D’AVERSA: “COMPLIMENTI AL PORDENONE. VORREI VEDERE IL MIO PARMA GIOCARE IN FINALE COME SA E PUÒ FARE”

Roberto D'Aversa Parma Pordenone Semifinale(Andrea Belletti) – Da quando sono iniziati i playoff mister Roberto D’Aversa vuole vedere una squadra capace di soffrire. Perché la sofferenza accompagna ogni partita dei crociati ed ogni avversario è in grado di vendere cara la pelle. Il più abile di tutti finora è stato il Pordenone, una squadra ben messa in campo dal “mago” Tedino che è riuscita a mettere alle corde per gran parte del secondo tempo il Parma. “Si sapeva che sarebbe stata una partita da prendere con le molle. I nostri avversari hanno fatto un’ottima gara ma in finale dovremo mostrare un piglio diverso senza commettere l’errore di lucrare sul risultato. Passati in vantaggio abbiamo cercato di mantenere il risultato con il minimo sforzo rinunciando in questo modo a giocare. Adesso torniamo a Parma per preparare la gara di sabato. Vorrei che in quell’occasione i miei ragazzi possano essere in grado di sciorinare in campo tutte le loro qualità, per fare questo dovremo giocare sereni cercando di far sudare il pallone”. Tra squalificati (Corapi e Scaglia) e giocatori usciti malconci al termine di questa gara thrilling (Mazzocchi e Scozzarella) la formazione sarà un rebus non facile da risolvere per l’allenatore. “Ho dovuto effettuare due cambi obbligatori, Scozzarella e Mazzocchi, vedremo se riusciranno a recuperare”. Andrea Belletti

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO PARMA-PORDENONE 6-5 (dcr)

12 pensieri riguardo “D’AVERSA: “COMPLIMENTI AL PORDENONE. VORREI VEDERE IL MIO PARMA GIOCARE IN FINALE COME SA E PUÒ FARE”

  • 14 Giugno 2017 in 01:55
    Permalink

    certo se gioca cosi speranze ne abbiamo poche tanto piu che manchera’ scaglia corapi e forse scozzarella……..ma se non lo sa lui perche non gioca chi lo deve sapere ?

  • 14 Giugno 2017 in 07:58
    Permalink

    Il Parma ha completamente sbagliato il secondo tempo pensando di poter gestire un gol di vantaggio ma contro squadre come il Pordenone non si può fare troppi calcoli, bisogna continuare a giocare ed attaccare. Adesso recuperiamo e giochiamo la finale senza paura!!

  • 14 Giugno 2017 in 08:54
    Permalink

    D’Aversa ieri ha fatto tutto da solo, ha cercato di perdere una semifinale già vinta inserendo Lucarelli, poi dopo che tutti gli episodi gli hanno girato favorevolmente, l’ha rivinta lui togliendo Baraye e Calaio dai rigoristi.

  • 14 Giugno 2017 in 08:58
    Permalink

    …ragazzi però arrivati a questo punto è una cosa psicologica a cui neanche l’allenatore può trovare una soluzione visto che è tutta la stagione che è così…
    ieri il problema si è accentuato quando è entrato Lucarelli (che spero resti in panchina sabato visti i due errori soprattutto al 120esimo) e il fatto di aver ritardato il cambio di Edera (che spero di vedere in campo dal primo minuto al posto di Nocciolini evanescente)…
    comunque il Pordenone ci insegna che giocare con i giovani ha i suoi effetti…

    • 14 Giugno 2017 in 11:11
      Permalink

      A questo punto di Edera non si può più dire che è giovane ed ha fatto solo due spezzoni, quando entra ha personalità da vendere e tecnicamente sembra un grande in mezzo ai bambini, Nocciolini non è molto brillante ultimamente, per essere generosi, quindi x la finale io lo farei partire, non regge nemmeno più il fatto che nocciolini fa anche la fase difensiva a differenza di Edera perché è stato inutile anche lì ieri.

  • 14 Giugno 2017 in 09:26
    Permalink

    Come ho detto nell’altro post,
    questa volta è andata MOLTO BENE!!! Siamo sopravvissuti al retropassaggio al 120 di Lucarelli all’azione di contropiede fermata 2 contro 1 per il Pordenone e ai tabellini di Morosky… siamo riusciti anche a sbagliare un rigore dopo essere passati avanti.
    Siamo in debito con la fortuna adesso speriamo di non doverla pagare in finale!!

    Spero che serva di lezione a chi fa il menagramo con tabelle fantasiose su una cosa che non abbiamo e mi aspetto da dei professionisti un atteggiamento da professionista non che si ca…no sotto ad una semifinale o a una finale

    Anche il capitano questa mi ha un po deluso quel retropassaggio non si deve fare MAI in nessuna categoria

    Era successo anche qualche azione prima che glie l’avevano rubata da ultimo uomo

    Speriamo di vedere giocare il Parma Sabato …

  • 14 Giugno 2017 in 09:55
    Permalink

    avevo preannunciato una gara difficilissima (la più difficile della stagione dissi). allenatore bravo , squadra spumeggiante e in forma. sono giovani ma credo che stanno consolidando un progetto interessante in ottica futura.
    anche a me Lucarelli non ha dato sicurezza ma bisogna anche dire che non è in condizioni fisiche buone e che comunque ha tirato il rigore decisivo. quindi grande cuore!!!
    per il resto la benzina è davvero quasi finita. speriamo in altri tempi supplementari anche stasera affinché la rivale arrivi pure stanca.
    coraggio siamo in finale!

    • 14 Giugno 2017 in 11:13
      Permalink

      La prossima è una finale, se Lucarelli non è in forma e rischia di fare cose come al 120°, è meglio che sta giù o che fa il terzino, senza spingere, al posto di Scaglia

  • 14 Giugno 2017 in 10:33
    Permalink

    Diciamocelo chiaro: ieri abbiamo avuto solo fortuna. Pordenone superiore in tutto: corsa, ritmo e gioco. Ma il calcio non sempre premia i più bravi 😉

  • 14 Giugno 2017 in 11:45
    Permalink

    Mister, sono 6 mesi che aspettiamo il gioco…. se non riesce ad esprimerlo ora che serve… con le motivazioni dei play off.
    Il gol di Scaglia come al solito è frutto del fattore C e di iniziative personali, per il resto è stata la solita squadra senza gioco, idee e personalità vista da febbraio a questa parte, ed una squadra che appena gioca a calcio e corre come il pordenone (che di certo non è il Real Madrid) ci stava battendo.
    Se avessero vinto 3 a 1 non avrebbero rubato nulla.
    Ringraziamo pertanto le indivudualità, in primis Baraye e Caliò, lascati soli da un centrocampo come al solito inesistente (e non perchè Corapi, Munari e Scavone non si imegnino!) ma perche si va sempre sotto numericamente e non si crea densità.
    Non si è accorsto che nelle sue partite il centrocampo lo ha quasi sempre perso?
    Anche contro l’Ancona, Fano e Maceratese….
    Francamente non credo che come tecnico lei abbia margini di miglioramento, altrimenti in 6 mesi ce li avrebbe fatti vedere…
    Dato che i 6 mesi a Parma, rappresentano ormai il 33% della sua carriera, speriamo l’anno prossimo sia a fare esperienza da qualche altra parte… magari a Fano o ad Ancona….

  • 14 Giugno 2017 in 13:32
    Permalink

    LUCA B …secondo me tu non hai letto bene il sottoscritto..

    le mie tabelle fantasiose ?
    ti dico solo che due mesi fa ho fatto fare la maglietta ..

    MOROSKY
    FIRENZE …17 GIUGNO 2017…. tra tante disattese ..

    .QUESTA L’HO PRESA….AD ONTA DEI SAPIENTONI …
    ..
    un po di culo, di lungimranza e di silenziosa fiducia..

  • 14 Giugno 2017 in 14:14
    Permalink

    Basta non vedere NUNZELLA al posto dello squalificato Scaglia in finale

I commenti sono chiusi.