sabato, Giugno 15, 2024
MoontalkNewsVideogallery Amatoriale

MOONTALK #JurassicParm 8^ puntata / BUONA LA PRIM… EHM, DODICESIMA!

(Ilaria Mazzoni) – Gli sono servite ben dodici partite prima di riuscire a mettere in campo la prima gara veramente positiva ma, finalmente, il Parma ce l’ha fatta! Una buona prestazione quella contro il Gubbio, certo, non è stata perfette ma, se ce lo permettete, dopo dodici incontri vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno. Per la prima volta in questa stagione la squadra si è dimostrata ben bilanciata grazie sia ad un centrocampo solido ma anche alla chiarezza dei singoli giocatori che sapevano cosa fare in campo; questo non può che renderci felici.

1-cop-2Nonostante ciò i crociati, dopo un buon inizio, sono comunque andati in svantaggio per colpa di erroracci difensivi che andrebbero in ogni modo evitati. Fortunatamente i Crociati non si sono dati per vinti e, seppur con difficoltà, hanno ricominciato a creare il gioco e a rimettere in piedi le proprie sicurezze facendo, di fatto, loro la partita. Insomma è fuori di dubbio che i ragazzi di Apolloni sono in fase di miglioramento, ma ci sono cose che rimangono in ogni modo inspiegabili come i minuti, dal trentacinquesimo fino alla fine del primo tempo di gioco, quando i gialloblù vengono schiacciati dal Gubbio, andando completamente in bambola, perdendosi in leziosismi, compiendo passaggi con sufficienza e commettendo disattenzioni difensive.

parma-gubbio-fumoUna squadra che ha come obiettivo la vittoria del campionato non può assolutamente permettersi di mostrare questo volto anzi, più in generale, per noi nessuna formazione può permettersi un atteggiamento di così spocchiosa sufficienza, uno spirito ci provoca quasi il nervoso. Tuttavia oggi siamo felici, poco importa del numero delle gare che sono state necessarie per compiere un cambiamento; l’augurio che ci facciamo è che possa iniziare da oggi e da zero il campionato di questo Parma, di questa squadra che sembra abbia trovato una base di partenza su cui costruire.

mazzocchiPunti fondamentali, per noi, sono stati il ritrovare la sicurezza di un uomo di qualità come Mazzocchi su cui potersi appoggiare (anche se speriamo che impari a rendere per più di quarantacinque minuti), l’aver costruito una solidità in fase di interdizione tramite Giorgino e Corapi e, in fase offensiva, poter contare su un giocatore come Nocciolini che si 2-cop-1sta davvero rendendo protagonista di una stagione da incorniciare. La speranza, pertanto, è quella che si possa continuare da quanto di buono abbiamo ammirato per la prima volta sabato sera; via la puzza sotto il naso e sotto a lavorare sodo in modo che gli unici scivoloni in campo siano quelli del nostro direttore! A proposito, quella era una chiara occasione da rete e, quindi, ci stava l’espulsione!

3top-flopMa veniamo ai top: migliore Corapi che si dimostra di essere instancabile ed incontenibile. Aiutato dalla presenza di Giorgino riesce a conferire più qualità al centrocampo. Non ci aspettavamo, siamo sinceri. Un ritorno al top di Nocciolini che si è dimostrato in forma sin da subito; insomma, riesce a scrollarsi di dosso la pallida prestazione di Sabato scorso e a fornire una prestazione di livello. Torna nei top anche Calaiò che dimostra, per l’ennesima volta, la sua classe. Mette sulla 3ennio_tardinitorta anche la ciliegina con un bel goal. Certo, magari dovrebbe evitare di giocare, qualche volta, guardandosi allo specchio. Non una gara positiva, invece, per Nunzella che si dimostra pienamente insufficiente; nell’altro lato fa molto meglio Mazzocchi. Se è questo il suo effettivo stato di forma andrebbe forse valutata una sostituzione con Ricci. Dulcis in fundo, troviamo Zommers: spesso tra i migliori in campo a nostro avviso questo sabato inciampa in una giornata storta caratterizzata da molte disattenzioni. Per nostra fortuna non vi è nessuna conseguenza.

4-dsc_0093Ma lasciamo il clima della gara passata per parlare di un emozionante capitolo che ci ha resi piacevolmente ed inaspettatamente sorpresi: la scelta dell’Islanda (complice lo sponsor Erreà) di preparare le proprie sfide al Tardini. Questa è stata una bella occasione per ricominciare a respirare timidamente aria nazionale. Sarebbe stato bello anche organizzare un’amichevole tra le due formazioni al Tardini prima che l’Islanda affrontasse la Croazia. Insomma, cresce la speranza che avvenimenti di questo genere siano sempre più frequenti nella nostra città in modo che lo stadio torni presto ad essere la casa del calcio internazionale. Anche se per ospitare incontri ufficiali di questo livello occorrerebbero soldi per sostituire alcuni elementi: in primis i seggiolini. Non nascondiamo, però, il pensiero che il Tardini avrebbe bisogno di una ristrutturazione in generale e più completa che ci auguriamo possa essere eseguita il più presto possibile. A partire, magari, dall’imprescindibile necessità di copertura delle curve per passare al museo interno del calcio sino ad arrivare ad una riqualificazione del settore dei distinti.

5-pioli-interRimaniamo nell’ambito del calcio di alto livello per congratularci con il nostro concittadino Stefano Pioli per aver accettato il difficile compito che lo attende a Milano; un allenatore che, dopo la bellissima carriera da calciatore, ha lavorato duramente, facendo tutta la gavetta necessaria, per arrivare dove si trova oggi. Un esempio vivente che il lavoro paga, una lezione che dovrebbe essere seguita anche da tanti club troppo ansiosi di accaparrarsi il nome più gettonato senza poi, invece, badare alla qualità ed alla solidità del soggetto che decidono di far sedere sulla propria panchina. Una grande occasione per Pioli a cui facciamo il nostro in bocca al lupo sperando che possa metterla a frutto al meglio.

maceratese-parmaMa torniamo alle vicende di casa nostra: prossimo incontro contro la Maceratese. Una squadra che, attualmente, si trova al diciassettesimo posto con un carnet di soli dieci punti anche se ha giocato una partita in meno a causa dell’ultimo terremoto che ha colpito il Centro Italia. Tra le file della sua rosa ritroviamo anche l’ex Arnaldo Perna, un giocatore che non ha certo brillato né lasciato un ricordo indelebile della sua esperienza in gialloblù; ciononostante è sicuramente un ottimo elemento di categoria. Per quanto concerne i biglietti nel settore ospiti dello stadio Helvia Recina di Macerata i prezzi sono: 15 euro l’ingresso intero, 14euro per gli Over 65 e le donne, 12 euro per i portatori di disabilità, 0,10 euro per gli under sei, 5 euro per gli under 14 e 8 euro per gli under 18. I posti nel settore riservato alla tifoseria crociata potranno essere acquistati fino alle ore 19 di venerdì 11 Novembre. Ricordiamo che è obbligatorio essere titolari della Tessera del Tifoso (Fidelity Card), questo indipendentemente dalla provincia di residenza. (In attesa della sua consegna vale il documento provvisorio sostitutivo da presentare al momento dell’acquisto).

7-352Parliamo di schieramenti: pur rimanendo convinti del nostro caro vecchio 4-4-2 ci inchiniamo ancora una volta al 3-5-2 apolloniano che ha, per la prima volta, funzionato. Speriamo, anzi, che non si cambi formazione in modo che la squadra possa iniziare a consolidare le proprie sicurezze. In quest’ottica riconfermiamo in toto la compagine scena in campo contro il Gubbio fatta eccezione, forse, per Nunzella che, come detto anche precedentemente, ancora una volta non ci ha convinti. Al suo posto, però, non ci sono di fatto sostituti capaci di fare sia il lavoro offensivo che quello difensivo su tutta la fascia. Noi, però, siamo coraggiosi e daremmo fiducia a Ricci insieme a Mazzocchi: due esterni veloci e giovani che potrebbero fare veramente bene, anche in prospettiva futura. Nota positiva dalla panchina anche lo stato di forma di Baraye: davvero un peccato vederlo escluso dall’undici titolare. Questi, dunque i prescelti: Zommers, Coly, Lucarelli, Canini, Mazzocchi, Scavone, Giorgino, Corapi, Ricci (Nunzella), Baraye e Calaiò. Ilaria Mazzoni

5 pensieri riguardo “MOONTALK #JurassicParm 8^ puntata / BUONA LA PRIM… EHM, DODICESIMA!

  • Mauro "morosky" Moroni

    Sulla formazione:
    d’ accordissimo l’avvicendamento di Ricci per Nunzella ( un pò di forze fresche farebbero molto bene );
    mentre invece non penso che Nocciolini ,con questo stato di forma , venga tolto a favore di Baraye: sarebbe deleterio e controproducente credo;
    probabile pure il rientro di Benassi per uno dei due tra Coly e Canini

    il resto va molto bene così !! MI PIACE

    • Grande Mauro! Benassi per me non ha niente da invidiare a Coly, mi sono un po stufato delle amnesie difensive di questo difensore che dovrebbe dare un certo tipo di garanzie ma di fatto non le ha mai date.

      Ricci va fatto crescere e ci vuol del coraggio nel schierarlo nonostante qualche sbavatura e errore di gioventù.

  • Torna la coppia dello scorso anno Giorgino-Corapi e il Parma finalmente migliora. Sarà un caso?

    • moontalk

      assolutamente no, la stabilità a centrocampo é fondamentale e per la prima volta si é vista

  • Mauro "morosky" Moroni

    Per la coppia degli amici “gemelli” di centrocampo Codino & Ciccio sono d’accordissimo anche se, rispetto al campionato precedente, questo, per entrambi, ha un coefficiente di difficoltà molto superiore, soprattutto per il primo, però COPPIA AFFIDABILISSIMA CHE GODO E QUOTO ..
    avessero tutti il loro piglio battagliero, la grinta agonistica e il fatto di dare sempre tutto ( mettendo gamba, polpaccio e caviglie ) in campo…ce ne fossero di così combattivi e dediti alla causa e, soprattutto, mai una parola fuori posto, mai una lamentela, ma sempre in prima linea sul pezzo ( mettendoci pure molte pezze )
    VI GODO RAGAZZI

I commenti sono chiusi.