lunedì, Maggio 20, 2024
NewsIn EvidenzaVideogallery Amatoriale

IMMAGINA…, annotazioni di Luca Tegoni dopo Parma-Empoli 1-1

tifo parma empoli(Luca Tegoni, foto dal profilo ufficiale Facebook del Parma Calcio 1913) – Strade aperte, niente sbirreria l’altra sera al Tardini. Una vera amichevole che nemmeno il famigerato, almeno per me, Osservatorio è riuscito a declinare come partita a rischio. In Curva Nord le due tifoserie, meglio, testimonianze di tifoseria, condividono la partita in un coro reciproco condividendo birre e paglie (non si sentivano profumi oltraggiosi e illegali). Sbandierate di bandieroni salutano l’ingresso in campo delle squadre. La parma empoli ingresso squadre in campoCurva sembra un salotto, poca tensione, molte chiacchiere. Il clima non genera particolari affanni. Non si suda, la notte è clemente. La giovinetta che brucia d’amore si appiccica al fidanzato assorto nell’osservazione della partita e controlla se l’atteggiamento è quello giusto. Poi andranno, mano nella mano, a mangiare la pizza. In Sud, due irriducibili ospiti, maniacalmente attenzionati da uno steward, condividono la desolazione della curva vuota, incuranti della solitudine e ripagati dal pareggio, tutto per loro, di Donnarumma, uno dei fratelli.

Immagina che non ci siano Stati

Partita monotona, il tifoso sopra di me stravede per Dezi. Ha la facoltà di capire, dopo tre tocchi, non di più, se uno è bravo. “Dezi l’è fort”. Guarda, guarda Insigne come tocca bene la palla, anche il fratello di Insigne “l’è bò”. Il tifoso sotto di me, invece, mostra, imperterrito, alla vicina di posto, delle foto dal cellulare.

Non è poi così difficile.

Purtroppo il gioco corale latita, le manovre sono più che altro casuali anche se diventano, in un paio di occasioni, pericolose per gli inserimenti di Dezi che riesce anche ad andare vicino al goal. In avanti Calaiò è un po’ nervoso e lo si vede spesso rimbrottare i compagni.

Nessuno da uccidere o da condannare

Barillà, in continuo movimento, promette molta sostanza a centrocampo. La difesa ogni tanto è poco lucida e, almeno una volta il fianco di Di Cesare salva il risultato a portiere battuto. Piacciono i singoli, ma la squadra ancora non riesce ad esprimersi. Non arriviamo quasi mai al tiro e anche nel secondo tempo, nonostante l’ingresso di Scaglia e Frediani abbiano portato maggiore pericolosità all’attacco crociato, i risultati offensivi siano poco rimarchevoli. Anzi scarsi.

Senza religioni

In questo tourbillon di emozioni, sugli spalti una fidanzata si allontana dal fidanzato. Poi il fidanzato la raggiunge. Poi il fidanzato se ne va e anche la fidanzata se ne va. Il bandierone crociato, opportunamente sventolato, cela una possibile azione da goal del Parma. Prove di cori al ritmo di Despacito accompagnano le prove di gioco sul campo.

Immagina che tutti vivano la loro vita in pace

Venerdì comincia il campionato. Sfoltimento della rosa indispensabile. Ho visto Evacuo più agile dello scorso anno, meno “intrego”. Questi ultimi giorni di mercato ci terranno con il fiato sospeso. La ragazzina che brucia d’amore chiede se abbiamo vinto, il fidanzato la guarda e sorride “andiamo a mangiare la pizza?”. Bacio casto e fine della partita. Parma e Empoli pareggiano uno a uno.

Immagina che bello sarebbe…

Luca Tegoni, foto dal profilo ufficiale Facebook del Parma Calcio 1913

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

PARMA-EMPOLI 1-1, GOL DI EVACUO E DONNARUMMA / IL TABELLINO E GLI HIGHLIGHTS

Stadio Tardini

Stadio Tardini

Un pensiero su “IMMAGINA…, annotazioni di Luca Tegoni dopo Parma-Empoli 1-1

  • Dai, non si può non ammettere che con i nuovi non stiamo migliorando. Diamo tempo al tempo.

I commenti sono chiusi.