MORRONE, ALLA VIGILIA DI ANCONA-PARMA, SI PRESENTA DA MISTER DELLA PRIMA SQUADRA: “PARTIAMO DALLA BASE DEL CALCIO, OSSIA RABBIA, INTENSITÀ E ATTACCO AGLI AVVERSARI” (video)

stefano-morrone-conferenza-stampa-25-11-2016(Andrea Belletti) – Ancona è un crocevia per la storia del Parma Calcio. Lo è stato nel 2004 agli albori del crac Parmalat lo è ancora oggi dopo la rivoluzione che ha spazzato l’intera area tecnica. Si può essere più o meno concordi rispetto alla scelta della società, sicuramente è stata una decisione coraggiosa. Cambiare in corsa non è sempre sinonimo di vittorie: a volte si può creare una crepa ancora più profonda. Ma nelle stanze di Collecchio non si vuole lasciare nulla d’intentato e la dirigenza sta lavorando per trovare le persone giuste che possano scovare la formula giusta per una squadra che assomiglia ad una corazzata caricata a salve. Da qui a gennaio i crociati potrebbero giocarsi il campionato: se si dovesse arrivare nell’anno nuovo ancora appaiati al gruppo di testa allora con gli innesti giusti provenienti dal mercato la truppa gialloblu potrebbe essere in grado di sferrare lo sprint decisivo. In tutta questa babele di cambiamenti emerge una verità incontrovertibile: il Parma vuole abbandonare il prima possibile la Lega Pro. La squadra del ducato vuole lottare per il jackpot cercando di evitare la roulette dei playoff: per far questo la dirigenza non esita a dar fondo alle risorse economiche per permettere al progetto triennale della società di ripartire con rinnovato slancio. Lo stesso slancio del tecnico Stefano Morrone chiamato a fare il nocchiere di un gruppo ancora non pervenuto dal punto di vista del gioco. Ma più che il gioco ad Ancona faranno molto di più i tre punti, da conquistarsi a detta del tecnico con “rabbia intensità e attacco degli avversari”. Le stesse qualità che gli venivano riconosciute da calciatore. “Vivo questa esperienza con una carica e una voglia incredibili. Ho provato a trasmettere alla squadra il mio modo di essere. Fa effetto ritrovarmi ad allenare un mio ex compagno di squadra Alessandro Lucarelli, ma ciò che più conta è vedere i ragazzi allenarsi intensamente, ho avuto risposte positive, poi ovviamente sarà il campo l’unico giudice”. Nella fattispecie quello di Ancona. “Dovremo essere propositivi, troveremo un avversario agguerrito che vorrà far bene di fronte ai suoi tifosi. Noi dovremo essere bravi a superare le difficoltà”. Avvalendosi delle novità che probabilmente il nuovo tecnico adotterà. “Mi piacerebbe giocare a 4 in difesa Messina è convocato così come Benassi. Spero che alla fine i ragazzi siano soddisfatti del match disputato e dell’intensità mostrata in campo. Voglio risposte da ognuno, considero tutti titolari la squadra dovrà dare risposte alla gente e a se stessa”. Andrea Belletti

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA ODIERNA DI MISTER STEFANO MORRONE ALLA VIGILIA DI ANCONA-PARMA

29 pensieri riguardo “MORRONE, ALLA VIGILIA DI ANCONA-PARMA, SI PRESENTA DA MISTER DELLA PRIMA SQUADRA: “PARTIAMO DALLA BASE DEL CALCIO, OSSIA RABBIA, INTENSITÀ E ATTACCO AGLI AVVERSARI” (video)

  • 25 Novembre 2016 in 14:29
    Permalink

    Quale allenatore ti ha dato di più?
    “Se devo fare un solo nome faccio quello di Guidolin anche sotto il profilo umano e motivazionale. Lui al Parma? Come? Non riesco a sentire la domanda (ride Ndr)”.

    voi cosa ne pensate di questa risposta?

    • 25 Novembre 2016 in 17:20
      Permalink

      È in arrivo il D.S.
      GIUSEPPE PAVONE
      che si porterà con se
      ZEMAN detto LA IENA.
      Pavone ha scopetto
      VERRATTI
      IMMOBILE
      INSIGNE
      e Zeman nel Pescara
      li ha fatti giocare
      vincendo ovviamente
      il campionato di B
      Questo scopritore
      di talenti arriverà con
      ZEMAN la IENA
      L’annuncio lunedì

  • 25 Novembre 2016 in 14:40
    Permalink

    Sta a vedere
    che adesso
    dopo Apolloni
    la società prende
    Morrone
    che come esperienza
    ne ha meno di Apolloni.
    Tanto valeva tenere
    GIGI
    Ahi vecchie glorie
    Rovina del Parma.
    Fatevivda parte
    I giocatori hanno
    paura di ZEMAN
    Lo temono come
    un serpente a sonagli.
    Sanno che con lui
    LA PACCHIA
    È FINITA.

  • 25 Novembre 2016 in 14:43
    Permalink

    Sentite le ca..ate che dice il giornalaio su Radio Parma!!!!! Allucinante!!!!

    • 25 Novembre 2016 in 16:30
      Permalink

      Se un giornalista
      di Parma spara
      minchiate sul Parma
      non può essere che
      Schianchi.
      Certo quando la
      società non l’ha fatto
      presidente come lui
      voleva al posto di Scala
      se l’ è legata al dito.
      Basta Schianchi
      A proposito di saltimbanchi
      che fine ha fatto
      il saltimbanco Boni?

  • 25 Novembre 2016 in 14:58
    Permalink

    Bravo Morrone…mi è sempre piaciuto come persona e sono convinto che già domani vedremo un sterzata nell’atteggiamento della squadra.
    Volevo solo fare notare una cosa:
    finalmente Baraye lo vedremo giocare punta!! Abbiamo due giocatori che in due l’anno scorso hanno fatto più di 40 gol…è vero nei dilettantio, ma parliamo di 40 gol!!
    Uno ultimamente giocava terzino destro, l’altro centro panchina…ho finito

  • 25 Novembre 2016 in 15:19
    Permalink

    potro’ dare un giudizio su morrone non appena avro’ sentito i suoi commneti del dopopartita qualsiasi sia il risultato

    • 26 Novembre 2016 in 13:13
      Permalink

      attendo con ansia il Verbo.

      • 26 Novembre 2016 in 15:00
        Permalink

        Ma ci credono veramente?

  • 25 Novembre 2016 in 15:43
    Permalink

    Il Parma ha fatto
    un nuovo acquisto
    che giocherà
    già domani.
    L’attaccante
    BARAYE.

  • 25 Novembre 2016 in 16:39
    Permalink

    caos84, anche a me ha colpito la sua risposta, però può voler dire tutto come niente..non mi voglio illudere, mettiamola così…

    • 25 Novembre 2016 in 16:56
      Permalink

      Magari anziché leggere la trascrizione, provate a vedere il video e a farvi una vostra opinione. Il sig. Fabris ha fatto una battuta e Morrone è stato al gioco. Quindi niente di che

  • 25 Novembre 2016 in 16:41
    Permalink

    È in arrivo ZEMAN
    È in arrivo la IENA.
    Negli spogliatoi
    oggi sono già stati
    installati i GANCI
    che possano
    sopportare il.peso
    di una persona
    e già certi svernatori
    rabbrividiscono
    al solo pensiero
    di essere appesi.
    Per chi ha qualche chilo
    in piu e lo deve smaltire
    il menù zemaniano
    per una settimana
    è questoed è ctassativo.
    UNA patata a pranzo
    UNA cipolla cotta a cena.
    e a chi non gli va bene
    A LETTO SENZA CENA
    La IENA
    è in arrivo
    Il Parma va in B.

  • 25 Novembre 2016 in 17:19
    Permalink

    CUS62 ci puoi fare un sunto? Di che giornalista si tratta e cosa avrebbe detto?

    • 25 Novembre 2016 in 22:34
      Permalink

      Il giornalista è Schianchi e tra le tante farneticazioni la menava ancora con scelte da dilettanti allo sbaraglio e a chi gli faceva notare che nn conosceva le problematiche esistenti (mancanza di gioco,risultati,giocatori fuori ruolo, ecc.) lui rispondeva che sicuramente se ne intendeva più dei tifosi del Parma in quanto abituato a seguire da 22 anni grosse realtà (Milan inter e giuve)…… Inoltre si diceva sconcertato per la clamorosa inversione a Udine di società e tifosi….. Ripeto…..senza parole…

  • 25 Novembre 2016 in 17:41
    Permalink

    L’atteggiamento sembra quello giusto. Importante anche l’aver detto di voler cambiare subito modulo. Non posso che augurargli un grosso in bocca al lupo.

  • 25 Novembre 2016 in 18:25
    Permalink

    Spero sia una bufalaa l arrivo di zeman anche se rock devo riconoscere molte volte ci prende ma come fanno i giocatori ad assimilare gli schemi di zeman piu facile la settimana enigmistica vedrei bene un beretta che qui fece i miracoli con swuadre disperate o un CAlori che non hanno pretese pecunarie eccessive e sono allenatori di categoria il parma non deve giocare bene ma essere funzionale quadrata e pratica e centrare l obbiettivo

    • 25 Novembre 2016 in 20:16
      Permalink

      Zeman??? Dai no! Facciamo la fine che ci fece fare Cagni. Ci vuole gente pragmatica, coi piedi per terra, eccome!!

      • 25 Novembre 2016 in 21:58
        Permalink

        Paragoni Paola
        Zeman a Cagni?
        Ma allora straparli
        Questa è una
        bestemmia sportiva.
        Con Zeman
        spettacolo assicurato
        con Cagni….mettiamoci
        su una pietra.
        È meglio
        Calori non lo vedo
        per niente.
        Io ho fiduvia
        nella società.
        Lunedì l’annuncio
        di Pavone e Zeman
        La IENA sta facenfo
        le valigie.

        • 26 Novembre 2016 in 01:00
          Permalink

          Zeman ha fatto il suo tempo
          Il Piacenza di Cagni giocava bene.
          Solo a Parma sembrava aver smarrito il senno calcistico. E poi ricorda io non sarò competente ma nemmeno tu hai la patente di competente. quindi “respect” 😉

  • 25 Novembre 2016 in 18:30
    Permalink

    Secondo me direttore sportivo vedrei bene inborgia che a parma lavoro bene e diede le dimissioni perche aveva visto cose brutte allorizzonte quindi anche onesto

  • 25 Novembre 2016 in 18:32
    Permalink

    Molte volte l allenatore esce a worpresa e non fa parte del mazzo magari e unnome non fatto ancora CAlori. De canio orsi?

  • 25 Novembre 2016 in 18:43
    Permalink

    Ciao Majo
    Un amico mi ha inviato un breve video con il tuo scivolone in campo….a proposito ma cosa ci facevi in campo assieme ai giocatori ?
    Interessante il situazione che si è creata vero?!
    In ogni caso mi premeva ricordarti che canini era stato contattato anche nel periodo di Kodra …strano che un giocatore come canini sia comunque poi finito al Parma .
    Ciao Majo

  • 25 Novembre 2016 in 18:59
    Permalink

    Dai Stefano trasmetti ai ragazzi le tue palle e il tuo entusiasmo.Carica Crociati

  • 25 Novembre 2016 in 22:18
    Permalink

    Io penso che un allenatore nei professionisti ,debba trasmettere sicurezza tranquillità e determinazione con un pizzico di allegria, ecco non lo so ma io vedo in Morrone tutto questo, sinceramente io proverei….

    • 26 Novembre 2016 in 01:02
      Permalink

      beh sai che anche a me ha dato una sferzata di allegria, di positività.. è vivace come i suoi occhi, lucidi e brillanti! Anch’io spero in Morrone.

      • 26 Novembre 2016 in 14:34
        Permalink

        tfoso
        PAOLA, LEI oltre che tifosa e ancche intenditrice, di calcio ma non condivido quanto da LEI scritto, al PARMA serve un allenatore di lunga esperienza nelle varie categorie ,percio anche datato come eta,qui concordo come scritto da THE ROCK , alloora si poteva tenere APOLLONI, SALUTI

    • 26 Novembre 2016 in 09:24
      Permalink

      Ma Morrone
      non ha mai fatto
      l’allenatore,
      magari ad Ancona
      con Morrone
      si vince
      giocando anche
      bene ma solo
      per il fatto che
      Baraye fa
      l’attaccante,
      Noccioloni non fa
      il terzino e
      Zommers si è
      rinsavito e molti
      giocatori bengono
      messi al posto
      giusto come
      BUON SENSO
      IMPONE
      ma qui ci
      vuole per questa
      squadra non un
      bonaccione ma una
      IENA
      con al “I” maiuscola
      e chi mi ha,seguito
      nei precedenti post,
      sa cosa voglio dire.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI