Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / PUNTO MERITATO SENZA INCASSARE RETI

BARI PARMA PARATA FRATTALI(Luca Tegoni) – Punto meritato senza incassare reti. Come la settimana scorsa e come quella precedente. Tre partite, un goal segnato e uno subito. Tre punti totalizzati. Se valutiamo la qualità delle squadre affrontate, anzi, la loro posizione in classifica, c’è da essere abbastanza soddisfatti solo per il punto ottenuto a Bari. Il Parma è una squadra senza piano B. Anche con il centravanti, Calaiò, il modo di giocare era lo stesso, se è il Parma a governare il gioco, arriva a stento al tiro. In tutto il campionato, se non ricordo male, il Parma ha fatto un solo goal su azione a difesa avversaria schierata (secondo goal di Calaiò a Cittadella), tutti gli altri sono arrivati per contropiede e per calci piazzati, punizioni e calci d’angolo. Ultimamente anche con queste modalità facciamo molto fatica.
La squadra starà anche acquisendo sempre più maturità e sicurezza ma si sta evidenziando in modo grave il problema che si va sempre poco al tiro, inteso come tiro pericoloso. Oppure si fanno scelte inadeguate come quelle di Di Gaudio nel secondo tempo che davanti al portiere mette in mezzo la palla di esterno destro o di Baraye che invece di andare subito a terra nel contrasto col difensore, come auspicato da D’Aversa, resiste e blisga davanti al portiere.
Nel primo tempo il Parma ha avuto più possesso palla e non è praticamente mai stato pericoloso mentre nel secondo tempo, quando è stato il Bari a fare di più la partita è stato il Parma in un paio di contropiede ad avere le occasioni buone per segnare, senza comunque andare al tiro. Delle ipotetiche occasioni da goal.
Positivo il rientro di Di Cesare e la partita di contenimento di Iacoponi su Improta. Continua Dezi a sbagliare tanti palloni ma almeno la sua corsa per il campo è più concreta e finalizzata, sembra si sia stufato di correre tanto per fare chilometri. Anche D’Aversa ha provato a vincere la partita, perché negarlo, quando, al quarantesimo del secondo tempo, ha sostituito Baraye con Siligardi. Purtroppo, questa volta, la sostituzione non è stata fortunata, nessun episodio favorevole.
Mercoledì ultima di andata. Poi una pausa di tre settimane durante la quale si farà il mercato. Poi la classifica conterà, e tanto, ogni settimana. Ci vorrà coraggio, non solo giocatori.
Allora Buon Natale!

Stadio Tardini

Stadio Tardini

7 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / PUNTO MERITATO SENZA INCASSARE RETI

  • 22 Dicembre 2017 in 13:52
    Permalink

    Contro difese schierate il Parma fa fatica perché la palla viene giocata a ritmo non elevato. Perciò le sovrapposizioni diventano più facili da contrastare e non resta che affidarsi al buon esito della giocata di questo o quell’esterno per un passaggio verso il centro dell’area, dove però il nostro centravanti viene sistematicamente raddoppiato perché gli avversari hanno tutto il tempo per farlo.
    Quindi o si ingaggia un centravanti di livello decisamente superiore alla Serie B, o si deve pensare a cambiare modulo.
    Ieri il piano di gioco è stato rispettato, è stata una delle migliori partite del Parma. Ma, se si punta alla Serie A, occorre trovare soluzioni di gioco più flessibili e non ancorarsi sempre al 4-3-3

  • 22 Dicembre 2017 in 14:30
    Permalink

    direi che nonostante le tante critiche d aversa ha fatto un buon lavoro le altre squadre che tanto esaltate come empoli bari Frosinone palermo eccc con gran allenatori offensivisti poi quando incontro noi fanno si e no un tiro in porta il che implica e lo dicono gli allenatori stessi che il parma e molto organizzato poi e’ chiaro se non ha punte il pocero d aversa cosa deve farci ? (il bari aveva floro flores Brienza in panchina ….) comuqnue con di cesare adesso la difesa e un bunker se faggiano si decidesse a comperare una punta decente la squadra e pronta per fare il vuoto attrona a se nel girone di ritorno (ma bastava avere calio e nelle sultime 5 gare facevamo ameno 4 punti in più con cesena e ternana … )

  • 22 Dicembre 2017 in 14:38
    Permalink

    da che mondo e mondo i campionati li vincono chi sa difendere e noi ormai ci siamo ………non rischiamo nulla neppure nelle ripartenze altrui , il bari che segnava a raffica con noi non ha fatto un tiro in porta………adesso bisogna trovare una punta stop le critiche al modulo sono stupide e denotano poca conoscenza calcistica la squadra e’ organizzata ora senz’altro la più organizzata della serie B ma non lo dico io gli allenatori che incontriamo sentite le interviste di castori pochesci e ieri grosso ripetano la stessa cosa contro il parma abbiamo fatto quel che si puo’ fare…sono molto organizzati eccc per cui e’ ora di smetterla di critcare il 4 3 3 di d aversa che ci portera’ in serie A sempre che faggiano lui il vero colpevole porti una punta

    • 22 Dicembre 2017 in 22:48
      Permalink

      Le promozioni si conquistano segnando e vincendo le partite, una buona difesa da quando le vittorie valgono tre punti è importante….ma fare goals lo è di più. Non c’è niente di male a cercare soluzioni diverse quando un modulo non si dimostra efficace in fase offensiva perché i giocatori a disposizione non hanno la tecnica e la velocità nel trattamento palla per sopperire alle contromisure adottate dagli allenatori avversari. Allenatori che da veri ed intelligenti professionisti, una volta ottenuta la divisione della posta, diventano campioni di fair play. A me interessano più i punti dei complimenti. Il tacciare di stupidità ed incompetenza chi si permette di suggerire che i moduli tattici siano dogmi
      incontestabili da superare è il pssatempo più sano ed economico dopo la Settimana Enigmistica. Jdm e Morosky penso concordino che con i pareggi i campionati non si vincono e che se non si segna…se va bene si pareggia.

      • 23 Dicembre 2017 in 16:14
        Permalink

        Ciao Siber, sono perfettamente d’accordo …in riferimento alle ultime 3 gare sono 4 punti persi: a Terni e in casa col Cesena: io non mi accontento di pareggiare ( quando si potrebbe o dovrebbe vincere ) il pareggio a Bari ci sta…nessuno dei due allenatori voleva perdere quindi, per PAURA DI PERDERE, hanno TRALASCIATO DI FARE QUALCOSA PER VINCERE: ad onor del vero, do atto a D’Aversa di non avere nessuna alternativa migliore in panchina; non ci sono punte adeguate e quindi bisogna sol fer cme as pol !!

  • 22 Dicembre 2017 in 18:25
    Permalink

    Baraye non ha semplicemente la malizia del centravanti d’area.

  • 23 Dicembre 2017 in 07:11
    Permalink

    Da notare che tutti spariscono quando il Parma fa una buona prestazione i commentatori spariscono chissà perché …che gli interessi solo criticare ?

I commenti sono chiusi.