NEMO profeta in patria… Più che giornalismo, un corto cinematografico, col trionfo dei soundbites anni ’90, ma senza novità

schiroli-slide(Riccardo Schiroli) – L’altro giorno un amico mi fa: “Tu che sei giornalista, cosa c’è di vero su Parma-Ancona?”. Visto che avrò anche dei contatti, come dice lui, ma che della vicenda non so assolutamente niente, ieri sera ho deciso di guardare Nemo – nessuno escluso, programma di Rai Due che ha ospitato, appunto nella puntata in onda ieri sera, giovedì 4 Maggio 2017 in prima serata, un servizio di Daniele Piervincenzi (volto divenuto noto con Rugby Social Club di DMax e figlio d’arte, il papà Emilio è stato l’ultimo direttore del parmigiano Polis Quotidiano, prima della chiusura per i problemi giudiziari del suo editore, connessi alla caduta del Dio Vignali, dopo una carriera al gruppo Fininvest, e poi Repubblica, VALENTINA PETRINI NEMOinfine a La 7) dal titolo Scommesse, il lato oscuro del calcio. La puntata è recuperabile interamente grazie a Rai Play (il servizio si trova al minuto 22 e 49 secondi), mentre cliccando qui è visibile, dal canale YouReporter di Alex Bocelli, lo stralcio dedicato a questa vicenda. Nemo è condotto da Valentina Petrini (giornalista pubblicista classe 1979, originaria di Taranto e che ha costruito una rispettabile fama con la primissima inchiesta sul caso Ilva) ed Enrico Lucci, ex inviato di Le Iene. Nella sua prima stagione, Nemo era stato in effetti liquidato come “brutta copia di Le Iene” ed era stato chiuso per i bassi ascolti. Quest’anno, pur essendosi recentemente meritato una citazione nel peggio della settimana del sito Badtv.it, gli ascolti sono in evidente crescita e la puntata di giovedì ha avuto oltre 1 milione di spettatori.

nemo spifferaIl servizio sul calcio scommesse dal punto di vista estetico (è montato benissimo e Piervincenzi ha un certo charme) mi è molto piaciuto. Ma più che giornalismo, mi è parso un corto cinematografico. E visto che l’ho guardato per informarmi sulla vicenda, ammetto che non mi ha dato nulla. Piervincenzi ricostruisce il caso sollevato dal giornalista de Il Mattino di Napoli Nello Mazzone, che aveva segnalato un numero anomalo di scommesse sullo 0-2 di Parma-Ancona del 9 aprile. La sua è una ricostruzione fedele, ma dal mio punto di vista eccede nell’aspetto teatrale (lo striscione dei mattino 14 04 2017 dettaglioBoys “Se qualcuno si è venduto pagherà”) e in un uso della tecnica anni ’90 dei soundbites, ovvero stralci di interviste che dovrebbero riassumere il pensiero di chi parla (e si suppone abbia parlato molto più a lungo) in modo efficace, che mi lascia perplesso. Non c’è infatti nessun indicatore del fatto che i soundbites (di Marcello Presilla, responsabile per la integrity della società svizzera di monitoraggio dati Sport Radar, del Capitano del Parma Lucarelli (estratto di conferenza stampa), del Capo Ultras noto come Frambo) siano stati verificati con i diretti interessati per capire se sono rappresentativi del loro pensiero.

piervincenzi a pozzuoluLa parte potenzialmente più succosa del servizio di Piervincenzi è quella girata proprio a Pozzuoli, dove si sarebbe registrato il flusso anomalo di scommesse. Il pezzo è costruito per far nascere nello spettatore il dubbio tipo “questi che parlano sanno, ma non dicono”. Che, alla luce dei dati raccolti, era l’unica strada per realizzare qualcosa che creasse un minimo di interesse nei telespettatori. Piervincenzi, dopo aver riascoltato le interviste, si deve in effetti essere accorto del fatto che non aveva in mano nulla.

conferenza calciatori parma con lucarelli 2Di Lucarelli, oltre al soundbite della conferenza stampa del 10 aprile, viene poi proposta un’intervista raccolta a freddo. Il Capitano del Parma concede che in Lega Pro, con molte società che non pagano gli stipendi puntualmente, la tentazione di farsi invischiare nel calcio scommesse per alcuni calciatori ci possa essere. Inutile specificare che a Parma i tesserati sono pagati con svizzera punutualità, nella presente gestione. E sul caso di lucarelli nemoParma-Ancona chiede di portare le prove. Lo aveva fatto in modo molto più sanguigno nella conferenza stampa già citata, nel corso della quale battibecca con una voce non meglio identificata (ma credo si tratti del giornalista parmigiano della Gazzetta dello Sport Andrea Schianchi), che lo ammonisce: “Ma cosa vuoi, che ti dica il codice fiscale, di chi ha parlato?” Qui arriva la parte interessante. Nello Mazzone non ha nessun obbligo di rivelare le sue fonti, nello mazzone 12 teleducatoprimarie o secondarie che siano (a meno che non glielo imponga un Magistrato, cosa che potrebbe anche succedere), ma potrebbe almeno far sapere, una volta per tutte in modo inequivocabile, se a Pozzuoli sono stati vinti milioni, come asserito nel primo articolo, o solo migliaia di euro, come ha ammesso su Facebook Marcello Presilla SportRadarrispondendo a un tifoso crociato. Visto che nel suo intervento all’emittente televisiva Teleducato questo dubbio non lo aveva certo chiarito. Purtroppo tutti i giornali che hanno ripreso la vicenda hanno dimostrato (qualora ve ne fosse bisogno) che troppo spesso il giornalismo di oggi è quello del copiaincolla, piuttosto che quello delle verifiche. Mi auguro che ci sia qualcuno che andrà a chiedere aggiornamenti a Presilla e Sport Radar su eventuali conclusioni a cui la nemo piervincenzi coi boysloro agenzia è giunta (più che altro, per amore del giornalismo) e mi auguro anche che, se c’è qualcuno che conosce i nomi di calciatori del Parma sospettabili di illecito, questi nomi li faccia (soprattutto per amore della giustizia, ma anche della rispettabilità del Parma calcio e della categoria). Infine, riferendomi al suo soundbite riportato in Nemo, mi rivolgo al Frambo: alla nostra età, dobbiamo rassegnarci al fatto che i calciatori non giocano per noi. So che così si infrange un sogno che avevamo da bambini, ma è l’amara realtà. Riccardo Schiroli

Stadio Tardini

Stadio Tardini

2 pensieri riguardo “NEMO profeta in patria… Più che giornalismo, un corto cinematografico, col trionfo dei soundbites anni ’90, ma senza novità

  • 6 Maggio 2017 in 13:11
    Permalink

    Direi che il clamore mediatico si è praticamente già spento, no? Serviva solo a gettare un po’ di fango su di noi per destabilizzare l’ambiente in vista dei playoffs.

  • 6 Maggio 2017 in 13:53
    Permalink

    Dici davvero? Secondo me alè stèda na vera sputanèda.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI