OPERAZIONE DRAGO, NOTA DEL PARMA: “COINVOLTI, LORO MALGRADO, NOSTRI TRE TESSERATI DELLE GIOVANILI”

(Comunicato Stampa Ufficiale del Parma Calcio 1913) – La Società Parma Calcio 1913 prende atto, con dispiacere, che nell’ambito dell’indagine che ha portato all’arresto del procuratore sportivo Giovanni Damiano Drago e di altre persone, sono loro malgrado coinvolti anche i propri tesserati del Settore Giovanile:
Camara Drissa Gui (Under 17)
Cissè Moussa Amba (Primavera)
Cissè Chaka Amba (Under 15)
La Società, che è completamente estranea all’inchiesta – avendo tesserato i calciatori da altri club, mostrando documentazione ritenuta valida dagli organi competenti – auspica che per il futuro dei tre ragazzi – che si sono sempre distinti per un comportamento esemplare, per educazione, senso del dovere e rispetto, sul campo, in allenamento e fuori – possano essere trovate, nel loro interesse, le migliori soluzioni, mettendosi in ogni modo a disposizione delle autorità preposte, anche per il proseguimento dell’attività sportiva da loro intrapresa in modo positivo.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

C’ERA UNA VOLTA ERIBERTO… ETA’ TAROCCATE E ALTRI GIOCHINI: COME L’AFRICA ARRICCHISCE PROCURATORI SENZA SCRUPOLI

TRATTA CLANDESTINA DI GIOVANI PROMESSE DEL CALCIO, ARRESTATO IL PROCURATORE GIOVANNI DAMIANO DRAGO

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “OPERAZIONE DRAGO, NOTA DEL PARMA: “COINVOLTI, LORO MALGRADO, NOSTRI TRE TESSERATI DELLE GIOVANILI”

  • 4 Dicembre 2017 in 13:29
    Permalink

    Chissà quanti avvoltoi ora. Bene la nota.

I commenti sono chiusi.