DOPO LA FUMATA BIANCA DI IERI PER BARAYE E NOCCIOLINI, ECCO OGGI QUELLA PER MAZZOCCHI: SI SCRIVE RINNOVI, SI LEGGE MENTALITA’ NUOVA

mazzocchi(Luca Savarese) – Dopo i due gol dei rinnovi di Yves Baraye e Manuel Nocciolini, ecco la terza rete rappresentata dal rinnovo di Pasquale Mazzocchi e per giunta fino al 2021. Insomma, aspettando la sfida di domenica pomeriggio ai virgiliani in casa loro, il Parma, in casa propria, lega a se tre ragazzi di sicuro valore e, di certo avvenire. Di Baraye e Nocciolini si è già detto ieri. Ora, si aggiunge un altro mattone ad un progetto che vuole, per usare un’espressione tanto cara a Rudi Garcia, rimettere il Parma al centro del villaggio. Tre investimenti, tre conferme di come la volontà della società voglia marciare in una sola direzione, quella di una crescita rinnovando la fiducia alle proprie forze, permettere loro di esprimersi ancora, con la stessa maglia, la casacca Crociata. In un momento storico e calcistico delicato, dove molte realtà, anche di terza serie, si sfaldano perdendo i loro pezzi da novanta, non scommettendoci su e quindi deprezzandoli oppure rinunciandovi facilmente alle prime proposte indecenti, ecco la nuova strada, che attraverso queste prime tesserine di un grande puzzle, sembra voler intraprendere il Parma. Anche Pasquale Mazzocchi, nato a Napoli il 27 luglio del 1995, prodotto delle giovanili del Benevento, ed ex Verona e Rimini, nei prossimi anni avrà due soli colori in mente e sulla maglia: il giallo ed il blu, accompagnati da una croce. Croce per molte difese, con le sue movenze felpate ed al contempo veloci, tanto da venire in breve tempo soprannominato dai tifosi PM7. Esterno alto o basso, secondo la cara terminologia dei giorni nostri, un campioncino come si dice da sempre, un crack per dirla alla spagnola. Tre donne intorno al cor mi son venute raccontava Dante, Yves, Manuel, Pasquale, tre giocatori intorno ad un progetto ci sono venuti. Uno sguardo al futuro, rimanendo ben piantati in un presente tutto da conquistare. Parma, era da tanto che non si vedeva una spina dorsale solida e coraggiosa, capace di unire, mediante nuovi contratti, il presente e il futuro, ben attenta a non ripetere gli strappi e gli intoppi di qualche usurato muscolo del passato. Luca Savarese

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

RINNOVATO IL CONTRATTO DI MAZZOCCHI FINO AL 30.06.2021

RINNOVATI I CONTRATTI DI BARAYE E NOCCIOLINI FINO AL 30.06.2019

IL RINNOVO DEI CONTRATTI DI BARAYE E NOCCIOLINI FINO AL 2019. MATTONE SU MATTONE VIENE SU UN GRANDE PARMA. PROSIT

17 pensieri riguardo “DOPO LA FUMATA BIANCA DI IERI PER BARAYE E NOCCIOLINI, ECCO OGGI QUELLA PER MAZZOCCHI: SI SCRIVE RINNOVI, SI LEGGE MENTALITA’ NUOVA

  • 9 Marzo 2017 in 23:09
    Permalink

    Ora portateci in B http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 10 Marzo 2017 in 07:12
    Permalink

    Luca certo andremo in B, non certamente quest’anno che abbiamo la SCALAttite biologica un virus veneto difficile da debellare in tempi brevi anche perché non si possono utilizzare per questo contagio insetticidi essendo una malattia biologica.
    Pazienta Luca un anno quando anche se ci sarà una recidiva noi ne saremo immuni in quanto già stati contagiati e i nostri anticorpi saranno a difesa di ogni virus biologico esistente.http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif

  • 10 Marzo 2017 in 10:12
    Permalink

    Spero solo di non sentire mai più interviste o uscite biologiche

  • 10 Marzo 2017 in 10:28
    Permalink

    QUESITO FUORI TEMA x esperti del regolamento Lega Pro ( non ho voglia di andare a leggerlo !! ):

    Tema: qualificazione ai play off

    Ricordo che si qualificano, rispettivamente per i 3 gironi:
    – la seconda che passa direttamente alla fase 2 dei medesimi dove si procede x eliminazione diretta
    – dalla terza alla 10^ che si incontrano tra di loro

    da questi incontri escono le 12 vincitrici ( 4 per ogni girone ) che si aggiungono alle tre seconde qualificate oltre alla vincitrice della Coppa Italia Lega Pro = 16 squadre per gli ottavi in partita unica ..

    Ora, visto che la finale di coppa italia sarà MATERA – VENEZIA,
    supponendo che una delle due oppure entrambe arrivino PRIMA O SECONDA nel proprio girone ( andando quindi direttamente in serie B oppure, ai play off come seconda ) chi passa come vincitrice della coppa lega pro in questo caso ?
    per definire la sedicesima squadra ?

    una delle due semifinaliste ??

    Ancona ?
    Padova ?

    a parte il fatto che sono dello stesso girone, ma se fossero di due gironi diversi ???? se entrambe fossero magari .. già seconde nel loro girone ??

    non mi sembra così semplice o sbaglio ??

    un grazie a chi vorrà cimentarsi nel trovare la risposta !!

    moro

    • 10 Marzo 2017 in 16:30
      Permalink

      eh bel dilemma.. francamente non so dare una risposta e dubito che il regolamento sia chiaro in proposito. Se proviamo a ragionarci per analogia prendendo la coppa di seria a in chiave qualificazione europea le semifinaliste non vengono premiate in nessun caso e qualora entrambe le finaliste siano già qualificate per il posto si pesca in campionato.
      Proviamo a salvarci in corner dicendo che il matera non arriva davanti a foggia e lecce 🙂

  • 10 Marzo 2017 in 10:53
    Permalink

    Ma di Saporetti? Si sono perse le tracce? Eppure aveva fatto bene in più di un’occasione. Perché non riportare a Parma Adorni? Perché non vedere in attacco il giovane Mastaj domenica contro il Mantova? Almeno vediamo di che pasta è fatto. Ricordo che un certo Gianluigi Buffon esordì a 17 anni…. poi ha sempre giocato. Il buongiorno si vede dal mattino, ed i giovani vanno fatti giocare, che cosa possano maturare seduti in panchina nessuno lo sa.

    • 10 Marzo 2017 in 15:23
      Permalink

      Lukfur ma cosa dici?
      Vuoi rimanere in lega pro un decennio?

  • 10 Marzo 2017 in 11:14
    Permalink

    Oltre agli scontri diretti persi e pareggiati con il Venezia (per cui dobbiamo ancora mangiarci le mani) vi è un’altra causa della perdita dei punti nei confronti dei Lagunari.
    Mi riferisco al pasticciaccio dell’esonero di Apolloni & Co senza avere un valido sostituto (e sottolineo che non ci sarebbe stato nulla di male). Siamo rimasti due giornate nelle mani di Morrone, che in panchina vale molto di meno del buon Apollo (avete visto cosa combina sulla panchina della berretti? Nulla, una pena) racimolando solamente un misero punticino. Con Apollo avevamo fatto una media di 1.78 punti, inadeguata per rimontare e vincere il girone, mentre con D’Aversa tale media è salita vertiginosamente a 2.5 punti a partita. Fermo restando che sarebbe stato opportuno esonerare Apolloni alla 9a giornata dopo la sconfitta casalinga con la Feralpi, il pasticciaccio esonero di Apolloni e l’impreparazione della società ci ha fatto perdere almeno 2 punti sul Venezia. Infatti alla 14a giornata, dopo il 1-4 cÖl Padova eravamo a -4 dal Venezia, diventati -6 quando è arrivato D’Aversa. Speriamo che si sua fatto tesoro di questa esperienza.

    • 10 Marzo 2017 in 11:46
      Permalink

      Bravo lukfur, io al termine di quella partita dissi testualmente adApolloni mentrecentrava neglibspogliatoi.
      “SE SE UN UOMO DIMETTITI.”
      Lui mi guardò ascoltò quello che glibdissi e si avviò berso gli spogliatoi MA MON MI ASCOLTÒ.
      Ecco. quel giorno dopo la Feralpi la società doveva intervenire ma dimenticavo non si poteva farlo la squadra e la dirigenza avevano la SCALA ttite.

  • 10 Marzo 2017 in 11:38
    Permalink

    Non è che i gondolieri siano più forti di noi.
    Hanno solo programmato la preparazione estiva in modo VINCENTE.
    In primavera quando si vincono i campionati, la squadra dei gondolieri è esposa come una granata, mentre noi con una preparazione estiva biologica sbagliata siamo scoppiati.
    Qualcuno dirà che non è vero che la squadra corre ma quanpdo la lingua dallo sforzo sembra toccare l’erba, anche il cervello è meno lucido e di conseguenza si sbaglia.
    Detto questo è pura urtopia pensare in una crisi del Venezia. è più reale che.noi se molliamo leggermente, faremo molta fatica a raggiungere il secondo posto

  • 10 Marzo 2017 in 12:24
    Permalink

    Concordo con Lukfur
    Quando la società ha esonerato l’allenatore senza avere un pronto sostituto ha messo la squadra in grande difficoltà lasciandola nel vuoto.
    La Reggiana per esempio ha esonerato l’ allenatore si, ma prima ha rifiutato le dimissioni del tecnico per avere un allenatore in carica fino al momento in cui hanno avuto il sostituto cosa che è infatti avvenuta

    Non sappiamo se con Apolloni sarebbe andata come con Morrone però sta di fatto che lo sbandamento del licenziamento di tutti senza avere un altro tecnico pronto non ha giovato.
    Purtroppo Morrone di 6 punti disponibili ne ha portato a casa solo 1

    Non dimentico il goal VALIDO alla terza giornata col sant’arcangelo!!!!
    che andrebbe aggiunto allo score di Apolloni per onestà.

    quelli si che sono 2 PUNTI che mancano!!
    Ricordo che lo dissi al mio vicino speriamo che alla fine non ci vengano a mancare proprio questi

  • 10 Marzo 2017 in 12:58
    Permalink

    Ma ci vogliamo rendere conto che con Apolloni e Scala e la media punti biologica saremmo 8/9? Ripeto dove siamo ora è già un miracolo quindi cerchiamo di essere e di trasmettere positività. Invertire così nettamente è stata un’impresa titanica. Dobbiamo solo stare compatti e cercare di arrivare più in alto possibile. Cavolo cerchiamo di stare compatti e forti!

  • 10 Marzo 2017 in 13:15
    Permalink

    …sinceramente io non sono d’accordo con Lukfur…non credo che un allenatore diverso da Morrone o lo stesso d’aversa avessero potuto avere un effetto rapido ed efficace in un periodo dove chissà cosa stava succedendo all’interno dello spogliatoio…Non diamo le colpe a Morrone che povero non c’entra nulla…
    in più non credo che la beretti sia una squadra cosi forte…

  • 10 Marzo 2017 in 13:36
    Permalink

    beh qui non si tratta di Morrone, che condivido è incolpevole proprio perchè è entrato in un momento di sbando almeno emotivo della squadra.
    però non si può negare che una squadra con lo staff tecnico azzerato di colpo (cosa mai vista prima di allora tra l’altro) non ne abbia risentito e non sia stata quindi nelle condizioni migliori per giocarsela.
    La testa come dice sempre anche D’Aversa è fondamentale quindi quel vuoto ha inciso di sicuro, ma cosa fatta capo ha.

  • 10 Marzo 2017 in 15:01
    Permalink

    La Berretti è partita dal nulla e crescere giovani dal nulla è lavoro lungo e difficoltoso.

    Forza Parma e grazie a Morrone

  • 10 Marzo 2017 in 16:41
    Permalink

    Speriamo però in buone dosi di pesticidi per far crescere come si deve questi giovani. No ad agricoltura biologica e km 0!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI