D’AVERSA: “IL GIOCO DEL CALCIO CONSISTE NEL CERCARE DI FARE GOL: DOBBIAMO MIGLIORARE QUESTO ASPETTO FIN DAGLI ALLENAMENTI”

D’AVERSA: “IL GIOCO DEL CALCIO CONSISTE NEL CERCARE DI FARE GOL: DOBBIAMO MIGLIORARE QUESTO ASPETTO FIN DAGLI ALLENAMENTI”

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA ODIERNA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA PRIMA DELLA PARTENZA PER GUBBIO

Stadio Tardini

Stadio Tardini

19 pensieri riguardo “D’AVERSA: “IL GIOCO DEL CALCIO CONSISTE NEL CERCARE DI FARE GOL: DOBBIAMO MIGLIORARE QUESTO ASPETTO FIN DAGLI ALLENAMENTI”

  • 24 Marzo 2017 in 14:43
    Permalink

    Mister chi emia tot su par Gubbio ?

    mi a ven con la me machina che dopa stasira andema a magner fora con chi ragasz..

    alora fema du cont:

    BASSI
    IACOPONI DI CESARE LUCARELLI SCAGLIA
    GIORGINO SCOZZARELLA SCAVONE
    NOCCIOLINI CALAIO’ BARAYE

    FALL
    …e cletar cme s ciamel ??

    MESSINA
    SAPORETTI
    COLY
    GARUFO
    RICCI
    NUNZELLA
    MAZZOCCHI
    SIMONETTI
    ciccio CORAPI
    SINIGAGLIA
    EDERA
    MASTAJ

    chi g manca ???

  • 24 Marzo 2017 in 14:45
    Permalink

    Ieri Ferrari che parla di “serie B da raggiungere in qualunque modo “, oggi D’Aversa che nomina “altre vie”…Chiedo: è possibile che non si alluda solamente al canale play off ma si siano sondate/ si stiano sondando le possibilità di ripescaggio? Anche alla luce dei diversi club che stanno rischiando di saltare nelle categorie superiori , è una via ad oggi percorribile?

    • 24 Marzo 2017 in 16:17
      Permalink

      Non alimentiamo fantasie strane: è palese il riferimento di Ferrari e D’Aversa alla via tortuosa dei play off rispetto a quella della promozione diretta. Ipotesi ripescaggi non sono considerate.

  • 24 Marzo 2017 in 14:47
    Permalink

    Stema atenti alla catena di sinistra ( termine coniato da Tramezzani, neologismo calcistico per dire fascia …)
    parchè lor i fan sugher ded lì ( la so destra ) al pù bon di so:
    FERRETTI n. sett ..7 ..STI ATENTA A COLLì clè fort bomben ..
    ..

  • 24 Marzo 2017 in 17:50
    Permalink

    In ogni caso Palermo e Pisa le vedo male molto..Latina non parliamone..
    Il futuro è nelle ginocchia di Giove (cit.).

  • 24 Marzo 2017 in 18:45
    Permalink

    Come funzionerebbero quindi i ripescaggi in caso qualche squadra di B fallisse? Immagino che bisognerebbe disputare degli ottimi play off ed arrivare in finale o semifinale almeno….

  • 24 Marzo 2017 in 19:05
    Permalink

    In ottica ripescaggio conta molto il secondo posto ma il problema del parma è se ne ha o meno diritto essendo nuova società post fallimento.
    Io sono comunque contrario

  • 24 Marzo 2017 in 22:27
    Permalink

    Le la speransa di malvestì: che faga un bò inveron

  • 24 Marzo 2017 in 23:03
    Permalink

    Pensiamo a vincere domenica che è meglio…le vittorie di conquistano sul campo..le scorciatoie sono per i perdenti

    • 25 Marzo 2017 in 14:00
      Permalink

      Si infatti, visto che perdenti siamo, se possibile, prendiamo le scorciatoie.
      Ci crediamo dei vincenti, ma in oltre 100 anni di storia abbiamo vinto solo un paio di serie C a livello professionistico, quindi sbása la cresta.
      Abbiamo avuto piú fallimenti che vittorie di campionati…anche considerando quelli a livello dilettantistico.
      Su dai basta con la storia che tutto ci è dovuto xchè siamo il Parma…e ringraziamo che 7 benefattori ci hanno tenutp in vita. Se non si vinceranno i play off, proveremo con altre scorciatoie, altrimenti rimarremo in quella che è la ns dimensione..punti.
      Ta bèn!

    • 25 Marzo 2017 in 14:07
      Permalink

      ..e xchè noi saremmo dei vincenti? Nella nostra storia ci sono piú fallimenti che campionati vinti, anche considerando i campionati disputati tra i dilettanti.
      Sbasèma la cresta, questo è il primo passo da fare x ottenere qualcosa.

  • 25 Marzo 2017 in 01:03
    Permalink

    Se Garufo recupera bene sarebbe da riproporre a destra. Basta con Mazzocchi sacrificato come Scaglia in un ruolo non suo.

  • 25 Marzo 2017 in 09:54
    Permalink

    ci mancava djalma santos garufo,adesso capisco tante cose
    ahahahah

  • 25 Marzo 2017 in 17:05
    Permalink

    Noi parmigiani abbiamo nel DNA la convinzione di essere qualcosa di più. Città ducale, Maria Luigia, la piccola Parigi ecc.
    Invece siamo un grande paesone un po’ viziato e molti di noi Parigi non l’hanno mai vista ma sono convinti che sia una Parma più grande.
    Quindi “ci meritiamo” questo e quest’altro. Ragas, gnèma so dal pêr. Un po’ di umiltà perchè la propria città la si deve amare per quello che è, senza voli pindarici o retorica lirica.
    Lo dico perchè credo di potermelo permettere perchè a son nasù in borg Tort ed anca i mè ieron ed Pärma. Nel calcio Parma non ha mai espresso campioni internazionali, tranne Bruno Mora. Nulla ci è dovuto, tutto va conquistato nel campo.

  • 25 Marzo 2017 in 20:31
    Permalink

    per quest’anno nel campo santo

  • 26 Marzo 2017 in 09:36
    Permalink

    Io credo che come ripescaggi in serie B ( nel caso vi fossero squadre fallite ma non retrocesse ) procederanno come è capitato un paio d’anni fa :
    se una delle squadre fallite venisse estromessa dal partecipare al campionato cadetto, al suo posto, verrebbe ripescata una delle retrocesse, in questo caso la quart’ultima classificatasi dopo gli eventuali play out; e così via nel caso di ulteriori estromissioni verrebbero ripescate la terz ‘ultima a seguire…
    questo mi parrebbe seguire una buona logica …

  • 26 Marzo 2017 in 13:52
    Permalink

    comunque “IL GIOCO DEL CALCIO CONSISTE NEL CERCARE DI FARE GOL: DOBBIAMO MIGLIORARE QUESTO ASPETTO FIN DAGLI ALLENAMENTI” lo metto sul podio delle perle sentite in questi ultimi tempi.

    non che sperassi in chissa’ che cosa ,pero’ le ora ed derog un taj ! ahahahah

  • 26 Marzo 2017 in 18:41
    Permalink

    Condivido! Questa è tra le top

I commenti sono chiusi.