Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / Piatto destro, boato dello stadio, anche Corapi segna con la maglia del Parma in tre categorie diverse… uno di noi!

esultanza corapi(Luca Tegoni) – Dove sono Ferroni e Baggio? Mi fa un signore seduto nella fila sotto alla mia e gli rispondo che siamo a Parma, poi mi dice che contro il Napoli lo stadio era pieno e gli rispondo che lo era qualche anno fa, adesso è tutto nuovo. Il suo italiano strampalato mi faceva capire che non fosse indigeno ma che appartenesse a qualche etnia distante. Di fatti poco dopo dice che a Parma c’è troppo freddo e a Malta invece ci sono quasi venti gradi. Ah ma allora sei di Malta, si si risponde e mi racconta che anni fa il Parma di Girardi (senza h) andò là in tournee e in una partita Paci, quello alto alto, segnò due reti. A Malta ci sono ottomila tifosi del Parma, ma la maggior parte dei Maltesi tifa per la rubentus, segnala con smorfia di intesa. Con il suo smartphone filma buona parte della partita e, quando Corapi segna, si lascia andare ad un entusiasmo poco contenibile, con balli, salti e grida di gioia. Capita che la memoria dei tifosi lontani cancelli gli anni e la memoria si concentri sui momenti più belli, mantenendoli attuali. Così capita che il sarcasmo patetico del presidente della Pro Vercelli celebri crociate potenze e impotenze passate, tanto per giustificare la pochezza della propria squadra. La Pro fin dal primo minuto di gioco viene quasi ignorata dal Parma che la lascia fare per via di una immobilità raramente vista. Più di una volta i giocatori della Pro Vercelli sono palla al piede ma fermi, immobili sul posto. Il Parma non riesce o non vuol dettare il ritmo della partita e si accontenta a sporadiche azioni condotte tanto da Insigne quanto da Di Gaudio che oggi, almeno nel primo tempo, riesce a saltare l’uomo con facilità anche se poi al tiro manca l’efficacia realizzativa. Negli ultimi minuti del primo tempo anche la Pro Vercelli riesce ad essere pericolosa in area e addirittura segna. Peccato che il centravanti sia stato colto in fuorigioco. Difficile da stabilire se non lo fosse. Pochi minuti prima il Parma ha reclamato un rigore per fallo di mano, netto. Episodio facilmente riscontrabile sia dal vivo che dal replay. Si passa al secondo tempo dove si spera che si alzi un po’ il ritmo della partita, mi preoccupo soprattutto per  i giocatori per via del freddo. Rilancio parrocchiano di Lucarelli dal limite dell’area di rigore, la palla piomba giù a campanile verso il centrocampo e il difensore non la stoppa benissimo. In un lampo Baraye è sul pallone e con il piede più rapido che ci sia se lo sposta avanti lanciandosi verso la porta avversaria. La rincorsa dell’altro centrale che cerca il recupero è poderosa ma non sufficiente per contrastare Baraye che gli resta davanti e il tentativo di contrasto spalla contro spalla diventa gomito su schiena. Yves a terra, ultimo uomo, rosso diretto. Insigne va alla battuta e con la complicità di un difensore mette in rete. Interessante il movimento di Munari che in barriera, quando Insigne sta per calciare si sposta dietro i difensori schierati creando un varco, proprio quello in cui passa il pallone deviato. Pochi minuti dopo ancora un recupero del Parma sulla propria trequarti difensiva. È Scavone che anticipa l’attaccante e allunga il pallone dove Baraye è prontissimo a prenderlo in consegna e a lanciare Di Gaudio. Scavone non smette di correre e segue l’azione, poi Di Gaudio vede il movimento di Baraye che scatta verso l’area, la palla passa da quelle parti deviata da un difensore, Baraye, per un contrasto finisce a terra, e, improvvisamente si materializza Scavone che recupera la palla, aggira il portiere e celebra il gol dell’ex. Due a zero. Finisce così una partita mai realmente incominciata. Nonostante manchi circa mezzora alla fine e il freddo si faccia un po’ più intenso il gioco non accelera, la Pro Vercelli, vinta, non reagisce e il Parma, vincitore, non maramaldeggia. Un paio di brividi in area crociata in realtà ci sono stati a causa di leggerezze in palleggio ma che non si possono certo classificare come occasioni per gli avversari. Per scaldare gli animi c’è voluto il tanto invocato ingresso in campo di Corapi salutato dai tifosi con amorevole ed entusiastico calore. Insigne accelera sulla destra e va al cross basso in mezzo all’area, Baraye non riesce ad intervenire e la palla prosegue verso il centro dell’area dove Frediani, entrato al posto di Di Gaudio tocca all’indietro per Corapi che è libero. Piatto destro, palla alla sinistra del portiere. Boato dello stadio. Il Capitano raccoglie dalla corsa gioiosa Corapi e lo conduce per mano, letteralmente, sotto la Nord a ricevere l’ovazione ritmata e nominativa, Ciccio-Ciccio-Ciccio! Anche Corapi segna con la maglia del Parma in tre categorie diverse. Uno di noi. A meno che non si veda la partita con gli occhiali di Grassadonia, allenatore della Pro Vercelli, Parma surclassa Pro Vercelli tre a zero. Luca Tegoni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

21 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / Piatto destro, boato dello stadio, anche Corapi segna con la maglia del Parma in tre categorie diverse… uno di noi!

  • 3 Dicembre 2017 in 17:27
    Permalink

    Son contento perché D’Aversa ascolta i tifosi.
    Gli avevo consigliato quando era un panchinaro perenne di far giocare Mazzocchi.
    Mi ha ascoltato…..
    Gli avevo consigliato di far giocare Corapi.
    Mi ha ascoltato…..
    Penso non si sia pentito di questi miei consigli.

  • 3 Dicembre 2017 in 18:11
    Permalink

    haaaa come gongolo, grande corapi secon me lui è già contento cosi , grande soddisfazione di avere segnato in serie B. FORZA CROCIATI.

  • 3 Dicembre 2017 in 20:38
    Permalink

    Mi stavo chiedendo proprio ieri se Corapi avesse segnato con noi in 3 categorie diverse http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif. Grandissimo Ciccio!
    P.s.: oggi grandissimo regalo dall’Entella. Siamo in testa!

  • 3 Dicembre 2017 in 22:25
    Permalink

    Domenica rientra Calaiò e se arriva coda non ci ferma più nessuno

  • 4 Dicembre 2017 in 00:06
    Permalink

    Massimo CODA sarebbe il mio sogno proibito …

    • 5 Dicembre 2017 in 11:53
      Permalink

      Il mio NO!!!!

  • 4 Dicembre 2017 in 09:14
    Permalink

    anche Faggiano forse ascolta i tifosi.
    da questa estate caldeggio acquisto di Coda ideale per puntare alla A e per il tipo di gioco del ns. allenatore.
    domenica positiva anche per quanto riguarda gli altri risultati.
    e pure gioia per Corapi.
    tutto bene. per la prossima gara anche un pari sarebbe un bel risultato ma spero si vada con l’ atteggiamento di fare 3 punti.
    se sarà pari è probabile che si abbia una testa della classifica con 5 squadre. roba davvero strana sotto Natale.

  • 4 Dicembre 2017 in 10:35
    Permalink

    insomma,vai a rivedere la classifica alla sosta l’anno di guidolin

  • 4 Dicembre 2017 in 12:11
    Permalink

    No no con Guidolin eravamo già in A….siiii in bicicletàhahahah

    Anzi in Coppa visto ke il Trevigiano è un vincente sia da calciatore

    Ke da allenatore con la Pankina D’oro fa tì ke palmares mo mama

    • 4 Dicembre 2017 in 12:56
      Permalink

      Guidolin da calciatore fece una buona carriera, arrivò nella Nazionale Under 21 ed in Serie A. Da allenatore ha fatto vedere qui a Parma, magari te lo sei dimenticato, come si affronta e si vince la Serie B. A memoria di partite in B ne perse un paio, ricordo quella brutta sconfitta di Ancona da dove poi partì la corsa verso la promozione ….
      Con lui nei quadri tecnici ( magari come Direttore Tecnico ), stai sicuro che sei partite prima della fine del girone d’andata non le avresti perse. Se poi ti sta antipatico a prescindere….

      • 4 Dicembre 2017 in 17:36
        Permalink

        No no NON dimentico la promozione x carità

        Partiti male con Cagni fu kiamato il Veneto ke

        In sala stampa sparò subito una cannella dicendo

        Accetto la serie B solo perkè alleno il Parma !!!!

        Etor ke dimenticare…. NON dimentico un bel nulla

        Poi NON capisco perkè mi deve essere antipatico

        Nel mio spartito precedente NON c’è scritto penso

        NON attribuirmi parole e scritti NON mie !!!!

        • 4 Dicembre 2017 in 19:32
          Permalink

          Chissà cosa avresti scritto se ti fosse antipatico per davvero….

  • 4 Dicembre 2017 in 13:32
    Permalink

    Ricordatevi che insieme a Coda ci vorrebbe anche un Guidolin. E poi purtroppo abbiamo Baraye che e’ stato determinante per dare il la’ alla vittoria. Quasi quasi ce ne dispiciamo un pochino vero? Da sottolineare invece la grande sportivita’ con cui i piemontesi hanno accettato la sconfitta. Io li prenderei come esmpio

  • 4 Dicembre 2017 in 14:11
    Permalink

    capire pomo per pero,ho detto di riguardare la classifica prima della sosta nell’anno di guidolin ,visto che a natale 5 squadre in testa sembrano strane

  • 4 Dicembre 2017 in 15:07
    Permalink

    complimenti non ricordavo la testa a Natale con 5. ottima memoria!
    speriamo che sia di buon auspicio allora e che la storia si ripeta.

  • 4 Dicembre 2017 in 16:55
    Permalink

    però con Guidolin aghèra nètra squèdra…..

    • 5 Dicembre 2017 in 12:01
      Permalink

      ecco un esercizio per morosky ,fare un raffronto ruolo per ruolo fra qul parma li e quello attuale ,vediamo chi vince

      • 5 Dicembre 2017 in 14:19
        Permalink

        no mi astengo grazie, il passato, nel bene e nel male , lasciamolo nel museo del Tardini, chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato..
        scurdammoce o passato !!

        • 5 Dicembre 2017 in 14:38
          Permalink

          eh bruto mond,va be dai paragoniamolo alla pro piacenza,pesenti le bo

  • 5 Dicembre 2017 in 12:35
    Permalink

    Quella squadra di base aveva fatto la serie a ed erano rimasti quasi tutti, l’impresa era stata retrocedere l’anno prima
    Tutto cio fermo restando l’ottimo lavoro di Guidolin che è giusto che venga ricordato

  • 5 Dicembre 2017 in 13:48
    Permalink

    per esempio vorrei capire se e’ meglio zenoni o mazzocchi e via discorrendo,tanto si fa per cazzeggiare

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI