LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL, di Luca Tegoni / Il Parma batte il Gubbio 4-1. Ma non i demoni…

(Luca Tegoni, video dal canale ufficiale YouTube del Parma Calcio 1913) – Quando l’arbitro fischia la fine del primo tempo il Parma è in vantaggio per tre a zero. Partita giocata bene, concentrati e veloci, giocate precise e continue. Baraye è protagonista in tutte e tre le reti per avere effettuato il passaggio decisivo e così Calaiò e Nocciolini tornano ad essere i finalizzatori che abbiamo conosciuto. Determinante anche il supporto nella preparazione delle prime due azioni di Scaglia che nella prima trova libero Baraye a ridosso dell’area di rigore che a sua volta mette una palla in mezzo sulla quale si avventa con decisione Calaiò per scartare il portiere e mettere la palla in rete e quindi, nella seconda, crossa per la testa di Baraye che libera la testa di Nocciolini per la rete. La terza poi è la volta di Baraye a servire la corsa di Scaglia dentro l’area che tira e fa accompagnare la palla in porta da un difensore. Finalmente!

Poi si va negli spogliatoi, si va al riposo e qui, abbassata la concentrazione e la determinazione, ritornano i demoni. I demoni sono la parte di noi stessi che contrastano la volontà, la regola, che sussurra all’orecchio che non vale più la pena di sbattersi tanto, che ormai il Gubbio è a terra, che abbiamo già vinto. Il demone silenzioso e compiacente si insinua e si sostituisce alla propria personalità. Almeno a quella che pensiamo di avere con costanza. Poi si torna in campo e quella voce, improvvisamente, ha preso il posto dell’anima. Il demone conduce i giocatori in tal modo che sembrano disorientati, rallentati, fuori equilibrio, timorosi, in ritardo sui contrasti. La sufficienza, un modo di giocare che contraddistingue soprattutto i migliori quando il loro demone ha il sopravvento, diventa regola e le giocate più semplici diventano complicate.

I demoni, maledetti incoscienti, si divertono così, a non raggiungere il risultato. Smetto quando voglio, ma non mi viene mai voglia.

La differenza tra le squadre in campo è comunque sufficiente per gestire, seppur tra qualche affanno o addirittura brivido, la partita che viene, alla fine, vinta dal Parma per quattro a uno. Anche il quarto goal parte da Scaglia che batte un calcio d’angolo con la traiettoria giusta per non essere preda del portiere e per capitare proprio dove arriva Iacoponi, che, dopo essersi liberato con forza dei difensori, colpisce “sapientemente” con un ginocchio e segna la sua prima rete crociata.

Oltre ai nostri demoni che oggi, più di tanto, non hanno potuto, ci sono anche quelli che importunano gli operatori televisivi. Le immagini che ci arrivano dagli studi di TV Parma sono qualitativamente inqualificabili. Le inquadrature sono spesso il contrario di quelle che dovrebbero essere, strette invece di larghe, larghe invece di strette. Troppe volte l’operatore perde di vista il pallone o magari i giocatori che partecipano all’azione. Capisco che, per motivi economici e logistici, non ci possa essere che una telecamera a riprendere la partita, però, signori di Lega Pro Channel, datela in mano a qualcuno che la sappia usare.

Con serenità attendiamo i demoni veneziani che, sembra, si siano ieri manifestati. Parma vince a Gubbio quattro a uno. Luca Tegoni, video dal canale ufficiale YouTube del Parma Calcio 1913

Stadio Tardini

Stadio Tardini

9 pensieri riguardo “LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL, di Luca Tegoni / Il Parma batte il Gubbio 4-1. Ma non i demoni…

  • 27 Marzo 2017 in 13:02
    Permalink

    E intanto abbiamo rosicchiato 2 pt al Venezia! Se vinciamo con Maceratese e a Padova ci giocheremo ancora il primo posto!
    Potete darmi anche del matto ma io ci credo ancora!!

    • 27 Marzo 2017 in 13:20
      Permalink

      Potrei crederci solo se il Venezia perdesse punti anche nella prossima gara.

      • 27 Marzo 2017 in 23:01
        Permalink

        ……e nella prossima ancora

  • 27 Marzo 2017 in 13:34
    Permalink

    Non so se avete notato ma da quando Baraye gioca nel suo ruolo e cioè fa l’attaccante è sempre tra i migliori in campo.
    (Apolloni occhiali anzi OCCHIALONI please)
    Il suo voto mai è sotto al 7.
    Rispetto all’anno scorso è maturato tantissimo.
    Ora gioca per la squadra e non più per se stesso.
    Controllate gli assist vicenti che ha fatto quest’anno
    Ne ha fatti tanti in modo industriale
    È cambiato come il gioro e la notte.
    GUAI CHI MI TOCCA BARAYE.
    LO SBRANO.
    Questo giocatore ci portera’ in serie A dove fara’ parlare molto di se per le sue giocate finché purtroppo qualche bigce lo freghera’
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif
    LA NOSTRA SQUADRA È FORTE ma è vero a volte vede i demoni e s’impaurisce.
    QUANDO IL PARMA CAPIRA’ CHE SONO GLI ALTRI A DOVER AVERE PAURA DI NOI e non viceversa, allora se su ogni campo saremo convinti della nostra forza e saremo concentrati come con la Reggiana o come nell primo tempo di Venezia e il primo tempo di ieri, e non ci faremo impaurire da nessuno
    PERCHÉ SIAMO I PIÙ FORTI ( anche del Venezia se giochiamo come siamo capaci)
    allora VINCERMO I PLAY OFF.

  • 27 Marzo 2017 in 14:24
    Permalink

    va pian che ieri abbiamo vinto contro dei messi peggio di noi …
    erano impalpabili ovunque …

    • 27 Marzo 2017 in 15:16
      Permalink

      digol,che pesenti al zuga in tla pro piasensa

  • 27 Marzo 2017 in 15:19
    Permalink

    Mauro hai ragione ma il nostro girone tolto padova e venezia è fatto solo di squadre impalpabili….. e siamo riusciti a perdere anche contro i morti (ANCONA DOCET). Rimango convinto che sarebbe bastato veramente poco per vincere questo campionato…..

  • 27 Marzo 2017 in 17:50
    Permalink

    FANO DOCET … piuttosto direi così perchè questo è stato decisivo (Ancona era ancora rimediabile)

    resta un dato che mi piacerebbe venisse spiegato o quantomeno considerato perchè è un pò strano

    col VECCHIo parma abbiamo recuperato 3 punti sul venezia
    giocando una bella partita per intensità e determinazione (resta ancora l’unica degna di nota davvero) con la Reggiana

    col NUOVO parma ne abbiamo persi 7 in 3 partite.

    Allora colpa dei giocatori? Colpa della guida tecnica?

    E non mi si venga a dire che è lo stress da inseguimento perchè allora tutte le seconde dovrebbero suicidarsi ..

    Noi dovevamo andare in B subito e quella motivazione dovevea superarle tutte, poche balle.

    Quindi alla luce della partita di ieri dove qualche giocatore di cat. superiore ha fatto il suo e quindi ha fatto la differenza (perchè c’è stato solo quello) mi chiedo perchè col Fano ha inserito Calajò nel secondo tempo? E’ entrato nervosetto e abbiamo visto il risultato che si è tradotto in una frenesia alla ricerca del goal che prevedibilmente non è arrivato.

    Perchè Scozzarella (anche ieri) passa sempre la palla a Lucarelli e non imposta mai o quasi mai? Perchè ci difendiamo sempre arretrando dentro l’area e non nella nostra trequarti come sarebbe auspicabile?

    Sono solo alcune domande.

  • 27 Marzo 2017 in 18:06
    Permalink

    Lo sai che ho sempre molto RISPETTO del tuo parere :

    è inutile riprendere i discorsi già fatti ma…i veneziani hanno mantenuto un campionato con rendimento globale complessivo + elevato !!
    noi abbiamo recuperato fino a meno 3 e poi abbiamo dilapidato il tesoretto ( inutile dire che i meno 7 MANCATI punti dalla 28 alla 30^ giornata ieri sarebbero arrivati a MENO 1 DAL VENEZIA )

    non è che sarebbe bastato poco ..tante componenti hanno inciso..
    gli errori, in generale, sono alla base di tutto
    e non mi riferisco alla gestione precedente : il nuovo corso ha ereditato una squadra, una classifica e un cammino da riprendere ..
    tanto è stato fatto ma…proprio nel trittico, sulla carta semplice ( ma pure sul campo ) ci siamo sciolti al sole …

    unica strada percorribile ora PLAY OFF
    oppure speriamo che loro pareggino a Bolzano e in casa col Feralpi
    noi si batta Maceratese e Padova e quest’ultima batta poi loro ??

    fantastica$$$$$ iiii
    ..

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI