ALLA CENA NOSTALGIA DI RADIO ONDA EMILIA FABRIZIO PALLINI SCOPRE DI ESSERE ANNOVERATO NEL “REPERTORIO DEI MATTI DELLA CITTA’ DI PARMA”: MA CON LUI DOVEVAMO ESSERCI TUTTI…

schiroli-slide(Riccardo Schiroli) – “Uno sarebbe diventato un medico, ma la passione per la musica lo aveva preso fin da ragazzo. Insieme a 4 amici aveva fondato gli LSD, da Lucy in the Sky with Diamonds. Loro erano stati i primi a cantare le canzoni dei Beatles in parmigiano…”. Sono in piedi e sto leggendo pagina 87 del Repertorio dei matti della città di Parma, a cura di Paolo Nori ed edito da Marcos y Marcos. Dico: “Qualcuno dei presenti si riconosce in questo ritratto?”. La domanda è retorica. Gli LSD sono  Alberto Flammia, Roberto Perlini, Renato Rubini, Fabrizio Tagliavini e Fabrizio Pallini. E naturalmente Fabrizio Pallini è tra i presenti alla periodica radunata dei componenti della gloriosa redazione di Onda Emilia. Pallini è appena arrivato, in ritardo (strano…), preceduto dall’immancabile telefonata “dov’è che devo girare?!?”. Mi guarda perplesrepertorio matti parmaso e dice: “Hai preparato tutto tu”. Garantisco (a lui e a voi) che il Repertorio esiste. Nasce da una serie di incontri presso il circolo di Conversazione e Lettura al quale hanno partecipato: Michela Alessandrini, Giorgio Ambanelli, Caterina Bonetti, Roberto Camurri, Giovanna Cattabiani, Alessandro Cimaglia, Caterina Dacci, Elisabetta Dacci, Svetlana Erokhina, Matteo Ferrari, Marisa Lanzerotti, Francesca Laureri, Guido Moreschi, Carlotta Varga ed Elisa Vignali.
Paolo Nori via e-mail mi chiarisce: “Io ho fatto la cura e il montaggio”. Chi ha segnalato il personaggio Pallini è “uno dei ragazzi”.
Io ho chiarito a Fabrizio che provo una profonda invidia a non trovarmi anch’io tra Cilien e Stopaj, Mat Sicuri e Zambrelli, il Tosco e il Metallaro Errante.
Paolo Nori nella prefazione dichiara di essersi ispirato allo scrittore (classe 1959) Roberto Alajmo, che è l’autore di Repertorio dei pazzi d’Italia e sostiene che “forse ogni città dovrebbe possedere un repertorio dei pazzi, così come di ogni città esistono le guide dei ristoranti e degli alberghi”.
IMG-20170621-WA0020E allora, perché di noi c’è solo Pallini? Non credete che siamo tutti matti? Allora fatevi mostrare la chat creata da Alberto Barigazzi (detto Il Nero per via del colore dei capelli, che lo differenziava da Mauro Barigazzi, detto Il Rosso) e che nell’ultimo mese è stata animata da ricordi tra i più curiosi, oltre che da diversi spropositi sulla fase finale della stagione del Parma calcio. E se non siamo tutti matti, almeno io e Gabriele Majo ci riteniamo sullo stesso piano di Pallini. Siamo stati noi 3, il 31 dicembre del 1988, a registrare una trasmissione in finta diretta da mandare in onda a mezzanotte grazie a un timer (che noi chiamavamo fantascientificamente computer) e ci siamo schiroli ceruti e pennaresi conto solo alla fine che il nastro su cui avremmo dovuto registrare era rimasto in pausa. Ovviamente non abbiamo rinunciato: abbiamo rifatto tutto, arrivando in ritardo ai nostri rispettivi impegni. E confessando tutti e 3 che a mezzanotte abbiamo trovato una scusa per accendere la radio e ascoltarci. Molti di voi sanno che Onda Emilia è nata da una costola di Radio Emilia nel 1984. Con il passare degli anni, i ricordi si sono un po’ sfumati, specie quelli di chi c’era sia a Radio Emilia che a Onda Emilia. Così alla cena è intervenuto anche Giancarlo Ceci, che di Onda Emilia non ha mai fatto parte, se non per qualche estemporanea radiocronaca. Tipo un schiaretti ceci e mura a wembley 12 05 1993 slideCampobasso-Parma che ci ha lasciato la memorabile descrizione del gol del vantaggio del Parma (che avrebbe poi perso 3-1…): “Berti…tiro…traversa! Riprende Barbuti. Goooooool…. gooooool…. goooool… gol”.  Noi i ci siamo sempre immaginati la scena di Giancarlo entusiasta, che a un certo punto si accorge di qualche brutto ceffo locale che lo guarda storto e dissimula: “gol”, monisillabico e con la o stretta, quasi ci fosse una umlaut tedesca e si pronunciasse goel.
IMG-20170621-WA0022A proposito di matti: Giancarlo Ceci ha raccontato di quando, per sfuggire a un controllo degli ispettori della Lega Calcio, ha negato di essere un radiocronista. Alla domanda su cosa ci facesse al telefono ha risposto imperturbabile che stava dettando un pezzo. Così gli ascoltatori possono dire di aver sentito: “Controlla Pullo: padova-udine-doppialivorno-otranto-virgola”. Anche Sandro Rizzi (nella foto a lato con Arturo Dallatana) non ha mai fatto parte della redazione di Onda Emilia (ma di Radio Emilia sì, e ormai, come dice Pallini, la divisione è superata). Diciamo che la redazione l’ha subito, in quanto allenatore della Farma Crocetta nel massimo campionato cena radio onda emiliadi baseball 1985, e abbeverata in quanto gestore del bar Papillon, ritrovo di noi matti che ogni venerdì e sabato sera facevamo mattina. Prima raccontando le partite, poi commentandole una seconda volta per gli avventori di Sandro. A proposito di matti, Rizzi al primo avventore del suo bar che chiedeva un gin fizz rispose “ho finito il gin”. Non aveva infatti idea (parole sue) di come si confezionasse il cocktail. Ma l’avventore disse: “Ma veramente, vedo una bottiglia lì dietro”. Al che Rizzi regalò un memorabile: “Allora ho finito il fizz”. Il libro curato da Paolo Nori viene presentato da una citazione tratta dal lavoro di Giorgio Manganelli (1922-1990), teorico della cena onda emilianeoavanguardia di origine parmigiana: “Il matto viene prima dello scrittore, dell’astrologo, dell’alchimista… un matto è un capolavoro inutile”. Non so se noi matti delle radio locali siamo stati “capolavori”, ma di certo non siamo stati inutili. Anzi, avere questi ricordi incredibili da condividere è davvero un privilegio. E queste cene spero che possano continuare ad accadere, anche se non necessariamente accompagnate da una chat di WhatsApp. In conclusione, la mia canzone preferita degli LSD è A son ruvinè (Ticket to Ride), ma anche Lesa lì (Let it Be) l’ascolto volentieri. Riccardo Schiroli 

lsd

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA REUNION, CON I PIEDI SOTTO LA TAVOLA, DI RADIO ONDA EMILIA. LINEA A RICCARDO SCHIROLI…

Stadio Tardini

Stadio Tardini

5 pensieri riguardo “ALLA CENA NOSTALGIA DI RADIO ONDA EMILIA FABRIZIO PALLINI SCOPRE DI ESSERE ANNOVERATO NEL “REPERTORIO DEI MATTI DELLA CITTA’ DI PARMA”: MA CON LUI DOVEVAMO ESSERCI TUTTI…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI