LE CARE VECCHIE RADIO “PIRATA” RACCONTATE DA MAJO AL SEMINARIO FORMATIVO DEI GIORNALISTI IN MEMORIA DI SAPONARA SVOLTOSI OGGI AL TARDINI

IMG_6830(Riccardo Schiroli) – Quando Gabriele Majo si è messo a dire che “dal mondo delle radio locali sono usciti giornalisti importanti” e ha citato tra i presenti al Seminario formativo dell’Ordine dei Giornalisti, ospitato stamani nella sala stampa del Tardini, Gianluca Zurlini, Paolo Emilio Pacciani, Paolo Grossi e non me, che pure ero lì in prima fila, proprio dinnanzi al suo celebre naso, stavo per offendermi. Ma poi ho capito cos’aveva in mente, Majo. L’ho capito quando ha detto che “per noi delle radio, poter utilizzare i telefoni cellulari ha fatto la differenza. Poi, qualcuno ce l’aveva, qualcun altro non ce l’aveva….”.

Siamo ad Arnhem in Olanda. L’Olanda è piccola, ma Arnhem non mi ricordo dov’è. Stavo per dedurre che non dev’essere importante, ma una rapida ricerca su internet mi permette di appurare che si tratta di “una destinazione ideale per un week end di svago” e che è “ricca di storia”. Comunque, Arnhem è vicino al confine con la Germania.

Certo che questo Google (citando un personaggio di Robert De Niro) è una bella comodità. Ma non divaghiamo.

schiro-e-majo.jpgSiamo ad Arnhem ed è il settembre del 1994 (anche questo lo affermo grazie a Google…). Il Parma ha appena perso (1-0, gol di un certo Hans Gillhaus su traversone di Philip Cocu, che si era bevuto prima Mussi e poi Couto) la partita d’andata del primo turno di Coppa UEFA. Io sono confuso. Durante la radiocronaca per Onda Emilia dialogavo con Bruno Longhi di Mediaset e gli avevo lanciato questa imbeccata: “Non è un gran Parma, ma questo Arnhem non sembra in grado di impensierirlo”. Longhi aveva iniziato a rispondere, ma subito dopo Cocu si era messo a fare Bruno Conti (il paragone che mi era venuto spontaneo era con Jairzinho, ma in fondo non sono così vecchio…) e Longhi mi aveva ridato il telefono. Al gol, mi aveva dedicato il classico sguardo che sottintende “ma tu porti proprio sfiga”.

Poco male, perché poi al ritorno ci avrebbe pensato Zola con una doppietta a portare il Parma al secondo turno.

Poco male lo deve aver pensato nel dopo partita anche Giorgio Pedraneschi, allora Presidente del Parma e personaggio preferito da noi inviati delle radio private (e pirata, per tornare alla prolusione di Majo) perché una intervista con lui poteva coprire qualsiasi buco di qualsiasi diretta.

giorgio pedraneschiIl Pedro (come lo chiamavamo affettuosamente tra di noi, ma mai direttamente…) mi si avvicina e fa: “Schiroli, ma è riuscito a fare la radiocronaca?”

Rispondo, anche un po’ indispettito, perché dovevo raggiungere Nevio Scala, che stava sgusciando per evitarmi: “Beh, per il loro gol ero in diretta…ma non l’ho fatta tutta, perché mi controllavano…” (nota: come detto, eravamo pirata…).

Pedro: “Ma non aveva il GSM?”.

Schiro: “Eh, no”

Pedro: “Majo ce l’aveva….”.

E’ inutile dire che durante il viaggio di ritorno io e Majo siamo andati avanti con “Majo ce l’aveva…” fino allo sfinimento. Così come è inutile aggiungere che una volta in redazione avrei fatto il diavolo a quattro con l’editore per farmi dotare di un cellulare GSM (a proposito: l’acronimo sta per Global System for Mobile Communication; sempre grazie a Google…), che a quell’epoca era l’ultimo ritrovato della tecnologia. Aveva il pregio di consentire di accedere al roaming all’estero e lo svantaggio di funzionare sostanzialmente piuttosto male in Italia.

johanssonIn quegli anni io e Majo avremmo dato qualsiasi cosa per portare a casa il servizio. E anche violato qualsiasi regola, lo ammetto. Tanto (per citare ancora Majo) ormai è tutto in prescrizione. Posso addirittura confessare di aver fatto suonare il cellulare nei denti al Presidente dell’UEFA Lennart Johansson (classe 1929, esattamente l’età di mio padre) che rispondeva a diversi giornalisti a Goteborg (era la Coppa UEFA dell’anno successivo e il Parma aveva preso una bella bastonata) e, alla sua osservazione se in Italia me lo lasciavano fare, avevo opposto uno spavaldo “Certo che sì”, privo di vergogna.

WP_20170223_09_38_24_ProLennart aveva abbozzato un “Nelle partite organizzate dall’UEFA non si fa”. Ma lui era un sessantenne svedese, io un trentenne italiano (e pirata) e quindi non ci poteva essere confronto. Sottolineo: il Presidente dell’UEFA non aveva avuto il coraggio di fermarci.

Torniamo a Majo che ce l’aveva. Nel settembre del 1994 il cellulare GSM, oggi la parola nel corso seminario Il racconto del gioco del calcio: dalla radio al web 2.0  organizzata dall’Ucsi (Unione Cattolica Stampa Italiana), attraverso Matteo Billi, fraterno amico e non solo collega del giornalista Francesco Saponara alla cui memoria era dedicata.

WP_20170223_09_38_42_Pro__highresHo resistito alla tentazione di intervenire, perché si sarebbe corso il rischio che i ricordi cominciassero a fluire incontrollati (e magari imprecisi, senza Google sottomano…) e che gli altri giornalisti partecipanti si mettessero a rumoreggiare. Ma prima o poi, un convegno su quegli anni gloriosi bisognerà pure organizzarlo.

P.S. Caro Majo, so che ti ho dato una gran soddisfazione definendo il tuo intervento prolusione. L’ho fatto, oltre che per darti soddisfazione, perché la parola mi piace moltissimo, ma ti devo confessare che l’ho utilizzata in modo impreciso. Una prolusione avrebbe, tecnicamente, dovuto aprire il convegno… Riccardo Schiroli

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “LE CARE VECCHIE RADIO “PIRATA” RACCONTATE DA MAJO AL SEMINARIO FORMATIVO DEI GIORNALISTI IN MEMORIA DI SAPONARA SVOLTOSI OGGI AL TARDINI

  • 23 Febbraio 2017 in 23:53
    Permalink

    Questo racconto mi ha fatto venire in mente degli aneddoti del mio lavoro quando trovo clienti che ancora non sanno cosa sia il GPRS http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI