IL COLUMNIST / LAPADULA IN NAZIONALE: E’ VERO CHE TALVOLTA IL DESTINO TOGLIE, MA POI, QUANDO RESTITUISCE, TI PAGA ANCHE GLI INTERESSI

(Luca Russo) – Se dico pesca a strascico e società satelliti, viene quasi automatico pensare al fallimento del Parma. Non che siano state le uniche cause dei mali finanziari che nel giro di pochi mesi ci hanno fatto sparire dal calcio che conta, però, insomma, qualche guaio ce lo hanno procurato. E dire che da quel modo di scritturare giocatori e stringere relazioni diplomatiche con altri club, concepito da Pietro Leonardi per una serie di motivi di cui abbiamo già ampiamente dibattuto lungo queste colonne, il sodalizio gialloblu avrebbe potuto persino spremere qualcosa di buono. Tipo? Beh, la mente plana inevitabilmente su Gianluca Lapadula, in orbita Crociata dal 2009 e dal 2012 diviso a metà col Cesena di Lugaresi. Faccia da indios, spirito e atteggiamento da guerriero, l’attaccante nato a Torino, da padre pugliese e madre peruviana, dopo essersi svelato all’N.D. Gorica (ai tempi filiale parmigiana in Slovenia) e in seguito al Teramo (21 gol in 38 presenze in Lega Pro), si è definitivamente consacrato l’anno scorso a Pescara (27 marcature in 40 esibizioni in B). Poi si è accasato al Milan alla corte di Silvio Berlusconi, che in materia di talento e talenti ha l’occhio piuttosto lungo (Donnarumma, Romagnoli e Locatelli vi dicono niente?). Qui il buon Gianluca, nei piani della dirigenza rossonera, avrebbe dovuto rimpiazzare Carlos Bacca, pronto a lasciare il Bel Paese per trasferirsi al West Ham in Premier League. Ma il destino, quando vuole, sa essere molto dispettoso: saltata la cessione del colombiano, Lapadula è stato declassato e ha conosciuto l’onta della retrocessione personale: dal ruolo di possibile titolare a quello di sicura riserva. Fosse andato in porto l’affare tra Silvio Berlusconi e David Sullivan, patron dei martelli, è verosimile che le 6 reti finora messe a segno in A dal puntero ex Siviglia, le avrebbe realizzate il suo secondo. Non ci è dato sapere se il ragazzo cresciuto nelle giovanili della Juventus abbia almeno idealmente intentato una causa al fato, con lui spesso avverso, per i bastoni che a ripetizione gli ha infilato tra le ruote, però è evidente a tutti che lo stesso destino un po’ monello di cui sopra nelle ultime ore abbia deciso di risarcirlo, con un’imprevedibilità uguale e contraria a quella tramite la quale in estate gli aveva giocato uno scherzetto non da poco: l’affaticamento muscolare patito da Gabbiadini ha estromesso l’attaccante partenopeo dal giro di Ventura e dunque il CT ha scelto di virare sul milanista, convocandolo per i prossimi due impegni della Nazionale con Liechtenstein e Germania. Un Lapadula che, proprio per effetto della mancata partenza di Bacca, quest’anno il campo lo ha visto occasionalmente: 72 minuti giocati nelle prime tre giornate di campionato; in panchina contro Lazio, Fiorentina e Sassuolo; 70 minuti al Bentegodi col Chievo; un solo giro di lancette nella vittoriosa sfida scudetto coi campioni d’Italia in carica; e la percezione di non essere in fondo tanto importante per Montella e per il Milan. Un utilizzo col contagocce che avrebbe steso il morale di un toro. Ma non di Gianluca, che è un lottatore nato, e lo si capisce dalla “fame” che ha, dal modo in cui sta in campo e dal nomignolo, Sir William, affibbiatogli dal fratello Davide con riferimento al condottiero William Wallace di Braveheart. Così a Palermo gli son bastati undici minuti undici, quelli conclusivi, per siglare una deliziosa, spettacolare e chissà quanto voluta o cercata rete di tacco, decisiva affinché il suo Milan avesse la meglio sulla formazione di De Zerbi e consolidasse ulteriormente la terza posizione in classifica. La convocazione in azzurro, pur se facilitata dal forfait di Manolo Gabbiadini, volendo è un premio alla generosità di Lapadula, che, fosse un ciclista, al Tour de France vincerebbe regolarmente il dossard rouge (numero di gara stampato in bianco su fondo rosso), riservato al corridore più combattivo. Un riconoscimento di una grandezza e di un’importanza direttamente proporzionali agli ostacoli che ha dovuto superare per arrivare nell’olimpo del calcio italiano. E adesso, grazie alla chiamata di mister Ventura, qualche metro ancora più su. Perché è vero che talvolta il destino toglie, ma poi quando restituisce, ti paga anche gli interessi. Luca Russo

One thought on “IL COLUMNIST / LAPADULA IN NAZIONALE: E’ VERO CHE TALVOLTA IL DESTINO TOGLIE, MA POI, QUANDO RESTITUISCE, TI PAGA ANCHE GLI INTERESSI

  • 9 Novembre 2016 in 19:02
    Permalink

    Ma ha mai giocato qualche gara con noi?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI