COLOSSI CROCIATI di Luca Savarese / 1^ Puntata: Tomas Brolin (quando la Svezia non ci era antipatica…)

Luca Savarese(Luca Savarese) – Oggi dire Svezia ci fa sentire tutti un po’ tristi e sgomenti. Andiamo subito con la testa a quella notte da tregenda del 13 novembre 2017, quando la scala del calcio divenne il teatro di un incubo. Ma contemporaneamente, quei momenti, avevano il sapore di dolci sogni svedesi che inopinatamente, raggiungevano il mondiale. Ieri, per il popolo crociato, dire Svezia voleva dire sorseggiare, pensare, accarezzare Tomas Brolin. Era li, Brolin, a trottare tra la trequarti e l’attacco, a tinteggiare di biondo molte giocate gialloblù. Siamo nel 1990, Tomas l’Italia la vive al Mondiale. Ci resta, e diventa subito uno degli araldi del primo Parma di A. Brolin è multitasking. Gioca davanti, ma sa anche giostrare da centrocampista. Scala gongola: le soluzioni tattiche si moltiplicano, come un ventaglio utile e piacevole. Tomas ha solo due colori: il giallo ed il blu. Li vive con la Svezia, li nobilita col Parma. Nel 92 la Coppa Italia, arriva nei pressi della Pilotta, anche grazie al suo apporto: gol alla Fiorentina al Franchi, agli Ottavi, quello che ci vuole per passare il turno. Semifinali, al Tardini arriva la Samp. No problem, ci pensa Tomas a metterla dentro. Uno a zero, così il tomas brolinritorno fa meno paura. Ecco cosa faceva Tomas quando correva, non faceva paura ai tifosi crociati ma ne incuteva, tanta, alle difese avversarie. Cinque anni, dal 90 al 95, alla corte ducale (più una breve parentesi nel 97); come il tempo di un liceo e Brolin era la versione di greco che volevi sempre fare e rifare, era il compagno con il quale tornare a casa e raccontarsela, era un desiderio da cullare. Davanti alla porta. Il calciatore del Parma più amato da una delle voci più amate della radio, Emanuele Dotto. Si, la Svezia oggi vuol dire amarezza, ma negli Anni Novanta, voleva dire, dalle parti di Parma, Tomas Brolin. Che poi aprirà un ristorante, dalle sue parti, intitolato 11, il suo numero di maglia. Se il cibo è come quello che confezionava, bhé, buon appetito… Luca Savarese

17 pensieri riguardo “COLOSSI CROCIATI di Luca Savarese / 1^ Puntata: Tomas Brolin (quando la Svezia non ci era antipatica…)

  • 7 Gennaio 2018 in 10:45
    Permalink

    Gran giocatore,mi ricordo da bambino che essendo biondo e tifoso del parma gli amici mi chiamavano Brolin

  • 7 Gennaio 2018 in 11:35
    Permalink

    E’ stato e resterà, per me,un grande,grandissimo giocatore. Umile e grande lavoratore in campo. Peccato sia stato chiamato dalla nazionale svedese e che sia tornato infortunato. Non è stato più lui.

  • 7 Gennaio 2018 in 11:38
    Permalink

    A me la Svezia NON è diventata ANTIPATICA, tutt’altro, MI HA FATTO DIVENTARE ANTIPATICA UNA PARTE DEL MONDO CALCIO ITALIANO, composto da squadre piene di stranieri, a partire dalle squadre giovanili fino alle prime squadre, la maggior parte delle quali ( ho redatto un articolo in cui specificavo, relativamente alle prime 7 in classifica, quanti ITALIANI giocavano titolari …) SONO PIENE ZEPPE di africani, slavi, polacchi, albanesi, filo-russi, ecc ecc …
    QUI NON SI TRATTA NE’ DI RAZZISMO NE’ DISCRIMINAZIONI TERRITORIALI MA …tutt’altro…

    Come è sempre stato dimostrato ( vedi under 21 ) pure noi abbiamo i giovani bravi solo che ..

    1) le grandi squadre non vogliono aspettarli, o forse non possono ?

    2) costa sicuramente meno andare ad acquistare all’estero anche considerando i soliti giri di valuta, uscite di capitali ( vere, fittizie o gonfiate ??? )

    Il non sapere o volere aspettare i giovani dei propri vivai comporta poi queste situazioni:

    il Milan, ad esempio, ha, in giro per il mondo professionistico i seguenti suoi ex calciatori: DARMIAN, CRISTANTE, VERDI, EL SHARAWY, DE SCIGLIO, ….non saranno fenomeni fuoriclasse ma sono tutti nel giro della Nazionale ..

    l’Inter , stesso discorso: BONUCCI, DESTRO, BALOTELLI, BARDI, BONAZZOLI, RADU, PUSKAS, DONATI, BIRAGHI, CALDIROLA, OBI, e tanti altri che ora mi sfuggono, pure qui, tra Serie A e B mi pare che ci siano tanti bravi giocatori che, in luogo di essere ceduti ma, solo dati in prestito a società “satellite-amiche” con le quali allacciare collaborazioni, rapporti, scambi, collaborazione reciproca, avrebbero poi, in seguito, potuto fare comodo alla propria PRIMA SQUADRA in luogo di andare ad acquistare decine e decine di stranieri che, di fatto, valgono molto meno dei sopra citati ..PUNTO

    chiaramente diventa poi una questione di scelte tecniche, di budget, di valutazioni del momento ecc ecc e, ovviamente, di lungimiranza in prospettiva del breve termine ..circa lo sviluppo e la crescita dei propri ragazzi del settore giovanile;

    la Juventus ad esempio ha in giro, così a prima raffica di memoria:
    IMMOBILE, ZAZA, BERARDI, ARIAUDO, GIOVINCO, AUDERO, MARRONE, …certo, lo so, mi si replicherà che non sono giocatori da Juve, oppure lo sono sTati ma non ritenuti poi idonei, in quanto di profilo inferiore a chi ?? ai PADOIN, STURARO, DE CEGLIE, MOLINARO, e tata altra gente che, oggi o ieri, è stata nei ranghi per anni …
    spesso, anche in questo mondo, valgono le conoscenze, i procuratori, gli amici degli amici, al brev ragass, ecc ecc..

    allora continuiamo ad andare a prendere stranieri, gialli, rossi, verdi e neri, naturalmente….

    • 7 Gennaio 2018 in 11:51
      Permalink

      Hai pienamente ragione Morosky. Riuscire a non qualificarsi per i mondiali è stato il frutto del pessimo operato di federazione e lega calcio, obiettivamente va riconosciuto che si è trattato di una vera e propria impresa al contrario. La Svezia ha beneficiato dell’incredibile autolesionismo Italiano e andrà ai mondiali senza avere rubato nulla….e di giocatori bravi come Brolin non ne aveva neppure alla lontana

  • 7 Gennaio 2018 in 13:30
    Permalink

    A me è diventato antipatico invece Ventura.
    Aver potuto convocare per la Svezia Giovinco e non averlo fatto, un giocatore che sta facendo il Messi in America, la dice cm lunga sull’ottusita di Ventura.
    A me la,Svezia c non è per niente,antipatica.
    Perché dovrebbe esserla?
    E vedrete che un giorno ci sarà ancora in futuro qualche presidente scemo che darae la oanchina a,Ventura

  • 7 Gennaio 2018 in 13:43
    Permalink

    Perchè antipatica la Svezia? I nordici mi sono sempre stati abbastanza simpatici. Gran popolo onesto e di lavoratori. E Brolin era un campionissimo.

  • 7 Gennaio 2018 in 17:59
    Permalink

    A me stan sulle scatole le svedesi, hanno il culo troppo in alto e gli occhi troppo azzurri. Preferisco le reggiane, che poi da noi si mangia meglio, toh

  • 7 Gennaio 2018 in 18:26
    Permalink

    Visite mediche domani x da cruz del Novara?

  • 7 Gennaio 2018 in 21:04
    Permalink

    Sarà un pacco atomico…….

  • 7 Gennaio 2018 in 22:23
    Permalink

    Che sia un pacco non lo so. Quanto meno è un giovane di prospettiva. I “bloggettari” parmigiani si sono già sbizzarriti.
    L’investimento si aggira sui tre milioni.
    (il valore dell’attaccante è pari ad un milione…)
    Sull’Attaccante c’era pure l’interesse dell’Arsenal e Atalanta
    Ma se fosse d’avvero un giocatore di livello europeo l’Arsenal
    se lo avrebbe fatto scappare? O quanto meno l’Atalanta che
    di giovani né sforna a centinaia….suvvia…
    Siamo sul ridicolo…

  • 7 Gennaio 2018 in 23:05
    Permalink

    Sono sincero Da Cruz è un potenziale campione, ho guardato qualche partita del Novara e lui ha la stoffa del campione. Non so se si ambienterà subito ma per me può diventare un gran giocatore. Sono contentissimo, sul serio. Spero di non sbagliarmi ma la sua classe sembra cristallina.

    • 7 Gennaio 2018 in 23:28
      Permalink

      D’accordo con Andre85. Ha stoffa il ragazzo! Bravo Faggiano!

  • 8 Gennaio 2018 in 01:17
    Permalink

    ma un altra FAGGIANATA 3 ml di eur per da cruz il novara ringrazia …………se continua cosi il progetto parma fra 6 mesi e be che fini ‘ …mamma mia fermate faggiano non so perche’ per i ns non ci danno nulla vedi che la salernitana per calio vuole che il parma paghi la buonauscita….e noi per dezi o siligardi pagjiamo anche il cartellino per non parlare di ceravolo che al benevento prendeva 400.000 eur e fece 20 goal da noi prende 520.000 e manco un palo

  • 8 Gennaio 2018 in 01:19
    Permalink

    contro di noi da costa non vide palla se poi qualcuno vuole farlo passare per un campioncino faccia pure in ogni caso strapagato e concordo con quelli sopra se fosse un campione l atalanta e arsenal mica se lo fanno ciulare dal parma su non scherziamo poi rido per caputo l empoli ha speso 2,5 il parma 3 ml per da costa siamo grandi …………….

  • 8 Gennaio 2018 in 01:21
    Permalink

    speriamo non abbia la pubalgia con lo staff medico del parma lo scoprirebbero di sicuro ………………..speriamo che dopo ceravolo si dia una svegliata

  • 8 Gennaio 2018 in 01:53
    Permalink

    non e’ certo da cruz peraltro strapagato ma faggiano ci ha abituato a buttare via i soldi …….che potra risolvere i problemi del parma in attacco infatti si dice calciatore di prospettiva ma fino a prova contraria al parma serve uno gia pronto se punta veramente alla serie A va bene come 4 punta dopo calaio ceravolo e il vero acquisto di gennaio

  • 8 Gennaio 2018 in 02:13
    Permalink

    Arriva anche Puscas?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI