mercoledì, Febbraio 21, 2024
Videogallery AmatorialeIn EvidenzaNews

LA PRESENTAZIONE DEI NUOVI CROCIATI DI CESARE, IACOPONI E SCAGLIA. FAGGIANO: “PREOCCUPATO PER L’EUFORIA DI QUESTO MERCATO: COI CAMBIAMENTI NON VINCI NULLA”

(Ilaria Mazzoni) – La conferenza della presentazione dei nuovi acquisti di questo mercato crociato si apre con una piccola chiosa del d.s Faggiano che ci ricorda la necessità di rimanere con i piedi ben saldi a terra. “Non ci dimentichiamo da dove siamo partiti”; insomma, non lasciamoci abbagliare dai nomi dei calciatori ma ricordiamo che le partite si vincono sul campo, lottando sino all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero. Acquisti mirati al progetto Parma e al modo di lavorare di Mister D’Aversa e di tutto il suo staff, scelte molto ragionate ed oculate sempre rammentandosi che il campionato non si vince con i nuovi acquisti ma con lo sforzo e l’impegno sul campo. Tutti sempre sull’attenti e con la mente sul pezzo, e questo riguarda tutto l’ambiente Parma e tutti quelli che tifano ed amano i colori di questa casacca. Anche perché Faggiano avverte: “ci stanno aspettando tutti”. Eccome se ci aspettano, ed anche i nuovi calciatori del Parma ne hanno ben coscienza di dove sono approdati: un porto blasonato che vuole tornare ai fasti di un tempo il cui ricordo non si è affievolito. Calciatori che hanno voluto fortemente vestire questa maglia accettando anche di scendere di categoria per farlo, quindi, con moderato entusiasmo, dopo la presentazione tutti con la testa sul Pordenone. Ma entriamo nel particolare iniziando dal caso di Scaglia che ci rivela come la trattativa per la sua cessione sia stata difficoltosa anche se, alla fine, ringrazia anche la società del Latina per averlo lasciato libero nonostante fosse per loro una pedina importante. Un’occasione che aspettava quella di essere gialloblù e che ha colto al volo nel tentativo di dimostrare di poter fare ancora qualcosa di importante. Anche per Di Cesare questa sarà una sfida affascinante, anche se molto difficile, perché ogni squadra verrà ad affrontarci con il coltello tra i denti. Tempo per riflettere, invece, non ne ha avuto molto Iacoponi anche se afferma che non ne aveva nemmeno troppo bisogno: “appena ho avuto la richiesta la volontà è stata quella di venire qua”. Sul piano tecnico, invece, Scaglia sostiene di essere un jolly perché in grado di ricoprire una vasta gamma di ruoli, anche se preferisce essere schierato come esterno alto a destra, fermo restando che sarà il mister se e come impiegarlo. Farà di tutto per dare il suo contributo cercando di raggiungere con questa squadra il suo sogno: quello di giocare nella massima serie. Insomma, il fattore”Piazza Parma” è stato determinante per tutti, specialmente per Di Cesare, che ha abbandonato il progetto Bari per cercare di riportare i crociati lì dove meritano di competere. Per lui, poi, un onore sarà giocare di fianco ad un giocatore dall’immensa esperienza come quella di Capitan Lucarelli. Progetto ed ambizioni che hanno convinto anche Iacoponi che non sarebbe tornato in Lega Pro se non per il Parma, nonostante, in questo momento la squadra non sia a capo della classifica. “Ancora più bello così” rassicura il difensore che specifica, inseguito, come sarà determinante l’approccio che avranno alla categoria e con il resto della squadra. Per quanto riguarda la sua posizione chiarisce di non disdegnare di contribuire anche alla fase offensiva. Non a caso il modello a cui si ispira è quello di Lichtsteiner, uno che in campo è il perfetto esempio di “factotum”. Un voto a questo mercato? Faggiano preferisce compilare le pagelle a fine campionato, ora bisogna “rimanere svegli” perché anche le avversarie si sono rafforzate in questo mercato, anche se, probabilmente, con meni riflettori addosso. Un ringraziamento, però, lo rivolge all’interno staff ducale, all’intera società ed anche ai calciatori che, con questo mercato, hanno abbandonato le sorti crociate. Non è stato facile lasciarli andare, anche perché è difficile abbandonare uno spogliatoio, una piazza, un centro sportivo come questo. Insomma, i calciatori non sono merce di scambio e, soprattutto, i giocatori che hanno lasciato questo progetto non sono stati bocciati e non rappresentano il “male”. Nessun commento neanche per quanto riguarda il mercato delle altre contendenti di questo girone: il dirigente rimane concentrato sul cercare di risolvere i nostri di problemi e, assicura, molti ne sono stati già risolti. A partire da queste tre scelte importanti: tre calciatori di livello che hanno dimostrato sin da subito la voglia di scendere al Tardini. Una squadra che, in questo primo mese dell’anno, ha subito molti cambiamenti, un cambiamento che può rappresentare anche un azzardo, ma necessario per il D.s. che ricorda che, in ogni modo, nel calcio non vi è mai nulla di certo. Un azzardo, comunque, molto ragionato e necessario per cercare di raggiungere quell’obiettivo che solo qualche tempo fa sembrava essersi incrinato. Ilaria Mazzoni

LA PRESENTAZIONE DEI NUOVI CROCIATI DI CESARE, IACOPONI E SCAGLIA. FAGGIANO: “PREOCCUPATO PER L’EUFORIA DI QUESTO MERCATO: COI CAMBIAMENTI NON VINCI NULLA”

VIDEO DI ALEX BOCELLI DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913

25 pensieri riguardo “LA PRESENTAZIONE DEI NUOVI CROCIATI DI CESARE, IACOPONI E SCAGLIA. FAGGIANO: “PREOCCUPATO PER L’EUFORIA DI QUESTO MERCATO: COI CAMBIAMENTI NON VINCI NULLA”

  • SavoMilosevic

    un grande benvenuto a tutti e tre.
    ottimo lavoro del Direttore; probabilmente ha puntato su Mammarella (34) e Galano (25) per poi virare su Iacoponi e Scaglia, ma siam caduti comunque molto bene direi; si punterà al primato ma anche per i play-off avremo una squadra molto competitiva, con una rosa così folta ed assortita non rischieremo di arrivare in fondo cotti. bravo Direttore e società. ho ascoltato tutto attentamente, è risaputo che in serie B si guadagna più che in lega Pro, non penso che i nuovi acquisti si siano adeguati gli ingaggi alla serie inferiore, pertanto monte ingaggi lievitato e non poco per questo campionato… ma a noi tifosi questo conta poco, ringraziamo lo sforzo non piccolo della Società.

  • SavoMilosevic

    molto interessanti (come sempre) le domande di Paolo Grossi.. sulla situazione OVER/UNDER chissà se Miglietta resterà sino a fine campionato o si andrà verso la rescissione consensuale?!?

    comunque.. dopo le recenti 4 cessioni:
    EVACUO (che ritornerà tra 5 mesi)
    GUAZZO (…)
    CANINI (…)
    BENASSI (gladiatore che lascia un bel ricordo)
    questa l’attuale rosa:

    > portieri:
    FRATTALI
    ZOMMERS
    FALL

    > difensori
    LUCARELLI
    COLY
    MESSINA
    SAPORETTI
    NUNZELLA
    GARUFO
    DI CESARE*
    IACOPONI*

    > centrocampisti:
    CORAPI
    GIORGINO
    MUNARI
    MIGLIETTA (?)
    SIMONETTI
    RICCI
    MAZZOCCHI
    SCAVONE
    SCOZZARELLA
    EDERA

    > attaccanti:
    BARAYE
    CALAIO’
    NOCCIOLINI
    SCAGLIA*
    MASTAJ

    direi che … si può fare!!!
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • Anch’io sentendo quello che ha detto Faggiano ho avuto l’impressine che potessero lasciare libero un slot per gli over, mettendo fuori lista qualcuno (Miglietta?)…

      • SavoMilosevic

        infatti.. potrebbero metterlo fuori lista (a libro paga del Parma) oppure rescindere consensualmente (magari senza buona uscita a carico della Società), questo permetterebbe al calciatore di trovare una soluzione migliore altrove e alla nostra società di operare tra gli svincolati qualora ce ne fosse bisogno in vista dei play-off.

  • Benvenuti! http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • prima di avere tanto entusiamo come dice faggiano speriamo che i nuovi nonnetti ovvero over 30 scaglia di cesare e iacoponi ci mettano meno tempo di quanto messo da miglietta e guazzo l anno scorso ad adattarsi alla categoria inferiore questo anche per i magnifici 7 se no aime’ fallissero come il capocannoniere seriale EVACUO e gia’ citati miglietta e guazzo ( a cui furono promessi biennali l anno scorso ) con altri triennali a tre over 30 non vorrei essere nella propieta’ del parma l anno prossimo ………giusto dare il voto al mercato di faggiano a fine anno come dice lui stesso

    • Solo per informazione :
      Simone Iacoponi Nato il: 30/apr/1987 (29 anni)
      Luigi Scaglia Nato il: 23/nov/1986 (30 anni)
      L’unico “nonnetto” over 30 è Di Cesare Nato il: 23/mag/1983 (33 anni).

  • Parmaletale

    Cominciamo ? Di over 30 abbiamo solo Di Cesare (34) !!! Iacoponi (29) Scaglia (30) Nonnetti…. Gobbi, Amauri,Marchionni andavano bene…

  • Mauro "morosky" Moroni

    Per la precisione, visto che siamo già nel 2017, questi, di seguito, sono o saranno gli over 30 da qui al 31 dicembre p.v. ma, sempre over 30:

    1977 LUCARELLI
    1981 MIGLIETTA
    1982 CALAIO’
    1983 DI CESARE, MUNARI,
    1984 COLY
    1985 FRATTALI, CORAPI, GIORGINO,
    1986 SCAGLIA

    1987 GARUFO, IACOBONI, SCAVONE,

    La media globale non è bassa ma, speriamo che, fisico intatto ed esperienza ci diano quel qualcosa in + per ….andiamo a comandare…poi, domani, è un altro giorno ..e si vedrà…

  • Mauro "morosky" Moroni

    Considerando tutti gli effettivi in rosa – 24 – ( ad eccezione dei giovani Dodi, Mastaj e di ” cris” nonno miglietta” ) la media età è di poco superiore ai 28 anni …non mi sembra male o sbaglio ?

    • Se chiami nonno Maglietta, il 40enne lucarelli lo chiami bisnonno?

      • Miglietta (brutto t9!)

  • Mauro "morosky" Moroni

    Un piccolo promemoria ( lo so che è inutile ma…) per il Direttore da esternare al Segretario Generale:

    attenzione alla situazione cartellini / diffida dei 3 nuovi arrivati Iacoponi, Scaglia e, soprattutto, Di Cesare ..

    occhio !!! ai gialli !!!

    • Gentile Morosky,

      la segreteria generale del Parma è al corrente che le diffide valgono nel campionato dove si maturano, ma non in caso di passaggio di categoria (diverso, viceversa, il discorso per le squalifiche). Non preoccupa, dunque, la precedente situazione disciplinare dei nuovi arrivati, Di Cesare, Iacoponi e Scaglia, provenienti dalla serie B, cui eventuali carichi pendenti sono stati azzerati.

      Ne è prova, ad esempio, nell’ultimo bollettino ufficiale con le decisioni del Giudice Sportivo, il portiere Frattali, ammonito al Penzo, che risulta aver commesso la prima infrazione.

      Pertanto, ad oggi, la situazione disciplinare corretta del Parma è la seguente:

      SQUALIFICHE DA SCONTARE: Nessuna

      CALCIATORI IN DIFFIDA: Giorgino e Nunzella

      PROSSIMI AD ENTRARE IN DIFFIDA (3 cartellini): Baraye, Lucarelli, Scavone

  • i 33 36 di un giocatore del 2016 sono completamente non paragonabili con quelli del 1996.
    la squadra in caso di B potrebbe veramente provarci subito per la A.
    un vivaio parallelamente va creato pero’.

  • evidentemente chi non vuol capire non capisce e sta li a guardare se uno a 29 anni anziche over 30 anni ……..il mio concetto era che mi aspettavo da afggiano qualche idea in piu’ ……….non c ‘e una legge che obbliga dare dei triennali a gente di 34 anni !!! o comunque over 30 ……pensavo che potesse pescare in lega pro anche in altri girone e prendere gente piu’ govane inteso come 25-26 anni con maggiori motivazioni e dinamismo , io avrei fatto la nazionale di lega pro cosi’ si evita ilo rischio di avere gente che per loro stessa ammissione non conoscono piu la lega pro e magari ci mettono tempo ad ambientarsi come e’ successo a miglietta e guazzo l anno scorso ee quest anno a canini che se permettete h piu pedigree di di cesare e iacopni assieme (200 parite in a ) eppure avete visto come e andata e uguale evacuo !!! insomma a una certa eta’ fanno presto le cose a cambiare.
    Lo stesso faggiano dice che non si vince con i nomi poi ha pescato in serie B over 30 , gente con contratti onerosi promettendogli contratti lunghi ……insomma la stssa tecnica di minotti l anno precedente che pesco in lega pro salvo poi scoprire che la nno dopo i miglietta e guazzo non te ne liberi piu ……e la stessa cosa puo capitare ed evacuo insegna anche con questi 3 .premetto che sono un detrattore di minotti e galassi per cui va benissimo faggiano pero’ posso dire che a me a in parte deluso ? mi aspettavo piu’ idee e meno rischi per la societa’ che il prossimo anno potrebbe pagare delle buoneuscite comperesa quella di evacuo se fallisse anche ad alessandria
    I n piu vogliamo parlare della amncanza di un sostituto di calaio ? se dovessimo andare ai play off come ci arriva con la lingua fuori ……….insomma io tengo per faggiano meglio di minotti ma qui ci deve esere un virus alla fine fanno tutti le stesse cose …poi andate a vedere se uno a 29 invece che 30 ma le cose sono cosi’ per esempio scozzarela a un senso perche’ anche in B andra bene e giovane eccc meglio spendere tanto per uno scozzarella che dare dei triennali o biennali a over 30 con il rischio di nuovi canini io la penso cosi ma mi fido di faggiano sempre che non sia vero che il suo contratto scade il 30 giugno perche alora capisco perche’ no ha programmato oltre quella data

    • Sandro M.

      Se rimaniamo in Lega Pro e l’anno prossimo Scaglia, Iacoponi, Di Cesare e Scozzarella se ne volessero andare ritengo che abbiano mercato, erano tutti titolari in B a parte Scozzarella che ha fatto “solo” 15 presenze partendo titolare. dubito che si possano ritenere pesi morti impiazzabili manco in prestito come altri.
      Canini non è entrato in forma da Agosto ad oggi, è evidentemente tutt’ora sovrappeso mentre quei quattro sono pronti e già con i 90 minuti nelle gambe.
      Sul fatto di capire come affrontare la lega pro, i suoi ritmi e la necessità di aggressività per 90 minuti ricordo che dopo una settimana con Morrone tutti i calciatori dicevano (e poi dimostrato) che lui gli aveva fatto intendere come affrontarla, dunque non è così difficile, pur svegli che siano dovranno giocare qualche partita prima di immergercisi completamente, qualcuno può darsi che avrà delle difficoltà o che fallirà la sua avventura a Parma, però penso che prendere giocatori esperti, già attivi e tecnicamente superiori alla media della Lega Pro è il massimo che si può fare per provare vincere.

      • sandro m che tu mi parli di MORRONE e affermi che gli ha aftto capire come si gioca inn lega pro abbi apazienza mi fa ridere ……….forse se non c era la pausa di morrone che spiegava come giocare in lega pro saremmo gia’ primi !!!!! cavolo 1 solo punto in 2 partite ………….ci ha rovinato da -4 siamo andati a -8 con morrone ……….ma lasa li di dire dei casati

        • ah è colpa ad morrone?
          ma lesa li ti ad dir dil zanedi ahahah

  • Adesso ke abbiamo una squadra sulla carta più forte

    Qualcuno guarda l’età dei calciatori e se ha le mutande

    Ieri alla Roma in c.Italia è stato concesso un rigore assurdo

    Ma da ki è stato reallizato se NON dal 40 enne Totti su là

    Etor ke biennali e triennali siiii e canelì aziendali ke lavor

  • Caro Mario torna a giocare alla play station, ricordati che per vincere bisogna spendere. Se pensi di vincere la lega pro con una squadra di mazzocchi o simonetti fra vent’anni saremo ancora dov’è la Reggiana…. e comunque non va mai bene niente…. si critica sempre prima degli avvenimenti….vai a vedere la reggiana

    • ma allora fate fatica a capire i concetti penso che faggiano li capisca meglio di voi cosa voglio dire……….nessuno parla di giovani come mazzocchi e simonetti palro di gnte con 25-26 anni gia affermati in lega pro tipo tanto per farvi capire lapadula e donnarumma del teramo di 2 anni fa che erano in lega pro ci siamo ? e il pescara l haa rivenduto a 10 ml di eur al milan e il parma e donnarumma oggi vale anche lui e salernita fara plusvalenza , guardate che spal cittadella e benevneto non hanno mica preso i trentenni per andare in serie b ma sconociuti a voi che oggi stanno giocando benissimo in serie B e ci faranno pure delle plusvalenze senza essersi svenati a comeprarli e senza rischiare di dare buonosciute a destra e manca , poi che ci siano diverse possibilita’ peer carita’ ma poi che bisogna spendere i soldi sono il primo a dirlo tanto e vero che dico scozzarella anche se costava e un giusto investimento nell ottica futura di cesare mi riesce difficile da credere e come canini puo ciccare tutto li ho l impressione che faggino sia rimasto con il cerino in mano e alla fine a preso qualcosa se no faceva la fine di minotti con il centrocampista poi se bisogna sempre dire che tutto e grande ditelo pure ……….mi auguro e sono convinto che si vada in serie b ma dico solo mi aspettavo qualche idea in piu’ a mirato tanto in alto poi ……..tanto valva prendere i migliori della lega pro che costavono meno poi ognuno ha le sue idee signori comunque lo dice faggiano che con i nomi non si vince evidentemente vi conosce nbene sa che basta mettere qualche marpione della serie b e subito vi entussialmate senza ragionare tralascinado il parco attacanti di cui non volgio parlare speriamo in calaio’che stia bene e non si faccia squalificare quindi non rompete sono per faggiamo e contro minotti ma non per questo sono cieco

  • Crudader ultras supporters

    L importante è che si inseriscono subito negli schemi del mister.
    Partire bene già da domenica sarebbe un ottimo passo avanti.

  • Mauro "morosky" Moroni

    Sotto l’aspetto futuro / futuribile MARIO ha pienamente ragione;

    diciamo che intanto, per questi prossimi 5 mesi, l’obiettivo è salire di categoria ( possibilmente senza fare il giro dell’oca-play off )
    ..
    la lunghezza dei contratti credo che sia stata “pattuita-imposta-dovuta- anche per effetto di quello che io ho chiamato DIO MAGGIORE : il concetto + o meno sta nel dare circa gli stessi soldi percepiti spalmati però su di un anno in + ( credo funzioni così ).

    E’ evidente che gli acquisti di Munari e Di Cesare( 1983 ) , sulla carta, potrebbero dare ancora risultati, forse per 1 anno e mezzo ?

    Ma sono tutti discorsi ..sulla carta …in quanto poi sarà il campo, le attitudini , gli infortuni, le caratteristiche fisiche e atletiche dei giocatori oltre alle loro professionalità ( soprattutto )

    Tenga pure presente che, in questa sessione di mercato ( come ha anticipato Faggiano) non è facilissimo effettuare operazioni, diciamo che il ns. ha “sistemato” la rosa relativamente agli squilibri che c’erano in precedenza , movimenti effettuati dall’altra gestione.

    Ora i giocatori ( escludendo Mastaj e Dodi ) in rosa sono 25 ..
    ma, coloro che contribuiranno pesantemente con il loro apporto al finale di campionato, potranno essere dai 14 ai 18/20 non di + ..
    siete d’accordo ?
    vale a dire, senza girarci molto intorno:

    FRATTALI zommers

    IACOPONI, DI CESARE, LUCARELLI, NUNZELLA, saporetti, garufo, ricci

    SCOZZARELLA, MUNARI, SCAVONE, SCAGLIA, CORAPI, giorgino

    CALAIO’, BARAYE, NOCCIOLINI mazzocchi, edera

    come si è visto fino ad ora gli infortuni falcidiano + dell’influenza e quindi , a parte il vice di Calaiò, dovremmo essere coperti bene un pò dappertutto ( prima o poi rientrerà pure COLY che mi sembra un buon tassello difensivo )

    obiettivo ..vincerne il + possibile e rosicchiare quei 4 punti maledetti
    frutto dei due scontri diretti ..inutile mordersi le dita ma…questo è..

  • Mauro "morosky" Moroni

    Mi posso permettere di chiamare “nonno” Miglietta perchè ho un rapporto di “amichevole – confidenza ” ( a volte anche con Fiorenzuola ) e so che lui sorride a questo “nomignolo” ..

    Vi segnalo che il suddetto ha vinto negli ultimi 4 campionati 3 promozion idi categoria e una supercoppa di Lega Pro

    Ternana – campionato Lega Pro >>>> serie B
    Novara – campionato Lega Pro >>> serie B e super coppa
    Parma – campionato serie D >> Lega Pro
    2016-2017 >>>> lui è già informato, dal sottoscritto che pure quest’anno vincerà….

    talismano portafortuna !!

I commenti sono chiusi.