TUTTI IN EDICOLA AD ACQUISTARE STADIO! UN REPORTAGE FIRMATO DA XAVIER JACOBELLI RACCONTA LA RINASCITA DEL GLORIOSO CLUB CROCIATO

lucarelli-e-jacobelli(www.parmacalcio1913.com) –  Domani, venerdì 11 novembre 2016, tutti in edicola ad acquistare Corriere dello Sport – Stadio! Un reportage griffato da Xavier Jacobelli racconta la rinascita del glorioso club Crociato presieduto da Nevio Scala. Nell’inchiesta esclusiva della prestigiosa firma il racconto dal centro sportivo di Collecchio del presidente, dell’ amministratore delegato Luca Carra, del responsabile dell’area tecnica Lorenzo Minotti, del direttore sportivo Andrea Galassi, dell’allenatore Luigi Apollonie del capitano Alessandro Lucarelli. Xavier Jacobelli, ha anche girato le strade della città, raccogliendo le testimonianze di sportivi e tifosi sul nuovo inizio del Parma.

Nella foto: il capitano del Parma Calcio 1913 Alessandro Lucarelli con Xavier Jacobelli inviato speciale del Corriere dello Sport-Stadio

Leggi il CorrieredelloSport-Stadio in edicola

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

26 pensieri riguardo “TUTTI IN EDICOLA AD ACQUISTARE STADIO! UN REPORTAGE FIRMATO DA XAVIER JACOBELLI RACCONTA LA RINASCITA DEL GLORIOSO CLUB CROCIATO

  • 10 Novembre 2016 in 18:12
    Permalink

    Lo farò sicuramente!

  • 11 Novembre 2016 in 00:53
    Permalink

    Ma qualcuno sa dire quando cazpita arriva sta famigerata tessera del tifoso che fa da abbonamento?

  • 11 Novembre 2016 in 08:47
    Permalink

    Ci hanno ciulato 8 euro + 1,50 di spese = Lega Pro inadeguata sia per queste cose, sia per la calendarizzazione degli incontri, giorni ed orari : casinisti professionisti : Gravina invece di fare tante chiacchiere si renda conto delle deficenze & ca$$$$ate please.

  • 11 Novembre 2016 in 09:03
    Permalink

    Per Macerata io auspico:

    ZOMMERS
    BENASSI CANINI LUCARELLI
    GIORGINO
    MAZZOCCHI CORAPI SCAVONE RICCI
    NOCCIOLINI CALAIO’

    secondo tempo Simonetti Baraye e, se serve, Melandri

    p.s. ho letto di un interessamento del Gubbio per il micio: se ci danno Ferretti ( il loro n. 7 ) ci sto se no aria e pedalare !!!

    mi basta lo 0-1 ( anche a 5 minuti dalla fine, tanto cosa conta ?? )

    andiamo a 27 poi facciamo i conti sabato sera ok ?

    • 11 Novembre 2016 in 23:50
      Permalink

      Il micio per il 7 del Gubbio…assolutamente no! A me non ha impressionato per niente! Mi tengo il micio che se fosse utilizzato di più quando giochiamo in contropiede può essere decisivo!

  • 11 Novembre 2016 in 11:24
    Permalink

    Mi sono informato e le altre società,
    Alessandria, Cremonese, Piacenza ecc.
    le hanno già consegnate ai tifosi. da mesi….
    bella figuraccia……

  • 11 Novembre 2016 in 12:01
    Permalink

    Scusa MOROSKY e a felice che prima per te era un fiore all’occhiello, gli facciamo fare i caffè al bar del centro di collecchio….
    Come al solito bastano due risultati positivi, anche senza alcun miglioramento che i pareri cambiamo radicalmente….Scommetto che se perdiamo a macerata contro il padova dovranno giocare MIGLIETTA, RICCI, EVACUO E FALL…… Ragazzi cerchiamo di essere razionali e non guardiamo solo davanti alla punta del nostro naso….

  • 11 Novembre 2016 in 12:22
    Permalink

    Come sempre, con tutto il rispetto del caso,
    FELICE x me resta un fiore all’occhiello ma, siccome io non sono un seminatore di zizzannia, e visto pure che Nocciolini è stato fino ad ora l’uomo + in forma davanti ( anche forse + di Calaio’ ), non vedo perchè un giocatore che arriva dalla serie D, con 25 gol fatti, non può essere impiegato al posto di FELICE ( che non è inamovibile come quasi nessun altro ..se non in forma ) :
    il mio naso è lungo e vedo spesso i giocatori in allenamento:
    se oggi come oggi è + in forma XY deve giocare XY punto e basta:
    se perdiamo a Macerata e contro il Padova se la striga Apolloni non certo io:

    se tu sei capace di leggere, il sottoscritto lo diceva dall’inizio di ottobre che la squadra avrebbe risalito la classifica: poi se gioca uno o l’altro a me non cambia nulla, importante sono i 3 punti, la classifica e che non succedano casini: poi, voi critici dite pure la vostra, mettete zizzania e fate pure, fischiate scrivete ma non rompetemi i colleoni…
    tutto chiaro ??
    ..
    si gioca in 11 + 3 = 14 e, fino ad ora, quasi tutti hanno avuto le loro opportunità, dall’inizio o dalla panchina, chi + chi meno ma quasi tutti hanno giocato: questa tua è solo volere mettere zizzannia punto , ma non a me, di cui non mi importa proprio un fico secco..
    a me importa che la squadra vinca…Felice farà qualche caffè, qualche aperitivo e ancora altri gol, vedrai che arriveranno
    e stai sereno .. grazie

  • 11 Novembre 2016 in 12:27
    Permalink

    Nuova formazione pro RISPETTO

    ZOMMERS
    BENASSI CANINI LUCARELLI
    GIORGINO
    MAZZOCCHI CORAPI SCAVONE RICCI
    FELICE – CALAIO’

    ora cosa scrivi che mandiamo Nocciolini a fare i caffè ?
    quello + in forma strepitosa ad oggi ?
    mo va la..piantala di scrivere a sproposito , non trovi ?

    giocano solo in 14 e tutti, DICO TUTTI, si devono smummiare se vogliono essere protagonisti con e per la squadra: i singoli vengono sicuramente dopo, loro, da soli non vinceranno mai il campionato ma, con il gruppo e la squadra certo che lo vinceranno
    vuoi scommettere un caffè al centro sportivo di collecchio ?

  • 11 Novembre 2016 in 12:30
    Permalink

    p.s. ..Ricci lo avrei già inserito nella prima formazione vedi msg delle 9,03 … leggere bene prima di agitare la tastiera..
    e, per replicare al sottoscritto, servono i contro calli rinforzati..credimi
    con rispetto
    morosky

  • 11 Novembre 2016 in 13:15
    Permalink

    Quando le cose vanno bene non si cambiano: è quando vanno male che si devono cercare rimedi, contromisure e situazioni migliorative ( o miglioranti ? )
    squadra che vince ( era il vecchio detto ) non si cambia !
    GIUSTO, AVANTI COSì GIGI passa oltre e non ti curar di loro

  • 11 Novembre 2016 in 14:13
    Permalink

    Sei forte perche’ alla fine potresti essere galassi, minotti o apolloni, nel senso che la TUA opinione è intoccabile come il loro mercato e i loro giocatori….. Io ho solo voluto evidenziare che EVACUO (magari nessuno te lo ha detto, ma visto che sei sempre presente a collecchio non capisco come tu non possa saperlo) non la sta prendendo molto bene questa panchina, e visto i numeri contano e lui è uno che ogni anno va sempre in doppia cifra non vorrei che veramente a gennaio chiedesse di essere ceduto, cos’i poi facciamo giocare nocciolini e melandri e vediamo dove arriviamo a maggio. Sinceramente dei tuoi contro calli me ne frego, a me interessa che il parma torni alla svelta in serie B e ti assicuro che se i miglioramenti che tu stai vedendo sono questi, presto torneremo sulla terrra. Le cose che vadano bene o male non vanno di sicuro a cambiare le gerarchie di giocatori professionisti che ogni sabato devono dare il meglio per guadagnarsi lo stipendio, e poi scusa ma che la squadra migliorasse non è che ci volesse un genio a capirlo stavamo avendo una media retrocessione, con questo non vuol dire che il parma giochi meglio o abbia risolto i suoi problemi.
    Saluti morosky e visto che voglio scrivere a sproposito domani sarò a macerata, come ero a fano, modena, santarcangelo etc. e tu sarai a fare il tifoso davanti alla televisione (forse)…..
    Al prossimo articolo…..

  • 11 Novembre 2016 in 15:10
    Permalink

    No no ferma, non mettermi in tastiera parole che non ho scritto;
    la mia opinione è altamente toccabile, confutabile e non condivisibile ci mancherebbe altro: io sono libero di scrivere una formazione e tu di non accettarla ( alla fine domani sera la farà qualcun altro : chi non lo so ma certamente nè io nè te credo );
    quello che volevo significare ( e lo sai benissimo ) è che, in questo momento sta girando la squadra, ci sono i risultati e uomini + informa di altri, tutto chiaro no ?
    Che Felice non stia prendendo bene la panchina ha lo stesso valore di quello di Baraye, Melandri o Guazzo ( Calaiò e Nocciolini compresi ) : se sono professionisti, contrattualizzati e bonificati ogni mese puntualmente, devono solo allenarsi ed accettare le decisioni, dal primo all’ultimo, da “ziholovtoic a Lucarelli”, mi sembra evidente: se poi vengono fatti favori, figli e figliastri io non lo so, non mi è dato di sapere se uno si lamenta nello spogliatoio, se ci sono guerre/faide interne: io, dalla tribunetta guardo l’allenamento e non vado a origliare nelle stanze segrete.

    I miglioramenti che io ho espresso a ottobre erano in termini di classifica, posizioni e squadre dietro e non + davanti: non ho mai parlato di gioco bello, piacevole o soddisfacente, sarei un colleone, magari non me ne intendo ma ci vedo pure io in campo.

    Io qualche partita l’ho vista allo stadio, dal 69 in avanti se parliamo di PARMA ( ma visto che non sono un tifoso sono pure stato a vedere Reggiana negli anni 80, una domenica al Tardini ed una al Mirabello ), poi mi sono visto Bologna -Ascoli ( ricordi Eneas ? ), Inter Torino, Juve e Roma ( quando Brio e Pruzzo se le davano nella scaletta del sottopassaggio fino alla fine della partita ).

    Qualcuna , parecchie, le ho viste pure in tv ( soprattutto serie A e coppe europee): dall’anno scorso, da “innamorato” del Parmacalcio1913, ho seguito la squadra dal primo allenamento fino alla trasferta di SanMauro ( diciamo quasi tutte, non tutte ma quasi )
    Tutto questo non significa cmnq nulla : io non sono un tifoso bensì un appassionato e cerco di avere equilibrio, MI SA PROPRIO CHE, INDIPENDENTEMENTE DAL BEL GIOCO O MENO, qualcuno in società, tra qualche mese si prenderà molte soddisfazioni, si toglierà, forse, una montagna di sassolini dalle scarpe di Nevio, Lorenzo, Andrea, Gigi e di tutta la squadra: lo spero per la vittoria del campionato, per il rispetto che si deve a gente che, cmnq sta lavorando, allenandosi, cercando tutti di dare e fare il massimo per un obiettivo comune; obiettivo comune a società ( soci sborsanti milioni di euro e non chiacchiere ), management, dirigenti tecnici, addetti ai lavori, squadra, staff tecnico e sanitario fino all’ultimo bocia delle giovanili.
    Ciò che mi infastidisce è il sentire sempre le medesime critiche, tutti a denigrare il lavoro altrui ( nessunio di noi è allenatore patentato nè dirigente illuminato sbaglio ? ), tutti a colpevolizzare poi cosa ?
    All’inizio del campionato si parlava solo di Venezia, Reggiana e Padova, dei soliti outsiders Bassano Pordenone e, ovviamente del Parma, da tanti criticatutto posto ben oltre le prime 3 citate: ebbene, ad un terzo del campionato siamo li davanti a tutte , per ora ..solo ad un punto dal Bassano che, alla fine del campionato, come spesso è successo, arriverà secondo o terzo..!!

    Sinceramente ma in modo positivo ti invidio nel senso che vai a Macerata: io non posso e me la vedrò su sportube ..neanche su Tv parma : la greca vuole curata ( pure lei tifosa ) e, x motivi professionali non si può far la trasferta: tifa anche per noi , per il Parma mi raccomando miga par i marchigian marcmand ..!!
    At salut e fa al brev …
    Con immutato rispetto ( e non è ironica la frase )
    morosky

  • 11 Novembre 2016 in 15:23
    Permalink

    Tu lo sai vero che se questo campionato non lo dovessero vincere salterebbero tutti e forse pure il progetto ???

    Dal primo all’ultimo ,calciatori oltre la metà compresi ???
    Si salverebbero pochissime teste ( alcune nere alcune gialle alcune rosse come le casse di Lucio ) e ci sarebbe una grande opera di repulisti quindi, de drif o de draf questo campionato verrà sgnagnato dai crociati, a fatica, sicuramente, ma verrà a casa!!
    Fiabesco sognatore idealista morosky ? si, sognare non ha prezzo e fa ben riposare , un pò come domani sera quando saremo a 27 punti …la in alto ..
    m m m

  • 11 Novembre 2016 in 16:09
    Permalink

    Alla luce di ciò che è emerso dal CdA della
    Confraternita della Torta Fritta viene di seguito stilata la nuova formazione prevista per Macerata:

    1 ZOMMERS
    2 CANINI
    4 CORAPI
    6 LUCARELLI
    7 MAZZOCCHI
    8 GIORGINO
    9 NOCCIOLINI
    18 CALAIO’
    20 BENASSI
    23 RICCI
    29 SCAVONE

    trattasi di opinione strettamente personale, opinabile, criticabile e pure non condivisibile ( anche in base agli agenti atmosferici ): unico dubbio NUNZELLA x Ricci nel caso di forte vento contrario sulla fascia sinistra.

  • 11 Novembre 2016 in 16:22
    Permalink

    Anche da parte mia MOROSKY massimo rispetto!!!!
    Spero che la tua fiaba per domani sera sia la nostra realta’!!!!!!
    At salut moro e forza parma!!!!! Su questo non abbiamo opinioni diverse!!!

  • 11 Novembre 2016 in 17:03
    Permalink

    Vedrai Morò ke Benassi NON parte titolare idem Mazzokki

    Al meta su al Qumor ahime mi auguro di sbagliarmi

  • 11 Novembre 2016 in 18:58
    Permalink

    Beh a voi vedàr chi szuga vist cla lase’ sa ca sia coly che garufo

  • 11 Novembre 2016 in 19:06
    Permalink

    Le opinioni diverse fanno il confronto, aprono gli orizzonti e sviscerano le tematiche, poi la formazione la fa qualcun altro, in campo vanno i calciatori, i gol li fanno o sbagliano loro, il gioco bello o scadente pure !!!
    Spesso, ma non sempre, ci sono anche gli avversari che, soprattutto i primi 30 minuti di gara, corrono e si impegnano da sgarbati e quindi , ai nostri, non resta che aspettare, senza prendere gol, che scoppiano, stanchissimo, privi di energie e, tac, un folletto nel secondo tempo e zac, 3 punti
    facile no ??

  • 11 Novembre 2016 in 19:08
    Permalink

    Scoppino…con 2 p…ma il t9 mi ha modificato il verbo..minchia

  • 11 Novembre 2016 in 19:09
    Permalink

    Folletto ? No golletto

  • 12 Novembre 2016 in 00:39
    Permalink

    su 20 commenti 18 sono di MORONI MOOSKY ormai piu che stadiotrdini e’ stdiomorosky ……….fermatelo ormai sono scappati tutti , poi 1 mese fa criticava anche lui adesso tutto rose e fiori ……….e’ filogovernativo e stucchevole piu’ di di scala e minotti , comunque su una cosa siamo tutti d’ accordo forza parma !!! e che se va male i sassolini non se li trira fuori scala dalle scarpe ma i tifosi ……..che hanno avuto molta molta pazienza fino ad ora dell arroganza di questi signori , secondo me se la rinascita doveva riavvicinare la citta’ alla squadra qualche errore e’ stato fatto perche’ non ho mai sentito il pubblico in maniera uniforma dalla tribuna vip per arrivare alla curva lamentarsi per il non gioco dell allenatore in primis ( 99% non lo vorrebbe piu sulla panchina da tempo alla faccia dello slogan siamo tutti apolloni ) ,ma anche del modo arrogante di porsi della societa’ e le conferenze stampa di scala sono un esempio ………assieme a galassi ( pubblico isterico ) e minotti sempre sufficiente nel rispondere e a concedersi e le poche volte nega gli errori ma dice solo che ha fatto una grnde squadra , per non parlare della trasparenza dove e’ ? i conti nessuno li conosce ne i dati ne’ piu ne meno di quello che facevano altri …………e mi fermo qui ……..per cui speriamo bene che salga in serie B se no concordo il progetto e’ gia in grande dubbio

  • 12 Novembre 2016 in 06:25
    Permalink

    Sig. Enzo lo spazio è disponibile x tutti, se lei ha qualcosa da dire lo faccia senza timore , tra 2 dei miei commenti può inserirne pure 3 dei suoi, non ci sono né veti né limiti mi pare.
    Sa perché sono scappati in tanti ?
    Vedrà, appena il Parma pareggia una gara in casa o perde fuori , ritorneranno tutti quei ” cornaccioni” che non aspettano altro che un piccolo passo falso x criticare, gioire e godere:
    con i risultati della squadra si sono tutti zittiti, minchia che tifosi.
    Io un mese fa criticavo Baraye centrocampista e, come tutti, non gradivo il gioco ma esprimevo , calendario alla mano, ottimismo per la futura classifica: il gioco non è mai stato un granché nemmeno l anno scorso, ma il risultato mette tutti a tacere:
    questa squadra sta crescendo e stasera sarà prima in classifica: l ho gia scritto ieri e prima di “tastierare” inesattezze bisognerebbe documentarsi mi creda.

  • 12 Novembre 2016 in 06:36
    Permalink

    Mi dovrebbe anche citare quali sono stati gli errori di Scala, Minotti e Galassi per cortesia, grazie.
    Gli è stata buttata solo della merda addosso , si continua a parlare di fortuna, di non gioco, di lanci lunghi e siamo al vertice .
    pensa quelli del Padova o del Venezia allora: il campionato è lungo e , tra qualche mese, il frantoio di sassolini diventerà un cumulo di pietre enormi: e coloro che hanno fischiato troppo presto dovranno stare solo muti, altro che filo governativo, semplicemente realista e concreto, pragmatico fino all osso

  • 12 Novembre 2016 in 13:30
    Permalink

    X MORONI MOROSKY si moroni mi chiedi gli errori ebbene te li elenco bello lungo come te ci vorrebbero 20 pagine vedro’ di risponderti e guarda non e’ che 3 risultati utili contro le ultime mutino la soistanza delle cose e anche se il bassano ha pareggiato e oggi saremo spero primi gli errori rimangono ………1) secondo me il buon scala non e’ presente come dovrebbe un presidente spesso non vede neppure la squadra ma partecipa solo a premi e premietti doverebbe indirizzare di piu’ apolloni …….poi abbi pazinza ha formato una loggia massonica fatta di adepti che non si possono cambiare solo suoi fedelissimi (vedi il caso melli ) per cui la meritocrazia non esiste sanno ch scala non li cacciera’ mai e sono tranquilli mentre apolloni predica che solo i migliori nell allenamento fa giocare bene la stessa cosa dovrebbe valere per i quadri se uno sbaglia paga in prima persona ovvero se necessario si licenza anche apolloni 2)ha scelto un allenatore non valido almeno per il progetto della promozione ci volva uno con maggiore esperienza di categoria e vincnete ……..apolloni ha limiti che tutti riconoscono vuoi negare ? non si puo’ avallare un progetto da 7-8 ml di eur e lasciarlo in mano a un allenatore del genere in 2 mesi non ha dato un gioco pensa se fossimo organizati come gli altri ………3) il portiere ci vorrebbe una riserva valida visto che zommer era una scommessa e forse saltera molte partite per la mazionale , eri d acordo anche tu ……..4) minotti e l unico doppio lavorista che fa direttore area tecnica dvrebbe non tanto essere presente alle partite del parma ma andare a fare scouting anche all estero peer scoprire talenti , vedere giocatori che possono interessare e non quelli che gli dcie sky !!! e poi anche alle volte essre nello spogliatoio per giudicare il propio allenatore …..insomma i compiti del direttore che puo’ fare solo in parte e ammettere gli errori qaundo lo fa non essere presunruoso 5) manca un centrocampista e’ stat una farsa lo diceano anhe loro apolloni in primis l hanno menata la scoieta’ resta vigile e poi non hanno preso nessuno coi la squadra e’ monca a centrocampa se si fa male uno non hanno riserve adeguate tranne il ragazzino …..6) il budjet hanno forzato troppo sulle punte evacuo(in panchna con la tua benedizione ) e calio’ solo di stipendio sono piu di 1 ml lordo (il netto va moltiplicato per 2 ) di budjet ovvero quadi il 50% % del monte stipendio poi e’ logico che il centrocampo non avevano piu budjet 7) hanno preso le due punte che fanno fatica a giocare assieme avevano da marzo tempo per prenderle non sono stati capaci di prendere quelli che volevano sspendeno poi uguale……..era melio darli allora a quello che e finito all alessandria e prendere una punta veloce e uno d area di rigore……….ma non sono stati in grado 8) fanno i provini come al grande fratello per poi prendere agostino ca che ha aftto 3 partite in 3 anni …. gente come mazzarani chiedergli di fare uno stage e roba ridicola da cinesi dell inter ……….8) hanno tenuto troppa gete dalla serie D guarda che gubbio e sambenedettese con minor ambizioni ne ganno tenuto meno 4-5 informati ha dimostrazione che la lega pro e diverso dalla serie d non si puo puntare alla pronmozione tenendo troppi dlla serie d 9) tenere dei giovani in panchina non ha senso e meglio farli giocare in societa con minori ambizioni e poi magari riprenderli questa e la logica moroni potrei continuare per ore come vedi le argomentazioni ci sarebbero poi se il girone e di basso livello saremo promossi e siamo tutti contenti ma non dirmi che non hanno fatto tanti errori che si poteva evitare con un po’ di umilta’ ascoltaando i tifosi saluti e buon campetti o tortafritta ma non bere troppo

  • 12 Novembre 2016 in 15:08
    Permalink

    X MORONI tra gli errori aggiungeerei quello di non aver messo niente di parmigiano in queta rinascita ntendo dire che so’ un giocatore o due di parma e cito solo mora o porcari ( parma o provincia ) e altro errore della propieta’ sta volta di aver dato le chiavi della rinascita appunto a tutta gente non di parma ovvero scala che vivbe a padova e ai due cesenati tutta gente che vive poco la citta’ e la mentalita’ di parma (vedi insofferenza di galassi ) forse qualcuno di parma lo potevano mettere …….. o se no partecipare di piu’ la propieta’ nelle decisioni non lasciare carta bianca totale agli stranieri ( in senso buono mi raccomando ma oggi come vedete tirano su i muri per non fare entrare gli immigrati e anche l america ha fatto la stessa scelta ……….per cui parma va difesa ) se no poi barilla in america non esportera’ il nome di parma ma di cesena !!! (una battuta )

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI