Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / FINALMENTE E’ ARRIVATO MARTEDI’ 13 GIUGNO 2017

copertina parmaland

Mauro-Moroni.jpg(Mauro “Morosky” Moroni) – Finalmente è arrivato pure martedì 13 giugno 2017, penultima tappa di un post campionato lungo e logorante (sia per chi ha giocato, ma pure per tutte le altre componenti, anche chi ha tifato, urlato, fischiato pianto e  gioito!!!). Un passo indietro – Dopo che il Benevento ha superato il Carpi, in barba pure alle “mire-manie” del Sig. Lotito che vorrebbe solo grandi bacini di utenza nella “loro”  Serie A ( e si ritroverà pure Ferrara con la Spal, altra neo promossa con doppio salto dalla Lega Pro 2015-2016 ), ad oggi, salvo esclusioni, penalizzazioni o ripescaggi vari ed assortiti,  la futura Serie B* dovrebbe essere questa.

probabile futura serie B

mauro moroni morosky ritratto autoreAd un primo e sommario sguardo tra le squadre, per il vertice della classifica balzano subito in evidenza le tre retrocesse dalla Serie A (Empoli, Palermo e Pescara), con Frosinone, Novara, Perugia, Spezia e Carpi queste, sulla carta, le favorite per puntare alla futura Serie A: alcuni importanti ritorni di squadre dal passato glorioso,  Cremonese, Foggia, Venezia e, sicuramente, ci sarà sempre qualche outsider  non prevista! In qualsiasi caso si vada a completare mi sembrerebbe, geograficamente parlando, un campionato ben equilibrato tra squadre del Nord, del Centro e del Sud: anche la geopolitica, nel calcio, ha il suo “valore”; non sembrano esserci squilibri delle forze in campo, né dal punto di vista socio-economico né a livello di competizione sportiva: non si può certo dire così parlando della Serie A dove, da sei anni consecutivi, vince sempre la stessa squadra (tra l’altro è indubbiamente la più forte, sia come società, sia come gestione sportiva e pure dal punto di vista economico).

* Umore dei tifosi * – Ma siamo poi così proprio sicuri che ai tifosi interessi più di tanto quello che è l’aspetto economico, il bilancio o le tanto blaterate plusvalenze della società per cui tifano? A mio avviso ai tempi del Parma targato Ceresini o Parmalat, secondo me, non gliene fregava a nessuno degli assetti societari, né dei bilanci in utile o in perdita: al tifoso medio interessa vincere, portare a casa trofei, battere la Juve e, naturalmente, la Reggiana: vive per queste realtà o sbaglio? Effettivamente negli ultimi 3 anni le cose sono cambiate, ci è capitato di tutto e non ci siamo fatti mancare nulla: abbiamo tesserato più calciatori noi che il Milan in 15 anni, un mega fallimento, buchi amministrativi profondi, 4 presidenti in 6 mesi (al contrario di oggi che siamo acefali da novembre, ma, la barca va avanti lo stesso, beh, barca è riduttivo, diciamo nave da crociera!), Curastars, sequestri di attrezzature al Tardini, sequestri a Collecchio, dipendenti e fornitori non pagati, sindacati, sciopero calciatori, Lega a fare finta di concedere l’elemosina di quei famosi 5.000.000! Di tutto abbiamo visto e letto di tutto…

E dopo questi terremoti economici e sportivi il tifoso si è fatto ora più attento e responsabile? Si occupa di bilanci? E’ più attento alle plusvalenze? Segue il flusso finanziario? Le spese negli acquisti e il contratto dei calciatori? La parcella del professionista e i rapporti coi procuratori? Ma non raccontiamoci storie né cannelle dai: a noi tifosi interessa vincere, magari veder giocare pure bene e, salire di categoria: punto e basta!

Rimanendo nell’ambito calcio se osserviamo cosa succede in serie A ci rendiamo conto che, solo con la buona competenza, il grande lavoro e la lunga programmazione si ottengono risultati positivi, ognuno per step e situazioni diverse: Juve, Atalanta, Sassuolo, Milan (a suo tempo): la Juve è tornata a vincere e rivince da 6 anni; l’Atalanta ha uno dei migliori vivai da 30 anni a questa parte, vivaio che sforna giovani calciatori pronti per la massima categoria; il Sassuolo è partito dalla quarta serie ed è arrivato alla Serie A, mantenendo la categoria quasi sempre con buoni risultati, coi giovani e con pochissimi calciatori stranieri; il Milan, partendo dalla fine degli anni ’80, era arrivato a costruire la squadra degli “invincibili” mietendo scudetti in Italia e coppe all’estero!!

Cosa serve ? Un presidente (o un gruppo solido) appassionato (che immetta denaro), un Direttore Generale / Amministratore Delegato abile e lungimirante, competente ed “onesto” (è una dote che arriva da molto lontano e che, nel mondo del calcio, suona un po’ fuori luogo, ma, credetemi, è necessaria ed ha ancora il proprio buon valore): apro una piccola parentesi sulla figura precedente e faccio un nome, Beppe Marotta, ex Sampdoria e, da qualche anno, a Torino, sponda Juve: ho una profonda stima ed ammirazione per questo dirigente il quale ha sì un solo occhio davanti ma ne ha 3 dietro !!!! Mi si conceda l’affermazione, assolutamente non denigratoria bensì tale da far capire quanta competenza e capacità lungimirante abbia questo Amministratore! Un management competente ed affiatato ed un buon settore tecnico: allenatori, preparatori, staff, sia per la prima squadra che per il settore giovanile; a costo di sembrare vecchio e retorico, i risultati si ottengono con le cose sopracitate, passione, competenza, il giusto budget economico (a seconda degli obiettivi e finalità che ci si pongono) e tanto, ma tanto, lavoro quotidiano, col tempo giusto ed adeguato per lasciare maturare i frutti: una volta assemblato l’insieme di queste cose, competenze e uomini, si procede col lavoro e, di pari passo si fanno modifiche graduali, inserimenti, migliorie, innovazioni, sempre con lungimiranza e dinamicità, fisica ma pure mentale: guardare avanti nel tempo!

Ed è pure per questo che capisco e non condanno gli eventuali errori e le scelte sbagliate di una società che, nel mondo del calcio, non aveva mai messo piede; è partita con dei principi, con un progetto chiaro e con degli uomini che erano stati scelti per il loro passato, per carisma e serietà: la prima parte del programma è andata bene, mentre la fase successiva ha trovato problematiche, mancanza di risultati e dissidi interni che hanno portato alla scelta, drastica, di esonerare in toto le stesse persone scelte 15 mesi prima!

Il resto lo conosciamo tutti, siamo in piena fase finale della stagione agonistica, appendice non gradita, appendice non programmata quando si pensava di riuscire ad ottenere la promozione diretta (ero un convinto assertore di tale ipotesi, non rinnego mai) ed ora che siamo in ballo, balliamo.

Poi andremo tutti in vacanza per un mese: tecnici e giocatori, qualcuno si occuperà della RI-costruzione della squadra, delle compravendite, dei giovani, dello sfoltimento e del consolidamento: tornando al discorso di prima, serviranno competenza, conoscenza, contatti, denaro adeguato e “palle” per stare sul mercato  (e credo che dovrebbe pure arrivare quel centrocampista che aspettavamo l’anno scorso, entro il 31 agosto, naturalmente!).

Come ho già anticipato in qualche commento, dopo gli errori precedenti, sono convinto che questa sessione di mercato avrà un buon andamento generale: la proprietà, in fase di cessione quote, non farà proclami altisonanti, ma opterà per un più saggio e diplomatico anno transitorio, anno di crescita sotto tutti gli aspetti, societari e tecnici: il tutto, comunque, sta rientrando, come tempistica, nell’ottica di ciò che era stato programmato nella fase iniziale, cioè nel 2015. Ora che siamo vicini alla Serie B penso che sia giusto assestarci e capire un attimo cosa si vorrà fare da grandi: il Parmacalcio1913 ha solo 2 anni, praticamente è ancora alla scuola materna del calcio e dobbiamo ancora mangiare tanti crostini di pane duro per arrivare in quel posto che avevamo fino a 3 anni fa, e che posto !!

Finalmente è arrivato pure martedì 13 giugno 2017 , * la formazione*

Frattali

Iacoponi  Di Cesare  Saporetti  Scaglia

Munari  Corapi  Scavone

Nocciolini  Calaiò  Baraye

Giustamente, come ha sottolineato qualche lettore, non è tempo di fare esperimenti (parto dal fatto che la “mia scelta” di far giocare Saporetti non sarebbe da considerare tale, ma avrebbe solo lo scopo cautelativo di copertura in quanto loro non avranno le due punte titolari ma faranno inserire i trequartisti e i centrocampisti, occhio!) ma io, in questa partita fondamentale (per andare in finale) starei ben coperto e attendista (per un eventuale cambio tattico resterebbero sempre due centrali in campo): come sempre, a D’Aversa la risoluzione del problema, l’importante è il risultato finale!

Pronti, caldi e concentrati pure in panchina a tutti gli altri players.

Non ci resta che andare a Firenze e… amarla, ci porterà bene !

E tanto già lo so che l’anno prossimo , che l’anno prossimo …ale ooo ale ooo

Dalla Casa dei Playoff

vi saluto cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

23 pensieri riguardo “Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / FINALMENTE E’ ARRIVATO MARTEDI’ 13 GIUGNO 2017

  • 13 Giugno 2017 in 11:10
    Permalink

    mi sembra ieri

  • 13 Giugno 2017 in 11:46
    Permalink

    annuncio

    cercasi amici anni 16 n.100 e anni 18 n.100 aiutre disabile gianluca barazzini

  • 13 Giugno 2017 in 12:01
    Permalink

    annuncio

    cercasi cercasi amici anni 21 tifosi del parma tutti i ragazzi a fireze forza pasrma!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    cercsi ragazzi gay anni 20 e anni21 numerosi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 13 Giugno 2017 in 12:03
    Permalink

    ANNUNCIO

    CERCSI AMICI ANDARE AL MARE COMPAGNIA
    TELEFONARE3664405576
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif FORZA E FORZA PARMA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  • 13 Giugno 2017 in 12:07
    Permalink

    Aleluya…… Vamos por ella ….
    Forza Parma

  • 13 Giugno 2017 in 12:50
    Permalink

    Moroni detta in amicizia sei proprio sicuro che ora ai tifosi del Parma interessi la serie b e i vari pronostici?
    Dal titolo mi aspettavo qualcosa di piu passionale per stasera…invece solo cose inutili e fuori dal discorso parma…a volte bisognerebbe scrivere un solo articolo ma decente…

  • 13 Giugno 2017 in 13:51
    Permalink

    Ma non è che qui siamo troppo sicuri di finire in B? Calma e gesso che proprio ora arrivano le sorprese.

  • 13 Giugno 2017 in 14:23
    Permalink

    MORONI BUON DIVANO ALLORA vso che non vieni a firenze , io sono gia a prato a troare i miei amici cinesi e il parma calcio NON AVEVO DUBBI CHE IL PARMA 1913 SAREBBE VENUTO IN RITIRO A PRATO propio a PRATO LA CINATOWN ITALIANA PIU DI 100.000 CINESI A FRONTE DI 30.000 ITALIANI GRAZIE PARMA DI QUESTO BEL REGALO i

  • 13 Giugno 2017 in 14:24
    Permalink

    tutti i cinesi di PRATO SRANNO A FIRENZE A TIFARE PARMA STASERA GRAZIE PARMA DI ESSERE VENUTO A PRATO LA TUA SECONDA CASA

  • 13 Giugno 2017 in 14:29
    Permalink

    non vedo tutto questo entusiasmo non vedo fermento che abbiano preso tutti ds moroni che guarda le partite sul divano ? solo 1500 scarsi scarsi a firenze per una semifanale di play off !!!! mi ricordo che a vicenza ervamo in 10.000 ai tempi degli spareggi con triestina e udinese altri tempi !!! tutto l anno la meniamo che dobbiamo dove ci spetta ma a livello di tifo la laega pro e sufficiente ci siamo fatti fottete dal lecce come abbonati totali e addirittura come presenze alle semifinali dei play off dai reggiani !!! che hanno gia acquistato 2000 biglietti non e’ che hanno capito gia’ tutti il finale ?

    • 13 Giugno 2017 in 15:46
      Permalink

      Io andrei piano ad affidarmi alle voci che arrivano da Reggio, per Reggiana-Livorno avevano dichiarato di avere oltre 7.000 presenze poi la lega ha dato i dati ufficiali ed erano meno di 5.000 tanto che è risultata la partita con meno presenze tra le 4 partite del ritorno dei quarti di finale. Io aspetto di vedere le foto.

  • 13 Giugno 2017 in 14:30
    Permalink

    stasera per la tensione non guarderò la partita

  • 13 Giugno 2017 in 14:34
    Permalink

    concordo con joe articolo un po’ insipido a poche ore da una partita cosi importante ma noto che se non intervengono i criticoni nessuno scrve nessuno parla manca entusiamo solo 1400 vanno a firenze !!! rob g da giana erminia !!!! quelli della lucchese erano 1200 a parma ……. insomma l entussiasmo dove e’ ? sembra che nessuno ci creda in questa squadra o forse la reggiana ci ha spaventato tutti abbiamo capito ch saraanno promossi loro ?

  • 13 Giugno 2017 in 15:16
    Permalink

    Infatti anche io già da stasera sarei più stupito di passare il turno che di vederci battuti. Ricordiamoci che il pordenone sia all’andato che al ritorno ci ha dato lezione di calcio….

    • 13 Giugno 2017 in 15:48
      Permalink

      però hanno preso 7 gol in due partite… possono vincere ma secondo me ce la giochiamo

  • 13 Giugno 2017 in 16:04
    Permalink

    Mario scusa ma che erba fumi???
    Sai quanti abitanti ha lecce????
    Ma di cosa stai parlando???
    Onore ai 1500 che andranno a Firenze, ma purtroppo molta gente non riesce a livello orgnanizzativo…. I reggiani saranno 2.000 e chi se ne frega…. Quanti erano a parma 1000???
    Questa è la mentalità sbagliata, pensare che ci si creda perche a firenze si va in 2000 anziche 1500, vallo a chiedere al frosinone che ha perso in casa con il carpi che aveva al seguito 80 tifosi….
    SALUTI……

  • 13 Giugno 2017 in 17:00
    Permalink

    rispetto che erba fumi ? lo dici a tua zia si possono avere idee diverse ma non opffendere , i tifosi sono poche al seguito e molti la pensano cosi anchea palla in tribuna ho sentito le stesse considerazioni …….. poi lecce ha 100.000 abitanti parma 185000 e allora cosa vuol dire >? io lo so quanti abitanti ha lecce tu non so …. spiega scienziato la tua conclusione visto che non so quanti abitanti a lecce HA LA META’ DEI NOSTRI E ALLORA ? lecce con meta degli abitanti a piu abbonati quale e la tua conclusione l la spieghi ? no vorrrei capire dove vorresti arrivare
    poi i reggiani non sono venuti in mille ma di piu’ e comunque se loro in 2000 hanno gia comperato il biglietto cosa vuol dire che lavorano meno di noi dai su se uno vuole ci andava anche partendo alle 18 !!! li di spazio ce ne e biglietti la realta e che sono pochi tutto li

  • 13 Giugno 2017 in 17:09
    Permalink

    RISPETTO che 1400 che vanno a firenze siano pochi non c’e dubbio onore ai 1400 ma non agli altri 8500 abbonati che se ne stanno sul divano di casa non meniamola con scuse banali su il lavoro se alle 17 li vedo tutti in giro a parma gli uffici sono vuoti propio oggi debbono lavorare ? inizia alle 20 45 ovvero partendo alle 18 30 ci si puo arrivare per cui su dai non raccontiamoci balle sono pochi ………certo con questo caldo i ns nonnetti stasera rischiano speriamo che vada via un po’ di umidita’ da firenze che e’ la citta piu calfda d italia oggi !!! la geografia e’ una solo rispetto lecce ha la meta’ abitanti di parma per cui il fatto che abbiano piu abbonati non fa che peggiorare la cosa

  • 13 Giugno 2017 in 18:51
    Permalink

    E’ disponibile il dato ufficiale finale delle 17:30 dei biglietti venduti?

  • 13 Giugno 2017 in 19:14
    Permalink

    Non avete considerato un paio di cose: la prima è che la nostra partita è trasmessa in chiaro e addirittura in hd. Quella della regia no…. Quindi quelli un pó più sfaticati hanno pensato: me la guardo in tv questa e se passiamo vado poi sabato…
    Un’altra cosa è lo stato d’animo, come si è arrivati a questa semifinale… La regia era morta in campionato dopo il derby dell’andata e adesso è alle stelle. Il Parma e l’Alessandria sono due deluse, erano squadre convinte di riuscire ad arrivare in b senza i play off… E poi l’ultima cosa è la presunzione: la regia sa che questa con buona probabilitá potrebbe essere l’ultima partita e i tifosi vogliono esserci. A parma danno per scontato o quasi di passare…. Somma tutti questi punti e capisci perchè loro domani saranno circa 400 in più… Ma non tiriamo fuori le cannelle del lavoro! Se fosse la finale di champion league a mosca saremmo in 15 mila..

  • 13 Giugno 2017 in 19:52
    Permalink

    POSSO TOCCARMI I MARONI?

  • 13 Giugno 2017 in 19:53
    Permalink

    Mario solo due cose Lecce fa 800.000 abitanti con la provincia , comunque visto che sei un leone perché non sei andato anche tu con i pochi che sono partiti…. nella vita ci sono cose più importanti e non voglio dare a te troppo tempo, che sarebbe perso…..

  • 13 Giugno 2017 in 22:32
    Permalink

    Non toccare il sacrosanto diritto di abbracciare il mio bianco divano dopo 10 ore di lavoro. Perchè dovrei fare pesanti sacrifici, anche economici per me (non so per voi), per questi giocatori sostanzialmente inutili e che non mi “prendono”? Se faccio un sacrificio, voglio vedere un calcio sublime.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI