lunedì, Maggio 20, 2024
Carmina ParmaIn EvidenzaNews

CARMINA PARMA, di Luca Savarese / Tanto va la Gadda al largo… che ci lascia il pareggino… Posticipo scialbo e due punti persi

luca savarese slide(Luca Savarese) – Luci della ribalta sul ducato, le camere da prima serata di Raisport entrano sul prato dell’Ennio. Telecronista, spalla tecnica e bordocampista uno due tre et voilà, Giuseppe Galati, Mario Somma e Lucio Michieli, terzetto da piani decisamente superiori. Persone che si piazzano davanti alla tv: due occhi alla diretta del Parma, due mani per scriverlo agli amici: “La stai vedendo? Hai visto che l’etere ogni tanto si ricorda di noi…”Finalmente, per una volta, i tifosi non presenti al Tardini (sia ben chiaro se si ha la possibilità è sempre meglio andare allo stadio che accontentarsi della tv, le cui partite, come diceva Arrigo Sacchi, sono come dei documentari sul posto mica il finale parma forlìposto stesso, cioè il tempio, lo stadio) non devono vedersela su sport tube o fare un ping pong sfrenante da una testata all’altra per scorgere episodi live. Frittatone, birra e rutto libero, alla Fantozzi, e chi s’è visto s’è visto. Invece ecco che il bailamme televisivo e tele-invasivo paradossalmente piuttosto che accendere il Parma, lo spegne progressivamente e a chi s’attendeva i bagliori dello show ecco serviti gli sbadigli di un menare il torrone ad andamento lento. Cavi cavetti sipari e siparietti ed alla fine la montagna crociata ha partorito un topolino strozzato, nel finale, da quel gol di Bardelloni, un vero e proprio colpo da biliardo, che se lo prova altre venti volte, non gli viene mica più. Pareggiare pallido e assorto. No, questo non avremmo voluto vederlo in diretta. Ma the show must go on. Non è però che la diretta Rai porta un po’ sfiga a questo Parma? Fino ad ora, nei pochi posticipi del monday night, si registra solo la vittoria contro la Reggiana al Mapei. Al di là delle telecamere patinate, il Parma che è andato in campo contro l’undici romagnolo, non era quello famelico di qualche puntata fa. Non che fosse diversa l’edizione vistasi in quel di Salò, ma almeno lì ci fu il sinistro da tre punti dell’arciere ed un’occasione dei padroni di casa in chiusura di tenzone, che per poco andò fuori. Il pari forlivese sembra uno scherzo di carnevale postdatato e frena l’ondata allegra di quella sciarpata che in curva nord ha costituito, per lunghi tratti, il vero spettacolo della gara. Non bisognava che Bardelloni si trovasse così in avanti per scagliare quella conclusione strana ma beffarda, non lo si doveva fare arrivare fin lì, occorreva fermarli prima e fortuna che Bassi, all’esordio, subito dopo il loro timbro ha parato, in pieno recupero un tentativo di vantaggio ospite. Non da prima serata la baruffa inscenata a fine match: forse, se il Forlì avesse mostrato tutta questa garra nelle precedenti giornate, ora anch’esso si troverebbe ai piani alti. Così come se Milan Kundera avesse ambientato dentro la vita di Parma-Forlì il suo Elogio della lentezza, non avrebbe certo sbagliato. L’unica cosa svelta della gara? Il sinistro di Baraye, che da sinistra, non lontano dalla porta di Turrin, lo batte. Ecco la scossa, una carica di velocità che lungi dal portate un cortocircuito di adrenalina, si ferma lì, archiviata e pietrificata nella statistica di uno sporadico episodio. Il Parma attacca senza pungere, il Forlì si difende in massa, se potesse, Gadda porterebbe anche dei bagnini della vicina Cesenatico per infoltire il suo muro. Bravo e paziente il mister legnanese, che infatti non fu giocatore a caso, ad aver catechizzato a dovere i suoi a giocare a pallone e resilienza, sfiancando e spompando i crociati. Giocare come nottola di Minerva, quando sai giù tutto di tutte le contrade, se da un lato ti permette di prepararti con più tempo, dall’altro ti toglie forse quelle energie e quell’arsenale di concentrazione proprio di un agone pomeridiano in contemporanea o quasi (visti i vari spostamenti) con i risultati degli altri. Con i senni di poi non si riempiono nemmeno i fiumi, ma un Felice Evacuo nudo e crudo, lì nel mezzo del muro romagnolo, non sarebbe stato utile per dare almeno un morso alla piadina? Alias metterla dentro, lui che quando le situazioni si facevano dure, si faceva amico della durezza? Comunque non è il caso di premere il tasto dei rimpianti; data anche l’assenza di Munari, Nocciolini, Frattali e Scavone era forse fisiologico andare a rilento. Ma che sia l’ultimo pit stop. La freccia arancioneroverde macina kilometri e punti, è d’uopo non lasciarla andare nemmeno più un attimo. Poi al resto pensa la Lega Pro, quell’ermo colle che ogni tanto ti fa vedere poco e che altre volte ti spalanca sorprese. Luca Savarese

15 pensieri riguardo “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / Tanto va la Gadda al largo… che ci lascia il pareggino… Posticipo scialbo e due punti persi

  • le prossime 3 gare sono decisive e poi si farà le valutazioni. loro hanno modena , bassano , Santarcangelo e al andata hanno sofferto queste squadre. se si riduce il ritardo a 1 punto bene, se rimane uguale meglio preservare energie.

  • Il Tardini doveva essere il nostro fortino invece il Tardini esalta gli avversari che quasi sempre ci mettono sotto nel risultato e nelle prestazioni.
    Guardate le ultime partite giocate al Tardini.
    Sofferenze uniche.
    BASSI non lo vedo pronto e poi mi sembra scarso.
    Il loro portiere si che era forte.
    ZOMMERS QUEL TIRO CHE CI È COSTATO IL GOL E.IL CAMPIONATO ZOMMERS L’AVREBBE sicuramente PARATO.
    Bassi dalle movenze sembrava un portiere della Nazionale Cantanti.
    LA DIFESA NON VA.
    Quando segnamo un gol ci tappiamo in difesa, abbiamo paura, non cerchiamo il raddoppio come fanno le altre squadre che hanno PERSONALITÀ ma ci ritaniamo in difesa e si vede lontano un miglio che abbiamo una fifa blu e ce la facciamo addosso
    Non capisco perché abbiamo dato via Evacuo e Guazzo
    Abbiamo in quel reparto solo 3 giocatori
    BARAYE
    NOCCIOLINI e
    CALAJO.
    Edera e quell’altra vecchia gloria di cui non conosco il nome sono corpi estranei che mai giocheranno se non nel recupero.
    Ecco Evacuo eGuazzo dovevano partire solo se fossero arrivati adeguati sostititi.
    IL MODULO PREDILETTO DI D’AVERSA È IL
    4-3-3
    Per questo abbiamo all’atracco i giocatori contati.
    Se uno ha un raffreddore dobbiamo cambiare modulo.
    Scaglia è un attaccante come io sono NAPOLEONE.
    Mancano v Guazxo ed Evacuo
    Entrambi avrebbero accettato anche di fare la riserva.
    Non sono arrivati e quindi questo reparto a gennaio SI È MOLTO INDEBOLITO
    Il Forli era messo in campo in modo perfetto, ci voleva solo una magia di Baraye per bucarlo.
    Cambiano le situazione, cambiano gli scenari e anch’io cambio opinione sul mister
    D’AVERSA NON MI PIACE PIÙ.
    Ogni domenica una sofferenza.
    Se togliamo Scozzarella e Munarii nuovi arrivi di gennaio non mi piacciono, fanno rimpiangere chi se ne è andato.
    Non siamo lo squadrone che pensavo e vincere i play off, È PURA UTOPIA
    Concludo dicendo che mentre prima negli ultimi 15 minuti sembravamo avere energie in modo industriale, ora invece siamo in affannno.
    Dai visi dei giocatori si vedeva che non ne avevano più.
    Ma che cavolo di preparazione,abbiamoDi chi è la colpa?
    Il Venezia ora che si avvicina la primavera vola come un’aquila reale, noi invece voliamo come una cornacchia spelacchiata.
    I campionati si è sempre dettocche si vinconoa primavera e il Venezia ha dimostrato che ciò è vero.
    I campionati si perdono però anche in primavera e noi proprio con l’avvento della primavera stiamo dimostrando tutti i nostri limiti in difesa, in attaccobe a centrocampo
    L’allenatore del Forli di D’AVERSA se ne è fatto un baffo.
    La vedo molto grigia anche per il prossimo anno.
    Qualcosa mi dice che in Lega Pro ci staremo quatrro o cinque,anni.
    Salvo solo
    Munari
    Frattali
    Zommers
    Scozzarelka
    Baraye
    Calayo
    Nocciolini
    Giorgino
    Ricci
    Scavone
    Mazzocchi
    TUTTO IL RESTO È PATTUME

  • Direi che giocare al lunedì sera ci porta decisamente sfiga http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

  • Secondo me THE ROCK dovresti far richiesta per un TSO urgente….
    se tutti i tifosi fossero come te, credo che probabilmente andrei al cinema alla domenica, ma sono convinto che tu sia un tifoso da tastiera e basta fortunatamente….

  • The Rock,
    perché non vai a vedere il rugby o il baseball o la pallacanestro e smetti di scrivere delle idiozie?
    Hai scritto più cazzate sul Parma in un anno tu di quelle che avrebbero potuto scriverle un milione di persone che nella loro vita non hanno mai visto una partita di calcio. Prova a rileggertele, ti compatirai da solo.

  • MOROSKY attendo tuo commento al momento, al futuro e a cosa ci aspetterà…. ieri sera alcune voci che reputo con fondamento parlavano di bagno di sangue in caso di mancata promozione….

  • Non ci si può arrendere adesso. Siamo ancora l’unica squadra imbattuta nel girone di ritorno ed abbiamo fatto 30 punti su 36 disponibili con il mister D’Aversa. Mancano ancora 10 giornate e se continuiamo a mettere pressione al Venezia qualcosa accadrà. Basta vedere l’Alessandria adesso in crisi. Forza crociati!!!!

  • da velenoso fino a the rock…cambia il nome ma le cazzate sono sempre le stesse….che pesante!

  • Mauro "morosky" Moroni

    Con RISPETTO:

    il mio articolo uscirà domani !
    Al momento cosa ti posso dire io che tu già non sappia ?
    praticamente nulla !!

    Partendo dal fondo, mi sentirei di confermare che, se non saliamo in serie B, è ovvio che parecchi milioni spesi x il campionato in corso saranno fumati via, su questo credo che non ci piova :
    indipendentemente da oggi, dai punti di distacco e da tutto quanto successo da luglio scorso ad ora, il Venezia ha avuto, per adesso, un cammino + regolare alla distanza e, in 28 partite ne ha perse solo 3: per far si che i crociati li sopravanzino lo ro dovrebbero perdere due gare su 10 da giocarne ancoira; o crollano oppure la vedo molto dura , diciamo che avevo già scritto che il limite ultimo è il 9 aprile ( merc 5 ci sarà Padova PARMA e, 4 giorni dopo, Padova VENEZIA ..dopo questa garà i giochi, secondo me, saranno fatti..da una parte o dall’altra )
    ..poi, per chi arriva secondo, come ben sai ..ci saranno i play off…

    ricapitolando: tra 10/15 gg. dovrebbero rientrare Scavone e Nocciolini poi Coly e Munari …quantomeno abbiamo la squadra pronta sia per i play off sia per l’eventuale serie cadetta ( chiaramente con un altro pacchetto inserimenti importante , vedi attaccante, difensore, esterno sx…)

  • Il Venezia ha fatto 29 punti su 36.

    D’Aversa ha ereditato una squadra a -6 dal Venezia ma non dalla capolista che erano Pordenone e Reggiana all’epoca

    in 12 parite di D’Aversa ad oggi abbiamo recuperato sul Venezia 1 punto.

    il ruolino delle due squadre è praticamente in fotocopia.
    Vinte 9 per parma e Venezia
    pareggiate 3 per Parma 2 per il Venezia che ha poi una sconfitta.

    Il venezia poi con l’ultima sua vittoria ha fatto il suo record con un filotto di 5 vittorie consecutive.

    Noi ne abbiamo 4 consecutive di vittorie

    Questi sono i freddi numeri

  • Purtroppo il calcio a volte, pur essendo un gioco diventa molto crudele, ero convinto che la nostra squadra potesse fare l’impresa di vincere questo campionato, purtroppo a meno di clamorosa disfatta del venezia mi sbagliavo…credo che questa società abbia pagato l’inesperienza e abbia portato gli accorgimenti necessari troppo tardi.
    A questo punto diventeranno fondamentali i play off, e forse anche nelle partite secche contro squadre del nostro livello non avremo la meglio. Possiamo solo sperare che i giocatori capiscano che per vincere un campionato, bisogna sudare ogni risultato, e non basta essere blasonati…. La strada forse è ancora lunga o forse no, comunque andrà a finire, ricordiamoci che siamo il parma….

  • Hai ragione Moroni , sono tanti soldi davvero
    e spesi tutti per D’Aversa. che si è ritrovato con un organico sulla carta impressionante per la categoria, e lo dicono tutti gli addetti ai lavori anche di parte neutrale

    C’è poco da girarci intorno.
    Se fallisce mi sa che cambia tutto di nuovo

    Chissà cosa penserà Apolloni che ha sempre chiesto
    almeno un centrocampista e che continuava a dire che la squadra non era ancora completa.
    Si è barcamenato come poteva e non poco
    povret anca lu.

    E lo vediamo che non è semplice nemmeno con giocatori di cat. superiore perchè cmq il gioco tanto desiderato ancora non c’è ,
    ci sono state delle vittorie quelle sì e se si vince tutto va bene.
    Credo che bisogna prendere atto che fatichiamo ancora troppo, che quel famoso centrocampo ancora non gira.

    Sperema ben
    fino a che c’è vita c’è speranza.

  • La colpa è di Minotti che NON ha fatto la squadra quando andava fatta. Ovvero tra aprile e agosto. Tutto qui. Con l’aggiunta di un mediocre come Apolloni. D’Aversa ha fatto dei miracoli chi ha da dire davvero meglio se ne stia a casa. Idem Faggiano. Se preferivate Galassi&Minotti e i vari Ca e svincolati mi spiace. Se andrà male faremo i play off e se andranno male si ricomincerà con un ottimo allnetatore che abbiamo è un’ottima squadra che se avessimo avuto da luglio saremmo a più 10 su Perinetti che farà andata e ritorno dalla Lega Pro.

    • Ciao Davide,
      non sono completamente d’accordo.
      Certo Apolloni, Minotti&C hanno le loro responsabilità :
      questo è evidente ma a questo punto anche la società in quanto ha tollerato la situazione per tutto il girone d’andata.

      Nella seconda parte ci sono stati dei miglioramenti evidenti nell’orgnaico siuramente ed anche nella mentalità (basta vedere il derby,..), e sono sicuramente merito del nuovo mister.

      Detto questo bisogna essere onesti :
      troppe partite vinte per 1-0 svivacchiando (sud tirol, albinoleffe su rigore , ferlapi con fallo di mano..), per non parlare del pordenone dove abbiamo anche avuto fortuna. e ieri sera ci andata male
      La verità che comunque non abbiamo mai dominato …

      Saranno tutte finali e non penso sinceramente che ce la faremo a vincere il campionato . Basta guardare il calendario : il venezia ha sicuramente un caledario più agevole.
      Meglio concentrarci sui play-off …..poi naturalmente se lo butta via il Venezia………..

  • Rock sono d accordo con te,la,cessione di guazzo ha,fatto la fortuna del Mantova,che sta migliorando,secondo la mia opinione e stato ceduto per motivi che esulano dal campo,da un punto FI vista,tecnico sveva fatto dei goal ,come a Mantova,assist,il rihoe FI samb,forse ha pestato i. Piedi a,qualcuno ,devo dire che lo timpiango

I commenti sono chiusi.