martedì, Maggio 21, 2024
Videogallery AmatorialeIn EvidenzaNews

D’AVERSA: “OTTIMO LAVORO DEI RAGAZZI DURANTE IL RITIRO INVERNALE. STUPITO PER COME SONO RIENTRATI. HAN DIMOSTRATO INTELLIGENZA E PROFESSIONALITA'”

Roberto D'aversa conferenza stampa 15 01 2017(www.parmacalcio1913.com) – Al termine del ‘ritiro invernale’, oggi, al Centro Sportivo di Collecchio, ha parlato mister Roberto D’Aversa: “Il bilancio di questo mini-ritiro è positivo. I ragazzi hanno svolto un ottimo lavoro. Sinceramente sono rimasto anche stupito per come sono rientrati. Sia dal punto di vista fisico che del peso. Hanno dimostrato intelligenza e professionalità. L’aspetto positivo di questo periodo di calciomercato, con le sue voci, è che non ci sono le partite ufficiali, che il campionato è fermo. Il mercato può sempre creare qualche problemino per la concentrazione. Ho chiesto ai ragazzi sia all’interno dello spogliatoio che sul campo di lasciare tutto da parte. La cosa più importante è lavorare sempre in modo concentrato e costruttivo. Pensare sempre a dove siamo, a dove stiamo lavorando e a dare il massimo per questa squadra. Nel momento in cui si va in campo per fare allenamento, dobbiamo pensare a lavorare. E’ inutile pensare agli eventuali arrivi o meno. Sotto l’aspetto tecnico, non si finisce mai di migliorare. Il miglioramento attraverso il lavoro e gli allenamenti proposti, anche in questa settimana, è una componente importante. Devo dire che anche nella fase difensiva i ragazzi hanno lavorato molto bene. Aver interpretato quanto proposto con il massimo impegno è un segnale positivo. L’amichevole odierna tra di noi mi serviva per far crescere il minutaggio. Farne una vera era più difficile. Ci sono stati alcuni infortuni e le condizioni climatiche non ci hanno aiutato. Avremmo trovato, in ogni caso, le stesse situazioni meteorologiche anche altrove. Mi chiedete cosa manca oggi a questa squadra … Lì dove magari dovessimo giocare con tre attaccanti, è arrivato Edera, ma potremmo avere qualche difficoltà dal punto di vista numerico. Per il 4-3-3 c’è una mancanza di esterni. La priorità è questa, ma con il mercato non sempre si riesce a fare quanto hai in mente. L’importante è intervenire per migliorare, non tanto per fare. Mi chiedete di Evacuo … Felice è un giocatore importantissimo, come Calaiò. Se si gioca con il 4-3-3, è chiaro che uno dei due è sacrificato. Se recuperiamo Evacuo, lui è un giocatore importantissimo. Pensate che a Lanciano l’avevo richiesto e non me lo sono potuto permettere. È chiaro che lui e Calaiò hanno caratteristiche simili, ma non è detto che non possano giocare insieme. Il mio primo pensiero da quando sono arrivato è di recuperare Felice al 100%. La condizione l’ha migliorata, ma a volte è più una questione mentale. Quando sono arrivato, l’autostima era un po’ giù da parte di tutti. Lui è un giocatore abituato a giocare, fare la differenza e fare gol. Non intendo in particolare la condizione fisica, mentalmente il ragazzo aveva giocato meno di quanto pensava a inizio stagione. Un giocatore deve sentire la fiducia del proprio allenatore. Evacuo gode più della semplice stima da parte mia. Per ottenere un risultato importante, è fondamentale avere in organico due giocatori per ruolo, competitivi. Ci dev’essere una competizione genuina in ogni reparto. Sono convinto che per ottenere il risultato ho bisogno sia di Calaiò che di Evacuo. Sono due giocatori importanti. Per ottenere il risultato c’è bisogno di entrambi. Di conseguenza anche per altri ruoli rispondo allo stesso modo. Mammarella ? E’ inutile parlare di giocatori che non sono qui. Da quando sono arrivato, in quel ruolo, Nunzella sta facendo bene, e poi c’è Ricci, che ha qualità enormi e che deve capirle per diventare un giocatore importante. Il portiere? Dove ho allenato ho sempre dato una gerarchia nel ruolo, perchè il portiere è una figura delicata, deve sentirsi sereno. Questo problema, oggi, non sussiste perchè, al momento, ho tre portieri ed il titolare è Zommers. Scozzarella lo conosciamo tutti. Matteo iene da un campionato importantissimo come fatto a Trapani. È un giocatore tecnico, importantissimo, come lo è anche Corapi, e come lo è pure Miglietta. Edera è una giovane promessa. Sta a lui dimostrare se vorrà essere una conferma. Il problema dei giovani, quando abbandonano il Settore Giovanile per le prime squadre, è la crescita. Prima arriva la loro crescita e prima ne beneficiamo anche noi. La problematica di questi ragazzi è il passaggio dal calcio giovanile alla prima squadra. Simone è un mancino, tecnicamente molto bravo, utilizzabile a piede invertito. A prescindere da quanto fanno sul mercato le altre squadre nostre concorrenti, mi preoccupa principalmente riportare l’atteggiamento che abbiamo avuto in questo mese. La differenza è tutta qui. Altro non mi preoccupa. È chiaro che ci sono squadre come Venezia, Pordenone, Padova e Reggiana che possono ambire alla vittoria, ma l’atteggiamento nostro è quanto mi preme di più. Non dobbiamo sentirci appagati per quanto fatto in questo mese”.

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA ODIERNA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

8 pensieri riguardo “D’AVERSA: “OTTIMO LAVORO DEI RAGAZZI DURANTE IL RITIRO INVERNALE. STUPITO PER COME SONO RIENTRATI. HAN DIMOSTRATO INTELLIGENZA E PROFESSIONALITA'”

  • Quindi domani arriva Munari? Ora manca solo un centrale difensivo e poi siamo praticamente al completo.

  • Forse siamo al completo però il dubbio rimane almeno al momento

    Resta il fatto ke con Roberto qualke giocatore corre di più eccome

    Infatti i risultati parlano x il tedesco poki proclami e molta sostanza

    FORZA PARMA ricominciamo Crociati alla grande anzi di più

  • Ti confermo che il manico sembra funzionare. E se come ho visto Evacuò è tirato a lustro, considerando le parole del mister e senza cercare il freddo per il letto, abbiamo un grande acquisto. Felice nelle difficoltà e ancor di più se lo recuperiamo al meglio. Avanti !!!

  • Voci di mercato insistenti vedono Evacuo in partenza. (Alessandria, Avellino)

    Nonostante le belle parole, giustamente, spese dal tecnico sul suo giocatore (un allenatore difende sempre i suoi giocatori, ci mancherebbe altro) credo che ci possano essere delle probabilità che Evacuo sia in partenza,
    Il “dubitativo” è d’obbligo perchè le voci di mercato lasciano spesso,se non sempre, il tempo che trovano

    Poi per me va bene tutto perchè so che quello che stanno facendo è il meglio che possono per fare bene.

    • ovviamente non l’ho detto ma è sottinteso che se Evacuo se ne va ci sarà di certo un sostituto, non penso che resteremo senza attaccanti. 😉

  • Evacuo non se ne va se non arriva un altro attaccante all’altezza. Questo si evince dalle parole del tecnico che lo vorrebbe recuperare.
    Invece mi incuriosisce la trattativa col Latina per Scaglia. Che è un ottimo giocatore che farebbe comodo al Parma ma che puzza di sigaro. È pur vero che la vita deve andare avanti ma l’incontro nell’ultimo mercato in un bar presso l’Hotel del calcio mercato lascia poco spazio alla fantasia di chi sta dietro al Latina.
    Mah. Vedremo che succede.

  • Basta che vengano ceduti Guazzo, Miglietta, Canini e Coric, allora si che saremo al completo.

  • Prima di cedere Coric e soprattutto Canini starei oculato

    Uno perkè è giovane e l’altro esperto nello spartito

I commenti sono chiusi.