LIZHANG ALLA GAZZETTA DI PARMA: “PRONTI A INTERVENIRE NEL MERCATO DI GENNAIO. CORRIAMO INSIEME VERSO LA SERIE A. INNAMORATO DEI GIALLOBLU’ NEGLI ANNI 90”

lizhang gdpLa Gazzetta di Parma di oggi, 31 Dicembre 2017, pubblica una intervista a tutto tondo al presidente del Parma Calcio 1913 Jiang Lizhang, grazie alla quale, come ha scritto l’autore Paolo Grossi, si racconta un po’ più da vicino ai tifosi del Parma. Il giornalista, nel proprio incipit, ha specificato: “Grazie al Parma ci è stato possibile intervistarlo via mail, trovando nell’inglese un punto di contatto linguistico”. 

Abbiamo selezionato le risposte di attualità e sul futuro che ci sono parse più interessanti:

gdp lizhang «Come tutti i cinesi, ho scoperto il calcio italiano con le trasmissioni della Cctv. Dal 1994 la Cctv ha iniziato a trasmettere le partite in diretta e ci trovavamo ad orari assurdi per seguirle. Questo periodo è conciso con gli anni d’oro del Parma. Era una squadra esaltante, che rappresentava una città piccola che sfidava le grandi tradizionali. Come tantissimi miei connazionali mi sono innamorato subito di questo club e facevo il tifo per il Parma nelle sfide contro le grandi rivali come Juventus e Milan. Il Parma ha esercitato su di me un fascino particolare sin da giovanissimo, quando mi emozionavo per giocatori come Buffon, Crespo, Cannavaro, Thuram. E’ un club “storico” e conosciuto in tutto il mondo, ricco di gloria e tradizione calcistica. A livello di brand, grazie alle imprese degli anni ’90, in Cina ancora oggi il Parma è tra le squadre italiane più conosciute dopo Inter, Milan e Juve. Credo ci sia un grandissimo potenziale da esplorare e accompagnarlo nella rinascita dalle sue ceneri per me è una sfida emozionante. Per quanto riguarda le altre squadre, da un paio d’anni abbiamo sviluppato un progetto chiamato Defa (Desports Football Alliance) con lo scopo di intensificare la collaborazione tra le squadre del nostro network (oltre al Parma, il Granada, il Chongqing Dangdai Lifan e altri club minori) e la Cina. Stiamo lavorando molto intensamente, puntando soprattutto sugli scambi di know-how per aumentare il livello degli allenatori in Cina nel settore giovanile e abbiamo stabilito programmi di formazione e scambio per i quadri tecnici. Anche dal punto di vista dei trasferimenti giocatori sono possibili collaborazioni, ma aumentare la qualità del football cinese potendo contare su relazioni dirette con l’Europa rimane la nostra priorità in questa direzione. Per quanto riguarda l’immediato, ho piena fiducia nell’attuale staff. Da parte nostra c’è tutta la disponibilità a rafforzare la squadra e credo che i nostri responsabili tecnici sappiano esattamente cosa fare nella finestra di mercato di gennaio. Per quanto gdp lizh 1riguarda il futuro a medio termine, l’obiettivo è di avere una società sempre più forte e professionale, che possa confrontarsi sulle strategie anche attraverso un sempre più frequente dialogo con i responsabili del progetto Defa. Parlando invece del campionato, siamo molto soddisfatti del cammino svolto sino ad ora. Non dobbiamo avere ansia o crearci frustrazioni inseguendo come un obbligo la risalita immediata, visto che mi hanno spiegato che nessuno è mai riuscito a centrare tre promozioni di fila in Italia. Però io penso che anche l’entusiasmo possa recitare un ruolo importante e che non si debba impedire a nessuno di sognare e per questo chiedo ai nostri tifosi di credere insieme a noi ad un bellissimo sogno che si chiama Serie A. Di Parma mi ha colpito la tranquillità che regna in città. Io amo correre e l’ultima volta che sono stato a Parma, una mattina all’alba ho corso 15 chilometri percorrendo tutta la città. Si respira storia, laboriosità e buon umore. La prima al Tardini? E’ stato eccitante. Vivere dal vivo qualcosa che avevo provato solo in tv. Un piccolo viaggio nel tempo. Mi ha fatto piacere vedere anche la curva piena come fossimo in Serie A. Mi hanno sempre detto che i tifosi del Parma sono appassionati e civili ed è stato bello vedere di persona le emozioni che il Tardini riesce a dare».

 

Stadio Tardini

Stadio Tardini

35 pensieri riguardo “LIZHANG ALLA GAZZETTA DI PARMA: “PRONTI A INTERVENIRE NEL MERCATO DI GENNAIO. CORRIAMO INSIEME VERSO LA SERIE A. INNAMORATO DEI GIALLOBLU’ NEGLI ANNI 90”

  • 31 Dicembre 2017 in 12:05
    Permalink

    Si ma se si da via Ceravolo che può essere la carta vincente per i play off, visto che in quel periodo sarà AL MASSIMO DELLA FORMA E DELLA FRESCHEZZA,Vprendendo Coda non penso che l’affare lo facciamo noi. anzi noi ne usciamo cornuti e mazzati.

  • 31 Dicembre 2017 in 12:26
    Permalink

    ancora ? siamo gia’ alla terza edizione ,ma neanche i fratelli Grimm

    vorrei capire se si e’ innamorato del granada o di quell’altra squadra sempre negli anni 90 ,il suo tempo delle mele

  • 31 Dicembre 2017 in 12:28
    Permalink

    domanda pertinente visto che li ci ha fioccato gia’ 45 milioni ed e’ tutta sua http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 31 Dicembre 2017 in 13:20
    Permalink

    Clamorosa intervista fatta via mail dalla Gazzetta al grande “miliardario” cinese. Lo scambio di posta elettronica, ha cancellato ogni dubbio dei tifosi almeno sulle cose più importanti.
    Se non sappiamo ancora i dettagli inutili come la data della formazione del nuovo Cda,
    chi sostituirà il dimissionario Crespo, chi e perché ha riempito il
    buco di bilancio, adesso sappiamo con assoluta certezza che
    Lizhang ama il pesce, in particolare la polpa di granchio!!
    E chi non ama i crostacei va a veder la Regiaaaaa! 😁

  • 31 Dicembre 2017 in 14:56
    Permalink

    e’ un giornalismo d’altri tempi ,a me gli aneddoti son piaciuti ,Ghirardi 15 km di corsa per parma li faceva solo per andare dalle sorelle picchi http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif

  • 31 Dicembre 2017 in 15:08
    Permalink

    Bravi jdm, la prima battuta che mi fa ridere… In zona cesarini direi!

    • 31 Dicembre 2017 in 16:31
      Permalink

      lei gradisce cio’ che piu’ le conviene non si spiegherebbe altrimenti la sua acredine ,in zona cesarini lo cantano a reggio ,buon anno anche a lei checche’ ne dica majo sempre nel lecito http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif

  • 31 Dicembre 2017 in 16:50
    Permalink

    Sarà un caso ma da quando ho fatto notare che da parte di LIZHANG mancavano gli auguri. qualcuno glielo avrà fatto notare e lui ha provveduto.
    CHAPEAU
    Quello che invece non è desparecito ma è a Livigno e’ Hernan.
    Lui invece tace. ( ? ? ? )

  • 31 Dicembre 2017 in 16:58
    Permalink

    anche il titolo non mi dispiace “voglio far sognare i tifosi del parma”

    te credo ad addormentarli ci ha gia’ pensato d’aversa http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 31 Dicembre 2017 in 17:24
    Permalink

    Caro presidente, ci basta solo una punta, dato che la solidità c’è http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 31 Dicembre 2017 in 17:25
    Permalink

    Sarà tutta farina del suo sacco? solo io trovo “interessante” la conferma di tutto lo staff con il termine “per quanto riguarda l’immediato” ?

    • 31 Dicembre 2017 in 19:08
      Permalink

      esatto visto che il cinese non lo conosciamo poi scrivono o estrapolano quello che vogliono a loro immagine e somiglianza ,
      nell’immediato vuol dire che se a giugno restiamo in b tanti saluti e baci

      • 1 Gennaio 2018 in 10:59
        Permalink

        Il rinnovo di Faggiano fino al 2019 penso dica tutto sul fatto che per il futuro ci sarà un ds con poteri limitati e che tutto passerà dalle mani di Cordon..detto questo, ho la sensazione (ma potrei anche sbagliarmi) che gli sforzi economici per andare in serie a saranno fatti questo e il prossimo anno se necessario (sai mai che già quest’anno…) .. tutto il resto è nelle terga di Giove, come diceva il direttore.

  • 31 Dicembre 2017 in 18:52
    Permalink

    Quando uno dice “voglio far sognare i tifosi” le ‘na bala e al se tos pr’al cul. Quelli che hanno studiato (terza media o giù di lì) la chiamano demagogia.
    È sfortunato quel popolo che ama il potere che fa sognare.
    A Parma non abbiamo bisogno di sognare riscatti sociali!

  • 31 Dicembre 2017 in 22:05
    Permalink

    scusatemi, ma non ce la faccio più a leggervi, sembrate tante zitelle acide. Ogni cosa che la società fa non va bene.Anche se vi hanno portato in due anni dalla D alla B non va bene (piocioni), adesso che siamo in B nelle zone alte NON va bene (hanno sbagliato gli acquisti Faggiano a casa) il gioco NON vi soddisfa (era meglio Ancellotti che si andava a casa dopo la partita tesi come un elastico nonostante una vittoria) spendiamo troppi soldi per giocatori non validi (era meglio Ghirardi) i cinesi non hanno un cent., i 7 sono filati via … etc.etc. Van bene le critiche, il dialogo e lo scambio di idee, ma non esageriamo. Io seguo la società Parma nel bene e nel male. Sicuramente anche io, a volte, non sono contento, ma ho fiducia nella società Parma e se un giorno non l’avrò più mi allontanerò. Nonostante tutto vi faccio i miei più sinceri auguri di buon 2018 sperando che sia la prima squadra a fare tre promozioni consecutive.

    • 31 Dicembre 2017 in 23:43
      Permalink

      Il tuo ragionamento non fa una grinza.
      BRAVO

    • 1 Gennaio 2018 in 10:02
      Permalink

      fai zapping http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 1 Gennaio 2018 in 10:58
      Permalink

      Non vedo il motivo di fare paragoni con il Parma di Ancelotti. Specie se lo si fa per sminuire la qualità del gioco espresso allora equiparandola a quel che vediamo di questi tempi. Anche se sono passati vent’anni, mica tutti hanno perso la memoria. Eravamo in Champions…per dire

    • 1 Gennaio 2018 in 11:51
      Permalink

      Capisco il non va mai bene niente e sono pure abbastanza d accordo, tengo anche conto che è un periodo di feste ma proprio non riesco a non definire ridicola questa intervista, un accozzaglia di banalità che c e da sperare si siano inventati alla gazzetta. Anche il mio vicino di casa di lecce ammirava il Parma di scala ma il Parma non L ha comprato finiamola con questa stupidata.
      Già ha pestato la merda della (non) presentazione, che gli traducano di parlare attraverso un giornale serio, questo pezzo sembra la continuazione di quello della pesca hobby di Cassani, anzi era meno scontato quest ultimo

      • 2 Gennaio 2018 in 09:57
        Permalink

        come dice gene gnocchi il niente e’ sempre meglio della gazza ,ultimamanete Gabriele ti trovo dannatamente realista ,ci tocchera’ mica andare a vedere la reggiana ?http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

        • 2 Gennaio 2018 in 17:40
          Permalink

          Con la reggia in B ci dispiace ma x

          Quest’anno è così Pramzàn

          Forza Reggia

  • 1 Gennaio 2018 in 01:29
    Permalink

    L’8 gennaio voglio una punta da 20 gol a Collecchio. Buon anno!

  • 1 Gennaio 2018 in 11:10
    Permalink

    Benni vuoi una punta da 20 gol all’anno?
    ma Caputo è dell’Empoli…..
    ( Ametà torneo è a quota 15, se continua così andrà a 30……)
    ( Sigh)
    Della serie
    PER UN PUGNO DI DOLLARI….
    o se preferite
    CHI PIÙ SPENDE…….MENO SPENDE

  • 1 Gennaio 2018 in 11:53
    Permalink

    Punta punta aspetta e spera ke poi si avverahahahah

    Na bela ponta di grana fenomenale e prossekkello col bo

    E via andare con gli aumenti di autostrade gas luce ecc.

    Grazie ai nostri politicanti….etor ke coma etilico ci fate skifo

  • 1 Gennaio 2018 in 12:19
    Permalink

    Mi rispecchio nell’intervento di Mauro. Andig vuetor a cmander, etor che sapping

  • 1 Gennaio 2018 in 12:47
    Permalink

    co dit narciso

  • 1 Gennaio 2018 in 14:26
    Permalink

    Se na ponta ad furmai…

  • 1 Gennaio 2018 in 15:30
    Permalink

    Ho letto che potrebbe tornare Cerri, speriamo di no. …

  • 1 Gennaio 2018 in 19:59
    Permalink

    veh nanì, co el al “furmai”? In do stet?

  • 1 Gennaio 2018 in 20:34
    Permalink

    c’al scusa sior in do sonie ? ma c’al sonna pur in do g’ na voja

  • 1 Gennaio 2018 in 20:50
    Permalink

    hai ragione Siber…etc. con Ancellotti eravamo in un altro mondo,ma io uscivo dallo stadio con lo stesso mal di cuore come ci esco adesso, perchè amo il Parma come allora. Le partite in cui uscivo tranquillo erano quelle allenate da Sacchi e Scala perchè vedevo nella squadra la voglia e la volontà di vincere e li applaudivo anche se perdevamo. Scusatemi se mi sono lasciato trascinare dalla nostalgia, comunque FORZA PARMA SARO’ SEMPRE CON TE.

  • 1 Gennaio 2018 in 21:00
    Permalink

    Le critiche ci stanno perché siamo tifosi, sia tecniche che per un minimo di arlia o umor

    Dipende però cosa uno vuole adesso dal Parma: Andare in A, divertirsi con calcio champagne o andare in A col calcio champagne (ta bè..)

    Qui si pretende sempre la luna (siamo in piena corsa per un’impresa da record…), mentre a fianco a noi si fallisce e o si passano anni in categorie assurde

    Ognuno fa e dice cio che vuole (se no i siti non ‘vivono…’) l’importante è che chi giudica sempre dall’alto e spesso spara merda su allenatore società ecc poi non salga sul carro se per caso dovessimo fare l’impresa (visto che in caso contrario i ‘ve l’avevo detto’ saranno tanti…)

    Buon Anno Parmigiani

    Avanti Crociati

  • 2 Gennaio 2018 in 11:48
    Permalink

    Io sono d’accordo, giudicare una campagna acquisti invernale prima di sapere e di vedere acquisti e cessioni è da folli.
    SON CERTO che Faggiano ha già il nome per l’attacco e son certo sarà un nome altisonante che ci darà finalmente i gol che,quest’anno per cause diverse non abbiamo potuto vedere essendo il nostro attacco il reparto più debole delka squadra.
    Sono altresi’ certo che il nome dell’attaccante Faggiano lo abbia già in pugno ma

    MEMORE di Capuano quando gli sfuggì per aver divulgato la notizia quando la firma sul contratto non era ancora stata fatta

    MEMORE del fatto che la campagna acquisti inizierà domani

    MEMORE del fatto che Faggiano fino a domani è ancora squalificati

    MEMORE del fatto che a noi una punta serve subito per l’otto gennaio mentre per l’altra punta che,arriverà per siatituire Silingardi potrà arrivare,anche a fine mercato
    IO DICO
    lasciamo lavorare,Faggiano in tranquillità.
    Solo a fine mercato se avrà fatto bene andra lodato e solo se avrà fatto male tipo scambio Ceravolo Coda potremo attaccarlo duramente come non abbiamo mai fatto ma ora lasciamolo fare ed abbiate fiducia in lui.
    Dopo il mercato tragico e comico di tipo circense che ha fatto per l’attacco quest’estate son certo avrà il dente avvelenato e com una star del settore, come un prestigiatore mettera’ al centro dell’attacco
    AAdel Parma uno col vizio del gol, uno tanto per intenderci che avrà le polveri non allo stato gassoso e umido come le hanno i nostri scarsissimi attaccanti ma avrà le polveri QUASI INFUOCATE.
    Per Faggiano l’attaccante centrale è il suo esame.la sua prova del fuoco, la sua prova dimaturita’
    FINALMENTE VEDREMO IL SUO VERO VOLTO.

  • 2 Gennaio 2018 in 12:31
    Permalink

    Ciao Hernan e stato bello… così almeno ti sei risparmiato quegli inutili discorsi da fare ai tifosi !!!http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI