MOONTALK #JurassicParm 1^ puntata / PARMA STRALCIO (frammenti di identità)

Ilaria-Mazzoni.jpg(Ilaria Mazzoni) – Benvenuti, anche se sarebbe meglio dire bentornati, a questa nuova stagione del Moontalk ed alla sua rubrica “Jurassik Parm”, un programma che tratta delle vicissitudini del Parma Calcio e che, anche quest’anno, ci vedrà commentare ed accompagnare la squadra gialloblù in questo suo primo campionato da professionisti. Abbiamo deciso di non cambiare il nome della nostra rubrica per allinearci a quelle che sono anche le 2-logo-2016tendenze crociate che, di fatto, non sono cambiate dall’anno passato; un Parma ripartito dalle origini, dalla vera essenza di questo sport e che continua la sua lunga scalata verso il raggiungimento della vetta: la massima serie. Confermato, pertanto, anche il logo che vede come protagonista il nostro piccolo dinosauro Tino; se l’annata scorsa era intento a sbranare il logo della serie D quest’anno, invece, è impegnato ad addentare la palla perché, parliamoci fuori dai denti, tutti ci aspettiamo che i crociati abbiano la stessa fame e la medesima rabbia messa in campo l’anno scorso.

3-parma-stralcioQuesto filone di pensiero ci porta a spiegare il titolo che abbiamo dato a questa prima puntata, ispirato in particolare alla partita di Pordenone, ma, in generale a tutto l’avvio di campionato, titolo che recita: “Parma Stralcio”. Si perché di Parma, quello vero, crediamo che, sino ad ora, se ne sia visto solo uno stralcio, un piccolo pezzettino, insomma la squadra, ad oggi, non ha ancora trovato una sua identità. D’altronde i risultati si sono palesati davanti agli occhi di tutti. Un gruppo che, se non altro, nell’ultimo incontro disputato (quello, appunto, contro il Pordenone) ha saputo, in svantaggio di due reti, trovare una reazione d’orgoglio che ha permesso ai crociati di ribaltare completamente il risultato della partita ed agguantare la vittoria. Ed è proprio da questo sentimento che si dovrebbe ripartire, cercando di colmare le lacune di alcuni errori che, a nostro avviso, dopo cinque giornate sembrano, a rigor di logica, esser stati commessi in fase di precampionato.

4-il-modulpSbagliato, in primo luogo, a nostro avviso, la scelta del modulo: un 3-5-2 che sembra essere stato studiato in modo da farlo divenire punto fisso ed attorno al quale ruotare i differenti giocatori. È apparso, altresì, che fosse, sin dalle prime gare, uno “schema problema” funzionando, di fatto, solamente contro avversari che tendevano ad impostare la partita. Certo ammettiamo la nostra personale avversione per i moduli con i difesa a tre che poi, in realtà, sono un tentativo di mascherare un modello di difesa a cinque con le ali che, in fase, appunto, di copertura, arretrano divenendo, in tal modo, terzini di fascia. La nostra opinione, pertanto, è che il miglior Parma si sia visto con la difesa a quattro, anche se prevede il sacrificio di uno dei tre grandi difensori centrali; un’idea di impostazione che ha sicuramente favorito un gioco più propositivo e volto all’attacco. Non è troppo tardi per cambiare: bisogna avere il coraggio di farlo senza crearsi troppi problemi.

5-barayeFiglia della formazione è poi, molto probabilmente, la scelta, già maturata ed in parte rivelata sul finale della scorsa stagione da Mister Apolloni, di far tornare Baraye ad un ruolo ritenuto più consono alla serie dei professionisti. Un centrocampista, perciò, molto lontano dallo specchio della porta. Beh, dopo un paio di giornate, questa scelta di relegare a centrocampo il bomber del passato campionato pare un’idea abbastanza fallimentare. La nostra opinione sarebbe quella di utilizzare questo giocatore come seconda punta o trequartista; in queste posizioni,forse, riuscirebbe a mettere a frutto al meglio quelle qualità messe in luce in serie D. Uno spostamento che andrebbe fatto anche a costo di pestare i piedi a qualche nuovo acquisto di casa crociata.

6-condizione-atleticajpgUn altro problema che è stato portato alla luce è quello della scarsa condizione atletica condizionata da un precampionato ricco di carichi pesanti. Questa, però, è una scelta che potremmo giudicare solo a fine campionato: pagherà o no? Per ora una cosa è certa: penalizza la squadra ed in particolare modo giocatori come Evacuo che si trova in evidente crisi di condizione. E’ un caso che Calaiò sia tra i più in palla e non abbia fatto la preparazione con i gialloblù? Per noi no…

andrea-concari-moontalkPunto più grave evidenziato dai più è, però, l’incompletezza della rosa. Se questo fosse effettivamente vero sarebbe grave dover aspettare quasi Ottobre per acquistare uno svincolato e puntellare il centrocampo. A nostro avviso la squadra andava composta con anticipo. Il “Moontalk”, in ogni modo, a dispetto di quello che si dice in giro, crede che la squadra abbia tutti gli elementi necessari per poter fare più che bene e che l’idea di un inserimento di un potenziale uomo in più pescato tra gli svincolati vada valutata più che attentam7-nuovi-innestiente. In un certo senso ci verrebbe da pensare che, forse, sarebbe stato meglio trattenere Lauria e, forse, qualche lacuna a centrocampo sarebbe stata tamponata. Sarebbe, poi, importante stemperare questa tensione che, per certi versi, in alcuni momenti si dipinge più drammatica del necessario, con critiche, spesso, gratuite. Insomma, il tempo c’è ed il Parma non ha ancora perso nessun treno, ricordiamoci sempre che il campionato è appena iniziato e noi continuiamo a coltivare la speranza che la squadra trovi la sua quadra. Magari con scelte, ed esclusioni, dolorose; ma la troverà.

manuel-noccioliniMa parliamo, come di consueto, della partita che ci siamo appena lasciati alle spalle: uomo partita contro il Pordenone è stato Nocciolini. E come non potrebbe essere lui l’eroe della giornata? Un uomo che ha ribaltato la partita e regalato ai gialloblù i tre punti; un bomber vero con tanto cuore e grande umiltà nel sacrificarsi in ruoli che, certamente, non sono i suoi. L’anno scorso, per lui, ci furono venticinque reti segnate con il Forlì, quest’anno, per ora, tre ma la sensazione è che abbia certamente raccolto meno di quello seminato.

daniele-melandriMenzione di merito anche per micio Melandri: entra in campo e cambia completamente il volto della partita. Cross e dinamismo per la squadra. L’anno passato è subentrato numerose volte a partita in corsa, a causa della regola degli under, quest’anno, purtroppo, non c’è più quella normativa ma le cose, in ogni modo, sembrano non essere cambiate per lui. Ottimo sia sulla fascia che come punta. Meriterebbe, forse, più spazio.

8-tabella-top-flopNel terzo gradino del podio inseriamo Calaiò, unico giocatore sempre frizzante anche quando la squadra gioca male. Disponibile a spostarsi in ruoli che non gli competono e ad andarsi a procacciare la palla anche in aree che, solitamente, non frequenta conferma anche contro il Pordenone di avere iniziato il campionato con il piede giusto. Ripaga la fiducia della società, una fiducia che, però, a volte, il giocatore sembra non riporre nei compagni preferendo, infatti, dribbling abbastanza pretenziosi a passaggi più semplici.

evacuoPrimo dei flop è invece Evacuo; il bomber si trova in evidente crisi atletica e non riesce, di fatto, ad incidere mai. Si nota solamente per alcuni episodi “furbetti” come disturbare il portiere, bloccare le ripartenze avversarie su calci da fermo nascondendo il pallone e perdere tempo nel momento della sostituzione. La sua classe, intendiamoci, non è messa in dubbio ma, forse, sarebbe più opportuno aspettare che torni in forma prima di schierarlo da titolare. alessandro-lucarelli-pordenoneNon convince nemmeno Coly, certo, corre e si da fare ma in fase difensiva lascia buchi considerevoli. In ultima posizione del podio della delusione inseriamo Lucarelli anche solo per il reggiseno con cui gioca! Scherzi a parte, il capitano crociato inciampa immediatamente su un fallo di mano causando il rigore, ma poi recupera con una prestazione che sprizza grinta da ogni poro. Ma, per quanto possa essere utile, lo esortiamo a smettere di utilizzare il reggiseno! Davvero orribile!

albinoleffeSabato prossimo, invece, il Parma ospiterà al Tardini l’Albinoleffe, una formazione che, sino ad ora, ha raccolto sei punti e che si colloca nell’undicesima piazza della classifica (con una partita in meno, però). Una squadra simbolo della Lega Pro e che rappresenta i comuni di Albino e Leffe (situati in provincia di Bergamo), disputa le proprie partite casalinghe nello stesso impianto utilizzato dall’Atalanta e viene da due stagioni consecutive di retrocessione da questa stessa serie concluse, però, con il ripescaggio per completamento di organico.

9-formazioneContinuando con il gioco iniziato lo scorso anno nel comporre le formazioni vi esponiamo la nostra: un 4-4-2 con il diamante. In porta Zommers poi Ricci, Lucarelli, Canini e Nunzella, regista basso Ciccio Corapi, ala sinistra Melandri mentre sulla destra Scavone. Registra alto Baraye a supporto dell’attacco composto da Calajo e Nocciolini. Come sempre vi invitiamo a commentare con le vostre formazioni ideali. Buona partita, come sempre forza Parma e vi diamo l’appuntamento, prossima settimana, con la nostra nuova puntata. Ilaria Mazzoni

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL, di Luca Tegoni / IL CAPITANO CON IL REGGISENO E’ INGUARDABILE. ANCHE SCAVONE, MA ALMENO HA LA MASCHERA…

9 pensieri riguardo “MOONTALK #JurassicParm 1^ puntata / PARMA STRALCIO (frammenti di identità)

  • 22 Settembre 2016 in 11:31
    Permalink

    -…il fatto di completare la squadra credo sia colpa del mister…i direttori sportivi hanno il compito di trovare i giocatori richiesti dal mister in base al modulo che sceglie…se a ottobre non hanno ancora tesserato un giocatore come mazzarani credo che questo sia una decisione derivante dalle scelte del mister…che probabilmente dopo sabato e il passaggio della difesa a 4 vorrà avere un giocatore più fisico da affiancare a Corapi o Scavone che magari possa lasciarli liberi di inserirsi…
    – per quanto concerne lauria…io non sento la sua mancanza…un giocatore che per il terzo anno consecutivo va a disputare un campionato di serie d…credo che non abbia tutte le qualità per giocare un campionato di lega pro…a me non ha mai convinto più di tanto…
    pian piano vedremo il vero parma…

    • 22 Settembre 2016 in 11:51
      Permalink

      In realtà è un operazione congiunta di solito, ma comunque la rosa è più che competitiva senza dover ricorrere agli svincolati che è un po il mercato della disperazione, il parma non ne ha bisogno, Lauria in questa stagione sarebbe stato ottimo come completamento del reparto non certo come titolare fisso, il nostro ragionamento verteva su quello. Piuttosto che prendere uno sconosciuto e farlo inserire nel progetto sarebbe stato meglio tenere lui. Ma ripeto si parla di complementi di rosa non ti titolari fissi

  • 22 Settembre 2016 in 14:24
    Permalink

    Ciao Moontalk, bentornati a bordo !
    Vi leggo sempre con grande piacere e, se mi consentite, commento la vs formazione:

    io credo che il Mister, x sabato prossimo, partirà con

    ZOMMERS
    COLY CANINI LUCARELLI
    a dx GARUFO e a sx NUNZELLA
    CORAPI E SCAVONE a centrocampo
    poi il trio NOCCIOLINI CALAIO’ ed EVACUO …

    se ha coraggio tiene fuori COLY e gioca MELANDRI con GARUFO a destra nei 4 dietro

    sempre se ha coraggio esclude, al momento, EVACUO dalla mia formazione ed inserisce MELANDRI ..

    sulla carta tutto è fattibile…
    io, ieri in allenamento, ho visto molto bene Baraye da attaccante …
    ..tante idee…tante soluzioni….importanti sono i 3 punti…
    ..
    saluti a voi ..

    mauro morosky

    • 22 Settembre 2016 in 14:49
      Permalink

      Ciao Morosky!!! grazie per il ben tornati!
      Concordo, l’importante è vincere, spero che non si veda di nuovo la difesa a 5 che francamente ha stufato, magari la si potrà fare più avanti quando la condizione atletica sarà migliore, Baraye seconda punta sarebbe perfetto ma è dura dir a calajo o a nocciolini di star seduti in panchina

  • 22 Settembre 2016 in 18:20
    Permalink

    Bentornati! La difesa con Ricci mi garba, invece cambierei il modulo a centrocampo e in attacco.

    Zommers

    Ricci Canini Lucarelli Nunzella

    Corapi Scavone

    Melandri Calaiò Nocciolini

    Evacuo

    • 22 Settembre 2016 in 18:42
      Permalink

      Grazie 🙂

      4 2 3 1 è un modulo molto moderno che mi piace tanto, però sposterei baraye al posto di calaio e calaio al posto di evacuo, almeno per la prima parte di gara, inserendo quest’ultimo a fine partita dove sarebbe devastante

      • 22 Settembre 2016 in 23:07
        Permalink

        Si, probabilmente in questa momento Evacuo è meglio che parta dalla panchina.

    • 22 Settembre 2016 in 20:32
      Permalink

      Guardate che Ricci è mancino, gioca a sinistra.Cosi come dovreste invertire nocciolini e Melandri

      • 23 Settembre 2016 in 01:36
        Permalink

        Michele ricci è sulla sinistra del campo 🙂 guarda la slide 🙂 non giochiamo con Calaiò in porta 🙂

        A parte questo Ricci gioca e ha giocato sia a destra che a sinistra cosi some Melandri, sono giocatori duttili…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI