CREMONESE-PARMA 1-0 (FINALE) GOL AL 44′ DI CAVION – LA CRONACA LIVE A CURA DI ANDREA BELLETTI TABELLINO E HIGHLIGHTS

CREMONESE-PARMA 1-0 – GLI HIGHLIGHTS

SECONDO TEMPO

1′ Ancora Di Gaudio si libera sulla sinistra lascia partire una conclusione centrale ma pericolosa su cui Ujkani fa buona guardia

4′ Punizione di Almici palla alta sopra la traversa

5′ Aridi cerca l’angolo alla destra di Frattali senza però inquadrare la porta

10′ Gagliolo cerca di deviare in area per poco non beffa Frattali

11′ Paulinho ci prova di testa Frattali fa buona guardia

13′ Velo di Insigne pallone di ritorno di Calaiò, diagonale di Insigne fuori di poco

20′ Sostituzione Cremonese esce Piccolo entra Castrovilli

22′ Tiro cross di Castrovilli Frattali devia in angolo

23′ Sostituzione Parma esce di gaudio entra Baraye

26′ Occasionissima per Paulinho che da pochi passi si fa ipnotizzare da Frattali

32′ Sostituzione Cremonese esce Brighenti entra Scappini

34′ Sostituzione Parma esce Calaiò entra Ceravolo

36′ colpo di testa di Scappini miracolo di Frattali

36′ Gol di Arini annullato per fuorigioco

42′ Sostituzione Parma esce Munari entra Scavone

44′ GOL DELLA CREMONESE Pesce lascia partire un bolide che Frattali devia la palla finisce sui piedi di Cavion che da due passi insacca

48′ prova la girata Insigne alta

 

 

 

 

 

Affezionati lettori di Stadio Tardini eccoci pronti a seguire questa prima giornata di ritorno di serie B. Il Parma va a far visita alla Cremonese in una gara molto sentita da entrambe le parti.

Ecco le formazioni delle squadre in campo.

CREMONESE (4-3-1-2): Ujkani; Almici, Canini, Claiton, Renzetti; Arini, Pesce, Cavion; Piccolo; Brighenti, Paulinho.
A disposizione: Ravaglia, Rossi, Procopio, Castrovilli, Marconi, Scappini, Cinaglia, Putzolu, Macek, Gomez, Cinelli, Garcia Tena.
Allenatore: Tesser.

PARMA (4-3-3): Frattali; Mazzocchi, Di Cesare, Iacoponi, Gagliolo; Munari, Scozzarella, Dezi; Insigne, Calaiò, Di Gaudio.
A disposizione: Nardi, Vacca, Baraye, Ramos, Frediani, Anastasio, Barillà, Gazzola, Siligardi, Scavone, Ceravolo, Sierralta.
Allenatore: D’Aversa.

PRIMO TEMPO

5′ Primo sussulto di Di Gaudio che prova la conclusione a giro dal vertice sinistro palla fuori di poco

15′ Conclusione dalla distanza di Pesce la potenza c’è la mira un po’ meno

16′ Calaiò illumina per Dezi la cui azione pericolosa è fermata però dall’arbitro che registra un fuorigioco millimetrico

19′ Stacco di testa di Paulinho che non riesce ad inquadrare la porta

32′ Brighenti illumina per Renzetti, quest’ultimo lascia partire un pericoloso rasoterra che taglia tutta l’area senza trovare nessuno pronto alla conclusione

37′ Conclusione a giro di Insigne di prima intenzione alto

38′ Cavion sfrutta un errato disimpegno di Scozzarella lascia partire un bolide da fuori area Frattali devia in angolo

CREMONESE-PARMA 1-0 – IL TABELLINO

Marcatori: 89′ Cavion

CREMONESE – Ujkani, Claiton, Piccolo (66′ Castrovilli), Cavion, Brighenti (Cap)(78′ Scappini), Paulinho, Pesce (V.Cap.), Canini, Almici, Renzetti, Arini.

A disposizione: Ravaglia, Rossi, Procopio, Marconi, Cinagla, Putzolu, Macek, Gomez, Cinelli, Garcia Tena.

All.: Tesser

PARMA – Frattali, Iacoponi, Di Cesare, Mazzocchi, Calaiò (Cap)(79′ Ceravolo), Munari (V.Cap.) (87′ Scavone), Insigne, Di Gaudio (69′ Baraye), Scozzarella, Gagliolo, Dezi.

A disposizione: Nardi, Vacca, Ramos, Frediani, Anastasio, Barillà, Gazzola, Siligardi, Sierralta.

All.: D’Aversa

Arbitro: Sig. Luigi Nasca di Bari. Assistenti: Sigg. Pietro Dei Giudici e Damiano Margani di Latina. IV Uomo: Sig. Pierantonio Perotti di Legnano.

Note – Calci d’angolo: 8-3. Ammoniti: Alimci (10′), Gagliolo (35′), Castrovilli (76′). Recupero: 1’pt, 5’st. Spettatori: 10.958 (3.520 abbonati, 7.438 paganti di cui 1.855 ospiti) per un incasso complessivo di 81.832 €.

CREMONESE-PARMA 1-0 – GLI HIGHLIGHTS

 

48 pensieri riguardo “CREMONESE-PARMA 1-0 (FINALE) GOL AL 44′ DI CAVION – LA CRONACA LIVE A CURA DI ANDREA BELLETTI TABELLINO E HIGHLIGHTS

  • 20 Gennaio 2018 in 15:12
    Permalink

    Dai ragazzi!

  • 20 Gennaio 2018 in 15:45
    Permalink

    Oggi bene. Solo Scozzarella un po’ giù. Il problema è che siamo sempre poco pericolosi.

  • 20 Gennaio 2018 in 16:28
    Permalink

    Anno nuovo, gioco vecchio. Si prospetta un altro pareggio. Con D’Aversa non si va lontano

  • 20 Gennaio 2018 in 16:48
    Permalink

    La società deve intervenire…. Domani D’Aversa esonerato. Al suo posto Guidolin…

  • 20 Gennaio 2018 in 16:51
    Permalink

    Non vinciamo da 5 partite e non segnamo da 4. Grazie della promozione, ma ora D’Aversa se ne deve andare!

  • 20 Gennaio 2018 in 16:55
    Permalink

    Se non prendiamo un allenatore bravo… è inutile fare mercato e spendere soldi per metterli in mano ad un allenatore inesperto ed incapace.

  • 20 Gennaio 2018 in 16:56
    Permalink

    Giochiamo con Calaiò che non sta in piedi. Ceravolo sembra mio nonno e abbiamo preso due giocatori che per altre sue giornate magari decisive non potranno essere usati uno per squalifiche altro per infortunio. Qualcuno mi spiega il senso del mercato?

  • 20 Gennaio 2018 in 17:00
    Permalink

    RISULTATO GIUSTO!!!
    Loro han fatto poco ma lo hanno fatto, noi nemmeno quello.
    In panchina non so chi ci sia, di sicuro non un allenatore.
    Squadra imbarazzante, 4 partite che non si segna e chi gioca? Sempre quelli.
    Ormai il cambio al 20° del st esterno sx per esterno sx è quasi una comica. Cambio programmato amatoriale.
    Credo di aver capito perché li comprano rotti: tanto non giocano.
    La misura è colma, non me ne frega un c…0 se non andiamo in serie A ma almeno un segnale di vita quello sì per dinci, questa squadra può e deve dare mooolto di più. Poi si può anche perdere, ma non così. Non lo accetto.
    Sono leggermente incazzato…

  • 20 Gennaio 2018 in 17:05
    Permalink

    Bravo D’aversa !!! L’unico che dovevi mettere era Gazzola….. da bravo Sarri de noialtri ti sei cagato sotto…. ed hai messo la formazione solita. Chi è che ha dormito sul gol ??? PM7 !!! Cazzo hai un terzino di ruolo ma mettilo su no ??? Mazzocchi non è non sarà mai un terzino . Giocavi in trasferta ! Sierralta no eh ? Mazzocchi…. Vegliò !!!

  • 20 Gennaio 2018 in 17:07
    Permalink

    Ma..fatemi capire..chiedo ai più informati. Se dovessimo (come sembra) restare in b. Falliamo come il Vicenza? Chi paga tutti gli sforzi economici??

    • 20 Gennaio 2018 in 18:12
      Permalink

      Intanto tocchiamo ferro.

      In secondo luogo paga chi ha pagato fino ad oggi, ovvero la società Parma Calcio 1913.

      Eviti di fare paragoni con situazioni che nulla hanno a che vedere con l’attuale solida proprietà del Parma Calcio 1913.

      Stadio Tardini

      • 20 Gennaio 2018 in 19:03
        Permalink

        un po’ inquietante questa domanda.
        1) la società Parma calcio 1913 è 60 cina e 30 parma e quest’anno, di fatto, ha messo tutto il nuovo socio con l’acquisizione fatta
        2) alcuni soci parmigiani stanno cercando di vendere le loro quote ai cinesi che mi pare siano freddini all’ipotesi
        3) a fine anno, se non si salirà, serviranno molti soldi per chiudere questo bilancio. Speriamo che tutte le anime della società facciano la loro parte. Io non ho dubbi al riguardo perchè sono tutte persone serie e a modo ma il boccone sarà molto indigesto comunque.

        • 20 Gennaio 2018 in 19:17
          Permalink

          Salve Stefano

          1) E’ vero che il nuovo socio ha garantito la continuità aziendale con gli otto milioni immessi (e forse potrebbero aggiugngerne altri vista la campagna d’inverno), però in precedenza i 7 di Nuovo Inizio avevan fatto la loro parte coprendo le perdite, non esigue, delle due precedenti stagioni, e in più non hanno diviso tra di loro i 4 milioni ricavati dalle quote vendute ai cinesi, tenendoli a disposizione del Parma Calcio 1913 per successii aumenti di capitale.
          2) Non ci risulta assolutamente che alcuni soci parmigiani stiano cercando di cedere (ulteriori) proprie quote ai cinesi e quindi sarebbe consigliabile evitare di scrivere su un quotiidiano on line delle illazioni non verificate, per le quali si assume – a termini di legge – ogni responsabilità
          3) a fine anno, ma il rischio lo si era corso anche nella passata stagione, sempre a fronte di investimenti importanti, se non si raggiungerà l’agognata promozione, come dice lei serviranno moldi soldi per chiudere il bilancio e ci sarà certo meno gioia, rispetto a 12 mesi prima, a doverli erogare senza aver raggiunto l’obiettivo. Essendo molto realisti, questa sera siamo a sette punti di distanza dal vertice, però siamo anche alla prima di ritorno… E ci deve lasciare sereni proprio la consierazione che ha fatto lei circa la serietà della compagine proprietaria che, specie la componente parmigiana che ben conosciamo, non vorrà certo farsi compatire sul proprio territorio, visto che sono anche di fatto garanti morali per i soci cinesi da loro trovati.
          Stadio Tardini

          • 20 Gennaio 2018 in 19:25
            Permalink

            E’ vietato dire che se vogliamo avere ancora un briciolo di speranza, bisogna cambiare tecnico e dicesse???

  • 20 Gennaio 2018 in 17:15
    Permalink

    Il Parma e’ calato alla distanza
    Buon primo tempo
    SECONDO TEMPO DA INCUBO
    SPAVENTOSO.
    Col cannocchiale vedevo che
    avevano quasi tutti
    la lingua fuori.
    Non si teggevano in piedi.
    e questo lo dimostra Frattali
    che nel secondo tempo è stato
    DI GRAN LUNGA
    IL MIGLIORE IN CAMPO.
    Cambi assurdi
    Attacco nullo.
    L’ultimo gol quando
    lo abbiamo segnato?
    Correva l’anno….
    Rischiamo anche i play off
    Serve MATRI altrimenti
    Good bye alla prossima stagione

    • 20 Gennaio 2018 in 18:23
      Permalink

      Se arriva Matri cosa cambia NIENTE, coss pensavate la cremonese è una bella squadra, si sapeva la serie B è molto difficile è necessario avere una buonissima preparazione fisica qui si continua a tirare merda alla squadra e società è il primo anno di B non è facile e poi parliamoci chiaro ci sono squadre più attrezzate di noi.

  • 20 Gennaio 2018 in 17:18
    Permalink

    Via subito d’aversa!!!!

  • 20 Gennaio 2018 in 17:38
    Permalink

    Consolidarci e costruire. Così disse Faggiano. Mi dovrebbe però spiegare cosa ha preso da fare Ciciretti per 6 mesi e,probabilmente, infortunato. Siamo diventati la riabilitazione del Benevento?. Va bene che presto faremo un filotto di 7 partite consecutive vinte e allora vedrete!!!!!! Ci credete? Beati voi. In ogni caso FORZA PARMA chi vivrà vedrà.

  • 20 Gennaio 2018 in 18:09
    Permalink

    tutti sapevano che il parma necessita di una punta tranne faggiano !!!! ha comeprto delle scartine in difesa o centrocambo o all ala come al solito (ormai abbiamo collezione di ali ) e manco una punta e’ chiaro che se non davi il 2 gennaio la doistanza si allungava ancora ……… lo avevamo detto arriviamo in scia poi il 2 gennaio nuova punta invece nulla ……..anzi calaio sente che lo danno via (infatti gioca male ) CERAVOLO ECTOPLASMA QUALCUNO LO HA VISTO NEI 20 MIN IN CAMPO ? INSOMMA MANCA UNA PUNTA DAI FAGGIANO SU SU CHE CE LA PUOI FARE

    • 20 Gennaio 2018 in 18:38
      Permalink

      Ceravolo è entrato al 34° ….11 minuti dalla fine , poi…+ 4 con il recupero !!
      ..

      • 20 Gennaio 2018 in 19:45
        Permalink

        Mauro siamo senza voglia e senza idee, se non si cambia il manico mi Sa che la tua previsione sarà un sogno…

  • 20 Gennaio 2018 in 18:13
    Permalink

    direi che adesso a 7 punti dal frosinone e dal palermo se va bene …….sara’ dura poi con tante altre squadre dal empoli alla cremonese cittadella bari ecc davanti che crollino tutte sara’ dura piu o meno come l anno scoorso con il venezia a meta siamo gia fuori dai giochi ……..e speriamo di entrare nei play off………..pèerche faggiano non ha portato la punta ? poi ciciretti avete sentito il giocarore ha avuto problemi fisici ma noi lo aspetteremo frase di faggiano !! ahahaha ceravolo due hanno preso un altro rotto e lo aspettano perche c e tmpo dice faggiano tempo ? ma sveglatelo dal sonno a 7 punti dalle seconde tempo non ce ne cmpera una punta fossi in rondon saprei cosa fare……….

  • 20 Gennaio 2018 in 18:13
    Permalink

    D’Aversa ha ben pensato di prolungare l’agonia di almeno un’altra partita…che amarezza!!! Cambiano i giocatori, ma non il modo di giocare: Gazzola, almeno lui, non poteva giocare? Boh!!!http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

  • 20 Gennaio 2018 in 18:21
    Permalink

    leggo che uno su ha scritto siamo la riabilitazione del benevento …infatti e’ vero stesso mio pensiero mi ha rubato l idea sono rimasto allibito quando lo diceva in conferenza stampa ciciretti viene da un periodo in cui ha problemi fiici e non e pronto !! , capirai 4 mesi di campionato ne perde 2 a tornare in forma ………ma che roba e’ ? faggiano asserisce che c e entusaimo ma dove ? abbiamo capito tutti ceh con lui la serie A ce la scordiamo speriamo che in tutti questi “affari ” con il benevento ci sia che il prossimo anno faggiano vada da loro a fare il ds speriamo ……….

  • 20 Gennaio 2018 in 18:24
    Permalink

    NON SI SEGNA MAI…….COSA SI PRETENDE

  • 20 Gennaio 2018 in 18:28
    Permalink

    Molto male tutti. Mi dispiace molto.

    Tutti sapevamo che il Parma aveva bisogno di nuovi innesti in attacco e siamo andati a Cremona con i soliti.

    Dobbiamo costruire per il futuro e prendiamo Ciciretti per 6 mesi, che oggi non ha giocato perchè reduce da un infortunio.

    D’Aversa malissimo….4 punti nelle ultime 5….2 gol….se abbiamo qualche velleità di essere promossi bisogna cambiare subito allenatore. Mi spiace molto, ma dobbiamo cambiare subito l’allenatore.

  • 20 Gennaio 2018 in 18:28
    Permalink

    non date sempre la colpa a d aversa la colpa e’ di faggiano non gli prende la punta lo capite o no ? forse lo fa apposta chi lo sa’ lo sapevamo tutti che la squadra manca di punta vera invece si sente dire ceravolo e pronto ma dove e ‘ pronto ma stiamo scherzando ceravolo e’ un pacco va ripsedito al benevento Come e’ possibile arrivare al 20 gennaio senza la punta ? lo sapeva da ottobre che necessitavamo di una punta ora in due giornate ci prendiamo altri 4-5 punti e simo fuori dai giochi poi puo prendere chi vuole che e tardi ……….la colpa e solo di faggiano .

  • 20 Gennaio 2018 in 18:33
    Permalink

    Se la società punta alla serie A deve cambiare d’aversa oggi. 4 partitesenza mai un tiro in.porta. qui manca completamente una fase offensiva. Potremmo avere Caputo che sarebbe uguale. Se vuoi salire camni subito. Se lo tieni accetti il rischio di non fare nemmeno i play off. È il peggiore metti formazioni da 35 anni a questa parte. Solo cuper passarella e cagni peggio di lui

  • 20 Gennaio 2018 in 18:33
    Permalink

    comunque anche se attachiamo non siamo pericolosi insomma ci vogliono due punte la squadra cont utte queste ali non risolve nulla perche poi al centro nessuno realizza il lavoro fatto meno ali e piu punte !!!!!!!!! poi gente come baraye sono innutili in serie B

    • 20 Gennaio 2018 in 19:26
      Permalink

      io tutto questo lavoro fatto mica l’ho visto.
      non sono arrivati palloni giocabili a calaio e ceravolo
      non è un problema di ali o che
      ha ragione baroni: il problema è il gioco non la punta

  • 20 Gennaio 2018 in 18:38
    Permalink

    Comoda dare la colpa a D’Aversa….Puvret. ..
    La colpa va data a Faggiano che acquista dei tronisti.
    Ci vuole una punta……
    Non capisco questo suo comportamento….

    • 20 Gennaio 2018 in 19:24
      Permalink

      quante palle giocabili sono arrive a Calaiò e Ceravolo?
      ci puoi mettere anche nemobokid là in mezzo cla cambia gnenta

  • 20 Gennaio 2018 in 18:48
    Permalink

    Vi prego esoneratelo!!!!

  • 20 Gennaio 2018 in 18:53
    Permalink

    ….Per un’ora abbiamo fatto meglio noi, mentre nella ripresa, dopo un’occasione di Insigne, siamo venuti meno: abbiamo concesso loro 5-6 tiri dal limite dell’area. Dobbiamo capire che il blasone o il mercato non bastano per vincere le partite. In B, senza la determinazione e la voglia di fare risultato, si rischia di incappare in giornate come questa…
    questo beve assenzio.
    A parte che il primo tempo dura 45 minuti e non 60, ma lui ha visto un altro film. Sono stanco di giustificazioni puerili. Voglio vedere gioco e vittorie. Non voglio sentire chiacchiere da avvinazzato.

  • 20 Gennaio 2018 in 19:00
    Permalink

    SERVE UNA PUNTA!!!!!!!!!!!!!!!!Faggiano co sit Minotti?

    • 20 Gennaio 2018 in 19:07
      Permalink

      Sono mica così convinto, sai?

      Se al centravanti non arriva una biglia cazzo serve prender la punta. Il problema è che non gli arrivano palloni. Né Matri, né Pazzini potrebbero far miracoli rispetto a chi ha giocato oggi

  • 20 Gennaio 2018 in 19:09
    Permalink

    A casa anche faggiano

  • 20 Gennaio 2018 in 19:23
    Permalink

    Serve un allenatore nuovo…. che día schemi e gioco a questa squadra…. Ci vuole Guidolin…. basta con D’Aversa…. quante altre sconfitte ci vogliono per capirlo? 4 punti in 5 partite…. Da 4 partite non segnamo un gol. ….

    • 20 Gennaio 2018 in 19:44
      Permalink

      Ma basta con sta storia di Guidolin, siete pesanti se poi la squadra comincia a vincere voglio vedere cosa dite?
      Tifoseria assurda….

      • 20 Gennaio 2018 in 22:37
        Permalink

        Andando avanti così , l’eventualità che la squadra cominci a vincere mi sembra un augurio…purtroppo in contrasto con la realtà dei fatti.
        Con la media punti dell’ultimo periodo in Serie A non ci si va. La tifoseria del Parma non è assurda, la società non ha fino ad ora messo in discussione D’Aversa.
        Se dovesse farlo, e sarebbe totalmente comprensibile perché, al di là delle dichiarazioni di facciata, l’obiettivo è la promozione…allora Guidolin andrebbe messo sotto contratto al più presto.

  • 20 Gennaio 2018 in 19:31
    Permalink

    Ma a Coverciano non lo spiegano agli allenatori che se hai un esterno difensivo di ruolo sicuramente è meglio di un volenteroso e qualcuno può informare l’allenatore che i cambi si possono fare anche prima e che non è obbligatorio giocare con lo stesso schema e fare sempre gli stessi cambi, ed inoltre è scritto nelle tavole della legge che i giocatori debbono giocare a piede invertito-
    Scavone al posto di Munari a tempo scaduto..che chicca ragazzi..il huovo Valcareggi…
    Sconfitta purtroppo pienamente meritata, migliore il portiere…..

  • 20 Gennaio 2018 in 19:57
    Permalink

    Oggi come è successo altre voltr partiamo benino, poi il mister avversario cambia qualche cosa e per noi è notte.

    Mentre d’aversa al 20′ fa il solito cambio baraye per di gaudio….

    Non condivido il rinnovo di Faggiano. A Giugno ha speso tutti i soldi per Dezi, Siligardi e Ceravolo che non hanno mai inciso.

    Adesso spende altri soldi per Ciciretti, che ha problemi fisici e che a fine campionato amdrà via e per avere lui dobbiamo pagare anche un centrocampista che a Carpi non fatto un minuto.

    Per me bisogna cambiare subito d’aversa, mi spiace ma ha fatto troppo poco

    Faggiano ormai gli hanno rinnovato il contratto e ce lo teniamo purtroppo

  • 20 Gennaio 2018 in 20:50
    Permalink

    Condivido con crociato78 via d’aversa e faggiano, rendiamoci conto che il cittadella con giocatori semi sconosciuti e davanti a noi….

  • 20 Gennaio 2018 in 21:14
    Permalink

    Visto che la società ha investito molto in estate e a gennaio, non credo che vogliano perdere i soldi, quindi subito via D’Aversa.

  • 20 Gennaio 2018 in 21:51
    Permalink

    per favore sig.d’Aversa se manca la necessaria cattiveria e determinazione oltre al GIOCO di chi è la rsponsabilità ….dei tifosi forse…..e se provassimo a cambiare modulo e ad effettuare le sostituzioni al momento giusto….Purtroppo temo di dover dare ragione al BONI …..il trainer MERITA CARTELLINO ROSSO …OVVERO E DA LICENZIARE….SENZA INDUGI-PER IL BENE DEL PARMA AL PIU PRESTO.

  • 21 Gennaio 2018 in 09:50
    Permalink

    Abbiamo una squadra di: tronisti, pensionati, mangiatori di banane e selfistii.
    Pensate d’avvero di vincere il campionato con questi pseudo giocatori? Grazie Faggiano sei un Ds coi fiocchi.

  • 21 Gennaio 2018 in 11:43
    Permalink

    Allora qualche giorno fa non mi ero sbagliato che si vuole la testa del mister. campionato ancora lungo tutto è possibile. ieri ero a CREMONA, secondo tempo imbarazzante, sperema nei nuovi arrivi. vedremo sabot speroma ben FORZA CROCIATI.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI