MOONTALK #JurassicParm 31^ puntata / Tana liBera tutti

andrea concari(Andrea Concari) – Bentornati a tutti e benvenuti alla trentunesima e ultima puntata del Moontalk, “Jurassic Parm” in versione standard prima delle vacanze, la rubrica vi darà appuntamento a settembre anche se non escludiamo di tornare con alcuni special estivi per gli eventi di maggior interesse. Iniziamo subito con spiegare il titolo della puntata di oggi, ovvero “Tana liBera tutti”, di certo la B maiuscola non ha bisogno di spiegazioni, è ovviamente riferita alla promozione del Parma nella serie cadetta. Una promozione che in un certo senso, come avevamo già accennato nella puntata della scorsa settimana, salva questa squadra da ogni critica per tutto ciò che non è stato fatto proprio a regola d’arte durante la stagione. A partire dalle errate decisioni di luglio, passando per la totale rifondazione tana libera tuttidi metà campionato e finendo con le indegne prestazioni di fine regular season che hanno portato la squadra a 10 punti di distacco dalla capolista Venezia. Queste e tante altre polemiche o situazioni storte, ora non valgono più niente, perché se l’obiettivo era la B, “ il fine giustifica i mezzi”, basti pensare che tra solo un paio d’anni nessuno ricorderà le polemiche, ma rimarrà agli annali solo la promozione. Giusto? Sbagliato? Non sta a noi stabilirlo, di certo speriamo che questo anno sia stato di insegnamento per tanti. Perché di fatto non è stato una passeggiata di salute per nessuno.

* Cosa fare ora?
* Società, la conferenza di Ferrari

grazie marco ferrariTana libera tutti anche in società, parafrasando è quanto emerso dalle interessanti novità rivelate dalla conferenza stampa del Vicepresidente dimissionario Ferrari, il quale ha di fatto ufficializzato, quello che già sapevano tutti, ovvero il prossimo passaggio del pacchetto di controllo della società (60%) da “Nuovo Inizio” alla Desports di Lizhang. (Certo in cuor nostro c’è dispiacere per la “deparmigianizzazione” della società. Ma questa è una questione che meriterà un approfondimento nelle puntate future.) Per quanto riguarda invece l’operato di Ferrari è doveroso soffermarsi un attimo sul gran lavoro svolto da questo imprenditore nella rinascita del Parma Calcio.

Marco Ferrari conferenza stampa del 21 06 2017A lui vanno i complimenti più sinceri per come ha saputo pensare il progetto Parma, sviluppando un idea nata nel dicembre 2014 e che oggi vede la sua concretizzazione finale. Un gran tifoso del Parma, ma anche un grande Imprenditore, capace di ideare un prodotto che funziona e svilupparlo radunando attorno a sé i migliori protagonisti parma 2002 3locali. Vedendolo aumentare di valore passo dopo passo e dandogli una continuità aziendale. Una vera e propria lezione su come portare avanti un’idea e un progetto con passione.

Ferrari lascia il timone della società (pur mantenendo assieme agli altri imprenditori locali il 30%) a nuovi azionisti di maggioranza aventi il progetto di riportare la squadra, nelle posizioni che ha lasciato da ormai 15 anni. Cifra, questa, forse casuale, forse no, ma andando indietro di 15 anni esatti troviamo il parma della stagione 2002-2003, 5° in campionato,che disputava la Uefa, il Parma di Prandelli con Mutu, Di Vaio, Adriano, Benarrivo, Frey, Nakata e soprattutto Gilardino, si, quel Gilardino che le voci ridarebbero vicino ad indossare la casacca crociata nella prossima stagione.

– Continuare con D’Aversa? Giusto?

continuare misterA dir la verità questo è un interrogativo sul quale non abbiamo tutt’ora le idee chiare. Sulla base dell’entusiasmo sarebbe facile rispondere di sì, ma a bocce ferme non vanno dimenticati anche i momenti in cui il Mister non ha, a nostro avviso, avuto le redini della squadra. Se è infatti vero che nelle partite importanti abbiamo avuto tante belle prestazioni a cui vanno certamente attribuiti i meriti al Mister, è altrettanto doveroso ricordare che, nelle partite in cui non si giocava contro un avversario di blasone oppure con uno stimolo superiore, la squadra ha mostrato non poca fatica a seguire le idee del mister e ad essere stimolata da esso. Per cui, avendo ancora negli occhi l’episodio della riconferma e del doloroso esonero di Apolloni, ci chiediamo se non sarebbe stato meglio affidare la squadra ad un individuo più idoneo alla categoria, un uomo alla Guidolin per intenderci.

– Squadra?

cosa serveDefiniti i quadri societari, va certamente iniziata una seria discussione sulla Rosa, ci pare più che evidente che, questa, cosi com’è, non sia competitiva per una B giocata ai livelli che competono al Parma. Andrà fatto un lavoro anche doloroso di scrematura della rosa, salutando quei giocatori che non saranno ritenuti più utili nel progetto e investendo invece su professionisti di categoria. Come sempre aggiungendo elementi di categoria superiore, che consentano di far giocare al Parma una stagione, se non da prima della classe, certamente da protagonista.

cassano-nazionale.jpgIl primo reparto da rifondare, come da due anni a questa parte del resto, è rappresentato dalle fasce. Dove di fatto non è presente la figura di un terzino di spinta capace di interpretare la fase difensiva e offensiva. Per quanto riguarda poi l’attacco, beh le voci su Gilardino e Cassano non ci convincono, su Cassano a parte la questione mentale, e nonostante l’affetto e la stima che nutriamo per il giocatore, non si hanno garanzie. Di fatto fermo dalla stagione della mancata Europa league del Parma, il 34 enne talento di Bari vecchia è reduce da una sfortunata parentesi alla Sampdoria, vissuta per lo più da separato in casa e servirebbe davvero capire con che fisico e con che mentalità uno come lui si approccerebbe a disputare una stagione di B. A prescindere gilardinodai messaggi di amore mandati da Antonio ai tifosi del Parma e che personalmente ricambiamo. Noi proporremmo di fargli disputare tutta la preparazione a partire da oggi stesso e poi valutarne il tesseramento a fine ritiro qualora fosse ritenuto idoneo, sia fisicamente sia come rapporto con società e compagni. Per quanto riguarda il Gila invece la questione è di carattere fisico, il calciatore è reduce da una sequenza di infortuni che ne hanno compromesso le ultime stagioni, inoltre, a nostro avviso, entrerebbe in conflitto con Calaiò rischiando di portare ad un nuovo un “caso Evacuo”. Sarebbe certo molto meglio fare un investimento concreto e puntare su un attaccante giovane di prospettiva, come successe nell’ annata 2008/09 con Paloschi nell’anno della serie B, farlo crescere per portarlo a diventare un calciatore importante, a cui ovviamente affiancare Calaiò, giocatore che la riconferma se l’è meritata a pieno titolo, scommettendo nella causa Parma già dalla lega pro, cosa che il Gila non ha fatto.

  • Lucarelli;

un solo capitanoA proposito di Rosa, giusto spendere alcune righe per parlare del Capitano, che in queste ore sembrerebbe essere propenso al ritorno in campo con la nuova stagione. Il nostro pensiero su Alessandro, alla luce di quanto ha dimostrato quest’anno e considerando anche il fatto che era capitano anche in un momento in cui di fatto il Parma non esisteva più, è il seguente: Nessuno può decidere il suo futuro tranne lui, finché vorrà giocare e lottare per una maglia da titolare nessuno potrà impedirglielo. E’ il giocatore più rappresentativo e un esempio per il calcio italiano. Non sarà forse in grado di disputare tutte le partite aumentando gli anni e il livello del campionato, ma un professionista serio come lui, siamo certi che saprà certamente quando è il momento di smettere meglio di chiunque altro. Di contro per il capitano ci sarà però il fatto che continuando a giocare, rischierà di vedersi precluse importanti occasioni per inserirsi in posizioni di rilievo in società. Posizioni che quando deciderà di smettere potrebbero essere ormai consolidate.

andrea-concari-moontalkLa puntata del Moontalk finisce qua, è stato un anno davvero intenso sotto tutti i punti di vista, sia di carattere sportivo che personale, vi ringraziamo per la grande partecipazione, è stato davvero un onore e un piacere preparare le puntate e leggere di giorno in giorno i vostri commenti, sempre attenti e mai banali, vi diamo appuntamento per la nuova stagione! Anche se come abbiamo annunciato in apertura di puntata, non escludiamo di ritornare per qualche special estivo! Un ringraziamento speciale e doveroso anche per il direttore Gabriele Majo, che anche quest’anno ci ha dato la possibilità di esprimerci e dire la nostra in questo spazio. Dispensandoci come sempre tanti consigli, oltre che tanti bei momenti e credendo in noi. A presto! Andrea Concari

11 pensieri riguardo “MOONTALK #JurassicParm 31^ puntata / Tana liBera tutti

  • 22 Giugno 2017 in 15:31
    Permalink

    Bellissima la foto a margine della firma di Dioranone Tosi (insieme a Minotti&Galassi forse il peggior Ds della storia del Parma almeno a partire dal ’91) con Piazza. Se notate alle spalle dell’ex catcher e di Diorano c’è un bel mobiletto bar riccamente attrezzato a livello di superalcolici, single malt e bourbon del Kentucky. Forse alla luce di questo si capiscono tante cose…

  • 22 Giugno 2017 in 16:35
    Permalink

    Al di là di come ognuno la pensi il paragone con apolloni dello scorso anno oggettivamente non regge: il nostro gigi aveva guidato la squadra dall’inizio ed era un gruppo qualitativamente parecchio superiore alla concorrenza.
    Cassano e Gilardino lasciamoli dove sono, preferisco guardare avanti e prendere gente motivata e piena di energia anche se meno conosciuta

  • 22 Giugno 2017 in 17:16
    Permalink

    io sono per la ristrutturazione pesante…bisogna tenere solo l’ossatura principale della squadra quindi :

    Frattali
    Lucarelli
    Di cesare
    Iacoponi
    Coly
    Scavone
    Munari
    Scozzarella
    Nocciolini
    Baraye
    Calaiò

    per il resto credo sia giusto rifondare completamente anche a livello di giovani dove proverei a riavere Edera in prestito…

    Per quanto riguarda Cassano credo che un pensierino bisognerebbe farlo..solo per come gioca il ragazzo…

    • 22 Giugno 2017 in 19:30
      Permalink

      Sono tendenzialmente d’accordo con te, magari terrei Ricci o lo manderei in prestito, sarò forse un illuso ma io continuo a vedere del potenziale nel ragazzo

      • 23 Giugno 2017 in 11:50
        Permalink

        io nono ho finito il mio discorso come si deve :
        sui giovani credo giovani come : Ricci, Saporetti, Mazzocchi, Zommers , Fall, Simonetti debbano andare in prestito un anno in squadre dove realmente possono giocare e dimostrare il loro valore così come da ignorante manderei in prestito i nuovi Frediani e Galuppini…mentre terri Lescano per la sua fisicità e potenza vista nei suoi video…

  • 22 Giugno 2017 in 17:45
    Permalink

    Grazie Moontalk è un onore x me confrontarmi con i tuoi spartiti

    Adesso con la B….come Bagolò se ne vedranno delle belle

    In quanto Cassano ke ritorni me lo auguro tutta la vita sicuro

    Ricordiamoci ke è stato l’unico in tempi NON sospetti ha dire

    Ke la vekkia propietà NON pagava gli stipendi ai tesserati

    Un saluto Pramzàn e Forsa Pàrma !!!!

    • 22 Giugno 2017 in 19:33
      Permalink

      Ti ringrazio per i complimenti !
      Su Cassano sono d’accordo che sia stato l’unico a parlare in un momento in cui tutti sapevano ma nessuno diceva nulla…
      Ho letto sui social di gente che lo considera un traditore perchè ha abbandonato la nave, io credo che invece sia stato anche l’unico a dir le cose come stavano fin da subito e a vederci più lungo di molti altri che si son fidati fino alla fine anche quando ormai tutto era palese

  • 22 Giugno 2017 in 18:02
    Permalink

    Frattali

    Iacoponi Di Cesare nuovo centrale (Lucarelli) nuovo terzino

    Munari Scozzarella nuovo centrocampista (Scavone)

    Baraye Calaiò nuovo ala

    Servono essenzialmente 3 acquisti di livello.

    • 26 Giugno 2017 in 10:38
      Permalink

      come ossatura mi trovi d’accordo ma non mi stupirei di avere molti più cambiamenti nell 11 titolare. Parliamo pur sempre di uno staff tecnico che a gennaio senza guardare in faccia nessuno ha rivoltato la squadra…

      Per me al posto di scozzarella va inserito un nuovo elemento, tenendo sempre corapi come riserva,
      Davanti il top sarebbe:

      Baraye (Cassano), nuova punta centrale giovane ( Calaio) nuova ala (Nocciolini)

  • 22 Giugno 2017 in 20:13
    Permalink

    Le prime mosse della societa’ dimostrano che c’e’ molta attenzione verso giocatori ancora giovani che hanno saputo fare molto bene in serie D. Gente che vuole emergere e che non pretende ingaggi onerosi. Aspettiamoci anche la cessione di qualche giocatore con ingaggio importante ed eta’ non piu’ verde.
    Cassano trovera’ una squadra in Serie A, Gilardino ha avuto tanti problemi fisici…se stesse bene mezza Serie A lo vorrebbe.
    Difficile rivederli con la maglia del Parma.

  • 26 Giugno 2017 in 10:34
    Permalink

    Va bene tutto, ma io non mi aspetto di pescare in serie D per trovare più di 1/2 giocatori idonei a disputare la serie B. E’ tutto un altro mondo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI