CARMINA PARMA, di Luca Savarese / Il curioso caso di Roberto Insigne: arrivato come contorno, ora è un’aragosta prelibata…

Luca Savarese(Luca Savarese) – E alla fine, come sabato scorso contro l’Entella, tutti a mettersi in cerchio, anelanti e abbeverati dalle parole di capitan Lucarelli e poi via verso la Nord. Il Parma in un battito di ciglia ha macinato chilometri, ha inanellato tre vittorie di fila, Entella, Foggia, Avellino ed ora è secondo in classifica. Squadra rinata, la stessa che solo poche settimane fa, sembrava da codice rosso, adesso con i picconi davanti e con gli anfibi dietro, sta scalando la montagna della Cadetteria. Categoria che non ammette facili depressioni così come si guarda bene da peana a buon mercato. In B, non esistono certezze scalfite a priori, è bravo, al contrario, chi riesce a trasformare l’entropia in energia, giochi sottili insomma, un mix tra fisica e psicologia. Questo è la tavola da apparecchiare, sempre. Certo se poi hai cibi di alta qualità, è più facile che la tua cena risulti buona, INSIGNE PARMA AVELLINOnutriente e vincente. Il Parma delle prime gare, aveva forse sottovalutato la prima cosa, non conoscendo ancora come si apparecchia il desco in serie B. Quindi non bastavano le pietanze prelibate e le leccornie arrivate dal mercato. Il Parma di queste ultime incalzanti e convincenti uscite, mostra invece di aver capito che prima di tutto si deve apparecchiare di volta in volta e poi, ma solo in seconda battuta, ci si può mettere a mangiare. Non è un caso che i gol dei suoi pezzi forti, siano venuti fuori proprio in questi ultimi tre deschi: Calaiò e Insigne hanno steso l’Entella, il numero 19 ed il numero 9, aiutati anche dal gol iniziale di Gagliolo, si sono ripetuti a Foggia nell’infrasettimanale, Di Gaudio ed Insigne hanno matato l’Avellino. Anche lo chef Antonino Canavacciuolo se non dà spazio ad un approccio prima di tutto conoscitivo con le varie materie che ha a disposizione, i suoi segreti e le sue specialità, vengono come rallentati. Di Gaudio, Insigne, Ceravolo e soci sono ingredienti che poche squadre hanno, ma non è matematico che averli in rosa equivalga a far bene, a vincere e ad essere promossi. Il Milan è lì a dircelo, bisogna apparecchiare a dovere, permettere al caviale ed allo champagne di conoscersi, per poi amalgamarsi e sfornare una cena di livello. Solo così ci si può rendere conto che Roberto Insigne, arrivato quasi come contorno, sia invece l’aragosta che non t’aspetti. Tre gol nelle ultime tre partite. E sabato c’è il Frosinone al Benito Stirpe. L’appetito, vien mangiando. Luca Savarese

35 pensieri riguardo “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / Il curioso caso di Roberto Insigne: arrivato come contorno, ora è un’aragosta prelibata…

  • 30 Ottobre 2017 in 06:36
    Permalink

    D’Aversa quest’anno si è evoluto.
    L’anno scorso giocavano sempre gli stessi.
    C’erano i cosìdetti COCCHI.
    Ora c’è meritocrazia.
    UNA SANA MERITOCRAZIA.
    Quest’anno GIOCA CHI MERITA.
    Se uno gioca male perde il posto da titolare
    ( vedi i vari Scaglia, Barilla’ Dezi Siligardi Nocciolini e Baraye, fino a questo momento i peggiori del Parma)
    I giocatori lo sanno e in campo c’è una sana competitività.
    Se uno al sabato fa una partita incolore subentra il suo sostituto e se questo gioca bene toglierli il posto da titolar poi sarà molto ma molto difficile.
    Prendiamo Munari, giocava da schifo.
    UN PARACARRO IN CAMPO
    Fuori squadra per tante partite poi in campo e ora come ieri ha dato il 110% e ora sara molto difficile togliergli il posto se giocherà sempre così.
    Prendiamo Dezi sempre il peggiore e finalmente D’Aversa l’ha messo in panchina e giocando FINALMENTE in 11 contro 11 il Parma senza Dezi ha svoltato….
    Tra qualche partita Dezi avrà il suo spezzone di partita, se lo cicchera’ sarà ancora piu riserva, se l’azzecchera’ rientrerà in squadra fino a quando giocherà non dando tuttoe allora la panchina diverrà il suo habitat naturale e così via per tutti.
    Anche DI CESARE ora per lui sarà molto difficile subentrare in una difesa che è semplicemente FANTASTICA.
    È PERFETTA.
    Non concede niente agli avversari con un Lucarelli
    ALIENO
    Bravo D’Aversa, la MERITOCRAZIA PAGA
    Finalmente lo ha capito.
    Meglio tardi che mai.
    Nessuno si deve sentire titolare se non da il 110%
    È finito il tempo degli svernatori.
    I campionati li vincono le squadre che hanno la difesa più forte.
    Prima della svolta eravamo come difesa attorno alla decima posizione, ora siamo in rimonta già al terzo posto……
    A buon intenditor……
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 30 Ottobre 2017 in 08:47
      Permalink

      Bene, bravo, Velenoso, disamina perfettissima del momento si, del Parma calcio.
      Il Parma Calcio, che dicano pure i denigratori, e i grandi dirigenti di società che abbiamo messo ai nostri piedi tante volte, è una leggenda. E’ la squadra che dopo le grandi (?)
      ha vinto tanto all’estero come in Italia, e ancora l’unica Italiana, ad aver vinto l’ultima coppa Uefa, non dimentichiamocelo.
      Una squadra che è divenuta scomoda, dopo tanti campionati fatti in serie A, basta vedere il bellissimo museo della sua storia al Tardini, per capire e vedere le varie coppe vinte, le foto iconiche e molto suggestive per capire che squadra è, scomoda per tutti.
      A proposito del Tardini, a quando il maquillage del nuovo stadio al coperto? Deve essere un gioiello, stile lo stadio del PSG, giusto?
      Ma noi ci siamo, ci siamo sempre stati, e a Dio piacendo ci saremo sempre, siamo come un pugile,
      diciamo come Muhammad Ali? Ricordate l’ultimo della serie, cazzotti dati specialmente alla Juve?
      Bene stiamo tornando, abbiamo pagato di persona combattere irriverenti il sistema, pagandone un prezzo altissimo di squadra e di città.http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif
      Ora occhi bassi e correre, correre, il vento e il fato ci spingono in avanti.
      Buona giornata a tutti.

  • 30 Ottobre 2017 in 08:03
    Permalink

    Abbiamo iniziato il campionato relegando a riserve LUCARELLI e MAZZOCCHI, due TOP PLAYER per la categoria.http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif
    D’Aversa D’Aversa…….

  • 30 Ottobre 2017 in 10:50
    Permalink

    Mazzocchi top player per la categoria?? Ahahahahahahahah !!!

  • 30 Ottobre 2017 in 12:40
    Permalink

    NON sono x niente d’accordo con il giornalista della gdp

    Cioè il Laureato Paolo Grossi x l’insufficeza data a Calaiò

    Cosa si pretende in una settimana da uno ke gioca 3 partite e

    Ke in gennaio compie gli anni e son più di 35 !!!! mistero

    Poi da la sufficenza all’arbitro il Sig.Livio Marinelli di Tivoli

    Mo mama etor ke mistero visto poi come il Romano abbia

    Arbitrato cioè molto all’inglese !!!! allora ke vada pure

    In Inghilterra visto ke lo stipendio lo prende in Italia dai là

    E ke stipendio direi ma questo è un’altro discorso

    Forsa Pàrma etor ke canelì

  • 30 Ottobre 2017 in 13:14
    Permalink

    i seguenti giocatori stanno dando una marcia in più.
    mazzocchi è uno che sta rendendo il 100% quindi giusto che giochi.
    Calaio’ la sufficienza pure abbondante anche secondo me l’ ha presa ieri; sta facendo un lavoro incredibile.
    Insigne ad inizio stagione lo avevo definito una scommessa, dopo alcune apparizioni imbarazzanti come molti altri elementi, ed ora che tutta la squadra ha cambiato atteggiamento e convinzione forse può davvero essere una scommessa vincente (3 goal consecutivi non sono poca roba).
    Lucarelli immenso. il campionato è lungo, la difesa ora gira molto bene ma credo che Di Cesare ci verrà comodissimo.
    da qualche partita aggiungerei Munari e Scozzarella dopo una prima parte di stagione di alti e bassi.
    Infine D’ Aversa. il direttore d’ orchestra nel bene o nel male influisce almeno per un terzo su quello che si raccoglie.

  • 30 Ottobre 2017 in 13:46
    Permalink

    Bravo D’Aversa a lanciare Insigne e ad inventarsi Gagliolo terzino bloccato, con Mazzocchi più di spinta sul lato opposto.
    Non l’avrei mai detto per uno come lui.

    • 30 Ottobre 2017 in 20:46
      Permalink

      D’aversa non si è inventato nulla di che..gagliolo faceva il terzino a Carpi e pm7 già l’anno scorso faceva il terzino di spinta. Piuttosto sottolinerei la metamorfosi della squadra, giocano più convinti e sereni, come se prima avessero preoccupazioni extra campo..vuoi vedere che lizhang arriva a gennaio? Così evitiamo distrazioni x la squadra

      • 30 Ottobre 2017 in 21:48
        Permalink

        Buonasera Stefano lai detto per dire Lizhang a gennaio o potrebbero spostare il closing a gennaio?come te lo spieghi che la società non comunica niente?

        • 31 Ottobre 2017 in 12:48
          Permalink

          L’ho detto per dire..però potrebbe essere che col cambio di governo in Cina siano cambiati i documenti da compilare.. se così non fosse mi viene da pensare che il closing si farà solo in caso di promozione..

    • 30 Ottobre 2017 in 20:50
      Permalink

      *con uno

  • 30 Ottobre 2017 in 14:44
    Permalink

    Ci sono news per il closing???O a Pedrignano devono risparmiare sui pacchi di Natale ai dipendenti se non arrivano i cinesi.

  • 30 Ottobre 2017 in 14:59
    Permalink

    Anche io stavo pensando ai Cinesi , Venerdi (giorno 3) è alle porte, STEFANO e TVPARMA avevano detto quella data.

    Io punto sempre al 13 Dicembre ….comunque se arrivasse prima della partita col Frosinone sarebbe come far fare alla squadra un pieno di Red Bull….

  • 30 Ottobre 2017 in 15:34
    Permalink

    Per il closing…tutto tace.
    Dato che a Natale il mulino bianco deve rinnovare
    l’abbonamento alla gazzetta ai sui addetti,
    deve iniziare a risparmiare…

  • 30 Ottobre 2017 in 16:43
    Permalink

    Il Milan chiede un prestito per gli acquisti di agosto a una finanziaria, al 14%, udite al 14%, che sono interessi da usura.
    Devo controllare la fonte di questa informazione, se è vera, vuol dire che i cinesi non esistono per loro ma anche per noi……
    Tocchiamo ferro.

    • 30 Ottobre 2017 in 19:49
      Permalink

      Facciamo chiarezza :
      1) ad oggi è confermato il closing per il 3 novembre. Non sarà presente Lizhang ma altra persona legittimata alla girata delle azioni. A metà mese ci sarà conferenza stampa con presentazione. Se non cambierà qualcosa nei prossimi giorni
      2) il prestito al Milan è al 11% con scadenza ottobre 2018 e non è usura. La notizia è apparsa su diversi quotidiani nei giorni scorsi. Poi l’operazione Milan non è molto limpida così come l’operazione Inter

      • 30 Ottobre 2017 in 19:52
        Permalink

        dimenticavo : non è una finanziaria ad aver erogato il prestito al Milan ma un fondo hedge di nome Elliot . E’ uno dei maggiori fondi speculativi del mondo

  • 30 Ottobre 2017 in 17:15
    Permalink

    Discorso prestito al Milan…pare proprio di si.
    Giorgio Massari a Parma abbiamo la
    “Fondazione” di strada Ponte Caprazzucca,
    ci pensa lei a finanziare…..

  • 30 Ottobre 2017 in 17:22
    Permalink

    mo va da Cap Service…

  • 31 Ottobre 2017 in 08:13
    Permalink

    -3 al Closing quindi? e i giornali (gazzetta in primis) tutti zitti??

    ..mmmm…sarà cosi vedremo.

    STEFANO cosa vuol dire “altra persona legittimata alla girata delle azioni?”
    noi sapremo qualcosa o si deve andare al 15 Novembre per avere l’ufficialità? (il 13 Dicembre si avvicina….)

  • 31 Ottobre 2017 in 09:59
    Permalink

    Stefano ma di quali azioni stai blaterando,non e’ mica una societa’ per azioni nuovo inizio srl e’ una societa’ di capitali,cosa devono girare mo mama ,basta un bonifico e due firme per posta certificata

  • 31 Ottobre 2017 in 11:50
    Permalink

    EFFETTIVAMENTE è UNA SRL.
    TECNICAMENTE DEVONO FARE UN PASSAGGIO DI QUOTE DAL DR. ALMANSI .
    COMUNQUE AD OGGI , LIZHANG NON SARA’ PRESENTE E CI SARA’ ALTRO SOGGETTO.
    DOPO DI CHE , RIBADISCO, AD OGGI.
    VERRA’ QUALCUNO? APPUNTAMENTO DAL NOTAIO L’HANNO PRESO, POI SI FA PRESTO A DISDIRLO
    MIA CONSIDERAZIONE PERSONALE : a quanto mi si dice l’intera somma è stata già versata. 11 mln con bonifici e 4 mln con escussione di una garanzia data dai cinesi. Sarà vero? non lo so.
    Se io avessi versato 15 mln miei ( che non ho per inciso), avrei lasciato la gestione ad altri? no
    Pagherei una cifra esorbitante al mese a Crespo per non averlo mai al seguito della squadra o a lavorare per essa? no
    Avrei quanto meno “pubblicizzato” il closing questa settimana con qualche comunicato stampa o twitter o quello che volete, dopo aver speso ( sempre secondo fonti cinesi) una valan ga di soldi? si
    PERSONALMENTE ( senza alcuna volontà di dare una notizia) SONO MOLTO SCETTICO.

    • 31 Ottobre 2017 in 15:52
      Permalink

      un altra cosa ,ma se per arrivare al 60% erano altri tre milioni (la matematica non e’ opinione) chietor ot in do vani.

      se sono per aumento di capitale chi ha il 30% deve metterne 2,6666666 in proporzione ,co femie a zner tolema messi ? http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

      • 31 Ottobre 2017 in 19:18
        Permalink

        nemmeno le opinioni sono matematica, sarà un sovrapprezzo quote/azioni, un leveregbaiaut o n’etra diavoleria dal genor?
        Chiedo l’aiuto del dott. Stefano.
        Comunque, ciamia c’me agh ni voja, i bagarò i gan da river in tal caset, sennò ien bo’ tuti ed comprer il societè

        • 31 Ottobre 2017 in 20:53
          Permalink

          ecco una diavoleria suona meglio,no parche’ chi cines chi ien dre’ ciochergla in tal cul al mond e chi a perma invece a ghema di furob ,si si

  • 31 Ottobre 2017 in 11:53
    Permalink

    Insigne non era poi cosi scarso e onestamente ero più deluso dal suo rendimento precedente piuttosto che da quello attuale, è un giocatore che in b ha già fatto bene. probabilmente renderebbe al top come seconda punta, ma va bene cosi.

    Considerazione sporadica, il Parma attuale, con le dovute immense proporzioni, mi ricorda un po quello con Giovinco e Candreva a servizio di una prima punta centrale che fa sponda e crea gioco…

  • 31 Ottobre 2017 in 13:14
    Permalink

    Candreva a Parma lo fischiavano. Ecco come si è competenti qui

  • 31 Ottobre 2017 in 16:46
    Permalink

    Ma d’ogni tanto penso a Ferrari che il 21 Giugno ci ha salutato….

    Se mis avanti sez mes prima (se va tutto bene)

  • 31 Ottobre 2017 in 17:11
    Permalink

    Guarda che Ferrari non è mica defunto, anzi…

  • 31 Ottobre 2017 in 17:31
    Permalink

    dipartito no ma partito si … (e in fretta!!)

  • 31 Ottobre 2017 in 19:11
    Permalink

    A Parma fischiavano anche la Petra quando passava. E, a dire il vero, torto torto non avevano

    • 31 Ottobre 2017 in 20:49
      Permalink

      parche’ fiscevon a dre’ asprilla http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 31 Ottobre 2017 in 23:12
    Permalink

    No no. I fiscievon al dadè ed la Petra, l’era un spetacol da capoter, chera al mè ragas

  • 1 Novembre 2017 in 09:13
    Permalink

    ben par col li ,tino ag leva sempor a taca al cul, la petra http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI