CALCIO & CALCIO / FABRIS (PARMA FANZINE): “IL PARMA E’ UNA BOMBA A OROLOGERIA”. AMPOLLINI: “SCALA E APOLLONI VAN GIUDICATI PER QUELLO CHE STANNO FACENDO ORA, NON PER IL PASSATO”

ampollini(Evaristo Cipriani) – FISCHI DI PAURA? – “Ricordo pochissimi casi di tifosi che abbiano fischiato la propria squadra dopo una vittoria: ci sono stati i sostenitori del Real Madrid che fischiavano Capello nonostante i successi, ma stiamo parlando della piazza più esigente e meglio abituata al mondo”. Così Michele Angella ha introdotto ieri sera la nona puntata di Calcio & Calcio su 12 Teleducato con in studio oltre agli opinionisti fissi Luca Ampollini e Nicolò Fabris (responsabile di Parma Fanzine), anche l’avvocato Paolo Malvisi (consigliere Associazione Italiana Avvocati Sport  e componente dell’organico organizzativo della Lega Pro) e la tifosissima e abbonata storica Nicoletta Rosati che rosati-ampollini-300x257però ha detto: “Io non ero contenta, ma non ho fischiato, perché ci vuole pazienza, molti pensavano che fosse tutto molto facile e invece non è cosi”. Secondo l’interpretazione di Luca Ampollini i fischi di sabato sono stati dettati soprattutto dalla paura e dalla disapprovazione: “Il pubblico percepisce che questa squadra sta facendo molta fatica, ha tanti problemi e teme che in futuro la situazione possa precipitare”. Nicolò Fabris ha sottolineato un aspetto significativo: “I fischi non sono arrivati durante la partita, ma alla fine, quindi il pubblico non ha condizionato la squadra durante la partita”. Angella ha concluso l’argomento: “C’è da rimarcare positivamente come nessuno degli addetti ai lavori abbia contestato i fischi, anzi la società, con molta obiettività ha pubblicato sul proprio canale youtube un filmato proprio con i fischi a fine partita”.

SINDROME DA TARDINI – Tutto lo studio si è detto concorde nel sostenere che non esista una sindrome da Tardini, come invece ipotizzato da mister Apolloni sabato dopo la partita contro il Forlì. “Se c’è una piazza dove i giocatori non hanno pressioni è quella di Parma, qui c’è gente che ha giocato in A e al Sud e sa cosa significhi avere pressioni”, ha sentenziato Angella.

angellaLA PERCEZIONE DEL TIFO – “Non vorrei che il Parma pensasse che tutti i tifosi sono come quelli dei clubs e del tifo organizzato che hanno, legittimamente e rispettabilmente, il sostegno incondizionato nel proprio dna” ha affermato il conduttore Michele Angella, specificando: “Scala nella conferenza stampa del 13 ottobre ha detto che tutte le volte che incontra i tifosi gli esprimono la massima fiducia, non ho dubbi perché lui è stato un monumento, però i fischi dell’altra sera dimostrano che una gran parte della tifoseria non è contenta e il tifo non è fatto solo dagli iscritti ai club che accoglierebbero con applausi e brindisi tutti anche dopo una sconfitta per 5-0”.

malvisi-fabris-300x220BOMBA A OROLOGERIA – Nicolò Fabris, responsabile di Parma Fanzine, nel corso della serata ha rivelato del clima di tensione vissuto ieri a Collecchio con la presenza del presidente Nevio Scala che ha tenuto a rapporto la squadra. “Secondo me il Parma è una bomba a orologeria” ha detto nemmeno troppo sibillino lo stesso Fabris.

STOP AI SENTIMENTALISMI – “E’ ora di smetterla di dire che Apolloni è una brava persona e che è stato un grande calciatore della storia del Parma – ha esclamato l’opinion maker Ampollinioppure che Scala è una bandiera e un monumento: è vero, verissimo, però vorrei che li giudicassimo per quello che stanno facendo ora, non per il passato, giudichiamolo per i loro ruoli attuali”.

CENTROCAMPO MAL ASSORTITO – Dal punto di vista tecnico da mettere in evidenza la valutazione dell’avvocato Paolo Malvisi sul centrocampo: “E’ male assortito”. Il noto legale ha anche tessuto le lodi di Sbaffo della Reggiana, uno che, secondo radio-mercato, il Parma aveva inseguito a lungo in estate.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

APOLLONI: “PRENDIAMO I FISCHI COME ABBIAM PRESO I 3 PUNTI. LA SQUADRA, IN QUESTO MOMENTO, SOFFRE IL TARDINI: COMPLICAVAMO ANCHE LE COSE PIU’ SEMPLICI, PENSO SIA SOLO UNA QUESTIONE MENTALE”

SCALA: “APOLLONI SIAMO NOI. IL TECNICO MAI IN DISCUSSIONE: SIAMO UN GRUPPO DI CUI IO SONO IL RESPONSABILE”. MINOTTI: “I CAVALLI SI VEDONO ALLA FINE”. GALASSI: “MENO ISTERIA E PIU’ EQUILIBRIO”

22 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO / FABRIS (PARMA FANZINE): “IL PARMA E’ UNA BOMBA A OROLOGERIA”. AMPOLLINI: “SCALA E APOLLONI VAN GIUDICATI PER QUELLO CHE STANNO FACENDO ORA, NON PER IL PASSATO”

  • 25 Ottobre 2016 in 14:15
    Permalink

    Scampa caval che l’erba la cressa !!

  • 25 Ottobre 2016 in 16:16
    Permalink

    Bravi a parlare di Sbaffo. Ricordo Minotti saccente parculare Sbaffo per le richieste di money e parculare chi lo ha ingaggiato. Tanto noi abbiamo Miglietta e il centrocampo della D!
    Bravo!

  • 25 Ottobre 2016 in 17:12
    Permalink

    Teleducato come sempre numero uno

  • 25 Ottobre 2016 in 17:28
    Permalink

    Assolutamente numero uno. La concorrenza col povero Zommers a raccontare banalità qui almeno si parla di qualcosa di vicino alla realtà

  • 25 Ottobre 2016 in 17:36
    Permalink

    Ampollini verrà licenziato dopo l’uscita su marchisio oppure resterà lì a fare il furbo al megafono del tardini?

    • 25 Ottobre 2016 in 20:13
      Permalink

      In effetti con i problemi che abbiamo sarebbe proprio il primo da licenziare…

  • 25 Ottobre 2016 in 18:16
    Permalink

    Per una volta Ampollini ha ragione. La gratitudine non è eterna, altrimenti si rischia di far passare tutto.

  • 25 Ottobre 2016 in 18:48
    Permalink

    Lasciamo stare ampollini per favore e pensiamo al Parma che è meglio..

  • 25 Ottobre 2016 in 19:11
    Permalink

    Caro Luca con la S maiuscola,

    vuoi farlo tu il furbo al Tardini col megafono in mano?

    Pensa al Parma e a come uscire dalle sabbie mobili…

  • 25 Ottobre 2016 in 19:14
    Permalink

    Dimenticavo:

    ieri sera in trasmissione dicevano che in pentola bolle qualcosa.

    Sarà che la proprietà a fine anno darà il ben servito al quartetto

    cetra? Ma magari……

    A vag a Lourdes.

  • 25 Ottobre 2016 in 19:43
    Permalink

    Sperèrema che al sia almeno un cotghè

  • 25 Ottobre 2016 in 22:56
    Permalink

    Con la vellutata di patate ??? Vale a dire..col pure ??

  • 26 Ottobre 2016 in 09:10
    Permalink

    per quanto mi concerne l’unica bomba ad orologeria che conosco e’ quella che sta sul comodino il lunedi’ mattina

  • 26 Ottobre 2016 in 10:09
    Permalink

    no, mi al codghè al magn da lu, rondela par rondela.
    Ag voj gnenta a taca.
    Una voltà a go provè col zabajò…bè ragas, l’è da prover,,,,

  • 26 Ottobre 2016 in 11:40
    Permalink

    Al codghè le bò con i fagioloni corona miga col di foto però

    Come beveraggio una coca o aranciata leggerahahahah

  • 26 Ottobre 2016 in 11:51
    Permalink

    Codghè e zabajò?E vacco cà…roba da piatto finalista di masterscèf!

  • 26 Ottobre 2016 in 13:52
    Permalink

    l’ho mangiato pure io giusto per curiosità, diciamo che nei pensieri della nouvelle cuisine, il dolce dello zabaione, fatto come Silvio comanda, ammazza bene il bsonto dal cotghin..
    mi al preferis sempar col purè o del volti col sacrao..
    e chi, col è al sacrao ag sema in poc a saverel ..
    vero Pencroff, Assioma, Nobiltè, forsi Simone T. e B e poc etar ..
    ah ah ah ah
    il fan al gallo d’oro la seconda a sinistra ed via farini

    • 26 Ottobre 2016 in 13:57
      Permalink

      an ghe mel sal conoss ,ma le verze non mi son mai piaciute

  • 26 Ottobre 2016 in 13:59
    Permalink

    ag son stè c,le poc dal Galò

  • 26 Ottobre 2016 in 14:10
    Permalink

    Ovvio che so cos’è il sacrao, ma il purè par mi l’è la sò morte dal’ cotghè. Questione di gusti ovviamente..ma al zabaiò al me ispira bombè

  • 26 Ottobre 2016 in 17:12
    Permalink

    Le bò in Via Sauro ma era più buono in Via Mameli altri tempi

    Però col zabaiò e sacrao NON sono amante ragass

  • 26 Ottobre 2016 in 17:23
    Permalink

    Provì ragas col zabajò, l’e un gust particoler, se andì a senna con ‘na belà dòna a fi una bela figura da rafinè e as pol der che….
    Mi comunque a continui a magnerol da LU, al purè al va’ bè pri malè….
    a mi fat gnir ‘na fama ed la Madonè.
    Mi ag bev adrè dal Gutturnio o Barbera…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI