Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Calciomercato e andiamo a giocare di saBato…

copertina parmaland

Galuppini a Collecchio(Mauro “Morosky” Moroni) – Per quanto riguarda i calciatori svincolati il mercato è già partito e quindi il Parma ha iniziato la composizione del puzzle per la Serie B, B come “Bàgòlo” ed io aggiungo, “bagolon dal lustar”!

Sono stati ufficializzati gli ingaggi dei seguenti atleti:

Facundo Lescano, attaccante (1996)

Marco Frediani, centrocampista (1994)

Francesco Galuppini, attaccante (1993, foto a fianco)

Antonino Barillà, centrocampista (1988)

mauro moroni morosky ritratto autoreI primi 4 “colpetti” di mercato, 3 giovani ed un giocatore esperto, molto bravo e di categoria, Antonino Barillà, mancino, esterno di centrocampo, trequartista con piedi sopraffini.

* Faccio una piccola premessa giusto per informare i lettori che, pure in Serie B, ci saranno dei vincoli legati ai giocatori over 21: al momento attuale, fermo restando le cose, il limite massimo di questi è di 18 oltre al giocatore bandiera (sarebbero 2, ma noi ne abbiamo solo uno, il Capitano); considerato che si andrà a comporre una rosa di 27-28 elementi, alla luce di quanto sopra, serviranno una decina di under, nati dopo il 1° gennaio 1996 : credetemi, considerata la rosa attuale, i giocatori sotto contratto, l’età dei medesimi e la regola di cui sopra, non sarà facile effettuare le scelte, scelte importanti, razionali, economiche, e, spesso, anche dolorose, di cuore; il compito più difficile sarà “sfoltire” i giocatori non idonei alla categoria, piazzare i giocatori sotto contratto che non si intende confermare e, ovviamente, “mandare” a giocare i giovani di proprietà: tutte operazioni da sbrigare da qui a metà luglio, certamente prima del ritiro della nuova squadra che l’altra notte si è appreso ufficialmente essere ancora a Pinzolo.

Alessandro Lucarelli e Simone Edera dopo Lucchese Parma Foto Lorenzo FavaDei 4 nuovi arrivati, solo il primo, essendo un ’96, potrà rientrare nei parametri di cui sopra perciò, facendo due brevi considerazioni, parlando di Under, si potrebbe abbozzare quanto segue: degli attuali presenti in rosa, a mio modesto avviso, gli unici che potrebbero avere la possibilità di rimanere a Collecchio per la Serie cadetta sono: Zommers (97), Saporetti (96), Simonetti (96) e quell’ Edera (97, di proprietà del Torino) che potrebbe, previo accordo tra le parti, essere lasciato a Parma a giocare e maturare; personalmente non vedo altri “giovani” che possano affrontare il campionato superiore seppur, forse, tra le seconde linee.

capitan alessandro lucarelli semifinale play off foto di Giovanni Padovani* I have a dream, Lucarelli ancora in campo:  pochi giorni prima del 3° “ritiro  estivo” del Parma Calcio 1913, egli compirà 40 estati (tutti con le primavere, io preferisco l’estate, inizia la preparazione, le prime amichevoli, la Coppa Italia, quella dei grandi – Tim Cup 2017/18 – e , di seguito, il campionato di “Bàgolò”), 40 anni, gli ultimi 10 a Parma, il Capitano, c’è solo un Capitano: il mio sogno ad occhi aperti, al di là della sua “vecchiaia” anagrafica, calcisticamente lo vedo ancora un ragazzino, lo so, qualcuno mi vorrà smentire, ma, come diceva sempre il mio caro “vecchio” Presidente (Piergiorgio Meli): preferisco un “vecchio” buono piuttosto che un giovane balordo e, quanto aveva ragione il buon Giorgio (che saluto affettuosaAlessandro Lucarelli conferenza stampa dopo Parma-Alessandria 2-0mente anche se è un po’ juventino dalla radice dei capelli fino alle unghie dei piedi!); dicevo del mio sogno, vorrei vederlo ancora in campo, ho un debole, molta stima e tanto rispetto per il suo carisma innato: avrà le sue difficoltà, qualche ragazzotto gli cercherà il tunnel, lo lascerà li, forse, nello scatto breve, ma sono rischi che lui correrà ben sapendo che non dovrà né vorrà fare brutte figure, né con se stesso né verso la squadra e, soprattutto, verso la tifoseria!

Lucarelli e D'Aversa Foto Alessandro Filoramo Wire StudioUn anno da Capitano giocatore, la sua esperienza e la sua intelligenza gli consentiranno di capire e sapere a priori, che forse non potrà giocare tutte le 42 gare in programma (non sarà un problema), dovrà dosarsi, misurarsi fisicamente con qualche birba 20enne che cercherà di fargli barba e capelli, ma la sua qualità tecnica, la lettura delle situazioni di gioco e quel vedere lontano, sono doti tali che bisognerà cercare di tenersi strette: ti vorrei in ritiro col gruppo, con il solito sorriso, con la solita umiltà e con la grinta per affrontare l’ultimo campionato e poi, chissà, magari ci riserviamo totti-maldiniqualche altra sorpresa, cammin facendo! Proviamoci, no? Cosa costa ? Nulla, un Capitano a km zero, e perché no? In fondo ci sono stati altri esempi di calciatori longevi che hanno giocato fino alle “sogliole” dei 480 mesi: ricordo Baresi, Costacurta, Maldini, Bergomi (qui non c’entra la categoria o la cifra tecnica, sarà importante sapere, dentro te stesso, se il fisico regge, se c’è la voglia, gli stimoli giusti e la consapevolezza che ci saranno avversari e “nemici” contro pronti a “saltarti” o a criticarti al minimo errore in campo. Questa sfida la coglierei, non per fare il fenomeno, non ti serve, non ne avresti motivo, ma per dare l’ultimo grande ed importante contributo attivo alla tua squadra, al tuo spogliatoio e alla città che ti ha “adottato” come simbolo speciale!

calaiò* Parlando di over *  (ricordo 18 +1 se il Capitano continuerà a giocare, altrimenti non ci sarà nessun altro con militanza adeguata), a mio avviso, i “quasi sicuri ” potrebbero essere i seguenti (così come per gli Under è il solito parere personale quindi prendetelo come tale nel senso che ci sarà chi vuole Pippo, chi non vuole Pluto, chi li vuole tutti e chi nessuno, è il mio pensiero “moroskyano”):

1  Frattali, 2 Iacoponi, 3 Di Cesare, 4 Munari, 5 Scaglia, 6 Scavone, 7  Scozzarella, Barillà, 9  Baraye, 10 Calaiò

Ne mancherebbero 8, tra i quali un portiere : (il terzo portiere dovrà, necessariamente, essere under 21, questo per non “giocarsi” un ulteriore posto over).

Entrando nel dettaglio ecco due cenni esplicativi nel merito di quelli che saranno i dubbi relativi agli altri calciatori attualmente sotto contratto:

capitan-francesco-corapiColy: la Serie B la conosce (ultimi 4 anni alla Pro Vercelli), è integro fisicamente?

Garufo-Nunzella: probabilmente non verranno ritenuti idonei per la categoria

Corapi-Giorgino: come sopra ma almeno uno dei due forse ci potrebbe stare…

Messina-Ricci: sono under,  presumo che andranno in prestito

NOCCIOLININocciolini: mi sono chiesto lui o Baraye? (hanno entrambi mercato)

Mazzocchi: è un over e questo lo penalizza, ha mercato ma per la B è pronto?

Sinigaglia-Miglietta: fine contratto 30/06/17

Evacuo: rientra dal prestito, ha avuto difficoltà a giocare in Lega Pro, quindi…

facundo lescanoFrediani-Galuppini: premessa sempre molto personale, se sono stati contrattualizzati per 3 anni (visto che sono classe ’93 e ’94) i casi sono due: o sono “giovani” che esploderanno (e i nostri hanno visto lungo) oppure sono “pedine” di scambio per operazioni successive (domanda: sono pronti per la Serie B?)

Facundo Lescano (foto a lato): questi, essendo classe ’96, rientra tra gli Under e quindi non ci saranno problemi, pronto o non pronto per la categoria (è stato compagno di Edera nella Primavera del Torino vincendo il Torneo di Viareggio un paio d’anni fa) andrà bene per comporre la rosa!

morosky faggianoCredo che avremo molte sorprese tra gli uomini che cambieranno maglia e coloro, nuovi, che arriveranno, e qui mi fermo perché non voglio andare oltre quello che sarà il compito del D.S: compito che non invidio, che necessita di pelo sullo stomaco e che richiede molta competenza e conoscenza del mercato, oltre che di regole e calciatori: auguri a Daniele Faggiano che, in 3 settimane circa, dovrà allestire il 75/80% del nuovo Parma per il futuro campionato, buon lavoro Direttore.

giacomo-ricciA questo punto, alla luce dei numeri di cui sopra, si evince che, un terzo della rosa, sarà composto dagli Under quindi sarà fondamentale trovarli bravi e buoni (mansueti no), già pronti al grande salto tra i professionisti: questo, a mio avviso, sarà il compito più difficile da risolvere per chi di dovere, per gli altri 18 non sarà un problema, sembra che il centralino di Collecchio non abbia soste né pause dalle telefonate che arrivano da parte di calciatori che vogliono venire da noi, sperema ben! ( ostoro hanno tutti dei procuratori con l’occhio lungo lungimirante).

gilardinoQuest’anno non ci saranno stage, né Gio-Campus, arriveranno calciatori già pronti, abbronzati, ognuno coi propri tatuaggi, teste rasate, teste con frangia (speriamo non arrivino teste di c… erino), saranno già abituati alle interviste, ai giornalisti, a numerosi tifosi sia allo Stadio che a Collecchio e impareranno subito le vie del centro coi locali di “tendenza”: tira sempre molto, la tendenza!

Sono già circolate le solite voci di mercato legate al grande nome (Cassano, Gilardino): personalmente, non essendo un addetto ai lavori, posso esprimere tranquillamente il mio dissenso per entrambi; bravi ex giocatori, è un anno che non giocano, hanno 35 anni, ingaggi elevati e, in Serie B, bisogna correre quindi meglio lasciar perdere questi sogni utopistici del grande nome che evoca glorie e fasti del lontano passato, ormai “re-moRto” ; abbiamo già i nostri 4 vecchietti 34/35/40 enni, teniamoceli cari, ma bisogna ringiovanire, non invecchiare ( un po’ come fanno le donne o no ?)

Daniele FaggianoA margine della conferenza stampa di Daniele Faggiano, anche considerando una sua intervista tv in occasione della festa di PPC, vorrei sottolineare la risposta rivolta a chi gli chiedeva, in merito alla già iniziata campagna acquisti, se avrebbe portato a Parma il grande nome, la classica ciliegina sulla torta: a me non interessano gli abbonamenti, io voglio consolidare e rinforzare la squadra e quindi cercherò di acquistare i giocatori propedeutici a questa politica di rafforzamento, un mix di giocatori esperti con un gruppo di giovani di buone speranze!

Pierluigi Frattali Museo del ParmaIn un mondo abituato a sentire pronunciare e promulgare i bla bla bla, le frasi roboanti ad effetto nonché il dare in pasto alle piazze il grande nome che  stimola le tifoserie, egli è stato onesto, chiaro e trasparente: in sede di rafforzamento squadra, per la Serie B, non gli interessano gli abbonamenti: questo si chiama avere gli attributi e non vendere fumo, ma provare a cucinare un buon arrosto (vedi Frattali, Iacoponi, Di Cesare, Scaglia, Scozzarella, Munari, Edera , dei quali non ne ha sbagliato uno che uno! Certo, c’è pure Sinigaglia che non è riuscito ad avere spazio, ma, credetemi, egli ha portato della linfa buona che oggi è già pronta per questa magica e goduriosa Serie B).

* I miei “sogni” per gli acquisti*

Alberto-Cerri_Jos-Mauri.jpgCalcisticamente parlando sono “nati e cresciuti” a Collecchio, sono attualmente in serie B con squadre appena retrocesse, sono di proprietà rispettivamente di Juventus e Milan e, ancor più appetitoso, sono Under 21: Alberto Cerri e Josè Mauri, se posso permettermi di dire, sarebbero due prestiti/quasi titolari da tenere in grande considerazione; le loro società di appartenenza non li farebbero giocare, prestarli al Parma o al Pescara così come all’Empoli, non cambierebbe di molto (per le società proprietarie dei cartellini), per loro penso che sarebbe un graditissimo ritorno (Serie B per Serie B) e per noi sarebbe manna dal cielo: chissà che con i buoni uffizi e rapporti del D.S. “Daniele”, conoscitore di mezza Italia calcistica (presidenti, procuratori, calciatori, osservatori, amici degli amici … ecc ecc …), non si riesca a fare il miracolo!

esce coda entra santacroceLati negativi non ne vedo, Cerri è già conosciuto da D’Aversa col quale ha giocato a Lanciano e, prima di infortunarsi aveva fatto pure 4 gol nelle giornate iniziali di campionato (se non ricordo male), entrambi i ragazzi hanno già masticato la Serie A e quindi, in cadetteria sarebbero delle ottime prime scelte, voi che ne dite? Un altro ragazzo che mi piacerebbe rivedere nel Parma, penso pure abbordabile , sarebbe Massimo Coda, Salernitana, classe 1988, centravanti 29 enne e bomber molto importante per la Serie B, anche questo non mi sembrerebbe un colpo niente male e nemmeno irraggiungibile, ci proviamo ragazzi? Almeno diamo un colpo di telefono a Preiti se lavora ancora in Campania!

crocefisso migliettaE tanto già lo so che l’anno prossimo gioco in Champions: Crocefisso Miglietta vs San Marino: mi fa piacere per Cris che saluto affettuosamente, un bravo giocatore ( di altri tempi e ritmi ) ed un bravo ragazzo, umile, silenzioso e serio, buona fortuna amico Cris.

Vi segnalo alcune date (le prime 3 non ufficiali):

16 luglio – inizio ritiro a Collecchio

17 luglio – partenza per Pinzolo

*30 luglio* – amichevole vs Team Ravanetti (è un po’ come il “clàsico spagnolo” )

06 agosto – inizio secondo turno Coppa Italia

25/26 agosto – inizio campionato Serie B

Un saluto ed un ringraziamento particolare dalla Tribunetta del Centro Sportivo di Collecchio: un gruppo di 15/20 persone, appuntamento quotidiano quando le sedute sono aperte al pubblico: pensionati, appassionati e tifosi che seguono le sorti dei Crociati anche nei loro sforzi in allenamento, una sorta di fidelizzazione verso la squadra oggetto del proprio tifo (a volte pure di qualche critica, vero sig. Carlo?) .

Dal calciomercato di Serie B,

Vi saluto cordialmente

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

60 pensieri riguardo “Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Calciomercato e andiamo a giocare di saBato…

  • 23 Giugno 2017 in 07:25
    Permalink

    Coda giocherà in A con il Benevento

  • 23 Giugno 2017 in 08:18
    Permalink

    Mauro ma secondo te, sinceramente come vedi la situazione societaria?? Ci hanno fatto bere che questi cinesi sono venuti a parma a fare investimenti per raggiungere risultati che negli ultimi 15 anni non abbiamo mai raggiunto….. Ma come mai proprio parma???
    Come mai 7 imprenditori parmigiani mollano questo gioiellino ad una cordata cinese??? Non avevano la forza economica??? Ma come ci sono società come carpi benevento spal crotone che sono in serie A,,,,e noi con barilla pizzarotti etc. non riusciamo a sostenere la serie B…… No mauro a me qualcosa non torna, ferrari nella sua conferenza ha parlato bene ma non ha spiegato a noi tifosi cosa sarà fra un anno delle loro quote…. spariranno????
    Poi se penso a quello che avevano promesso dopo l’acquisto del granada e come si sono evolute poi le cose mi viene male…..

    • 23 Giugno 2017 in 12:12
      Permalink

      …beh perchè i cinesi vogliano investire a Parma è palese al mondo intero…
      ma questo non vuol dire che loro non abbiano interessi per il parma…
      Granada è un brutto biglietto da visita ma loro non sono gente di calcio giocato e sappiamo tutti che se non si hanno le persone giuste a fianco si fanno scelte sbagliate (vedi il nostro duo dello scorso anno)… credo che la nostra società al momento sia forte (Faggiano e D’aversa) e Crespo credo sia uno che ne capisca…io sono tranquillo…

  • 23 Giugno 2017 in 09:30
    Permalink

    RISPETTO,

    come ho risposto ieri ad una domanda analoga ( tieni presente che sono solo un “appassionato” che cerca di stare attento e vicino alle cose societarie / squadra ) non ne wso + di tanto:

    per 5 anni non si muoverà nulla di sostanziale, ci sarà un nuovo CdA ( Majo mi corregga se sbaglio ) composto da 9 membri,

    5 Desports
    3 Nuovo Inizio
    1 Parma Partecipazioni Calcistiche

    per qualsiasi mezza decisione servirà una maggioranza di 7 voti a favore quindi mi sembra palese che se non ci saranno 2 voti “nostrani” nulla si modificheà in nessun senso.!!!
    e questo credo sia importantissimo..

    Jiang Li Zhang della Società Cinese Desport sarà il nuovo Presidente del ParmaCalcio1913 ed Hernan Crespo uno dei due Vice Presidenti del futuro: a breve verrà tenuta una assemblea dei soci G7 parmigiani per eleggere colui che sarà il co Vice Presidente dei nostri “nostrani”, al posto di Marco Ferrari dimissionario.

    Dirti della Desport, come ho scritto ieri, qui sopra ho letto di tutto, in contrasto, chi si è andato a leggere su Internet, chi ha tratto impressioni, chi ha detto del Granada…
    io non posso esprimermi, non conosco queste realtà e quindi, con fiducia in quelle che sono le parole di Marco Ferrari ( i nostri si sono informati sulla questione ) , attendo il futuro:

    come scrivevo …i soci parmigiani ci hanno riportato in Serie B e questo mi sembra il regalo e lo sforzo + importante che potevamo vivere, sognare e vedersi avverare…
    ..
    godiamoci il mercato, le vacanze e ricariamo le pile per tifare a partire dal 6 agosto, secondo turno di Coppa Italia, al Tardini ..

    ciao ragazzo

    buon fine settimana
    Moro

    • 23 Giugno 2017 in 15:35
      Permalink

      Mauro, grazie per la risposta…
      Ma i 5 anni dove l’ahi sentito???

  • 23 Giugno 2017 in 09:41
    Permalink

    Altra cosa molto importante e veritiera:

    capisco la diffidenza verso il nuovo che avanza, lo straniero, i cinesi ma, sempre ricordando le parole di Marco Ferrari, negli ultimi 13 anni abbiamo subito due mega clamorosi fallimenti sportivi / societari / economici:

    non bisogna andare nei Tribunali per sapere chi sono stati i principali protagonisti artefici di questi ” DISASTRI SPORTIVI”:

    non erano stranieri,
    non erano cinesi
    non erano extra comunitari

    mi pare che fossero parmigiani
    bresciani
    romani

    mi pare di aver detto tutto !!!

    non erano neppure Taci nè Manenti…i profondi buchi neri li avevano fatti altre persone fisiche ..

    ..questo è il mio parere…

    Del Granada ho sentito ( non mi sono informato ) ma ricordiamoci che l’aspetto giuridico economico societario non viaggia di pari passo col risultato sportivo :

    io penso che si farà un buon campionato di Serie B ( vietato parlare e pensare alla Serie A e sono d’accordo ) , che si toglieranno e ci toglieremo buone soddisfazioni e che, soprattutto, sempre a mio modesto avviso, verrà composta una rosa mega competitiva per farci godere …..
    ..
    ho grande fiducia nel D.S: ribadisco, in 20 giorni tra dicembre e gennaio scorsi, ha acquistato mezza squadra per la Serie B ( poi arrivata ) ed ora questa mezza squadra è già li belle pronta !!

    Io ho fiducia… ciao

  • 23 Giugno 2017 in 09:46
    Permalink

    Tra i nomi da riprendere perchè no Paloschi? è ancora relativamente giovane e penso verrebbe a Parma di corsa.

    • 23 Giugno 2017 in 11:46
      Permalink

      Paloschi ha un ingaggio di 1 milione di euro netti fino al 2020 con l’Atalanta.
      Secondo me resta lì.

      • 23 Giugno 2017 in 13:22
        Permalink

        Allora Caputo dell’Entella, bomber di razza per la B.

  • 23 Giugno 2017 in 10:39
    Permalink

    io ho paura per i cinesi,parlavano di grandi progetti e intanto il Granada è retrocesso…
    ciao Mauro saluti dalla Lucania
    PS:che bello vedere segnare un lucano (Scavone) nella finale di firenze.

  • 23 Giugno 2017 in 10:47
    Permalink

    Si vede che giocare in serie B per “i parmigiani doc”

    costa troppo….

  • 23 Giugno 2017 in 10:57
    Permalink

    Caro mio l’è mej ciucer un os (cinès) putost c’un baston.

  • 23 Giugno 2017 in 11:23
    Permalink

    Dopo la lezione dell anno scorso penso che quest anno non ci siano troppi dubbi che il cuore bisogna lascarlo a parte e rinforzare la squadra non tenere 15 giocatori dell anno prima …….per cui tutti i giovani i vari simonetti ricci messina (atalanta) saporetti vanno ceduti non dati in prestito se no facciamo la fine di leonardi fra 5 anni abbiamo di nuovo 200 giocatori a libretto !!!!!tutta gente che oltre la lega pro non puo’ andare per cui meglio venderli non facciamo altri casi miglietta……zommer e l unico che si puo’ dare in prestito perche e un buon prospetto ma sara lui che vuol essere ceduto. Per il resto la formazione base sara’ riconfermata 1 10 -12 giocatori che ha utilizzato sempre d aversa a cui aggiungere 6 mirati e forti per alzare il tasso tecnico e poi 6-7 giovani presi da giovanili di fama come roma fiorentina genoa torino da far maturare e utilizzare in caso di esplosione.
    MAZZOCCHI se ha un minimo di mercato lo darei via come terzino mi fa paura e come ala non incide non sa crossare pèerde l attimo scarta e basta fin che nn lo fermano. Poi BARAYE E NOCCIOLINI se rimangono dovranno fare le riserve temo che baraye non abbia la testa per farla mentre nocciolini secondo me in B ci sta appena appena e in una squadra da salvezza non con mire diverse uno dei due secondo me va ceduto. COLY penso che lo manderanno via (non l hanno mai fatto giocare acnhe se recuperato ) come garufo e nunzella due giocatori da lega pro Non penso che mireremo alla promozione diretta maad arrivare ai play off poii li abbiamo visto basta essere in froma 1 mese e vieni promosso il benevento docet !!!(frosinone e carpi erano nettamente piu forti )

  • 23 Giugno 2017 in 11:31
    Permalink

    Io ogni volta mi chiedo se le conferenze si ascoltano, si fa finta, o si capisce cio che si vuole.
    Gran bell’articolo, opportuno il richiamo alle questioni regolamentari che tra l’altro finiscono per complicare un po il lavoro di faggiano perchè la nostra rosa ha un età media elevata.
    Io non ho pretese ne particolari desideri. Chiaro che serve cedere qualcuno e allargare la rosa sia con giovani di prospettiva che con giocatori già formati, tipo barillà che per me è un buon acquisto.
    Per come la vedo io no categorico ai prestiti, inutile lavorare per gli altri

  • 23 Giugno 2017 in 11:51
    Permalink

    mi sa che Coda firma purtroppo oggi. peccato davvero.
    Paloschi non credo scenda in B. ha ancora richieste.
    Cerri e Jose Mauri potrebbero essere raggiungibili invece.
    i grandi nomi come già scritto lasciamoli stare.

    • 23 Giugno 2017 in 14:12
      Permalink

      A mi. …personalmente mi piace idea José Maurí.
      …. Óttima idea. ..

  • 23 Giugno 2017 in 11:51
    Permalink

    Paloschi l’ha preso il Chievo. Si sapeva dall’inizio che gli imprenditori locali sono intervenuti solo per non far fallire il calcio a Parma in maniera definitiva, tipo pallavolo o rugby. C’è solo da ringraziarli per il loro mecenatismo e basta, i risultati sono stati incredibili . I cinesi sono in NBA , a differenza di Taci e Manenti e sono acquirenti seri. Ora ci sta qualche anno di assestamento in serie B, poi si vedrà.

  • 23 Giugno 2017 in 12:13
    Permalink

    Ferrari sul tema è stato chiaro. Quando si sono dovuti guardare nelle palle degli occhi per decidere quale dei 7 avrebbe dovuto prendersi in mano il gioco e cacciare la pila pesante sono tornati a galla i soliti antichi vizi locali e l’entusiasmo del nostro grandissimo e amato ex Vice Presidente non è stato più sufficiente ad allungare il braccino (già negli ultimo 24 mesi sceso miracolosamente sotto il gomito) del gotha dell’industria parmigiana, ritiratosi alla spalla come di consueto. Purtroppo ragas non abbiamo scelta, bisogna che incrociamo le dita e speriamo che vada meglio che nel 2007. E che non siani i cinesi di Caliendo.Però io una consulenza ad Albertini l’avrei chiesta.

  • 23 Giugno 2017 in 12:16
    Permalink

    Vorrei solo fare una considerazione su quello che attualmente sta accadendo al Parma Calcio, come prima cosa vorrei far presente che la squadra è in serie B, quando due anni fa praticamente non esisteva e per questo motivo vorrei ringraziare, e mi sembra il minimo, i sette soci che cito in rigoroso ordine alfabetico Barilla Guido Maria, Capital BI srl, Dallara Giampaolo, Errea Sport spa, Ferrari Marco, Impresa Pizzarotti & C. spa e Malmesi Giacomo.
    Ora alcuni di questi sono entrati nella società Nuovo Inizio a titolo personale altri con la loro società, in due anni hanno investo nel S.S. Parma Calcio 1913 più o meno due milioni di euro ognuno, cifra versata praticamente a fondo perduto perché a parte la riconoscenza, tale investimento gli ha reso veramente poco e per alcuni nemmeno la riconoscenza visto che non sono quasi mai stati menzionati.
    Una squadra di calcio o di qualsiasi altro sport in Italia è un pozzo senza fondo, in qualunque categoria giochi, i soci se vogliono avere ambizioni e non cercare di sopravvivere devono annualmente immettere del capitale. Ora chiedere a persone che per amicizia hanno intrapreso questa avventura, di buttare ulteriore denaro per compiacere i tifosi della squadra di calcio mi sembra eccessivo, considerando poi che all’inizio, tra i soci, tifosi del Parma ve ne erano tre o quattro.
    Non vorrei che qualcuno facesse l’esempio dello scomparso Presidente Ceresini, perché avendo buona memoria mi ricordo i commenti dei tifosi nei suoi confronti, quando vendeva i giocatori migliori per riuscire a mantenere la squadra ad un certo livello.
    Per quanto riguarda il futuro vedremo cosa accadrà, di solito è meglio esprime giudizi sul conosciuto piuttosto che sul sentito dire.

  • 23 Giugno 2017 in 12:33
    Permalink

    Al D.S. NON interessano gli abbonamenti ???? siiii della piscinahahahah

  • 23 Giugno 2017 in 13:52
    Permalink

    Ma perchè i giapponesi non si muovono?A me piacciono di più dei cinesi. Quando un cinese rileva un bar sulla via emilia, da Piacenza a Modena è sempre al solita solfa: il caffè fa schifo, le paste per la colazione sono quelle della Proda scongelate che quando la sgagni si sbriciola e la crema è acida e non parliamo dei panini. Certo ai pioccioni va bene perchè mediamente cappuccio+brioche viene 2.20 anzichè 2.40 e con 5.50 becchi panino (con parsut gramo) e birra. Però a me non piacciono. Poi si vestono anche male, un cinese di un bar prima di Piacenza ha su i sandali con le calze anche in inverno.

  • 23 Giugno 2017 in 14:10
    Permalink

    del D.S. e degli abbonamenti…

    Lo ha detto a voce alta in un intervista in occasione della festa di Parma Partecipazioni Calcistiche:

    sarà anche stato un modo di dire ma, egli si riferiva al fatto che non acquisirà mai un GRANDE NOME solo per fare cassetta e nuovi abbonamenti , questo lo ha detto lui…con parole chiare..
    la citazione è legata al fatto che gli hanno chiesto di GILARDINO E CASSANO….
    punto ..!!!

  • 23 Giugno 2017 in 14:17
    Permalink

    Grazie per i saluti Luca Lucano

    Manuel Scavone sarebbe nato a Bolzano ….forse da genitori tuoi conterranei ?
    L’ho visto ieri, abbiamo scambiato due chiacchiere..
    è un buon giocatore di categoria e ..pure un bravo guaglione..
    brev ragasz ..
    e po al fa anca soquant gol …

  • 23 Giugno 2017 in 14:23
    Permalink

    I nominativi di CAPUTO e PICCOLO ricorrevvano pure a dic/gennaio scorso:

    il primo è quello che esordì giovanissimo col Bari ( Faggiano lo conosce molto bene per averlo avuto li e a Siena )
    PICCOLO è stato con D’Aversa a Lanciano….

    si può fareeeee ( come diceva tal Frankenstein Junior !! )

  • 23 Giugno 2017 in 14:42
    Permalink

    CINESE …ma tu mi hai letto bene ?

    Io ho scritto che,
    SECONDO ME,
    terranno 10 giocatori OVER compreso BARILLA’
    ( non considerando LUCARELLI , eventualmente GIOCATORE BANDIERA )

    per gli altri ho pure scritto le motivazioni per cui ci sono molteplici punti di domanda ( vatti a rileggere i DIECI , su questi mi pare che non ci piova – Baraye, se sarà intelligente, seguirà il Parma in Serie B, come giocatore facente parte della rosa, la titolarità del posto nessuno gliela potrà dare, probabilmente partirà dietro e poi, strada facendo ..dipenderà anche da lui stesso e dalle situazioni contingenti )

    i ragazzi UNDER 21 che tu hai citato che li diano in prestito o che vengano ceduti, sinceramente questo non saprei, dipende cosa ne pensano i vertici e quale tipo di discorso ne voglionoi fare !!!

    SI TENGA BEN PRESENTE CHE I CALCIATORI OVER, questo punto forse sfugge dalla mente, POTRANNO ESSERE SOLO 19 ( compreso LUCARELLI se deciderà di esserci, altrimenti, peggio ancora, saranno 18 ..DICIOTTO

    visto che giocheranno 4-3-3 saranno così distribuiti …

    3 PORTIERI
    8 DIFENSORI
    6 CENTROCAMPISTI
    6 ATTACCANTI

    sono 23 ( 18 over, 4 under , uno per reparto, oltre al giocatore bandiera ) …
    per arrivare a 27 / 28 …a completamento rosa ..serviranno, NECESSARIAMENTE, 4 / 5 UNDER 21 ….

    ora io dico, ci servono 9/10 UNDER 21 : se nessuno di quelli che sono già nostri andrà bene ( per completare il gruppo oltre i 19 ) bisognerà andarli a cercare …

    1 deve necessariamente essere un portiere..o vuoi tenere 3 guardiani over ???

    e gli altri dove li pigliamo ?
    le società di Serie A, quelli buoni li tengono loro e quelli di mezza vigogna te li danno ma solo in prestito : vogliamo ripetere il giochino di EDERA, che non ha giocato per un anno ( i primi 6 mesi a Venezia e, quelli successivi, a Parma ??
    a quale pro ?
    valorizzarli per le altre squadre ?

    se devo valorizzarli allora, se riesco, prendo CERRI E MAURI….apro dei rapporti con Juve e Milan e , se si fanno affari in due, va bene
    se fa affari solo una parte ..non va bene !!

    se pensi che sia facile comporre la rosa con questi criteri legati ai vincoli di età….vedi tu ..
    ciao china town

  • 23 Giugno 2017 in 15:03
    Permalink

    Io , se fossi nella “società” ( parliamo di calciomercato ), personalmente farei questo tipo di ragionamento:

    mi servono 9/10 under ok ? oltre ai 18 devo avere 10 calciatori nati dopo il 1° gennaio 1996..e non sono pochi…

    1) tengo Zommers, lo convinco ( ha 20 anni ) a fare il terzo, in serie B ( e dove la trova mai adesso questa categoria ? e dove può andare a fare il titolare in Lega Pro ??? ..a quale tipo di contratto $$$$ ???? ) : io credo che con le motivazioni della categoria e del contratto si possa restare a fare il terzo , credimi, se ci pensa vedrai che se lo tengono ci sta…( io ci starei )
    p.s Donnarumma è un altro caso, leggermente diverso mi pare…
    Zommers si può accontentare e la società, secondo me, DEVE AVERE UN TERZO PORTIERE UNDER ….E’ IMPRESCINDIBILE

    2) stesso discorso per Saporetti, 21 anni, è qui dal 2015, d’accordo, da Serie B non è pronto, non ci piove ma, per restare agganciato ci guadagna sia lui che la società, stesso discorso di prima ..

    3) farei di tutto per EDERA, accordandosi in qualche modo col Torino, ( prestito con valorizzazione per noi, compartecipazione, una formula non capestro ma significativa e vantaggiosa per entrambe le parti, ragazzo compreso )

    4) MAZZOCCHI..ecco lui, del ’95, non è un UNDER: è il + penalizzato perchè ..sappiamo perchè, gli stava stretta la Lega Pro, in B non farebbe il titolare, non rientra nei giovani,,, vedrai che probabilmente verrà ceduto….

    5) MESSINA credo sia sempre dell’Atalanta, immagino torni alla casa base;

    6) RICCI E SIMONETTI: medesimo discorso di

  • 23 Giugno 2017 in 15:24
    Permalink

    6 ) RICCI e SIMONETTI, potrebbe essere il medesimo discorso come x SAPORETTI : parliamoci chiaro, trovare dei 96 ( 21 enni ) che siano pronti per la B, o sono già in altre squadre, o arriverebbero dalle giovanili, come hai scritto tu , delle BIG di serie A, quindi, come scrivevo poc anzi ( ma quanto scrivo )…

    non è facile arrivare a 10 GIOVANI BRAVINI che possano aiutarti a conpletare la rosa, ben sapendo che 18.. 19 RUOLI SARANNO GIA’ COPERTI DAI GIOCATORI + ESPERTI …
    …è la solita legge dello sport…
    i + bravi ( e fortunati ) sono in Serie A e poi..a scendere…

    7) parlando di OVER secondo me uno dei due tra CORAPI e GIORGINO ( sono molto duttile entrambi e possono ricoprire multiruoli ) lo dovrebbero tenere ….

    8) NUNZELLA E GARUFO, probabilmente , penso io, probabilmente verranno ceduti ma,

    attenzione, tutti questi calciatori citati, giovani e over, sono tutti sotto contratto ( se non erro ) fino al 20 GIUGNO 2018..
    ( Mazzocchi fino al 2021 )

    vedi, caro CINESE, fare le robe, dalla parte della nostra tastiera, sembra facile ma, come ben vedi, non è così semplice :

    devi trovare tu, società, una nuova squadra per ogni calciatore che NON vuoi riconfermare e , ovviamente, garantirgli, per il periodo di contratto in essere, la stessa remunerazione che ha con te !!!
    Ci siamo capiti bene ora ??

    vai avanti tu che mi scappa da ridere :

    ritorna EVACUO, fine prestito, e tu sai che ha il contratto come gli altri, un anno ancora : lo tieni ? ti serve ? lo paghi ..
    non lo tieni ? non ti serve ? lo paghi lo stesso altrimenti devi trovare un accordo con qualcuno che lo gradisca, qualcuno che sa benissimo che egli potrebbe essere un IMGOMBRO per te ( che vuoi acquisire altri giocatori dovendo rimanere nell’ambito dei 18 )

    TI RIPETO, NON E’ UNA ROBA SEMPLICE PER CHI DEVE PORTARLA A TERMINE …

    io e te ne parliamo, comodamente seduti, non tiriamo fuori nemmeno un pio, non dobbiamo andare dal giocatore, ringraziarlo per le sue prestazioni e dirgli, ti devo cedere, NON FAI + PARTE DEL MIO PROGETTO…
    non è così facile come sembra quando devi farlo tu…
    ma pure quando lo ricevi..
    è il mondo che gira…d’accordo…

    cosa rimane ?

    se ho dimenticato qualcuno ….ci sarà qualche attento lettore che me lo ricorderà ..

    beh, insomma, pensaci bene CINESE….immagino fossero cose che già sapevi ma…
    le robe sono queste…ne + ne meno….
    adesso tocca a Daniele Faggiano ….
    ..
    noi scriviamo e basta…

  • 23 Giugno 2017 in 16:13
    Permalink

    Caro Mauro “morosky” Moroni tu scrivi:

    “per 5 anni non si muoverà nulla di sostanziale, ci sarà un nuovo CdA ( Majo mi corregga se sbaglio ) composto da 9 membri,
    5 Desports
    3 Nuovo Inizio
    1 Parma Partecipazioni Calcistiche
    per qualsiasi mezza decisione servirà una maggioranza di 7 voti a favore quindi mi sembra palese che se non ci saranno 2 voti “nostrani” nulla si modificheà in nessun senso.!!!
    e questo credo sia importantissimo..”

    Vorrei correggerti:

    – I primi 5 anni non si muoverà nulla di sostanziale per quello
    che riguarda l’assetto societario di PPC (Azionariato)
    mica del Parma Calcio.
    Se a dicembre i 7 big vorranno vendere le ultime quote
    hanno libertà di farlo.
    – Nuovo Inizio potrà solo decidere per:
    Collecchiello, Stadio e le magliette!!!!!
    Quindi discorso 7 membri o 9 è solo aria fritta!!!!

    Informati bene…..non divulgare notizie non vere.

    • 23 Giugno 2017 in 17:39
      Permalink

      Scusi abbia pazienza, da cosa deriva questa sua affermazione: Nuovo Inizio potrà solo decidere per: Collecchiello, Stadio e le magliette!!!!! ??
      Grazie se vorrà chiarire.
      A parere mio state discutendo solo di cda quando invece è opportuno tenere presente che c’è pure un assemblea dei soci e anche in questo caso bisognerà verificare cosa prevedono gli accordi per il quorum, di certo in riferimento a quest’ultima si ragiona in termini di percentuale di quote possedute
      Qua (parlo in generale) dopo 3 giorni di tregua festeggiamenti si torna a dire che si sbarazzano del parma, io dico che dalle parole di ferrari viene da pensare che si sia dimesso essendosi rotto i coglioni di compatire della gente per cui se fai 9 invece che 10 è sempre un dramma. Ovviamente sono considerazioni personali

      • 23 Giugno 2017 in 20:14
        Permalink

        L’ha detto chiaro e tondo Ferrari in conferenza, ha anche detto che per 5 anni le quote rimarranno invariate a prescindere dagli aumenti di capitale

  • 23 Giugno 2017 in 16:36
    Permalink

    Perchè i commenti di “morosky” sono così prolissi?

    By Lo Scomodo Romano C.

  • 23 Giugno 2017 in 18:15
    Permalink

    Puoi prolissare pure tu se hai qualcosa da dire ..

    • 26 Giugno 2017 in 09:08
      Permalink

      Per rispondere ad un commento basta premere il tasto rispondi e non aggiungere un commento a fondo pagina. Così potresti evitare di riepilogare a chi stai rispondendo.

      By Lo Scomodo Romano C.

      • 26 Giugno 2017 in 10:01
        Permalink

        Grazie, non lo sapevo…
        c’è sempre da imparare….
        grazie davvero ..

        moro

  • 23 Giugno 2017 in 18:18
    Permalink

    Ma se 1.000 cinesi (che si trovano in due secondi) prendono delle quote da 500 ghelle di PPC a quel punto li m’es fa?

  • 23 Giugno 2017 in 18:43
    Permalink

    ROBIN HOOD

    Mi rettifico parzialmente perchè il discorso dei 5 anni vale solo per il mantenimento del 10% delle azioni PPC….E SU QUESTO NON CI PIOVE…

    Da ciò che ho inteso io, live in conferenza stampa ( NON SONO ANDATO A LEGGERE NE’ RIASCOLTARE NULLLA ma posso farlo, nel caso mi serva, in qualsiasi momento ):

    il nuovo Consiglio di Amministrazione ( NON MI SEMBRA UN ORGANO INUTILE SENZA POTERI DECISIONALI ) ribadisco che sarà formato da 9 membri:

    5 CINESI
    3 SOCI NUOVO INIZIO
    1 PPC…

    ebbene, riconfermo, per prendere qualsiasi decisione servono almeno 7 voti …!!

    Approfondirò quali argomenti potrà trattare il CdA ma, in questa sede, al momento, a me non interessa + di tanto..

    Tengo a precisare che, in tutti i casi, non era assolutamente mia intenzione divulgare notizie false…a che pro ?
    Per fare il professore ? No certo che no ..
    Per fortuna poi che ci sono i correttori di notizie non vere che vigilano e riportano le giuste cose : grazie cmq per la correzione …

    Per la cronaca..
    A ME NON INTERESSA PER NULLA SE I 7 SOCI A DICEMBRE CEDERANNO LE RIMANENTI O RIPRENDERANNO LE LORO AZIONI ( credo che sia nei loro legittimi diritti e/o affari personali nemmeno tanto sindacabili da me o da te, o sbaglio ?? )

    PER L’ASSEMBLEA DEI SOCI CHE CITA SOTTO DI TE
    il sig. GABRIELE …servirà il 75%

    QUINDI COME VEDI SIG. ROBIN HOOD …
    i cinesi mi sembra che, con questo tipo di accordo, hanno si la maggioranza ma….NON LA POSSONO USARE NE FAR VALERE …se non con il beneplacito di 2 SOCI ( cda ) o del 15% dsempre dei soci parmigiani…

    sbaglio ??
    Stadio Tardini ci può venire in aiuto per chiarire ? giusto per dare una + corretta e chiara informazione ai lettori…

    Io mi tengo la Serie B e il D.S Faggiano, quei 10/12 giocatori per la categoria e, delle azioni cinesi, me ne fotto !!

    • 23 Giugno 2017 in 20:17
      Permalink

      No i 7 voti sono solo per stadio, maglia e Collecchio, lo ha detto Ferrari in conferenza

    • 23 Giugno 2017 in 22:25
      Permalink

      Grazie per il 75% non lo sapevo.
      Mi ero perso il passaggio su stadio e magliette ma dubito che sia tutto lì la maggioranza qualificata, di solito la si chiede soprattutto per altre cose, staremo a vedere. Mi raccomando di me non scriva sig. che non lo sono 🙂

  • 23 Giugno 2017 in 18:55
    Permalink

    DAVIDE ..

    immagino che nello statuto di PPC ci possa essere una clausola che limiti la vendita delle azioni dei suoi soci SOLAMENTE all’interno del PPC stesso ..
    dico lo presumo, non ne ho la + pallida idea …
    ma dovrebbe essere così …
    RICORDO PERO’ CHE PER 5 ANNI IL 10% DI PPC non si tocca e, in tutti i casi non farebbe arrivare al 75% e nemmen ai 7 soci su 9
    ..
    IL SEGUITO NON è + PER DAVIDE che saluto ( a son ste dal barber )

    certo che, dopo un mese di playoff, a seguito di un campionato in cui è successo di tutto…
    ..
    dopo essere stati promossi in serie B…
    venirla ancora a menare con queste robe…
    bisogna isar propria del raszi ….
    mamma mia che ginta …
    mo chilor co fani a ca soa ?
    che lavor fani ?
    tut profesor e commercialista ?
    diretor sportiv e alenador…

    io ero rimasto che l’Italietta ns era un popolo di santi, poeti e navigatori….invece ..siamo profondamente mutati geneticamente …

    SE BISOGNA FARE DELLE POLEMICHE PER FORZA e CONTINUARE A CRITICARE LA SOCIETA…

    farebbero proprio bene ( a dicembre )…a vendere tutto e mandare tutti a fare …in …

    OH LA …ADESA A SON A POST

    • 23 Giugno 2017 in 20:23
      Permalink

      Vedo che sta diventando anche un paese di lecchini, continui a dire cose inesatte sui 7 voti, non ti vai a risentire la conferenza e insisti lo stesso, e se non sta bene agli altri dici che sono qua a brangognare contro la società. Ok per tutte le decisioni ci vogliono 7 voti e chi non dice che è vero è contro la società.

      • 26 Giugno 2017 in 10:14
        Permalink

        Mi sono sbagliato Giovanni, errata interpretazione, ammetto la mancanza: spero di non essere processato..http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif

        Più voci, + occhi e + teste aiutano ad avere le informazioni + precise..

        grazie pure a te..

        Mauro

  • 23 Giugno 2017 in 23:21
    Permalink

    Barbèr cinès Mauro. Al costa meno.

  • 24 Giugno 2017 in 00:24
    Permalink

    Sembra che faggiano vada a empoli.

  • 24 Giugno 2017 in 00:26
    Permalink

    NONso chi a parlato del discorso societa’ pero0 vorrei che fosse chiaro che i CINESI NON SONO STUPIDI questo lo dico perche’ non so chi di voi ha scritto che i cinesi hanno la maggioranza ma non la possono usre se non con 1 voto o due dei soci di moniranza ecccc o altre cose del genere vorrei chiarire che la normale gestione i cinesi fanno quello che vogliono se hanno la maggioranza per cui mettono budjet che vogliono comperano chi vogliono mandano via chi vogliono ecccc attenzione in tutte le societa’ per certe decisioni ma di STRAORDINARIA AMMINISTRAZIONE SERVE UNA MAGGIORANZA QUALIFICATA ecco perche’ molto spesso siccome di solito e’ il 75% conta molto che il socio di minoranza abbiaalmeno il 25-30 /% l(nel caso di ghirardi non c’era una mnoranza qualificata ) se non altro per poter controllare le carte o per le decisioni di starorinaria amministrazione a cui i vecchi soci parmigiani hanno specificato che ci sia anche la maglia (che i cinesi non cambino ) poi guarda guarda lo STADIO E IL CENTRO SPORTIVO !!!! MA GUARDA UN PO’ i maligni dicono ma io non ci credo anzi lo escluderei categoricamente sono solo voci che ho sentito in piazza che il vero obiettivo della vecchia societa’ era propio l area del tardini ( per dirla come ferrari tra loro c’e anche chi costruisce ponti chi vuol intendere intende ) e l area del centro sportivo , per cui volgiono mettere il becco su queste questioni almeno per 5 anni poi visto che si sono dati un limite temporale fra 5 anni chi vivra vedra’ e comunque anche ferrari non puo’ escludere che anche con i cinesi possa finire con ghirardi .Detto questo io dico fra 5-7 anni mezza serie A e tanta B sara’ in mano a stranieri per cui non satrei a fare il noioso i dobbiamo abituare sperando che i ns siano i cinesi migliori non escludo che fra 10 anni l italia sara’ nella china league

  • 24 Giugno 2017 in 00:47
    Permalink

    comunque io sinceramente preferisco crespo a minotti scala , il ragazzo sa di calcio non e’ stupido poi chiaramente dipendera’ da quello che gli lasciano fare ma una bella persona anche lui

  • 24 Giugno 2017 in 07:28
    Permalink

    Buongiorno Tutti ……
    I have a big problem …can not wait to see Parma Calcio 1913 ” Giocato ” quando comincia i amichevole ?
    Cordialmente
    Douglas

  • 24 Giugno 2017 in 14:29
    Permalink

    Se posso dire il mio pensiero, molto terra terra, riguardo la gestione futura del
    Parma, secondo il mio parere l’ordinaria amministrazione sarà in mano ai cinesi, i quali a lor volta delegheranno all’amministratore delegato, salvo verifiche periodiche di carattere amministrativo ed obiettivi, avendo la maggioranza (Quando entreranno in possesso del 60% del capitale sociale), per la straordinaria amministrazione, a cui sono legati i destini della società stessa, eventuali aumenti di capitali, ingresso di eventuali nuovi investitori, ecc. ecc. servirà una maggioranza qualificata del 75% quindi il concorso dei magnifici 7 e non è di poco conto.

  • 25 Giugno 2017 in 00:35
    Permalink

    In effetti, pur scrivendolo non correttamente specificato, volevo dire + o meno la cosa qui sopra riportata:

    col 60% i cinesi espleteranno l’ordinaria amministrazione, mercato, acquisti, vendite ….così pure come comperare la carta igienica, gestire la società in toto nel percorso amministrativo / calcistico ma…ci si ferma li: non si toccano Stadio, Collecchio, maglia, quote / azioni, percentuali delle medesime …oltre a tutte quelle che potrebbero essere modifiche SOSTANZIALI ALL’ASSETTO SOCIETARIO …( credo proprio anch’io che non sia poco !! )

    spero di avere capito pure io…grazie !!

  • 25 Giugno 2017 in 10:40
    Permalink

    si moroni i cinesi comandono solo sulla carta igenica ma su dai la’ non fare ridere………..da che mondo e’ mondo chi ha la maggioranza comanda !!!! smettiamola di dire fesserie anche perche’ potrei farti il ragionamento inverso senza il benestare dei cinesi non si decide nulla su satdio centro sportivo maglie ecccc come vedi comandono anche su quello visto che hanno piu consigleri .
    Per quanto riguarda il resto bisogna vedere lo statuto e i patti parasociali nei quali sembra che hai parmigiani interessi solo l eventuale speculazione sull area del tardini …………ma in ogni caso ci deve essere accordo con chi detiene la maggioranza. Peraltro ferrari parla di 5 anni per cui non e’ da escludere che anche la compagine possa variare anche alla svelta etor che bali !! in ogni caso c’e la prelazione come in tutte le scoieta’ del mondo ai soci non si esclude che alcuni dei magnifici 7 se ci siano aumenti di capitale vogliono andare via prima…..in sostanza non siate ridicoli comanda chi ha la maggioranza cosa pensate che i cinesi mettono 15 ml sul piatto per farsi comandare dai magnifici 7 ? chiedetolo a berlusconi ch voleva fare il gioco delle 3 carte e gli hanno dato un calcio in culo ….di fessi al mondo non ce ne tanto piu se hanno i soldi !!! e se arrivano dalla superpotenza mondiale oggi n1 che e la cina asta la vista amigos altro che comandare sulla carta igenica caro moroni anche perche i 7 vedrai come scappano al primo aumento di capitale perche con 30% se ci sono gli aumenti li senti tutti devi mettre i soldi senza comandare quello si che e’ dura da continuare

  • 25 Giugno 2017 in 11:27
    Permalink

    Come sempre, ognuno è libero di pensarla come vuole:

    all’inizio degli anni 1970 una grande realtà industriale parmigiana cedette la maggioranza del pacchetto azionario agli americani, 9 anni dopo i precedenti proprietari fondatori la riacquistarono : parliamo della Società Barilla giusto ?

    Come si può notare le cose si modificano, cambiano, a volte ritornano ..chissà, tutto potrebbe essere, chi può dirlo ?

    E’ sempre il solito discorso, è molto facile fare il frocio col culo degli altri così come “gestire, spendere, spandere, espandere, mettere la pila”, SEMPRE QUELLA DEGLI ALTRI PERO’ ..

    Io potrei abbozzare che, in due anni, i soci fondatori hanno TIRATO FUORI TRA I 15 E I 20 MILIONI …cifre buttate li così, a spanne km triche …

    Circa un mesetto fa un lettore si è preso la briga di andare a leggersi il bilancio dell’anno calcistico 2015 -2016 ( chiuso al 30/giugno 2016 o sbaglio ??? : se non ricordo male, ci furono costi per 4, 5 milioni di euro ( parliamo di Serie D giusto ?? )

    Altre parole non servono, servono SOLDI, NON CHIACCHIERE
    per quanto mi concerne, che siano soldi parmigiani, di Pontremoli o cinesi, sempre soldi sono …e se sono buoni..vanno bene ..

    Il mondo cambia, molto + in fretta di ciò che si pensi: 35/40 anni fa gli orientali, cinesi o giapponesi, venivano in Italia e fotografavano tutto quanto, dallo stuzzicadente al grattacielo…
    i risultati sociali ed economici si vedono a distanza di tempo..
    oggi, costoro, sono due tra le realtà + potenti al mondo, in tutto, nulla escluso ..!!
    Che dire ? Sperema ben ??
    Sperema ben !!!!

  • 25 Giugno 2017 in 14:09
    Permalink

    MORONI SPERAMA BEN E’ UN BUON FINALE , senza sottovalutare i cinesi che non vengono qua per comandare sulla cartaigenica ma come dice ferrari e’ gente che sa di calcio e si occupa di calcio .Non penso che neppure ai cinesi piaccia buttare via 15 ml di eur per cui saranno venuti con buone intenzioni ed e’ meglio gente che ci voglia mettere i soldi e con comp0etenze calcistiche che come dice ferrari gente che fa altro e che forse non hanno la volgia o il tempo di gestire una squadra di calcio .D altronde tante aziende industriali italiane dalla pirelli alla ariston da valentino a gucci eccc sono in mano a stranieri per cui non facciamo gli schifitosi e andiamo avanti poi li giudicheremo liberamnete come abbiamo sempre fatto .Io di CRESPO mi fida ma certo quando inizia anche lui a mettre gli amici inizia male ……il parma non deve essere un uff di collocamanto se PIAZZI vuole fare una bella primavera(e tutti parlano bene di piazzi che e meligo di palmieri ) e poi la dai in mano all amico di crespo che e’ un incapace allora ……mi cadono subito le palle , speriamo che crespo capisca certe cose

    • 26 Giugno 2017 in 10:17
      Permalink

      No no, nessuna sottovalutazione, nei confronti di nessuno..

      mi dico sempre di aspettare l’inizio dei lavori e di giudicare risultati a consuntivo …e questo mi sembra cge possa valere per tutte le situazioni della vita..

      ciao cines

  • 26 Giugno 2017 in 08:18
    Permalink

    Io vorrei dire solo che stiamo facendo dei processi a persone e fatti che ancora non sono avvenuti…… almeno aspettiamo che si compiano per giudicare…..

  • 26 Giugno 2017 in 08:51
    Permalink

    Resta il fatto che sono state vendute quote del Parma,
    e si sa solo che sono cinesi,che c’è Crespo come Vice e
    che sborsano 15 milioni (forse).
    La Gazzetta di Parma tace, pubblica solo articoli scandalistici,
    Cassano si Cassano no.
    Ma non sono serviti 3 fallimenti?????

    • 26 Giugno 2017 in 10:09
      Permalink

      Credo che la Gazzetta, di fatti concreti, possa solo scrivere ciò che arriva dalla Società sotto forma di comunicati ufficiali:

      scandali e scandaletti ne leggiamo sempre,
      le ns opinioni, x chi ne ha, mettiamole qui,
      poi ci possiamo contestare, criticare, aprire dei dibattiti,
      sognare, sperare, …

      dai, 3 milioni sono arrivati
      dovrebbero arrivarne altri 15…i fan 18…

      mercato, Centro Sportivo di Collecchio
      ( alla prossima asta , se decidono di prenderlo verrebbe via sui 3 milioni circa considerato il ribasso del 25% )

      gestione futuro campionato ..insomma soldini che serviranno !!

      • 26 Giugno 2017 in 11:20
        Permalink

        Credo che i 3 siano la prima tranche di 15. Quindi non sono 18, ma 15, di cui 3 arrivati e 12 in transito
        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 26 Giugno 2017 in 10:54
    Permalink

    Se ben ricordo con l’arrivo di Taci,
    la gazzetta tutti i giorni pubblicava notizie.
    Ora massimo silenzio.
    Fai bene morosky a dire dovrebbero arrivare altri 15,
    ma finchè non sono sul conto corrente….
    Questa non è una critica, ma semplicemente
    realtà….non si sa nulla…e la cosa mi fa pensare.
    Per quanto riguarda il centro sportivo di Collecchio,
    Ferrari è stato chiaro i cinesi non sono ancora pronti.
    Probabilmente sarà ancora deserta,
    a meno che “un’esterno” non l’acquisti.

    • 26 Giugno 2017 in 14:13
      Permalink

      No ma guarda Robin, io non voglio passare per quello che vuole criticare CHI CRITICA…

      vedi ?
      leggendo Alessio prendo nota che non sono 18 ma solo 15…di cui 3 già incassati e ..il saldo avverrà con il passaggio delle ulteriori azioni ( seconda tranche del 30% ) per arrivare al 60% definitivo, per ora )..

      Il discorso del silenzio o, meglio dire, della comunicazione ufficiale, forse è una forma migliore:

      faccio un esempio, l’anno scorso la società, la dirigenza, hanno detto delle parole…
      la tifoseria, l’opinione pubblica hanno interpretato queste parole come un MUST ..dobbiamo andare in Serie B..
      io vado a tentoni nei ricordi ma, se non erro, nel 2015 Ferrari disse: puntiamo alla serie B nel giro di 2 barra 3 anni….sbaglio ?

      Da li l’equivoco, le aspettative obbligate ecc ecc ecc ..
      se non fosse giunta la promozione ai playoff, secondo te sarebbe stato un fallimento ?
      Un disastro sportivo ed economico ?
      Il problema economico, chiaramente, incide molto sul budget, se fossimo rimasti nella nuova Serie C, altri 15 e passa milioni per ritentare ..NON CI VOGLIO + PENSARE…
      ciao
      moro

  • 26 Giugno 2017 in 15:49
    Permalink

    Riportare notizie ore senza aver sentito la conferenza stampa dei rappresentanti cinesi credo sia inutile.
    Sarebbero solo notizie fondate sul nulla.
    L’unica cosa certa, per ora, è che la Wuhan DDMC Culture Co. Ltd. o Wuhan Cheng Ming Contemporary Culture Co. Ltd. (nome cinese) al suo interno ha un’area dedicata alla attività sportiva ed il suo referente è Jiang Lizhang, fondatore e presidente della Double-Edged Sports (Desports), ora che questa società utilizzerà una società costituita ad hoc per acquisire il Parma come ha fatto con il Granada, o che il suo maggiore azionista la Wuhan Dangdai Technology Industry Group Co. Ltd entri direttamente come ha fatto con la società di calcio cinese cambiandogli pure il nome in Chongqing Dangdai Lifan, prassi vietata in Italia per le società di seria A e B, non lo sanno certamente i giornalisti e probabilmente nemmeno Crespo, quello che in realtà intendano fare lo diranno loro alla conferenza stampa.
    Il Parma mi risulta che sia una Srl quindi non ci sarà nessun scambio di azioni, credo che i sei milioni entreranno come aumento di capitale sociale, i restanti possono entrare in diversi modi e tra questi c’è anche il finanziamento fruttifero come hanno fatto i proprietari di Inter e Milan, ma ovviamente decideranno loro quanti soldi mettere, quando e come farli entrare nelle casse della società.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI