domenica, Maggio 26, 2024
In EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

D’AVERSA: “ABBIAMO FATTO UN MEZZO PASSO FALSO; DOBBIAMO CHIUDERE PRIMA LA PARTITA, RINCORRERE NON E’ FACILE MA IL CAMPIONATO NON E’ANCORA FINITO”

Mister Roberto D'Aversa(Ilaria Mazzoni) – Molta delusione, stasera, per il tecnico crociato che, a qualche manciata di minuti dalla fine della gara, ha visto svanire la vittoria della propria squadra. Per D’Aversa l’errore è stato quello di non chiudere prima la partita; insomma, anche dopo essere passati in vantaggio bisognava continuare a macinare gioco e segnare la fine dei giochi. Parma che, però, per l’allenatore non pecca di scarsa umiltà anche se ammette che, inconsciamente, magari il pensiero di essere più forti c’è. Di certo bisogna migliorare la gestione di alcuni momenti della gara, anche perchè, come dimostrato da questa gara, basta poco per lasciarsi sfuggire i tre punti. Insomma, un mezzo passo falso del Parma l’allenatore, però, resta positivo: il primo posto non è un miraggio, bisogna continuare a provarci. Non è finita. Crociati che, nel primo tempo, hanno dimostrato poca cattiveria nel concludere a rete, atteggiamento che, nonostante il goal del vantaggio, ha segnato anche il secondo tempo. Per quanto riguarda l’aspetto fisico il tecnico giudica positivamente questo match, il problema è stato più mentale. Sottolinea, poi, come, soprattutto da quando occupa lui il posto in panchina, la squadra abbia sprecato molte energie mentali; rincorrere non è facile, a maggiore ragione quando si conosce il risultato della prima della classe. Per quanto riguarda, invece, il nervosismo che ha caratterizzato il finale di gara il tecnico spiega che c’è stato qualche atteggiamento privo di rispetto nei confronti dei suoi. Insomma, è volata qualche parola di troppo, questo senza nulla togliere alla prestazione del Forlì che ha sicuramente condotto la partita della sua vita. Per quanto riguarda le scelte tecnica spiega di essere passato alla difesa a tre per meglio sfruttare le caratteristiche degli interpreti in campo di questa sera. Cambio tattico anche quello di Nunzella. D’Aversa che rassicura tutti: la sua squadra ha la mentalità giusta per recuperare le forze mentali e per continuare questa rincorsa al primo posto sperando, magari, in un qualche passo falso della nostra diretta concorrente. Ilaria Mazzoni

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO PARMA-FORLI’ 1-1

9 pensieri riguardo “D’AVERSA: “ABBIAMO FATTO UN MEZZO PASSO FALSO; DOBBIAMO CHIUDERE PRIMA LA PARTITA, RINCORRERE NON E’ FACILE MA IL CAMPIONATO NON E’ANCORA FINITO”

  • GALLO DI CASTIONE

    Cerchiamo di capirci. Molti cross per le teste delle Mezzali che non potevano arrivarci.
    Gli inserimenti provvidenziale di Scavone e Munari don mancati come la loro fisicità in mezzo al campo.
    Nel primo tempo le due punte erano Scaglia e Calajo con Baraye troppo arretrato.
    Chiaro che si sarebbe dovuto impostare un gioco più veloce per sopperire alla mancanza di fisicità.
    Togliere Scaglia nel finale ci ha provato ancor di più di fisicità ed il loro gol (che è stato del tutto casuale) era possibile che arrivasse ed è arrivato. Io avrei rinforzato il centrocampo con fiori Ciccio ( o Scozzarella) è dentro Giorgino e avrei lasciato assolutamente Scaglia.
    Da buon dietrologo Ora avrei anche rimesso in campo un difensore dopo che Ricci ci aveva aiutato ad andare in vantaggio.
    Era una guerra dei nervi e l’abbiamo persa. Purtroppo

  • Deve lavorare molto sulla testa ci innervosiamo troppo facilmente, a partire dai più esperti. Gli avversari menano e provocano sarà così fino alla fine.
    Oggi tanti giocatori sotto tono ma come nella partita precedente possesso con troppi errori, i cross poi non servono a niente. Mi preoccupa molto il portiere. I conti li faremo alla fine

  • Anche per me non è una questione di condizione fisica. Basta vedere che quando attaccavamo con convinzione arrivavamo facilmente in porta. Speriamo che questo sia il calcio nel sedere che serva per svegliarci.

  • Sono molto deluso. Mi è sembrato di rivedere il Parma di Apolloni e non è cosa buona. Fai un gol e tutti chiusi dietro… sento nei vari forum che in molti si attaccano all’arbitro. Svegliamoci, l’abitro ieri non ha influito per niente, siamo noi che abbiamo inspiegabilmente mollato dopo l’uno a zero e questo non va assolutamente bene. E poi ancora con la menata che gli altri vengono qui a fare la partita della vita…ma dai la…cosa dobbiamo sperare, che vengono qui e non si impegnino?Che stendano un tappeto rosso e ci consegnino i 3 punti e un bacino sulla guancia?
    Se vuoi andare in B non puoi assolutamente pareggiare in casa col Forlì, al 89′ poi. Io non so come andrà a finire, ma se il Venezia salirà sarà perchè se l’è meritato, poche balle,,,,hanno una costanza incredibile, e con le piccole non ne sbagliano una. E’ così che si vincono i campionati purtroppo. Già con l’Albinoleffe si sono visti dei problemi, per poi palesarli nuovamente con il Feralpi, ma le abbiamo portate a casa con un risicato 1-0. Stavolta non è andata bene e ne dobbiamo prendere atto, cercando di correggere il prima possibile i problemi palesati. Forse ci siamo montati la testa, pensando che tanto le partite le possiamo vincere senza impegnarci troppo, ma non è così e adesso rischiamo grosso. Sperema be

  • Un’ultima cosa …Nunzella impresentabile….fine

  • Bisogna sempre pensare prima ai propri limiti ed errori ma ha ragione chi si è lamentato dell’arbitro, col forli in 10 sarebbe stato diverso, per non parlare degli ultimi minuti.
    Nessuno toglie meriti al venezia però bisogna rendersi conto che si fatica molto di piu a rincorrere e che loro hanno 4 mesi di lavoro in piu.
    Trovo anche stucchevoli i continui paragoni con apolloni minotti scala e compagnia, primo perchè sono inutili, secondo perchè con questa gestione i risultati sono buoni.
    Bisogna continuare a lavorare perchè si può crescere tanto, se dovremo andare a firenze ce la giocheremo con tutti e ci vorrà l’aiuto di tutti, sono certo che chi viene sempre a lamentarsi sarà sicuramente sugli spalti a tifare

  • I paragoni con la gestione Apolloni viene da se farli, ma sul piano del gioco. Se ho detto che la partita di ieri mi è sembrata una partita della vecchia gestione non vedo cosa ci sia di male. Detto da me poi che ho sempre sostenuto e sostengo che il “nuovo” Parma è nettamente meglio del “vecchio” sul piano del gioco. Ma ieri no, e questo mi preoccupa. E’ vero, ci mancano giocatori importanti, ma con la stessa ossatura evavamo anche prima di gennaio svoltato (vedere derby). Con questo non ci rimane che sperare in un crollo del Venezia, ma sinceramente mi sembra al quanto improbabile. Poi domeni tra l’altro andiamo a Mantova, che ultimamente si è ripreso alla grande e vanta tra le sue fila un certo Guazzo, che con loro ha già segnato 3 reti, e avrà parecchia voglia di rivalsa credo. Tanto noi abbiamo Sinigaglia…(????)

  • ancora con gli arbitri, dai ragazzi anche noi abbiamo rischiato con un paio di cosette, su là…
    non possiamo pensare di vincere il campionato attaccandoci a queste cose come se fossimo gli ultimi del carro.
    Abbiamo dei problemi di gioco.
    Li abbiamo avuti anche in altre partite recenti ma le vittorie hanno mascherato il problema.
    I giocatori dicono ci abbsssiamo troppo, siamo entrati per stare stretti !!! ( ma bravi!!! quando è risaputo che bisogna allargare il gioco… mah)
    E non tiriamo sempre fuori delle scuse.
    Prima accettiamo la realtà prima ne possiamo uscire.

  • Luca il lucano

    Io lo dicevo dall’inizio che NUNZELLA è scarsissimo, tra tutti quelli che sono stati ceduti mancava solo lui. Comunque vada difficilmente vedrà il campo

I commenti sono chiusi.