PARMA-PADOVA 1-4 (finale di gara) – LA CRONACA LIVE DI ALESSANDRO DONDI

PARMA-PADOVA – LA CRONACA LIVE DI ALESSANDRO DONDI

SECONDO TEMPO

Subito un cambio nel Parma: fuori Giorgino e dentro Miglietta

7′ Parma pericoloso con Calaiò

7′ 3-1 DEL PADOVA CON MAZZOCCO

12′ Gran destro di Corapi: Bindi respinge

14′ Ammonito Calaiò per un fallo a metà campo. Secondo cambio per Apolloni: entra Mazzocchi ed esce Simonetti

19′ Nel Padova esce Favalli, infortunato, al suo posto Tentardini

23′ 4-1 DEL PADOVA CON RUSSO! PROTESTANO I GIOCATORI DEL PARMA PER UN FALLO SU ZOMMERS MA L’ARBITRO CONVALIDA LA RETE

24′ Parma pericoloso con Evacuo in rovesciata, Calaiò non riesce a raccogliere l’invito del compagno

28′ Giallo a Lucarelli, reo di una entrataccia fuori tempo su Altinier

30′ Nel Parma esce Evacuo ed entra Matteo Guazzo

31′ Nel Padova si prepara ad entrare Neto Pereira: esce Altinier

38′ Nel Padova entra Germinale ed esce Alfageme

Cinque minuti di recupero per una gara che non ha più nulla da dire

46′ Ammonizione per Miglietta

PRIMO TEMPO

Pronti a partire: Parma in campo con la classica divisa crociata, Padova in completo rosso

3′ Nocciolini va via bene sulla destra e mette in mezzo un pallone che non trova però alcun compagno pronto a raccogliere

5′ Molto bene Nocciolini sulla destra: pallone in mezzo per Calaiò che colpisce di destro ma manda alto

9′ Gran botta di Corapi dalla distanza: Bindi vola a respingere.

10′ Palla in profondità per Altinier che si coordina ma non riesce ad indirizzare verso la porta

24′ Conclusione dalla distanza di Mandorlini: la deviazione di Giorgino tiene in gioco il pallone su cui si avventa Alfageme ma Zommers fa buona guardia in uscita bassa

26′ GOL DEL PARMA CON CALAIO’!!!!!!!!!!!!

28′ IMMEDIATO PAREGGIO DEL PADOVA!!! BRAVO ALTINIER AD APPROFITTARE DI UNA BRUTTA USCITA DI ZOMMERS

34′ Bel tacco di Calaiò per Evacuo che serve Corapi libero di involarsi verso la porta: conclusione debole che diventa facile preda di Bindi

36′ CONTROPIEDE PADOVA, SAPORETTI IN MEZZO A TRE INTERCETTA MA SERVE ALTINIER CHE BATTE ZOMMERS!! 2-1 PADOVA

40′ Giallo a Mandorlini per fallo su Simonetti

41′ Bellissima giocata di Nocciolini che di destro gira verso la porta: palla a lato di un soffio

43′ Ammonito Canini

Un minuto di recupero

17 pensieri riguardo “PARMA-PADOVA 1-4 (finale di gara) – LA CRONACA LIVE DI ALESSANDRO DONDI

  • 19 Novembre 2016 in 18:29
    Permalink

    3…..2…..1……..

    Finalmente i gufi potranno godere ed esternare le loro competenze, perché é da 42 anni che tifano(?) il Parma.

    Mica come noi stupidi ed ignoranti spettatori, che addirittura non abbiamo fischiato dopo una vittoria.

    Forza Parma soprattutto adesso, non a Wembley.

  • 19 Novembre 2016 in 19:06
    Permalink

    Mi dispiace per la sconfitta ma oltre la difesa inguardabile, non penso che abbiamo giocato male. Purtroppo pero siamo stati surclassati dal Padova. Beh, io tifero Parma, sempre.

  • 19 Novembre 2016 in 19:21
    Permalink

    Ragazzi adesso spero qualcosa succeda davvero, non è’ possibile perdere 3 partite su 7 in casa, se è’ un uomo apolloni deve dimettersi…

    • 19 Novembre 2016 in 20:22
      Permalink

      a mio avviso non credo il problema sia solo il Mister, poi anche lui ci ha messo del suo con qualche errore, ma la squadra in toto così non funziona.

  • 19 Novembre 2016 in 19:41
    Permalink

    Princess,
    Invece di dare la colpa a chi va allo stadio da 42 anni è meglio che la colpa se la prendano i veri responsabili di questa stagione imbarazzante ossia il Presidente e i suoi 2 discepoli…
    Oggi dovevano venire loro a prendere i fischi invece di mandare al macero sempre Apolloni e la squadra…
    Aspettiamo che aprano bocca e che nn dicano le solite ovvietà che hanno un po’ stufato…

    Forza PARMA andrema su stan quen fa li stess

  • 19 Novembre 2016 in 20:04
    Permalink

    Ero fuori, apprendo ora, al Perma l’ha ciapè quator gol!? In cà?! No veh an son miga un robot

  • 19 Novembre 2016 in 20:05
    Permalink

    Io invece mi sono reso conto che NON NE CAPISCO UNA VANGA DI CALCIO, LO AVEVO DETTO 1 MESE FA, IO ERO L UNICO CHE CI CREDEVA È CI CREDE ANCORA, nonostante l odierna disfatta numericamente elevata, e nonostante parecchie squadre davanti e/o alla pari.
    Qualcuno, gufo e cornacion, ora godrà, non tanto x me quanto per il livore e l astio inverosimili rivolti ai vertici tecnici della società.

    Però non diciamo che oggi ha colpa l allenatore, ca$$$o..portiere e difesa molto allegri ( ma non quello della juve )..
    ..e non diciamo nemmeno che oggi gl i attaccanti non hanno ricevuto palloni giocabili, soprattutto il secondo tempo…
    palle gol sprecate ..rovesciate inutili, nessun anticipo sulle palle alte, nessun colpo di testa verso la porta nonostante i numerosi cross di mazzocchi o di miglietta..
    il resto è sotto gli occhi di tutti ed IO NON NE CAPISCO UNA VANGA E PURE UN BADILE..
    PUNTO

    • 21 Novembre 2016 in 09:59
      Permalink

      continua pure a non capirne una vanga ,vivi meglio

  • 19 Novembre 2016 in 20:07
    Permalink

    un quesito:
    dopo vari rinvii… esiste oggi un problema Parma oppure è tutto sotto controllo e alla fine arriveremo noi primi???

  • 19 Novembre 2016 in 20:35
    Permalink

    Non entro nel merito della partita, ma non capisco come si possa essere sorpresi da queste prestazioni quando già l’anno scorso si erano visti i limiti dell’allenatore.
    42 no ma 33 di curva mi hanno insegnato che quando si prendono 4 pere in casa è sbagliato arrampicarsi sugli specchi perché i tifosi non sono delle capre con la campana al collo… le parole di Minotti, quelle di Scala e quelle di Giorgino sabato fanno solo incazzare.

    C’è malcontento in giro… la vedo sempre più dura

  • 19 Novembre 2016 in 20:41
    Permalink

    il Padova E’ STATA UNA SQUADRA.
    i nostri giocatori non si muovono all’unisono come dovrebbero, contro una squadra ben organizzata come il Padova (ma non solo) sono molto evidenti i limiti del nostro gioco e dei nostri giocatori.

    comunque il problema è sempre a centrocampo.
    se avessimo un forte centrocampo avremmo una difesa più coperta e in avanti (col potenziale che abbiamo) i gol (o uno in più degli avversari) non è un problema farli.

    il Mister Apolloni ha purtroppo questo scarso materiale (sopratutto a centrocampo) su cui lavorare, poi non ha l’esperienza tale per risolvere velocemente i problemi, probabilmente (immagino) si sarà consutato con Scala, Minotti e Galassi, ma di risultati non ne vediamo.

    quindi?

    avanti così.. e cerchiamo di vincere almeno il Derby… poi mercato riparatorio (si, riparatorio).. nel quale a gennaio farei solo 2 acquisti, si SOLO 2, ma di QUALITA’.

    a Corapi e Scavone vanno aggiunti 2 elementi di valore, forti fisicamente veloci con la palla ai piedi e che giochino di prima che sappiano saltare l’uomo e dettano i tempi, infine che siano determinanti dai calci piazzati o dai tiri da fuori.

    quindi 4 giocatori di livello a centrocampo per 3 posti.
    modulo 352
    non penso il problema sia il modulo, ma gestire il centrocampo con palleggiatori e non lanci lunghi a casaccio, le punte vanno ben rifornite e i gol arriveranno.

    il resto del mercato solo scambi cedendo chi gioca meno o ha meno spazio (Guazzo, Miglietta, e prestito per fare esperienza a Mastay Simonetti e Fall).

    se devo aggiungere una cigliegina una punta centrale che faccia reparto da solo e tenga su la squadra (un pò come faceva Riccardo Musetti l’anno scorso), ma questo profilo metterebbe in difficoltà la posizione di Evacuo (che non possiamo giudicare essendo lui un finalizzatore che soffre maggiormente i pochi rifornimenti là davanti).
    teniamoci Felice.

    probabilmente non diverremo mai una squadra con un gioco spumeggiante, ma.. ben organizzati in tutti i reparti con forti e prevalenti superiorità individuali si vinceranno molte gare.

    questo il mio pensiero.

    • 19 Novembre 2016 in 21:03
      Permalink

      per il mercato invernale a gennaio intendo i depositi contratti il primo giorno di sessione e non il 31 aspettando qualche occasione…
      muoversi alla svelta, e molto alla svelta.

      nonostante il campionato equilibrato lassù in vetta vincono…
      ocio!!!!

  • 19 Novembre 2016 in 21:30
    Permalink

    ….. beh ….
    non siamo una squadra. Non riusciamo ancora ad essere squadra. (pensavo che prima o poi,, ) ..

    Lanci lunghi, mai un contropiede..

    insomma non si pretende di essere il real madrid ma come il padova si.. o no?

    Assente da questo blog mi ha preso la “puntinite” di Morosky.. scusa Mauro scherzo 😉

  • 19 Novembre 2016 in 21:33
    Permalink

    come è che devo sempre rifare il robot ogni volta..?

  • 19 Novembre 2016 in 22:31
    Permalink

    se devo ogni volta rispondere alle domaande del “robot” per mettere un commento amen me ne torno dove ero.

    • 19 Novembre 2016 in 23:54
      Permalink

      Ci sono stati problemi di spam, per cui sono state alzate le difese. Appena cessa l’attacco saranno abbassate. Nel frattempo scusate il disagio

  • 20 Novembre 2016 in 13:15
    Permalink

    Porca miseriaccia, ogni squadra che viene al Tardini ci dà lezioni di tattica, grinta corsa e tecnica! Il Feralpi Salò al pareva al Manchester, il Padova al Bayern. Subito dopo vanno a perdere e pareggiare qui e là e rientrano nel mediocre. Allora il problema siamo noi, altro che giocatori di categoria superiore e bla bla. Che ci sia un problema a centrocampo lo sa persino la mia compagna fin dall’estate, non risolto. Non possono? C’è lo dicano invece di fare gli arroganti nelle conferenze e storpiare sprezzantemente il nome di un giovane ma noto giornalista, cosa assai poco biologica.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI