Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Ennesima “morte bianca” nel calcio italiano: è “scomparso il gioco”. Sdrammati… sarcasm…ironizzando in satira…

(Mauro Morosky Moroni) – Dopo lunga e terribile, contagiosa malattia, è tornato alla “Casa del Catenaccio” il gioco del Parma di mesi 16 (nato con parto – in zona – “cesarini” – Bpolloni); lo annunciano addolorati i tifosi dello Stadio Tardini, i pensionati frequentatori abituali del Centro Sportivo di Collecchio ed i numerosissimi simpatizzanti unitamente a tutti i parenti (Internazionale Milano, Trapani, Crotone, Pescara, Leicester City, Valencia, Vicenza e Cesena).
I funerali si svolgeranno sabato 19 novembre alle ore 16.30 partendo dallo Stadio del Commiato E. Tardini bara gialloblu (002)per la Chiesa Fatebenecrociati di Collecchio indi al Tempio di Valera, mentre il Santo Allenamento sarà recitato nel sagrato della stessa chiesa giovedì pomeriggio alle 15 a porte aperte.
Il presente serve da partecipazione e ringraziamento.
Un sentito abbraccio a tutto lo staff tecnico, ai calciatori, al mister curante ed ai Professori Malassi e Ginotti del Dipartimento Calcistico Lungo Degenza Critica del calcio parmigiano.
Partecipano al lutto:

il tiro in porta,

la manovra organizzata,

il passaggio rasoterra in verticale,

lo scambio-triangolazione 1-2 dai e vai.

Ciao gioco, ci mancherai, sei sempre stato un riferimento importante, soprattutto perché sei esistito solo nel nostro immaginario e per questo ti ricorderemo sempre col nostro tifo.

Si ringrazia inoltre la dirigenza precedente per le innumerevoli cure di contabilità fallimentare e gestione straordinaria dell’accanimento terapeutico verso il defunto prematuramente scomparso.

Non fischi, ma offerte per il mercato di “riparazione Gennaio 2017”.

 

SFINGE (002)Squadra sfinge ? Ma questa squadra cos’è? Una sfinge indecifrabile oppure Dr. Jekyll e Mr. Hyde ?

La prossima gara : >>> sabato 19/11 ore 16.30, PARMA-Padova

L’avversaria: punti 22, 6 vinte, 4 nulle, 3 perse; gol fatti 14 subiti 11

Nel contempo le altre:

Bassano-Maceratese

FeralpiSalò-Venezia

Lumezzane-Sambenedettese

Modena-Pordenone

Reggiana-Albinoleffe

Pillole anti depressione da partite soporifere:

Chi va con lo zoppo va più piano

Chi va piano va sano e con Miglietta

Chi non salta un reggiano è è, chi non salta un reggiano è è

Proporzione – A:B = a:b, di conseguenza :

Lepre : Velocita = Lumaca : Evacuo

Ciccio : Marijan = 1,64 : 2,04

Parma : Lega Pro = “ilbresciano” : Premio Nobel x “onestà”

Andiamocela a riprendere : Europa League = “ilromano”: Rebibbia/Regina Coeli

Mega-Patrimonio : Abramovic = “gnanunborr” : Manenti

Maggio 2017, tempo di scudetti, finali di coppa e… fiori d’arancio

Maggio, da sempre, è mese di assegnazione scudetti, finali di coppe europee, di coppe nazionali, di retrocessioni, play out e play off; ma è pure tempo di matrimoni, fiori d’arancio,

Fiori rosa fiori di pesco c’eri tu… Fiori nuovi stasera esco ho un anno di più…
Stessa partita stessa porta… Scusa, se son venuto qui questa sera da solo non riuscivo a giocare perché di notte ho ancor bisogno di te, fammi entrare per favoreee…

La love story continua e, se dal prossimo futuro matrimonio, dovesse nascere un piccolo “Morosky” si potrebbe porre il problema: come lo chiamiamo? Considerando che sia maschio ?

1) se avesse i capelli come la mamma (rossi) lo chiameremo “Gigi”;

2) se dovesse avere i capelli neri lo chiameremo “Lorenzo”;

3) se dovesse avere i capelli castani lo chiameremo “Andrea” (come il famoso duo “Gigi & Andrea”);

4) nel caso avesse i capelli bianchi sarebbe “Nevio” e,

5) nel remoto caso fosse senza capelli è ovvio che sarebbe veramente mio figlio, u piccirillo, ‘a criatura ” per la serie i figli… so’ pezzi ‘e core“

Per tutti coloro che non avessero letto la già pubblicata, sottostante preghiera, ecco una “ripetizione” della medesima sperando porti bene alla squadra:

PREGHIERA DEL TIFOSO CROCIATO

Mister  nostro, che sei in panchina,

sia ricordato il tuo nome, (Gigi)

venga il tuo secondo campionato vincente,

sia fatta la tua capacità, come nello spogliatoio così in campo

ri-dacci oggi il nostro gioco ( a centrocampo)

e rimetti sulle fasce quelli che corrono

come noi vogliamo che facciano

e non ci indurre a fischiare

ma liberaci dalla Lega Pro

Che Nevio ti protegga ,

Amen

Come sempre, dai campetti di Via Zarotto (anche qui facciamo la pesca a strascico nel senso che tutti coloro che passano dalle vie laterali si possono fermare, mettersi le scarpette e l’abbigliamento sportivo – anche non firmato – e partecipare all’approccio, all’atteggiamento dei prospetti e, se sarà necessario, a gennaio interverremo sul mercato per piazzare alcuni colpi importanti quali: Dante che appende le scarpe in garage, Montero al quale viene ritirato il patentino di accendi-buie, i ragazzi di colore che non passano la palla squalificati per un turno), e dalla Tribuna Est, vi saluto cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

15 pensieri riguardo “Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Ennesima “morte bianca” nel calcio italiano: è “scomparso il gioco”. Sdrammati… sarcasm…ironizzando in satira…

  • 15 Novembre 2016 in 00:43
    Permalink

    Mauro, bella trovata, macabra ma bella 🙂 dai però non perdiamo la fiducia è 🙂

  • 15 Novembre 2016 in 01:05
    Permalink

    In verità, non è mai nato 😉

  • 15 Novembre 2016 in 06:35
    Permalink

    la verità ha ragione — è colpa della società e di tutti i giocatori noi tifoso tifosi non centriamo per mè–

  • 15 Novembre 2016 in 06:38
    Permalink

    Bravo Morosky per non aver scritto un rigo in dialetto e bravo per il funerale prossimo futuro PURTROPPO
    Meriteresti il nobel per la poesia per il tuo accattivante yesto.
    Sabato non mi risulta abbiano giocato, io non li ho visti in campo ma i vari
    BARAYE
    MAZZOCCHI
    SCAVONE
    GIORGINO
    CALAIÒ ed
    EVACUO
    sono da sostituire con il Padova in quanto con la Maceratese si dice non hanno giocato, NON SONO PERVENUTI ed erano in campo solo a vedere la partita da spettatori, non certamente a giocarla.
    Camminavano mentre gli avversari correvano.
    La rosa è ampia sfruttiamola una buona volta PORCO BOIA.
    Se poi questi giocatori sono per Apolloni insostituibili nonostante le ultime PRESTAZIONI DA ORATORIO se non si vuole a gennaio bisturizzare gli svernatori di questo Parma e il tecnico non ce la fa a far giocare in squadra gente motivata che corre e non cammina allora caro Moro’ è inutile prenderci in giro.
    L’allenatore non verrà mai esonerato quest’anno dalla società eblui nemmeno darà le dimissioni per cui bisogna rassegnarci e reagire.
    Il Parma è un malato grave e senza speranza se non si rivolta la squadra come un calzino lasciando fuori SE OCCORRE anche gl’intoccabili mettendo gente motivata che vuole vincere e non svernare, se le cose si vogliono tenere come sono perché siamo a un punto dalla vetta allora togliamo quest’accanimento terapeutico e lasciamo morire il Parma in pace.
    Concediamogli l’eutanasia almeno morirà senza soffrire perché continuando con quest’andazzo morirà LO STESSO dopo atroci dolori ( sconfitte)
    Moro’ pensaci tu a a staccare la spina alle macchine che tiene in vita il Parma se anche col Padova dovessero giocare i soliti svernatori e mangiapane a tradimento.
    A PARMA NON SI SVERNA
    SI GIOCA AL CALCIO
    DANDO TUTTO
    ALTRIMENTI
    PANCHINA.
    SINE DIE.

  • 15 Novembre 2016 in 07:51
    Permalink

    Abbiamo top star sulla carta
    ma non sul campo come
    Calajo
    Evacuo
    Garufo
    Scavone
    ed altri nuovi giocatori
    che dovevano spaccare
    e uccidere
    il campionato
    e portarci
    non solo in B
    ma addirittura
    in serie A
    invece
    hanno fatto
    FLOP
    ma io rimpiango
    Lauria
    Saporetti
    Cacioli.
    Erano meno star
    ma sul cmpo
    davano tutto e di piu.
    Questi correvano non camminavano.
    Questi sentivano la maglia del Parma
    come se fosse la loro pelle
    Se ne sono andati
    e hanno lasciato
    UN VUOTO.
    INCOLMABILE
    Per me ci siamo indeboliti
    DI BRUTTO.

  • 15 Novembre 2016 in 10:06
    Permalink

    Saporetti ha giocato anche sabato, tutta la gara: con noi, contro la Maceratese ! !

  • 15 Novembre 2016 in 10:08
    Permalink

    Ormai scala con questo discorso che siamo appena nati l’ha rot al bali!!!!
    Cambia disco nani…..

  • 15 Novembre 2016 in 10:19
    Permalink

    Ma Scala quando dice che lo ferma la gente per strada a quale città e quale strada si riferisce?Me al ved mei.

  • 15 Novembre 2016 in 10:31
    Permalink

    Secondo me l’intervista di Scala è sempre la solita riproposta enne volte per farla sembrare nuova, perchè non è possibile che dica sempre le stesse cose dai…

  • 15 Novembre 2016 in 11:06
    Permalink

    casomai ci sia reincarnati visto che siamo del 1913

  • 15 Novembre 2016 in 12:47
    Permalink

    si era la stessa fatta anche a Radio 24 in occasione del Cibus in effetti

  • 15 Novembre 2016 in 13:21
    Permalink

    Chiesto l’arresto per il patron del Latina Maietta grande amico e sponsor del Leo. Come diceva mia nonna simile chiama simile…

  • 15 Novembre 2016 in 13:45
    Permalink

    DI Guazzo invece si sono perse le tracce da sabato scorso

    Pensavo ke si fosse perso in stasiò a Pàrma mi sono sbagliato

    Al fa compagnia al monument Bottego con la telecamerahahahah

    Isterico e sempre brangognò

  • 15 Novembre 2016 in 13:53
    Permalink

    Siccome era venuta bene la prima la stanno usando in play back per tutte le circostanze importanti : o no ?

  • 15 Novembre 2016 in 14:33
    Permalink

    STATE BUONI SE POTETE STA TORNANDO AGOSTINO CA’ poi vedrete che tutti i problemi si risovono la squadra iniziera a girare e’ lui il vero regalo di minotti e galassi la ciliegina sulla torta il vero acquisto di genaio …………..leggo nei vari post e blog di tifosi che ci sono grandi aspettaative sul mercato del parma a gennaio !!!! signori MINOTTI E’ STATO CHIARO NON POSSIAMO PERMETTERCI UN CARTELLINO per cui cosa spettate a gennaio ? agostino ca’ tutto li ………anche perche’ i ns vecchietti costano tanto di stipendio per cui per mandare via guazzo o miglietta o evacuo devi fare come il vecchio e amato leonardi dare il via e vai ovvero pagare lo stipendio (lui lo prometteva poi non lo pagava era furbo ) se la cosieta’ non uo’ permettersi di comperare cartellini si faranno le nozze con i fichi secchi alla galliani e i risultati li sapete …….non mi sembra che la societa’ abbia detto che mettera’ sul piatto altri dinneri o lza il budjet e minotti ripeto ha detto non possiamo permetterci di comperare cartellini ovvero giocatori amen chi vuol capire capisca

I commenti sono chiusi.