SPECIAL DERBY DI IV CATEGORIA: LE EMOZIONI DEI CROCIATI “VA’ PENSIERO” CHE HAN BATTUTO LA REGGIANA 8-1. MISTER CAVALLI: “ORGOGLIOSI DI INDOSSARE LA CROCIATA”. IL PORTIERE PROCINO: “VOLEVO FAR GOL E CI SONO RIUSCITO”

Il portiere goleador Mirco Procino, Gabriele Majo e Mister Stefano Cavalli(www.parmacalcio1913.com) – Ha debuttato ieri pomeriggio, giovedì 30 Marzo 2017 al Centro Sportivo Reggiana di Via Mogadiscio a Reggio Emilia, il IV Torneo #iovogliogiocareacalcio…in legapro, riservato ai portatori di disabilità, con lo special derby vinto dai Crociati (rappresentati dalla selezione dell’Associazione Va’ Pensiero, adottata dal Parma Calcio 1913 per questa competizione, grazie alla mano felice dell’A.D. Luca Carra che li ha scelti) sulla Reggiana per 8-1. Le reti sono state segnate da Gianluca Bonaventura, Marco Capellini (3), Francesco Virelli, Cataldo D’Amato, Mirko Procino (il portiere!) e Stefano Fegola. Il gol della Reggiana è stato siglato, nel finale da Salvatore Fortezza. Ma quella di ieri, 30 marzo 2017, è una data storica: hanno vinto tutti, con un evento che ha fatto scendere in campo opportunità, amicizia, voglia di giocare e fair play.

Al termine della partita, al microfono di Gabriele Majo, responsabile ufficio stampa e comunicazione del Parma Calcio 1913, hanno portato la propria testimonianza l’allenatore Stefano Cavalli e il portiere goleador Mirko Procino:

Le parole del Mister Stefano Cavalli:

“Noi come associazione Va’ Pensiero abbiamo iniziato a lavorare insieme da una ventina d’anni per cercare di formare una squadra che sia tale non solo sul campo, ma anche al di fuori, perché il nostro compito è dare l’opportunità a tutti di fare sport, perché lo sport vuol dire salute mentale, benessere, aggregazione, vincere i pregiudizi, perché nel campo da gioco siamo tutti uguali, non ci sono differenze. Poi, naturalmente, se la squadra avversaria è più forte, tanto di cappello, ma bisogna anche saper perdere, ma noi ce la mettiamo sempre tutta per vincere, come è normale che sia. E’ giusto che si giochi per vincere, come fanno tutte le squadre, incluse quelle di serie A o anche le più piccole, però sempre nel rispetto dell’avversario, perché lo sport ha delle regole educative, di valore sociale, che vanno rispettate, per cui l’avversario va sempre rispettato, si gioca tutti insieme, come squadra, perché insieme si vince, se si gioca individualmente non è divertente per nessuno, quindi il messaggio è di condividere momenti e spazi e giocare insieme come squadra, rispettando l’avversario. Questo significa non vincere a tutti i costi, ma vincere con correttezza e se si merita, perché le vittorie bisogna meritarle, e quindi giocare meglio degli altri. Il nostro vantaggio, visto anche oggi, è che sono tanti anni che giochiamo, che stiamo insieme, ed è importante anche il rapporto che si crea all’interno della squadra, perché se c’è un rapporto buono la squadra vince, mentre se anche ci sono dei campioni, e la squadra non è unita e non c’è accordo, è difficile vincere.
Noi siamo contenti di rappresentare il Parma, perché è una grande squadra, che ha avuto una grande storia: poi ci sono stati degli anni un po’ difficili, confusi e complicati, però, per me, meriterebbe la serie A, per la qualità dei giocatori, per la storia, non solo della squadra, ma anche della città. Parma è una città riconosciuta anche a livello europeo: non a caso abbiamo l’EFSA, l’Authority alimentare, quindi è una città che merita una squadra di serie A. Io credo che la società di adesso sia una società da serie A, e come dico ai miei giocatori di crederci e di dare il massimo in un qualsiasi momento, mi permetto di dirlo anche ai giocatori del Parma. Io ai miei giocatori non chiedo di fare e di brigare, ma semplicemente di dare il massimo, in un qualsiasi momento, in qualsiasi ruolo giochino, in qualsiasi posizione, con qualsiasi squadra, che è sempre la cosa più importante. Poi, quando uno ha dato tutto, non gli si può rimproverare niente… La maglia Crociata? La prima cosa che mi han chiesto, quando l’hanno vista, è stata: me la regali? E io ho detto: adesso la usiamo per giocare, poi vedremo… Comunque si sono sentiti onorati di portare la maglia della Parma, perché sono tifosi del Parma e anche loro amano la città e quindi la squadra del Parma. Oggi si sono sentiti veramente il Parma… Vincere il derby, poi, è stata una soddisfazione anche maggiore, perché con la Reggiana anche quando eravamo in serie A c’era arlìa… Questa iniziativa, potendo indossare la maglia della propria squadra, sarebbe bello avesse una continuità: è una novità che ha entusiasmato tutti. Continuità significa creare un rapporto stretto con noi, poter venire a vedere giocare il Parma, stare tutti insieme… E’ un po’ che ne parliamo, ma è una bella amicizia che fa bene a tutti: a noi, alla squadra del Parma e a chi ci segue. Quando una cosa fa bene a una persona fa bene a tutti… Dopo questa vittoria abbiamo sulle spalle una grossa responsabilità: le prossime partite saranno più dure, ci sono alcune squadre che abbiamo conosciuto in passato che sono molto toste, che ci daranno del filo da torcere, ma noi faremo come oggi, ce la metteremo tutta, e poi vinca il migliore… Il portiere goleador? E’ perché nessuno se lo aspetta: gli avevo detto: quando vedi l’occasione parti e vai, e lui è molto bravo, perché anche lui è molto allenato, è preparato, e poi devo anche dire che pure lui ha questo spirito di squadra, per cui il suo gol è della squadra e per la squadra, non per sé. Comunque anche lui ci ha tenuto a dare il suo contributo, benché portiere… Ma in realtà lui è un attaccante, oggi ci mancava il portiere, e visti i suoi trascorsi l’ho messo in porta… Diciamo che è un jolly”

Le parole del portiere-goleador Mirko Procino:

“Credo che nelle prossime partite ci sarà qualcosa di sorprendente… Saremo competitivi con le altre squadre. Il mio gol? Mi sono detto: mi muovo un attimino, vado là… faccio una scappatina, una corsetta… Non se lo aspettava nessuno… Non mi era capitato altre volte di spingermi in avanti, ma volevo fare un gol… Passare il pallone a un compagno? Non ci ho pensato, volevo andare in porta… Se ho fatto altri gol in carriera? Molti! Ma non giocando da portiere, ma in attacco… Io sono un ex portiere, tanto tempo fa giocavo in porta, mi allenavo con l’Astra, poi ho smesso e sono diventato attaccante… Oggi, tra i pali non c’era molto da fare, e io volevo lasciare il segno, mi andava di fare gol…”.

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 LA VIDEO INTERVISTA DI GABRIELE MAJO, RESPONSABILE UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DEL PARMA CALCIO 1913 AL MISTER STEFANO CAVALLI E AL PORTIERE GOLEADOR MIRCO PROCINO

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 TUTTI I GOL DELLO SPECIAL DERBY REGGIANA-PARMA 1-8

1 – REGGIANA-PARMA 0-1, 6′ GOL DI CATALDO D’AMATO

2 – REGGIANA-PARMA 0-2, 12′ GOL DI MARCO CAPPELLINI

3 – REGGIANA-PARMA 0-3, 1′ ST GOL DI MARCO CAPPELLINI

4 – REGGIANA-PARMA 0-4, 2′ ST GOL DI MARCO CAPPELLINI

5 – REGGIANA-PARMA 0-5, 4′ ST GOL DI FRANCESCO VIRELLI

6 – REGGIANA-PARMA 0-6, 5′ ST GOL DEL PORTIERE CROCIATO MIRCO PROCINO

7 – REGGIANA-PARMA 0-7, 7′ ST GOL DI GIANLUCA BONAVENTURA

8 – REGGIANA-PARMA 0-8, 8′ ST GOL DI STEFANO FEGOLA

25 – 9′ ST REGGIANA-PARMA 1-8, 13′ ST GOL DI SALVATORE FORTEZZA

10 – REGGIANA-PARMA 1-8 (FINALE) – I COMPLIMENTI DELL’A.D. LUCA CARRA E DEI RAPPRESENTANTI DEL CENTRO DI COORDINAMENTO PARMA CLUBS AI CROCIATI PER LA VITTORIA

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL PARMA CALCIO, RAPPRESENTATO DAL GRUPPO SPORTIVO VÀ PENSIERO, ESORDISCE IN QUARTA CATEGORIA (CAMPIONATO DISABILI) VINCENDO 1-8 LO SPECIAL DERBY A REGGIO EMILIA (VIDEO-CRONACA)

L’AD CARRA ALLA PRESENTAZIONE #IOVOGLIOGIOCAREACALCIO … IN LEGA PRO, IL TORNEO DI QUARTA CATEGORIA RISERVATO AI PORTATORI DI DISABILITÀ (VIDEO)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “SPECIAL DERBY DI IV CATEGORIA: LE EMOZIONI DEI CROCIATI “VA’ PENSIERO” CHE HAN BATTUTO LA REGGIANA 8-1. MISTER CAVALLI: “ORGOGLIOSI DI INDOSSARE LA CROCIATA”. IL PORTIERE PROCINO: “VOLEVO FAR GOL E CI SONO RIUSCITO”

  • 1 Aprile 2017 in 00:20
    Permalink

    Ancora bravi tutti! http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

I commenti sono chiusi.