LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL, di Luca Tegoni / Calaiò era il primo a cui non far tirare il rigore, checché ne dicessero gli eruditi telecronisti: a lui il Destino riserverà ben altre prodezze e gioie

(Luca Tegoni, video dal canale ufficiale YouTube del Parma Calcio 1913) – Potrei cominciare dall’ultimo rigore segnato oppure dall’ultimo minuto dei tempi supplementari oppure dall’ultimo istante del primo tempo regolamentare. Invece, dedico un pensiero alla squadra del Pordenone, al suo allenatore e al suo presidente, giocatori degni e persone di sport, soprattutto nella sconfitta dopo la lotta durante la quale sembravano prevalere. Poi il senso di Frattali per l’equilibrio e la ferocia balistica di Lucarelli hanno cambiato il significato della serata. Sabato sarà il Parma a contendersi la serie B contro chi vincerà questa sera tra Alessandria e Reggiana.

La preoccupazione di D’Aversa espressa nell’intervista dopo partita per la scarsa qualità caratteriale della squadra, scarsa in rapporto alla potenziale qualità tecnica dei singoli giocatori si perpetra purtroppo da troppo tempo e si ripropone anche, soprattutto, quando il momento diventa fatale. Speriamo che il carattere necessario per vincere la finale si sia forgiato durante la corsa sotto la Nord (temporaneamente trasferita al Franchi) per festeggiare il Capitano, per festeggiare Frattali, per festeggiare la vittoria. D’Aversa si dimostra solidale e comprensivo con Tedino con un saluto sincero (Ma come ha fatto, con quel caldo che faceva, il sig. Tedino a stare tutta la sera con la giacca della tuta addosso?).

Per la prima volta nella stagione  Scozzarella e Scaglia non fanno Bibì e Bibò dalla bandierina e il Parma passa in vantaggio. L’azione sembra il frutto di uno schema provato in allenamento. Scozzarella passa la palla rasoterra dentro l’area per Baraye che, anticipando un difensore, la devia appena fuori area in posizione centrale per Scaglia che la colpisce di sinistro mettendola in rete alla sinistra del portiere poco distante dal palo.

Il Parma nel primo tempo controlla agevolmente la partita, nel minuto successivo al goal Nocciolini ha una buona palla in area che, però, non è rapido a calciare e così l’occasione non si concretizza. Il Pordenone cerca di attaccare avendo però l’accortezza di non scoprirsi troppo per favorire il contrattacco rapido del Parma. Frattali è sempre attento e preciso nei suoi interventi a presidio della porta e dell’area. Allo scadere del primo tempo Baraye si inventa una incursione in area, raggiunge il fondo e appoggia per Nocciolini che arriva in corsa e colpisce in modo ignorante, troppo ignorante. Palla fuori, occasione sprecata.

In agguato, Mister Hyde si impossessa dell’anima, qualcuno dice della testa, della squadra e la partita si complica. Il Pordenone aumenta lo sforzo e il Parma sembra incapace di reagire adeguatamente. La tensione esaspera la fatica e già a mezz’ora dalla fine sembra che la partita non possa che avere una conclusione con il Pordenone a primeggiare sul Parma. Dopo aver perso Scozzarella per infortunio nel primo tempo, esce, per lo stesso motivo, anche Mazzocchi e così anche eventuali cambi non sono possibili.

Corapi e Scaglia prendono un cartellino giallo e, visto che per sabato saranno squalificati, aumenta la tensione o forse il fastidio per non riuscire a giocare a pallone, a liberarsi dall’incubo di non vincere. Il Parma sembra una squadra con poco coraggio. Così accade quello che tutti si aspettavano che accadesse, Il Pordenone pareggia dopo una mischia in area. Vediamo nero il nostro futuro e, con pochi minuti da giocare, rimane l’obiettivo di resistere per  riordinare le idee e fare i supplementari. Anche se le condizioni fisiche appaiono veramente minimali.

Invece no, il Parma c’è. Mr Hyde lascia la compagnia e ci ritroviamo nuovamente a giocare soli contro il Pordenone. Non ricordo granché di quell’ultima mezz’ora, solo due episodi uno a danno del Pordenone e obiettivamente inspiegabile. Dopo un tentativo di colpo di testa di Baraye dentro l’area avversaria lo stesso, scontratosi con un compagno cade a terra e li rimane, l’azione continua e  sviluppa in pochi secondi un contropiede che porta un attaccante del Pordenone a controllare la palla dentro l’area del Parma … l’arbitro fischia e sospende il gioco per soccorrere Baraye. Meglio così, l’importante è, per fair-play restituire la palla all’avversario. La seconda azione, invece avrebbe potuto condannare il Parma all’ultimo istante. Lancio lungo da centrocampo verso la difesa del Parma. Un difensore tocca maldestramente la palla all’indietro e consente ad un attaccante di presentarsi solo davanti a Frattali che esce rapidamente. L’attaccante cade in area, ma cade senza colpe di Frattali. Tutti ai rigori.

calaiòIl primo a cui non far tirare il rigore, nonostante gli eruditi telecronisti lo ponevano come indiscutibile, era Calaiò. Così è stato. Come, dopo i primi cinque rigori, tutti ben tirati da Edera, Scaglia, Scavone (nonostante il palo preso era un buon tiro), Munari e Corapi il primo a tirare non doveva comunque essere Calaiò. Così è stato. Prima Frattali e il suo senso dell’equilibrio, poi Lucarelli, chiudono la gara. A Calaiò il destino riserverà ben altre prodezze e gioie.

Sabato pomeriggio finale alle 18.00

Ma se stasera arrivassero in finale “i cugini di campagna” non sarebbe meglio giocare la finale al Mapei? Luca Tegoni, video dal canale ufficiale YouTube del Parma Calcio 1913

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL, di Luca Tegoni / Calaiò era il primo a cui non far tirare il rigore, checché ne dicessero gli eruditi telecronisti: a lui il Destino riserverà ben altre prodezze e gioie

  • 14 Giugno 2017 in 17:56
    Permalink

    Una finale Parma-Reggiana sarebbe al tempo stesso bella e da infarto. Arrivare di nuovo ai rigori metterebbe a dura prova le mie coronarie.

  • 14 Giugno 2017 in 23:56
    Permalink

    Bene abbiamo due giorni per preparare la finale…
    L alessandria dovrà fare a meno di Bocalon…sarà durissima e speriamo che loro siano in una giornata no…
    Leggevo gazzetta.it e leggere i commenti mi ha davvero fatto incazzare..non ci sto a passare x ladro mafioso e favorito dal sistema..non capisco come si faccia a giudicare una partita in modo così superficiale e contro a prescindere…

  • 15 Giugno 2017 in 09:41
    Permalink

    Sinceramente non sono d’accordo sul discorso del rigore, per Calaio’….tutte le squadre del mondo, tra i rigoristi, hanno sempre l’attaccante migliore, quindi non vedo perché “lui” non avrebbe dovuto tirarlo….e non capisco perché effettivamente non lo ha tirato….comunque, speriamo faccia due gol in finale e va bene lo stesso, però…….

    • 15 Giugno 2017 in 11:40
      Permalink

      …ma a cosa serve fare polemica per questa cosa?
      ha deciso il mister la sequenza dei rigori e ha avuto ragione…chi cazzo se ne frega se lo ha tirato o no…e se lo avesse tirato e avrebbe sbagliato???

    • 15 Giugno 2017 in 12:12
      Permalink

      perché ne ha sbagliati 2 su 2 negli ultimi 3 mesi e perché ai calci di rigore si tirano dei rigori di violenza e non da f…a

    • 15 Giugno 2017 in 13:06
      Permalink

      perchè, almeno da quanto si è visto a Parma, non cerca di fare goal ma di fare la prodezza. è più facile sbagliare …

      cordiali saluti

  • 15 Giugno 2017 in 09:45
    Permalink

    E’ incredibile che non si riesca ad acquistare il biglietto sul sito listicket.

    Continua a darmi un messaggio di errore e non mi fa concludere la transazione.

    • 15 Giugno 2017 in 11:39
      Permalink

      manda una mail all’assistenza…con me erano stati molto gentili e mi avevano mandato un codice giusto per continuare l’acquisto…

  • 15 Giugno 2017 in 11:49
    Permalink

    tabaccheria via garibaldi, 27….
    curva ferrovia o tribuna maratona sono ok..

    oppure via parigi bar melody..

  • 15 Giugno 2017 in 11:50
    Permalink

    Sono molto arrabbiato per l’ammonizione di scaglia! Un giocatore cosi importante e in diffida non deve neanche andarci in barriera!!

  • 15 Giugno 2017 in 14:07
    Permalink

    campa cavallo,a lui il destino riservera’ tornei di briscola al va par i trentasez e a s veda anca

  • 15 Giugno 2017 in 17:11
    Permalink

    L alessandria nonnmi sembra una tritasassi con la reggiana ma una squadra umana e battibile nel ginale ha sofferto e ladifesa mi sembra battibile i fue goal li ha datti su errori dei granata il primo asdurdo un goal codi lo.puoi subire nel finale se perdi gonzalez e tamibile per la rapidita

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI