A BAR SPORT IL DS FAGGIANO RIVELA: “FRATTALI INFORTUNATO, PRENDIAMO IL PORTIERE BASSI”

Faggiano Bar Sport 27 02 2017(www.parmacalcio1913.com) – Il direttore sportivo del Parma Calcio 1913 Daniele Faggiano è stato ospite in diretta di Bar Sport, il talk show sportivo del lunedì sera di Tv Parma condotto da Sandro Piovani con Francesca Mercadanti. Ai telespettatori il dirigente ha rivelato in anteprima che, a causa dell’infortunio del portiere Frattali, occorso nei minuti finali della gara contro il FeralpiSalò, il club ducale si è cautelato accordandosi con il portiere Davide Bassi, svincolatosi dall’Atalanta durante l’ultima sessione di mercato: “Vi do un’anteprima, stasera incontrerò Davide Bassi, il futuro portiere del Parma, perché Frattali avrà dei tempi di recupero un po’ lunghi. Dopo la trasmissione ci vedremo per firmare. E’ un buon portiere, classe 1985, che voglio ringraziare per la disponibilità. E’ nato tutto all’improvviso, e tra i profili individuati abbiamo scelto lui perché è un ragazzo per bene, che si è allenato fino a Gennaio con l’Atalanta. Quando hanno preso Gollini lui ha preferito rescindere il contratto che credo gli scadesse nel 2018. Frattali si è infortunato alla fascia plantare del piede sinistro: a Gigi faccio un grosso in bocca al lupo, perché è un ragazzo che ci tiene tanto, e noi teniamo tanto a lui: è stato un fulmine a ciel sereno per tutti. Io l’ho sentito: uno dei primi a sapere che avremmo preso Bassi è stato proprio Frattali, perché mi sembrava giusto che lo sapesse. Adesso vedremo: Bassi si giocherà il posto con Zommers, poi vedremo, ma non potevamo rischiare di andare avanti diversamente. Siccome lui è svincolato e si può tesserare fino a domani, la società, come sempre ha fatto un sacrificio, perché questo ulteriore acquisto non era preventivato. Per cui ci siamo rimboccati le maniche: oggi non è stato per niente un lunedì di riposo”.

Secondo il direttore sportivo crociato l’acquisto di Bassi non è un segnale di sfiducia per Zommers: “Ma no, non c’entra… Io l’ho detta prima: se la giocano… Ma se dovesse succedere qualcosa, il nostro terzo portiere è Fall… Oggi ne ho parlato con la società: si pensa che tre portieri siano tanti, ma secondo me, con il calcio di adesso, sono pure pochi e non vi nascondo che con lo staff tecnico avevo detto a Gennaio di prenderne un altro subito, ma non perché non abbiamo fiducia, ma perché può bastare una espulsione, un infortunio, può succedere di tutto e allora preferisco prenderlo oggi che non rimanere spiazzato dopo. Siccome fino a domani riesco a tesserarlo, ho chiesto questo sacrificio alla Società. Ma non è che non ci sia fiducia in Zommers, l’ho detto subito che se la giocano… La lista? Per quanto riguarda il ruolo del portiere si può cambiare anche prima della partita, per cui quando torna Frattali potrebbe giocare lui…”

Faggiano ha anche fatto il punto sugli altri infortunati: “Giorgino ha avuto un pestone nell’allenamento di venerdì: pensavamo ce la facesse, invece domenica mattina non riusciva più neanche ad appoggiare il piede, per cui oggi abbiamo fatto degli accertamenti, ma vedremo, perché ognuno ha dei tempi di recupero diversi, ma il nostro staff sanitario cercherà di recuperarli quanto prima. Io spero torni per il Forlì, ma non è detto. Nocciolini, pure lui, ha avuto un problemino e ne avrà per 10-15 giorni, Munari ha avuto un infortunio un po’ più importante, vedremo se in tre settimane si rimetterà. Adesso speriamo basta con questo lazzaretto. Scaglia? Ha preso una botta, speriamo niente di che… Noi abbiamo oggi e domani di riposo, ma tutti han già fatto oggi gli accertamenti e iniziato le terapie”.

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 I VIDEO DAL BACKSTAGE DEGLI STUDI DI TV PARMA CON TUTTI GLI INTERVENTI DEL DIRETTORE SPORTIVO DEL PARMA CALCIO 1913 DANIELE FAGGIANO A BAR SPORT

1

2

3

(L’ANNUNCIO DI BASSI)

4

5

(SITUAZIONE INFORTUNATI)

6

7

8

9

10

11

12

13

14

(NEL PRIVEE’ CON FRANCESCA MERCADANTI)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

18 pensieri riguardo “A BAR SPORT IL DS FAGGIANO RIVELA: “FRATTALI INFORTUNATO, PRENDIAMO IL PORTIERE BASSI”

  • 28 Febbraio 2017 in 08:43
    Permalink

    Un intero reparto infortunato…ora comincio davvero a preoccuparmi!
    PS: Ci tengo a fare i complimenti a Faggiano per aver pubblicamente tirato le orecchie alla Gazzetta di Parma per ave puntato il dito sull’episodio del gol di Calaiò. Ha ragione, solo da noi la stampa locale tende ad evidenziare gli episodi a favore, o comunque presunti tali, perchè nonostante non ci sia la certezza che il nostro attaccante l’abbia toccata col braccio, ecco che i nostri giornalisti fanno a gara cercando di dimostrare che il tocco c’ è stato. E’ veramente una vergogna…Parma e il Parma si merita una stampa migliore!

  • 28 Febbraio 2017 in 08:50
    Permalink

    Ma Faggiano non era inibito dall’attività fino al 31 Marzo?

    By Lo Scomodo Romano C.

  • 28 Febbraio 2017 in 08:52
    Permalink

    Credo sia d’obbligo concedere fiducia alle parole del Direttore, sia per il mercato di gennaio, sia perchè Frattali si è fatto male oggi e lui ha trovato un’alternativa ieri…e non sto a fare paragoni perchè non servono a nulla.

    Vero che un po’ preoccupa che stiano cadendo i giocatori come soldatini…specialmente sulla mediana la situazione è delicata…il trio titolare doveva essere Munari-Scozzarella-Scavone…ora facilmente sarà Giorgino-Scozzarella-Corapi (con Simonetti pronto), in pratica si è tornati a prima di Gennaio, e speriamo che tenga (anche se sono fiducioso), anche perchè ho tenuto fuori dall’elenco Scaglia..che è un gran jolly…

    In avanti…al netto di Scaglia che potrebbe tornare nei ranghi della mediana…Nocciolini spero torni abile già da Lunedì (per una volta potrebbe venire a favore il turno posticipato..magari condito da un pari a teramo), intanto rientra Baraye, che ha sparigliato le carte negli ultimi due mesi e Calaiò (il quale si starà toccando le balle) sembra essere piuttosto in forma…il terzo?…secondo me Mazzocchi…Con Iacoponi a fare il Terzino Destro…

    Insomma…le soluzioni ci sono…nel frattempo vediamo di recuperare un po’ di cocci…con questo ritmo, il campionato si deciderà nelle ultime 4 giornate, dopodichè eventualmente ci saranno i playoff…ed in quel momento noi dovremo arrivare al Top (senza playoff sarebbe meglio..)

  • 28 Febbraio 2017 in 09:10
    Permalink

    Quella di Parma non è una stampa dai se dici così la elevi a un rango che non merita. D’altra parte lo stesso pseudoquotidiano che citi tu è lo stesso che durante il fallimento il giorno del closing pubblicò un articolo per disincenticarlo evidenziando i rischi…altro che Tafazzi..
    Per il resto direi che gli altri oltre a fare la rtita della vita contro di noi e scansarsi contro i lagunari fanno anche di tutto per romperci.

  • 28 Febbraio 2017 in 09:50
    Permalink

    Si anch’io non ho capito perché la gazzetta di Parma abbia ripetuto più volte che il gol di calaio’ fosse irregolare…..neanche rivedendo le immagini più volte si capisce se tocca con la mano…e se anche fosse e’ un tocco involontario e da distanza molto ravvicinata! Mah….

  • 28 Febbraio 2017 in 10:10
    Permalink

    a a a .. Majo colto il flagrante.. è Gollini il portiere arrivato all’atalanta 🙂
    Per il resto c’è poco da dire, di certo non siamo più fortunati del venezia,anche lo stop di munari non ci voleva proprio. Ringrazio comunque Faggiano perchè finalmente c’è un po di trasparenza sui tempi di recupero

  • 28 Febbraio 2017 in 10:41
    Permalink

    Oltre al rientro c’è da vedere come rientrano…per uno come Munari stare fuori un mese equivale ad averlo in forma fra 2…
    Speriamo di recuperare Scavone almeno x il mantova…perchè ricordiamoci che d’ora in poi anche i gialli inizieranno a pesare.

    Guardiamo il bicchiere mezzo, meglio che siano fatti male questi che hanno i sostituti, rispetto ad alcuni ruoli dove nn c’è replacement…
    L’importante è che godano di buona salute Scozzarella, Calaiò, Scaglia e Dicesare che allo stato attuale insieme al rientro di Baraye sono ahime insostituibili!!!

    Io come ho già detto credo molto nel Teramo l’ho visto 2 volte ed una squadra ostica…basta un pari dei nero-verdi e i giochi si riaprirebbero.
    Domenica è anche fondamentale vinca il Padova a Reggio così continuerà a da fastido al Venezia, anche se ahime penso che sarà un X.

  • 28 Febbraio 2017 in 14:17
    Permalink

    Cmq Nocciolini per l’età che ha è veramente fragile. Quest’anno sarà la quarta volta che si infortuna.

  • 28 Febbraio 2017 in 15:43
    Permalink

    Faggiano inibito dall’attività significa che non può entrare in lista per le gare ufficiali e quindi andare negli spogliatoi oppure in campo:

    ciò non toglie che non possa lavorare, telefonare, siglare contratti o partecipare a talk show. !!

  • 28 Febbraio 2017 in 16:38
    Permalink

    Con tutta la stima e l’ammirazione che ho per le capacità manageriali del Direttore Faggiano ( conoscenze tecniche, sportive e problem solving ANCA A LA SVELTA ) , io non sono per nulla d’accordo che vengano tirate le orecchie ai giornalisti della Gazzetta di Parma :

    torno indietro di un passo ricordando che, se vogliamo scrivere, protestando, che non ci è stato concesso un gol di Nocciolini regolare ( andata a Santarcangelo ) oppure se ci volessimo ricordare di quell’altro a Macerata ( meno eclatante ma valido )
    o gli altri due episodi col Venezia all’andata ( sempre Nocciolini )

    se vogliamo protestare e segnalare tutto questo , dobbiamo pure ammettere e scrivere quando gli episodi sono a nostro favore !!!

    Vedi rigore a Bergamo contro l’Albinoleffe e, vedi pure l’episodio di ieri: o li citiamo tutti oppure non ne citiamo nessuno , sia a favore sia contro..e questa mi sembrerebbe onestà intellettuale, soprattutto da parte di un giornalista professionista !

    Poi, il calciatore o il tifoso, possono dire ciò che vogliono ( spesso ciò che fa loro comodo ):
    l’episodio di ieri l’ho visto dal campo, in linea con l area di porta del Feralpi e l’ho pure rivisto non meno di 10 volte al replay:
    Emanuele parte in posizione regolare ( su questo non ho dubbi )
    tira ed il portiere ribatte, un difensore colpisce di testa per rinviare mentre Calaiò, che era a terra, si rialza immediatamente e salta a braccia aperte: il suo braccio sinistro, aumentando il volume del corpo, impatta contro la palla e, praticamente, smorza la sua traiettoria cadendo a piombo fermandosi proprio li davanti a quel ..
    MAGICO SINISTRO CHE TIRA E FA GOL
    E’ vero che non si vede in tv ma se la palla non passa non è per effetto dello spirito santo: probabilmente l’arbitro era coperto ed “impallato” e quindi non ha visto ma i difensori hanno visto nell’immediato..
    Stesso episodio in cui noi abbiamo subito il rigore a Venezia : sul colpo di testa dell’attaccante il capitano aveva il braccio sinistro largo e la palla stava andando verso la porta ( gol o non gol non so ma..il regolamento c’è !! )

    Quindi, come sempre, bisogna accettare SIA QUANDO CI PIACE
    MA PURE SIA QUANDO CI VIENE CONTRO…
    ed alla fin fine, tanto per usare una frase fatta e iper retorica, alla fine del campionato queste robe vanno in parità di bilancio e si compensano..o no ?

    A proposito, domenica scorsa era il 5* anniversario del gol NON CONVALIDATO a MUNTARI ( Milan ) contro la Juve ..che dire ???

  • 28 Febbraio 2017 in 16:43
    Permalink

    Errata corrige, era il 25 febbraio 2012 ..il giorno prima !!!

  • 28 Febbraio 2017 in 16:59
    Permalink

    Bassi bel colpo, dato che ha esperienza sia in A che in B.
    Purtroppo l’infortunio di Frattali sembra molto grave. La fascia plantare del piede è un punto delicatissimo che se non curato bene diventa cronico.

  • 28 Febbraio 2017 in 17:02
    Permalink

    queste eventi vengono sempre o quasi pareggiate in corso di stagione. salvo cose eclatanti che non mi pare ci siano in lega pro girone b per ora tutto fila (il caso ha sempre la sua parte comunque). quindi come dice il Mauro guardiamo tutto e non andiamo x ora a cercare cose che non esistono. Bravo!

  • 28 Febbraio 2017 in 17:12
    Permalink

    Di principio ha ragione, poi ci sono le valutazioni e c’è modo e modo di esporre le cose.
    Per come la vedo io a venezia mani punibile al 100% (braccio troppo largo), con l’albinoleffe rigore netto, con la feralpi non c’è il conforto dell’immagine perfetta ma sembra effettivamente mano.
    Piu in generale mi pare che si possa dire che il trattamento di favore che si aspettavano o che temevano (a seconda del punto di vista) in molti già dall’anno scorso sicuramente non c’è. Restando a quest’anno sono decisamente più numerosi gli episodi perlomeno dubbi verificatisi nelle partite del venezia.
    Infine mi preme soprattutto evidenziare che si finisce sempre per vivisezionare 1-2 forse tre episodi ma l’arbitraggio va giudicato complessivamente perchè è molto importante la gestione “ordinaria” della partita, il metro sui falli sui cartellini etc. In riferimento a questo credo che abbiamo molto da lamentarci, sia sui falli tattici reiterati degli avversari che sulle ammonizioni nostre e avversarie. Comunque va bene cosi, faremo con le nostre forze, però non sorprendiamoci se a qualcuno da fastidio tv parma o teleducato perchè si rischia di essere cornuti e mazziati

  • 28 Febbraio 2017 in 17:57
    Permalink

    Dalle immagini sportube NON si vede assolutamente se Calaiò l’ha presa di braccio o di spalla, cosa dice Moroni?
    O ha altre immagini / foto a disposizione?

    • 28 Febbraio 2017 in 19:01
      Permalink

      Si vede si vede!!era mani ma involontario…

  • 1 Marzo 2017 in 10:05
    Permalink

    Premesso che tifo Parma e sono “letteralmente innamorato di questa squadra e società” ciò non toglie che io possa e voglia essere imparziale nei confronti delle decisioni pro o contro i crociati:

    ll mio concetto di base, e mi ripeto per l’ennesima volta, sta nel fatto che, se vado a scrivere e “lamentarmi” per eventuali torti subiti ( citati nell’articolo ) ho pure la capacità di essere imparziale e di non sottacere quando le cose ci vengono a favore, altrimenti non si dice nè scrive nulla in nessuno dei due casi;
    questa è la mia semplice opinione personale, non è il vangelo del calcio ma nemmeno i “versetti satanici”…trattasi solo di onestà intellettuale, libera di vedere e di dire …
    nulla di +

    Forza ParmaCalcio 1913 e un saluto a tutti voi

    Mauro

  • 1 Marzo 2017 in 10:13
    Permalink

    Solitamente, le decisioni arbitrali relative agli episodi oggetto di contestazione ( a tutti i livelli e latitudini ) , vengono accettate da una parte ( ovviamente ) e contestate dall’altra ( che ritiene di aver subito ) :
    vedasi, nell’immediato, le mani alzate di due difensori a non + di 3 metri dal fatto ..
    vedasi ad esempio ….le inca$$$ature dei difensori del Napoli, ieri sera, dapprima per presunto fallo su Albiol in area iuventina e, di seguito, per un paio di rigori concessi contro ( non sto li a vivisezionare se c’erano o meno in quanto non m iinteressa, tanto coi piemontesi è una gara persa a priori, loro sono dei maestri in queste faccende ..)

    quindi, di seguito a una decisione , dubbia e soggettiva, che può indirizzare e segnare il corso di una partita ci sono e saranno sempre le due fazioni:

    gli uni protestano reiteratamente gridando al complotto mentre gli altri prendono e accettano , ben sapendo che , qualche volta, potrebbe toccare pure a loro stessi ..
    questo è il calcio !!
    non da ieri, non da domenica ma…da sempre

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI