IN CINA STANNO METTENDO IN DUBBIO CHE IL DENARO NON PUZZI…, di Riccardo Schiroli

schiroli-slide(Riccardo Schiroli) – Tito Flavio Vespasiano fu un grande Imperatore. Fondò la  Dinastia Flavia e, salendo al trono (come Cesare Vespasiano Augusto) nell’anno del Signore 69, pose fine al periodo di instabilità seguito alla morte di Nerone. Eppure è passato alla storia per aver inventato un orinatoio (che, come è noto, si chiama, appunto, Vespasiano), cosa di cui sarebbe anche piuttosto orgoglioso. Racconta lo storico Svetonio in  De vita Caesarum che Vespasiano aveva imposto la centesima venalium, una tassa sull’urina raccolta nelle latrine gestite da privati. Dall’urina si ricavava l’ammoniaca, fondamentale per la concia delle pelli, e la tassa forniva cospicue entrate all’erario. Il figlio Tito (che diventerà imperatore alla morte di Vespasiano) pecunia non oletera in polemica per questa tassa. Narra Svetonio che, come sfida al padre, Tito avesse lanciato alcune monete nell’orinatoio. Senza scomporsi, Vespasiano le raccolse, le annusò e pronunciò la storica frase “pecunia non olet”. Che il denaro non puzzi, lo stanno mettendo in dubbio in Cina. Come riporta oggi il quotidiano Repubblica (articolo di Stefano Scacchi), la televisione pubblica CCTV ha criticato pesantemente le spese folli dei club cinesi nel calcio. In un servizio, emerge senza mezzi termini il sospetto che ci siano operazioni di  riciclaggio  dietro le esportazioni di capitali nella misura di centinaia di milioni di euro. Il Gruppo Suning, che è proprietario dell’Inter, ha subito la conseguenza di un calo sensibile del titolo in borsa e il Vice Presidente Sun Weimin si è affrettato a dichiarare pubblicamente: “Il repubblica suningnostro scopo è migliorare l’influenza del marchio a livello internazionale”. Il proprietario del Milan Yonghong Li sembra non essere toccato più di tanto dalla bomba recentemente deflagrata. Lui a esportare i capitali aveva già trovato i suoi bei problemi nei mesi scorsi, quando non riusciva ad arrivare al famigerato closing nella trattativa per l’acquisizione del Milan. La vicenda è ben narrata nel libro di Pasquale Campopiano #nerosurosso.

Silvio_Berlusconi_Han_Li foto Pianeta MilanBuona parte dei denari impiegati nell’operazione, però, non escono dalla Cina. Yonghong Li (o forse più di lui Han Li, che sarebbe il vero uomo forte della compagine societaria) ha avuto i capitali in prestito dal fondo  Elliott Management Corporation, fondato a fine anni ’70 del secolo scorso da Paul Elliott Singer. Classe 1944, figlio di un farmacista e una casalinga, dopo gli studi di Psicologia si è iscritto alla celeberrima Harvard Law School. Conseguita la Laurea, nel 1974 ha iniziato a lavorare per la banca d’investimento Donaldson, Lufkin & Jenrette. Poi la sua carriera è decollata e oggi il suo patrimonio è stimato in 2.7 miliardi di dollari. Non è comunque interessato a gestire direttamente il Milan, ma eventualmente a rivenderlo. Come società o separando i singoli asset, ovvero i contratti dei calciatori. Non per billionsniente, la carriera di Paul Singer ha ispirato gli autori della serie televisiva  Billions  per il personaggio di Bobby Axelrod, interpretato da Damian Lewis. Il piano industriale del Milan d’altra parte è semplice quanto italianissimo: faccio un gran mercato, incasso un sacco di soldi in abbonamenti, torno in Champions e metto a posto i conti. Semplice e un po’ rischioso, perché se il Milan fallisce ancora il rientro in Champions, non si sa cosa può succedere. O meglio, si sa benissimo: basta vedere gli ultimi 3 anni di gestione Galliani/Berlusconi.

Zanetti-Jindong-ThohirSe ci sono rischi di operazioni finanziarie illecite dietro l’esportazione di capitali cinesi in Europa, non credo che questi riguardino quel che sta facendo un gruppo come Suning, che è una società ad azionariato diffuso e opera nel settore della vendita al dettaglio con oltre 1600 negozi (in Cina, Hong Kong e Giappone) e una piattaforma di e-commerce. Suning realizza 700 milioni di utili all’anno e che abbia una strategia mirata a far conoscere il marchio attraverso lo sport, non può essere considerato sorprendente. La vera garanzia viene dall’azionista di maggioranza Zhang Jindong: con 5 miliardi di patrimonio, è il settimo uomo più ricco di Cina.

ferrari lizhangAnche l’acquisizione della maggioranza delle azioni del Parma calcio da parte del gruppo Desports sembra parte di una strategia ben precisa. Non dimentichiamo che Desports ha già rilevato (operazione da 37 milioni di euro) la gestione del club spagnolo Granada dalla famiglia Pozzo e di una quota di minoranza (valore 45 milioni di euro) dei Minnesota Timberwolves, Franchigia del basket pro statunitense (NBA), dal Lifan Group. Jang Lizhang ha solo 37 anni, è un ex giornalista (sportivo) e trovare informazioni sull’attività del suo gruppo non è facilissimo. Si sa però che la sua carriera ha svoltato nel 2004, quando ha fatto da tramite per l’accordLizhang3o di sponsorizzazione tra Luis Figo e la marca di abbigliamento cinese Seven Brand. E si sa anche che Desports ha acquisito per conto di PPTV (di proprietà del  gruppo Suning) per 350 milioni di euro i diritti della Champions League. Jang deve per altro buona parte del suo patrimonio alla cessione delle azioni del gruppo Desports, che aveva fondato. Una garanzia importante è data dai suoi eccellenti rapporti con il Governo. Sempre che non cambi nulla con il diciannovesimo Congresso del Partito Comunista cinese, in programma in autunno, e il Presidente Xi Jinping mantenga il potere che ha oggi. Riccardo Schiroli

Stadio Tardini

Stadio Tardini

57 pensieri riguardo “IN CINA STANNO METTENDO IN DUBBIO CHE IL DENARO NON PUZZI…, di Riccardo Schiroli

  • 20 Luglio 2017 in 20:06
    Permalink

    solo una cosa Schiroli ,due biadini puzzano ancora di meno ,cosi’ tanto per fare un paragone con gli altri cinesi o cinesi degli altri .

    i nostri come investimenti sono piu’ vicini a quelli del pavia diciamoci la verita’ ,poi sai vengon qui con lo stipendio di ibraimhovic si prendono il parma collecchiello e magari un domani entrano nella gestione dell’aeroporto ,scordiamoci il parma degli anni 90 checche’ se ne dica ,mica io eh ?

    • 20 Luglio 2017 in 21:23
      Permalink

      Scusa Assioma…sinceramente e in amicizia mi piacerebbe avere una tua risposta in merito al mio precedente commento..giusto x capire come fate a saperne cosi tanto…

      • 21 Luglio 2017 in 08:24
        Permalink

        non so a cosa ti riferisci ,saperne cosi’ tanto di cosa,io mi baso su affermazioni fatte e su eventi e dati oggettivi,tre+tre milioni per il 60% piu’ altri 9 (non si sa quando per la stagione 2017-2018 comprensivi di quanto ha detto faggiano .

        quindi ?

        • 21 Luglio 2017 in 10:00
          Permalink

          io parlo più che altro di considerazioni fatte sui giocatori…

          • 21 Luglio 2017 in 11:46
            Permalink

            su quali ,che parecchi provengano da categorie inferiori e si siano svincolati e’ un dato di fatto,il loro valore te lo danno gli addetti ai lavori del mercato mica le mie considerazioni,che non siano delle prime scelte lo dice la logica,poi siamo sempre li dipende da che campionato uno vuole fare,io vorrei provare a vincerlo sono un maledetto ingordo

  • 20 Luglio 2017 in 23:42
    Permalink

    Ci sono cose che puzzano ma attraggono irresistibilmente. I soldi e… am ricord mighe…

    • 21 Luglio 2017 in 05:57
      Permalink

      se miliardi di mosche la mangiano …ci sarà un motivo !!!

  • 20 Luglio 2017 in 23:42
    Permalink

    Finora Lizhang sta tenendo un profilo basso. Meglio, no? Non è sinonimo di serietà?

    • 21 Luglio 2017 in 08:21
      Permalink

      Así es Luca. …Me gusta el profilo de Lizhang. …alguien que ama el fútbol. ..
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 21 Luglio 2017 in 09:45
      Permalink

      non e’ sinonimo di nulla ,e’ sinonimo che vive in cina e gira per l’europa di mestiere

  • 21 Luglio 2017 in 08:30
    Permalink

    Aggiornamento ABBONATI al 20/07/2017 : 3.816
    QUESTI CI SONO SEMPRE STATI ;
    gli altri 6.185 …
    stanno arrivando , chi è in ferie, chi si è abbonato al Frosinone, qualcuno all’Entella, altri al campionato cinese di Premier League !!

  • 21 Luglio 2017 in 08:46
    Permalink

    Finora Lizhang non si è visto se non la controfigura….

    che dire…siamo ritornati nell’anno 2015…..

  • 21 Luglio 2017 in 09:20
    Permalink

    Mauro secondo me pensare di arrivare a 10.000 abbonati è utopia…
    Il vaso è pieno, le frasi fatte ormai sono finite……
    Tutte le squadre di serie b hanno fatto investimenti concreti, noi stiamo vivendo di svincolati e speriamo che qualcuno ci regali i giocatori importanti solo per il nostro blasone…. Dopo l’euforia del 17/06/2017 l’entusiasmo è ai minimi termini…… in più non abbiamo una società e non abbiamo ancora capito cosa faranno questi cinesi ….. e speri che arrivino altri 6185 matti?????
    Ciao MAURO

  • 21 Luglio 2017 in 09:35
    Permalink

    E come si poteva presumere…. dopo la purga a MAJO, il nostro vecchio capitano MORRONE si è dimesso……..
    Grazie ai 7 audaci fenomeni che hanno deciso di darci in pasto ai cinesi….. grazie a Crespo per le prime scelte effettuate …. inizia lo spettacolo ragazzi ne vedremo delle belle ………

    • 21 Luglio 2017 in 11:44
      Permalink

      Ciao Rispetto buongiorno, a dire il vero io ho previsto 10.001
      ( se guardi bene le cifre ) , un piccolo incremento la Serie cadetta lo vale o no ??
      Domani dovrebbe uscire il mio articolo semiserio e allora ne saprai di + sulle vicende societarie ; personalmente sono sereno, aspetto la gara di Coppa Italia, 6 agosto e, in quella sede, si potranno dare i primi mezzi giudizi; ora, per ciò che mi riguarda, e parlo per me stesso, è inutile fare previsioni avventate , leggo, osservo ma non mi fascio la testa !
      StadioTardini lascia spazio a tutti i commenti quindi ..giusto che ognuno dica la propria ..in pieno stato di diritto !
      Si dice così vero nelle sedi competenti ?
      ciao
      moro

  • 21 Luglio 2017 in 10:11
    Permalink

    Molto interessante la parte sui bagni, per il resto mi pare che siamo fermi al granada, ai minnesota e al fatto che si trovino poche info.
    Io ho sempre avuto dubbi sulla gestione futura ma credevo entrassero in società senza troppi problemi, invece è un parto un po complicato, i controlli del governo ci sono senz’altro ma può essere anche la migliore delle scuse, che ne sappiamo noi? possiamo solo constatare che il mercato della prima squadra è sostanzialmente fermo, mentre nel settore giovanile sono state inserite nuove figure e fatti piccoli investimenti, con morrone che preferisce dimettersi dopo il declassamento.
    Il tifoso ha pazienza ma gli sfoghi e le lamentele sono comprensibili tanto quanto la presunta complessità dell’operazione, non vorremmo che fosse necessario vendere dei quadri per fare closing.

  • 21 Luglio 2017 in 10:28
    Permalink

    Ma qualcuno ha capito se quello che era a Collecchio era Lizhang o il gestore di un bar sulla Via Emilia a Roveleto di Cadeo? Tra l’altro quell’hotel lì porta sfiga..era il quartier generale di Sanz e Albertini 🙂

    • 21 Luglio 2017 in 13:54
      Permalink

      No era quello che ha la bancarella in Piazzale Lubiana il venerdì mattina …

  • 21 Luglio 2017 in 10:37
    Permalink

    Aggiungo questo visto che l’articolo già mi ha rattristato…

    https://www.tuttomercatoweb.com/parma/?action=read&idnet=cGFybWFsaXZlLmNvbS0xMjY4NzU

    E comunque è cosi sembra di essere tornati al 2015 , Ferrari si è dimesso un mese fa oramai , Faggiano continua a non comprare nessuno (siamo a -40 ora)
    Ma la cosa più grave è che non ci sia nessun tipo di aggiornamento
    Neanche Crespo parla ….
    Come diceva il buon Andreotti
    “A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.”

    • 21 Luglio 2017 in 17:41
      Permalink

      Era Padre Pintacuda, ignorante!!!

  • 21 Luglio 2017 in 10:41
    Permalink

    Vedo che nutrite tutti grande fiducia nei sette soci che ci hanno salvato il culo in questi due anni. In effetti ho paura che non abbiano la giusta esperienza per non richiedere un certo tipo di garanzie, ne varrebbe anche della loro immagine, dal momento che anche se in minoranza, sono ancora presenti all’interno del club. Ma questo ovviamente, è diventato il sito del complottismo e del “vedrete che andremo a finire male”. E’ sempre stato così e ho paura che sarà sempre così…

    • 21 Luglio 2017 in 12:21
      Permalink

      Questo non è il sito del complottismo.

      Lo spazio commenti è aperto a tutti i lettori che vogliano esprimere le proprie idee, le quali spesso non coincidono con quelle di chi mette a disposizione lo spazio.

  • 21 Luglio 2017 in 11:55
    Permalink

    qui nessuno ha salvato il culo a nessuno.

    c’e’ gente che si e’ presa l’onere di far ricominciare il calcio a parma e grazie.

    finito il tempo dei grazie e’ fuor di dubbio che si siano defilati altrettanto velocemente non essendo il loro mestiere (cit miga meja)

    quindi adesa co femia ? lo scopriremo solo vivendo,attualmente la sto vivendo mica tanto bene.

    • 21 Luglio 2017 in 14:12
      Permalink

      Caro Assio, io ti capisco ( lo sai che ti stimo da ..tal Pesenti in quel del Garilli a Piacenza ) ma, anche se noi possiamo liberamente dire e scrivere tutto cio che vogliamo, ad ora, 21 luglio 2017, non possiamo altro che ( per ora )

      HANNO RAGIONE LORO…DUE PROMOZIONI SU DUE , CONSECUTIVE , SONO DATI DI FATTO OGGETTIVI ED INCONFUTABILI …

      la società non parla, non comunica, è appena iniziato il ritiro, campagna acquisti in corso…campionato che inizia tra oltre un mese…
      ..
      LORO PARLANO CON I FATTI …CON I NUMERI….CON I DATI ALLA MANO …ed è per questo che, secondo me, meno si parla meglio è…
      se tra una settimana ti arrivano 3 giocatori da “urlo” , poi cosa gli vai a dire ? scusa mi sono sbagliato !!
      ..arriveranno anche i cinesi e pure il denaro …
      e dopo ?
      noi tutti muti ?
      ..
      come sempre, sono solo le mie riflessioni, sarà il troppo caldo o forse …chissà..un principio di calvizie ? no questa l’avevo già !
      ah si, ecco, senilità forse …
      sta ben lomo !

      • 21 Luglio 2017 in 21:16
        Permalink

        Exactly Mauro …..like Teddy Roosevelt ( President of U.S.A.) many years ago ” Speak softly but carry a big stick ” …not like those Trump ( istas) that talk ,,,talk ..talk and do not do anything .
        Forza Parma

  • 21 Luglio 2017 in 12:33
    Permalink

    Ecco forse l unica cosa su cui posso essere d accordo è il silenzio..quando la gente si scalda bisogna dare una risposta e non lasciare tutto misterioso…

    • 21 Luglio 2017 in 13:49
      Permalink

      credo sia meglio il silenzio rispetto a parole vuote e/o contrastanti tra l’uno e l’altro…

  • 21 Luglio 2017 in 12:33
    Permalink

    Se Majo avesse incassato quello che ha preso Morrone da giocatore si sarebbe dimesso pure lui, ovvio che uno stipendio fa comodo a tutti.

    venendo al team, basta prendere 3-4 giocatori buoni per avere una squadra di vertice, e il mercato è ancora lungo…siamo al 21 luglio…

    certo che Crespo potrebbero farlo parlare una qualche volta? al sarà miga sempar in feri..

    Assio,
    se avevamo i soldi subito prendevamo il 99 al volo secon ti….i soldi arrivano dopo ferragosto!!!!!

    • 21 Luglio 2017 in 13:43
      Permalink

      Crespo “non può” parlare, non è stato investito di nessuna carica ufficiale : oggi come oggi potrebbe parlare solo il D.G. Carra, mi sembra un concetto abbastanza chiaro (a parte allenatore e DS)

      Però, prima di parlare, viste le diverse parole e posizioni prese in un recente passato, credo che si dovranno consultare:
      chi dice cosa ? chi fa cosa ?
      altrimenti ag selta fora ed la confusion se tutt i perlen par so cont !

      La comunicazione ufficiale rimane sempre una bella / brutta gatta da pelare : quando dire, cosa dire, quali toni e parole usare…
      è questo il problema grosso !!
      lei cosa ne dice Direttore ?

      anche perchè, alle due ultime conferenze stampa, c’era parecchia gente anche di “testate nazionali” : tuttosport, gazzetta dello spot, sky, …non solo Gazzetta di Parma o media locali !!

      Ergo, per andare in conferenza stampa, dopo aver detto la
      “tua propria particina” il punto è che sei soggetto alle domande degli addetti ai lavori: e c’è pure il Sig. Schianchi, il quale non si sputa mica nelle mani a far domande PERICOLOSE, ficcanti e in profondità…QUINDI, in quel caso, bisogna essere “armati,” concentrati, preparati , “argomentati” e sapere di cosa sti sta parlando ..!!

      spero di essere stato mezzo esauriente

      • 21 Luglio 2017 in 17:43
        Permalink

        Carra è Amministratore Delegato non D.G. …!

        • 21 Luglio 2017 in 19:18
          Permalink

          mi sono sbagliato con le sigle…
          non cambia di molto..le funzioni ..quelle sono !!!

  • 21 Luglio 2017 in 13:28
    Permalink

    Vorrei riformulare un pensiero scritto in altro articolo ( in un secondo momento a mo di risposta ) che in pochi avranno letto;

    ad oggi i presunti titolari potrebbero essere questi ( a mio avviso ):

    FRATTALI
    IACOPONI
    DI CESARE
    ………
    SCAGLIA

    ………..
    SCOZZARELLA
    BARILLA’

    SILIGARDI
    ……….
    ……….

    ad oggi i “presunti possibili titolari” potrebbero essere questi 7 elencati: se a breve ( 2..3 giorni ) arrivassero un difensore ed una punta TITOLARI , saremmo a 9 undicesimi quindi ..80% della squadra…ne mancherebbero 2/3 ..

    lucarelli, germoni, ramos, saporetti
    munari, corapi, scavone,
    Nocciolini, Calaio’, Baraye,

    con questi atleti a disposizione ..
    non so, magari mi sbaglio io ma … dove sta il problema ?

    • 21 Luglio 2017 in 13:52
      Permalink

      eccomi Sig. Nando, è qui che la voglio leggere e argomentare ..
      c’è materia di conversazione per tutti quanti …
      nessuno escluso dai, forza lettori, la Direzione di StadioTardini aspetta le vs. idee, motivazioni …

  • 21 Luglio 2017 in 14:16
    Permalink

    Sig. Schiroli, poi , a me e jdm offre il caffè vero ??

    Tra “scarsocriniti” ci si capisce…! evvvaiiiiiiiiiiii

  • 21 Luglio 2017 in 14:20
    Permalink

    jdm, sei un benedetto …ingordone …
    ti ad dis….ed 60 e 60 a nem contenti miga…a la voi vensar !
    ad ghe ragion …non c’è il due senza il tre…
    ma lor i nal polen miga dir ( fort )
    LORO NON LO POSSONO DIRE !
    MI E TI , PERO’, SI’…..
    mo stal miga dir in gir, ne fort nè pian ..sot vosza
    et capì ???

  • 21 Luglio 2017 in 14:29
    Permalink

    Da un recentissimo calcolo matematico, visto che la rosa è attualmente al 63%
    ( sette giocatori su 11 + le seconde linee , che non sono scarse )
    si può tranquillamente affermare che batte la percentuale degli abbonati rispetto ai dati precedenti:

    38,5 % sui 10.000 ..

    quindi, invece di perdere tempo a bighellonare …andate a rinnovare il vs anbbonamento se no, loro finiscono il ritiro con la campagna acquisti li li belle quasi miga pronta e….voi…non siete ancora abbonati …dai la, che figura mi fate fare ??

  • 21 Luglio 2017 in 14:43
    Permalink

    PISU

    ti rispondo qui perchè se no, di la, non legge + nessuno !

    Premesso che non era ( è ) brasiliana ma greca, detto che era ( è )castana e non bionda, purtroppo, e quando scrivo purtroppo mi scappa una lacrimuccia, la nostra storia, bella, romantica ma complicata , ha raggiunto il suo ” the end” : ti risparmio lo strazio dei dolorosi particolari, un pò per delicatezza e sensibilità, un pò per la nostra privacy personale, e un pò per il dolce e struggente ricordo dei giorni che furono .
    Ricordo ancora il ns. primo RITIRO, c’era ancora Gigi, ricordo le ns. trasferte col Centro di Coordinamento, ricordo pure il rigore sbagliato da Calaiò contro la Reggiana ( lei gli tirò un vaffa..),
    ma la cosa che ricordo benissimo è quando ci sorprese suo marito, non stavamo guardando nessuan collezione di francobolli…
    Beh, il resto della storia è oggi…
    è da poco cge non porto + le stampelle e riesco già a camminare senza il girello…
    ciao Pisu

    ps. la prossima volta, prima le chiedo se è sposata ..!!

  • 21 Luglio 2017 in 14:46
    Permalink

    Ho visto sull’altro articolo che la sig.ra ROSINA , tirata in causa da tal Amilcare ( lui credo che la conosca bene, erano vicini di casa a Pontetaro ) è intervenuta a leggerci…
    è rimasta talmente contenta che ha già fatto l’abbonamento a StadioTardini.it, tribuna centrale, poltrona golden !

  • 21 Luglio 2017 in 14:57
    Permalink

    L’ULTIMA E POI, X OGGI BASTA , promesso

    E Cesare, vedendo suo figlio Bruto insieme agli aguzzini che lo stavano uccidendo disse:

    TU COQUE FIGLIO MI…
    e morì non riuscendo a pronunciare…..

  • 21 Luglio 2017 in 14:58
    Permalink

    GNOTTA

  • 21 Luglio 2017 in 15:11
    Permalink

    Moroni lo chiedo a te che magari sei più vicino all’ambiente di altri…LE TRATTATIVE PER CAPUTO E QUELLA PER DI GAUDIO E GAGLIOLO COME SONO MESSE?

    • 21 Luglio 2017 in 16:07
      Permalink

      Ciao Joe, per essere vicino sono vicino ( abito a Lemignano )
      ma, purtroppo ne so quanto te
      ( chiedi a jdm magari ha sentito qualcosa in giro )
      .. ignoro, sono ignorante in questo momento ..
      sono preoccupato non tanto per la campagna acquisti

      quanto per il mio “uccello” : in panne, ferito, umiliato e sconsolato, lo capisco, non è riuscito a condurre in porto la mission ..era la partita + importante della sua vita ed ora..
      si trova ad Istambul..alla locale Lipu..povra bestia ..

  • 21 Luglio 2017 in 15:54
    Permalink

    Caro Morosky l’abbonamento è stato già rinnovato da un pò,

    ma invece di scrivere le tabelline o il teorema di pitagora,

    provi ad andare a Collecchio, ma non a chiacchierare

    col portinaio, ma bensì in ufficio da Crespo o Carra.

    Chiedere come mai ad oggi il Parma non ha un Presidente.

    Siamo diventati la barzelletta d’italia!!!

    Mi chiedo come si possa tacere ad una situazione del genere.

    Forse la colpa è nostra…di noi tifosi…troppo polli….

    • 21 Luglio 2017 in 17:02
      Permalink

      Buongiorno, non ho capito perchè dovrei andarci io a Collecchio !!
      Ribadisco fermamente che io sono sereno, tranquillo e ho tanto tempo per aspettare: aspettare due difensori, un centrocampista e 2 attaccanti, non aggiungo nient altro

      p.s. io chiacchiero sempre molto volentieri coi portinai: gente ordinata, coscienziosa, che sa tutto di tutti ma, che sa come muoversi nell’ambito del PALAZZO DI VETRO
      è proprio parlando coi portinai che si vengono a conoscere le cose:
      cosa fa l’inquilino del terzo piano, il difensore single della camera 25, chi alloggia nelle due suites presidenziali, ecc ecc …

      Poi, per parlare coi Dirigenti bisogna telefonare, prendere appuntamento, non è che si possa andare così, a mani vuote !
      Un conto è andare a vedere gli allenamenti, un conto è partecipare ( in rigoroso silenzio ) alle conferenze stampa..poi le concessioni sono finite li..
      questo per noi tifosi mentre, invece, i giornalisti accreditati possono muoversi, nell’ambito della loro professione, con maggiore spazio e tempi..
      Ha provato a sentire in Gazzetta ?

    • 21 Luglio 2017 in 17:04
      Permalink

      erano solo due dati percentuali ..nulla di +

      le confesso che ho usato la calcolatrice ..!!!

  • 21 Luglio 2017 in 16:02
    Permalink

    Fantastico:

    sorteggio Coppa Italia, domenica 06 agosto – gara “secca” a BARI..stavolta la dea bendata la guardeva da netra perta !!!

    • 21 Luglio 2017 in 16:45
      Permalink

      Ce lo meritiamo…

  • 21 Luglio 2017 in 17:14
    Permalink

    Mauro ma scusa non sei tu che non sei preoccupato e che siamo nei tempi?Manacano solo 14 giorni dai. E abbiamo Facundo, Giorno, Pinto, Garufo, etc. Io sono super fiducioso c’è tempo.

  • 21 Luglio 2017 in 17:53
    Permalink

    Morosky anche un sordo capirebbe che nel Parma,
    aghè quel cal funsiona mia…..
    Agvol mia un genio…..
    La gazzetta scrive beautiful a puntate.
    mentre I blogger pubblicano la storia di cenerentola.
    e i tifosi a bocca aperta aspettano di leggere notizie di
    avvistamenti di ufo sul nostro pianeta terra.
    Ripeto: SIAMO LA BARZELLETTA D’ITALIA….

  • 21 Luglio 2017 in 19:25
    Permalink

    Ti spiego perché:

    avevo inteso che il Parma, ( da qualche parte lo avevo letto, non me lo sono inventato )

    1) giocasse al Tardini
    2) contro una proveniente dal primo turno …di serie D o Lega Pro

    quindi ero tranquillo per quello …tutto li

    il Bari, a quella data li diventa scomodo ..è evidente ..

  • 21 Luglio 2017 in 20:12
    Permalink

    MORONI allora la bionda greca ti ha suppostato tenicamente la supposta majo peccato volevo fare qulache trasferta per vedervi in pulman mano nella mano ………era bella e’ divertente la tu a telnovela certo che il parma ha tifosi in tutto il mondo adesso anche le greche tifano parma (mi icordi che ra anni che seguiva il parma ) comuqnye meglio cosi perche’ questo parma segurlo in trasferta sara’ una tragedia vedere la rete gonfiarsi 4-5 volte tutte le volte alle saplle id frattali

  • 21 Luglio 2017 in 20:18
    Permalink

    ciao moroni (moro ) io sono la rosina di bgo guazzo non quella di pontetaro quella non ce piu ….. pntetaro pero c e la rosy che majo conoce anche se lui preferisce le suppostone ……pero’ il servizio e uguale e senza dentiera …….ma cosa vuoi mai sei cosi carino dal vivo mi sembra di vederti sempre in v zarotto con un bel borsone la prosssima volta ti chiedo l autografo , mo senti cosa vuoi spingere i tifosi ad abbonarsi sti cinesi al gham miga i sold e meglio che vengano da me con i soldi dell abbonamento gli faccio un bel servizietto anch io sai faccio gli abbionamenti etor che 21 partitr con quei soldi 50 sedute che le mei che andar a vedor dei sconfiti

    • 22 Luglio 2017 in 06:49
      Permalink

      Ciao, secondo me sei Rosino…e mi stai ” bonariamente prendendo in giro” ma, visto che la cosa è soft e piacevole mi piace il gioco ..
      ..
      per l’autografo ci vediamo, magari, in tabaccheria …
      ah ah ah ah

      sta ben nani

      moro

  • 21 Luglio 2017 in 20:19
    Permalink

    MORONE SE VA qaundo i marinai scappano e un vrutto segno la barca affonda

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI