlo Drapkind, il Direttore che giovanissimo mi scritturò per Radio Parma, nel pieno della adolescenza cercavo di apprendere quello che sarebbe divenuto il mio mestiere futuro: quella mattina, correva l’anno 1976, assieme a Pino Colombi, seguimmo, una corsa podistica in giro per la provincia di Parma, partendo dalla Cittadella e lambendo alcuni comuni del territorio: l’auto era condotta da Gianfranco, davanti Pino cercava di dialogare con lui e, io, dietro, li seguivo con attenzione e ammirazione. In quei tempi “gfb” era il vice del severo Attilio Fregoso alla redazione sportiva della Gazzetta: “E’ stato il mio vice per 20 anni, sono davvero distrutto per la notizia che mi ha dato”, così Fregoso al telefono quando gli ho riferito della sua scomparsa. Anche a lui, come a Tonino Raffa (ex radiocronista di Tutto il Calcio Minuto per Minuto) e a Giorgio Gandolfi, il suo partner nei libri storici del Parma, una bibbia per tutti noi (l’amico Alessandro Dondi è arrivato a pagare uno sproposito su Ebay pur di accaparrarsi il rarissimo pezzo della collezione che gli mancava) avevo messo volentieri uno spazio virtuale per tracciarne un ricordo su StadioTardini.it.

funerale-belleHo riflettuto a lungo e poi, anche consigliato da Beppe Squarcia (che nella redazione sportiva di Fregoso e Bellè aveva mosso i primi passi), ho superato le remore personali che mi frenavano, visto che il 5 agosto scorso avevo appeso StadioTardini.it al chiodo, dall’esprimere personalmente un estremo saluto al Nonno su questo spazio virtuale che a breve avrà una nuova vita, non più sotto la cura del suo fondatore, ma di un’altra gestione che, pur nella continuità, auspico possa tornare ad essere una libera fucina di pensiero. Spero più propositiva rispetto all’attuale foresta nera dello spazio commenti che stento a riconoscere e che mi fa alle volte pensare che i miei sei anni di predicazione siano stati vani, così come alle volte temo che a nulla siano servite le recenti vicissitudini del Parma visto il clima velenoso e di sospetto che si respira attorno al club e a talune delle sue individualità. Quanto sono lontani i tempi della Festa di Squalificazione! O forse semplicemente i webeti dei social alterano la percezione della realtà…

carra-gabbi-majo-belle-a-lisbonaHo scartabellato l’album dei ricordi e ho trovato una vecchia foto, scattata dal compianto fotografo Claudio Piola, che ritrae il sottoscritto e Gianfranco Bellè, assieme all’altro ghignèr Claudio Carra e all’allora editore di Radio Elle e Radio Emilia Marco Gabbi dinnanzi all’Hotel Meridien a Lisbona. Allo Estadio Da Luz il 29 marzo 1994 si giocava Parma-Benfica, semifinale di Coppa delle Coppe, finì 2-1 Proprio nelle trasferte europee, Gianfranco che per timidezza sembrava burbero e scontroso, mollava i freni inibitori e si lasciava andare a un sano spirito di compagnia che lo rendevano simpatico. Così come con piacere ricordo un pranzo sull’Isola di Sant’Elena a Venezia (lui era nato lì) con fritto e qualche caraffa che spesso aiuta a vedere meglio una partita, o per lo meno a spiegarla con maggiore disinvoltura…

Dei vari ricordi letti in questi giorni su Bellè ho molto apprezzato quello dell’ex direttore della Gazzetta di Parma Giuliano Molossi, il quale, con genuinità, non ha avuto remore nel ricordare come fosse stato assai burrascoso il giorno della pensione del Nonno con un mega litigio tra i due. Ed è stato bello apprendere come poi i due si fossero rappacificati, per intercessione di Alberto Michelotti, con i piedi sotto la tavola. Altrettanto onestamente anch’io ricordo di non essere sempre stato allineato con Bellè: ad esempio penso che lui, non apprezzando molto la mia esuberanza giovanile, diciamo così, in certe occasioni agli inizi non mi abbia agevolato; viceversa, però, una volta maturato, e diventato “professionista” (su questa qualifica lui era molto sciovinista) fu lui a caldeggiare la mia partecipazione a Bar Sport a Tv Parma, quando facevo l’Ape Majo (persino il Sacerdote celebrante si è ricordato di quelle mie performance di allora) e anche ad esprimere parere favorevole alla Società quando venni chiamato dal Parma F.C. a svolgere il ruolo di capo ufficio stampa e comunicazione, preannunziandomi la chiamata del club. Del resto era un generoso e anche un vero capitano: pur non avendo mai fatto parte della sua squadra trovo azzeccatissima questa definizione di Billy Balestrazzi. Il suo modo di organizzare il lavoro, valorizzando le forze a disposizione, spesso mi è stato d’esempio, così come la sua instancabile voglia di essere d’esempio, il primo ad arrivare e l’ultimo ad uscire. Valori che spero possano esser tramandati non solo dai cinquantenni odierni, ma pure da chi si è affacciato all’attività giornalistica in questi tempi certamente meno felici per questo lavoro. Il rigore di Bellè è l’eredità che dobbiamo raccogliere. Esattezza, esattezza, esattezzaGabriele Majo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

UNA DELLE ULTIME USCITE PUBBLICHE DI GIANFRANCO BELLE’: LA XXI CENA DI PRIMAVERA DA ROMANI DEGLI EX GIALLOBLU’ IL 3 GIUGNO 2016 (CLICCA QUI)

CLICCA QUI PER LEGGERE IL RICORDO DI GABRIELE BALESTRAZZI

CLICCA QUI PER LEGGERE IL RICORDO DI VANNI ZAGNOLI

CLICCA QUI PER IL CORDOGLIO DEL PARMA CALCIO 1913

IL RICORDO DEL SINDACO E DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

IL RICORDO DI TONINO RAFFA (RADIO RAI)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

Se ne è andato a 71 anni Gianfranco Bellè. Le esequie venerdì alle 14.45 nella Chiesa dello Spirito Santo

LA MORTE DI BELLE’ / IL RICORDO DI TONINO RAFFA: “SE N’E’ ANDATO UN PEZZO IMPORTANTE DELLA VECCHIA GUARDIA GIORNALISTICA EMILIANA, PROTAGONISTA DELL’EPOCA D’ORO”

LA MORTE DI BELLE’ / IL RICORDO DI GIORGIO GANDOLFI: “DAL LETTO DELL’OSPEDALE IL SUO ULTIMO ARTICOLO DEDICATO A EMILIANO BOZZETTI ENTRATO NELLO STAFF AZZURRO UNDER 19”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “IL FUNERALE DI BELLE’ / IL RICORDO DI GABRIELE MAJO: ESATTEZZA, ESATTEZZA, ESATTEZZA…

  • 16 Settembre 2016 in 20:07
    Permalink

    Bell articolo esemplifica un epoca in canfora in cui la gavetta. Aveva un valore

  • 16 Settembre 2016 in 22:29
    Permalink

    Gabriele,
    Bell’articolo…torna a scrivere a spot….così manteniamo quella vena nostalgica del sito che fu.

    Però ti devo tirare le orecchie, Le 4/5 righe contro l’attuale status dello spazio commenti te le potevi risparmiare, infatti se fossi ancora all’opposizione voglio vedere come la penseresti relativamente a certe scelte societarie molto discutibili x essere buoni….
    Io sono con Apolloni…sono convinto che sabato si vince…però il mercato è stato fatto male secondo me….spero che grazie al pubblico all’allenatore e a certi giocatori si riesca a salire lo stesso.
    Regards

  • 16 Settembre 2016 in 23:26
    Permalink

    Complimenti per l’articolo direttore e bentornato, anche se solo per lo spazio di questo post.

  • 17 Settembre 2016 in 02:36
    Permalink

    Uno splendido ricordo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI