martedì, Febbraio 27, 2024
In EvidenzaNews

Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / SALVATE I SOLDATI BARAYE E CALAIO’

novara parma capitani(Luca Tegoni, foto tratte dal sito ufficiale www.parmacalcio1913.com) – Finalmente conclusa la sessione estiva del calciomercato e, seppur in trepidante attesa per quella invernale, torna la concentrazione totale sul campionato e il Parma, pur avendo almeno ventitré o ventiquattro titolari, per le regole del calcio, anche quest’anno dovrà giocare con solo undici giocatori in campo. Comincia quindi anche il campionato in trasferta che porta il Parma nella città di Novara della quale nulla conosco.

news-tabellino-novara-750x330Mi arriva un SMS “sembriamo la Svizzera”, esordisce anche quella maglia un po’ così che si fa fatica ad indossare e a riconoscersi, comunque è andata bene, anche con un po’ fortuna che tradotto significa due traverse per il Novara e un rigore non concesso per completare la serata. In realtà è stata più sfortuna per il Novara che fortuna per il Parma.

antonino barillà novara parmaIl Parma la sua partita l’ha fatta dimostrando solidità difensiva e buona intraprendenza in attacco, soprattutto nel primo tempo quando ha dimostrato una netta supremazia a livello di squadra e di singoli. La partita è stata molto fallosa e, soprattutto il Novara, cercava di interrompere il gioco del Parma con falli sistematici a centrocampo. Il Parma passa in vantaggio con lo schema che ha portato in rete Scaglia nella semifinale play off contro il Pordenone. Sono cambiati due dei tre attori, batte il corner Dezi invece di Scozzarella e segna Barillà anziché Scaglia. In mezzo è sempre Baraye che libera al tiro il compagno, allora con un tocco, ieri con una finta. Dal goal in baraye per barillà novara parmaavanti, fino alla fine del tempo si è visto un Parma padrone del campo preciso nei passaggi e puntuale nelle chiusure, manca ancora l’incisività per attaccare, manca, forse, un regista vero che sappia vedere lo smarcamento e servire l’attaccante per il tiro o la mezzala per l’inserimento. In effetti alla fine del primo tempo ho pensato che non ci potesse essere partita e che il Parma fosse molto più forte del Novara,  preso dall’entusiasmo anche di tutte le altre squadre della B, anzi in verità ho anche scatenato l’iperbolico pensiero che se sabato sera al Bernabeu se ci fossero stati undici crociati con maglia originale avremmo vinto e che Isco non avrebbe toccato biglia, intesa come sfera da prendere a calci.

capitan calaiò novara parmaNon è esattamente andata così e il Novara nel secondo tempo, dopo aver cambiato sistema di gioco, diventando più offensivo, si è reso abbastanza pericoloso in almeno due occasioni, quando Macheda ha colpito di testa la traversa e quando Frattali è riuscito a deviare una rovesciata da distanza ravvicinata di Sansone. Al cambiamento del Novara, D’Aversa e gli undici in campo hanno opposto la resistenza cercando di mantenere sempre alto il livello di concentrazione e mantenendo la squadra corta  in modo da raddoppiare la marcature quando necessario e approfittando anche del lavoro di contenimento di Baraye e Calaiò che non si sono risparmiati. Spero che questo dispendio di energie non debba essere una costante per tutto il campionato, sono sempre convinto che gli attaccanti debbano fare gli attaccanti. Salvate i soldati Baraye e Calaiò!

Il Parma dimostra di essere squadra molto compatta e paziente. Compatta perché non crea distanze enormi e quindi irrecuperabili, tra reparti. Paziente perché non ha fretta di concludere l’azione cercando con passaggi precisi lo spazio propizio. Manca probabilmente un po’ di fantasia e coraggio. La squadra dimostra forza e affidabilità. Avanti il prossimo.

Parma batte Novara a Novara uno a zero.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / SALVATE I SOLDATI BARAYE E CALAIO’

  • Ma perché devo vedere Schianchi?Ma perché???Piovani piuttosto rimetti Ravanetti che quel tizio li.

  • È vero che Baraye deve fare solo l’attaccante, però un poco di sacrificio per la squadra non gli fa male, dato che ne ha mai fatto tanto.

  • Adesso però vorrei dire la mia sul discorso degli attaccanti:

    hanno la palla gli altri ?
    IO LASCIO I MIEI DUE ATTACCANTI A CENTROCAMPO E NON UN CM + INDIETRO…UNO LARGO A SINISTRA ED UNO SUL CENTRO DESTRA ….
    giusto per stare al netto del fuorigioco ..

    IN QUANTI CREDETE CHE RESTINO GLI AVVERSARI ?
    due solamente ?
    oppure tre per non rischiare uomo contro uomo ??

    quindi ..che cavolo serve che l’attaccante si sfianchi a tornare in difesa ???
    RIMARRANNO SEMPRE…MINIMO MINIMO DUE AVVERSARI ..se vogliono rischiare, altrimenti saranno 3 …
    io credo che se a Coverciano non glielo dicono …continueremo a prendere palla col portiere e dovere aspettare quei 3/4 secondi per fare rialzare la squadra…
    sbaglio ???
    mentre se, al contrario, sono già pronti in rampa di lancio….si può anche fare qualche blitz…palla lunga e pedalare …

I commenti sono chiusi.