PARMIAMONE, di Giuseppe Monda – 22^ puntata: Zero gol in 4 partite! E i nuovi non giocano? – Video “Papirus”

parmiamone cremonese(Giuseppe Monda) – Amici di StadioTardini, ben ritrovati. Che dire? La delusione è tanta. Anno nuovo, Parma vecchio. Una sconfitta che brucia, contro una squadra che ha meritato di vincere a mani basse. Ancora una volta mostriamo le nostri enormi problematiche tattiche e fisiche. Giocatori molli, senza grinta e senza una benché minima idea di gioco. Nessuno dei nuovi innesti ha visto il campo (complici infortuni e squalifiche). Ma deve essere una giustificazione? Credo che sia giunto il momento in cui la dirigenza debba fare due conti su ciò che va bene e ciò che va male all’interno della squadra. Cosa porta, un team composto da elementi di prim’ordine, a giocare sempre così male? Nemmeno un gol nelle ultime 4 partite. Una vena realizzativa da retrocessione. Cosa c’è che non va secondo voi? PARMiamone

Stadio Tardini

Stadio Tardini

20 pensieri riguardo “PARMIAMONE, di Giuseppe Monda – 22^ puntata: Zero gol in 4 partite! E i nuovi non giocano? – Video “Papirus”

  • 21 Gennaio 2018 in 01:46
    Permalink

    Giochiamo con 3.attaccanti uno più scarso dell’altro ed è ovvio che non segnano
    SILIGARDI nel.girone d’andata. MAI è pervenuto quindi ingiudicabile
    BARAYE oggi sembrava giocare contro voglia. non è più quello dello scorso anno
    DI GAUDIO il.solito. tran tran, la solita noia
    INSIGNE a volte uno si chiede se è in campo. ENVISIBILE
    Ceravolo per quel poco da me visto sembra la fotocopia diun Nocclioloni

    • 21 Gennaio 2018 in 16:29
      Permalink

      Mi sono dimenticato l’inguardabile CALAJO’
      Ceravolo non Nocclioloni ma NOCCIOLINI

  • 21 Gennaio 2018 in 09:11
    Permalink

    Il centrocampo è in difficoltà, ma l’allenatore toglie Di Gaudio e mette Baraye. Un classico.
    Poi resta a guardare la nostra involuzione e la mediocre Cremonese che guadagna metri su metri.
    Il gioco a centrocampo è assente, la difesa arretra con scozzarella che si trova a ridosso di iacoponi e di cesare, ed arriva la staffetta dell’attaccante che senza gioco non può ricevere palloni giocabili.
    No comment per il cambio, che ormai è un vizio, a un minuto dalla fine.

    Altro che matri o pazzini, il vero acquisto del Parma deve essere un allenatore nuovo (o vecchio, Guidxxxx!) di zecca. Compriamo e cacciamo gente, magari buona, ma in questo marasma è impossibile giocare, e non credo che di colpo qui diventano tutti scarsi.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

    • 21 Gennaio 2018 in 16:23
      Permalink

      Hai ragione Fabio
      ma D’AVERSA deve sempre
      giocare con tre punte.
      Se per un motivo o per l’altro
      fosse costretto suo malgrado
      a sostituire un attaccante e
      in quel momento non avesse
      un attaccantea disposizione,
      pur di giocare
      con tre punte, metterebbe
      anche il portiere se occorre
      all’attacco altrimenti…. NON
      SAREBBE D’AVERSA.

  • 21 Gennaio 2018 in 09:30
    Permalink

    CERAVOLO
    2 anni a Bergamo in tutto 5 gol
    2 anni a Reggio Calabria
    UNA MEDIA DI 8 GOL A STAGIONE
    3 anni a Terni
    UNA MEDIA DI 8 GOL A STAGIONE
    Solo col Benevento si è superato facendo 20 gol
    Ma è stata col Benevento l’eccezione che
    CONFERMA LACREGOLA
    Ceravolo non ci risolverà
    il problema del gol.
    NON È DA DOPPIA CIFRA
    È il nuovo
    NOCCIOLINI.
    Ci assomiglia anche fisicamente.
    Non è giocatore da Parma

    • 21 Gennaio 2018 in 20:45
      Permalink

      VELENOSO,
      ma come fai a dire che non è un giocatore da Parma, CERAVOLO non ha mai giocato è in condizioni pessime, non si può dire certe cose se avesse giocato per lo meno 10 partite uno può anche giudicare, il problema che è il primo anno di B e la società è in difficoltà, se vogliamo saltarci fuori dobbiamo essere tutti uniti e piantarla di tirare cacca a destra e sinistra.
      FORZA PARMA….

  • 21 Gennaio 2018 in 09:41
    Permalink

    Una poltrona prestigiosa per un modesto.
    E intanto scivoliamo lentamente verso il centro-classifica.
    “A volte a pensare male ci si prende….”
    D’Aversa è un allenatore da serie inferiore, su questo non ci piove.
    Pensate veramente che tutto sia tranquillo nello spogliatoio, con quel che è arrivato e sta per arrivare?
    Pensate veramente che i nuovi si accontentino di fare panca, lasciando il posto a un Di Gaudio, o Scozzarella?
    Intanto l’ennesima figuraccia di Cremona contro una squadra allucinante è il segno di qualcosa che non funziona, o non ha mai funzionato, diciamo la verità.
    Tra poco saremo invischiati nella zona retrocessione, vedrete.
    Neanche se comprassimo un Ronaldo riusciremo a vincere.
    E COME LA METTIAMO CON QUEI 2.000 TIFOSI MERAVIGLIOSI, CHE HANNO SEGUITO LA SQUADRA?
    NON BASTA LA CRITICA DEL MISTER, OCCORRE ARIA NUOVA, COMPETENTE .
    Non importa se al Direttore non piaccio, se cestinerà questa mia,non offendo nessuno, ma la verità fa sempre male a dirla.
    Trovate subito un rimedio prima che sia tardi, non voglio pensare che dopo la poltrona data a uin modesto ci sia anche poltrone di modesti al comando. http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif
    Buona domenica a tutti quelli che hanno il magone…

    • 21 Gennaio 2018 in 11:43
      Permalink

      buona domenica Massari ,checche’ se ne dica sempre nel lecito http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    • 21 Gennaio 2018 in 14:46
      Permalink

      poltrone di modesti al comando…. stiamo precipitando e pensiamo a Ciciretti…..vergogna !!!

  • 21 Gennaio 2018 in 10:36
    Permalink

    AMICI MIEI
    ho una bella
    e una brutta
    notizia da darvi.
    Prima vi dico la
    BELLA NOTIZIA
    La bella notizia e’
    che finalmente,
    abbiamo debellato
    la PAREGGITE,
    una brutta malattia
    che ci sta affliggendo
    da troppo tempi
    e non ci avrebbe
    portato sicuramente
    ai PLAY OFF
    La brutta notizia è
    che ora ci siamo
    infettati con la
    SCONFITTITE
    che sarebbe poi la
    pareggite mal curata
    e se questa malattia
    si aggrava, nella forma
    più acuta ci porterà
    ai PLAY AUT e di
    conseguenza alla nostra
    morte sportiva.
    Il primario Zhiang
    esperto luminare
    coadiuvato dal prof.Carra
    dovrà operare asportando
    chirurgicamente e
    urgentemente
    l’organo infetto
    che sta andando
    velocemente
    in cancrena perché
    se non lo farà
    infettera’ purtroppo
    anche gli altri organi sani
    Per debellare una volta
    per tutte la famigerata
    D’AVERSITE è questo il
    nome di questa devastante
    malattia e per debellarla
    in modo definitivo
    ci vorrà il bisturi.
    Speriamo bene
    anche se l’organo infetto
    se non si fa in fretta
    diventa
    INOPERABILE.

  • 21 Gennaio 2018 in 11:07
    Permalink

    se si vuol vincere e dare una scossa via D’Aversa che in 1 anno abbondante non ha fatto vedere uno stralcio di gioco.

  • 21 Gennaio 2018 in 11:19
    Permalink

    guarda che ha giocato calaio’

    • 21 Gennaio 2018 in 12:38
      Permalink

      Jdm Calajo’ è stao sostituito da Ceravolo

      • 21 Gennaio 2018 in 12:57
        Permalink

        quindi non ha giocato ? ,effettivamente al sariss ora che chiamasse boeri per via di farsi fare i conteggi che secondo me ha maturato i contributi, invece di farsi l’ape in mezzo al campo con tanto di paglia

  • 21 Gennaio 2018 in 12:03
    Permalink

    Dopo avere fatto ripetuti tentativi ed avere avuto la dimostrazione che una strategia non funziona, bisognerebbe essere ragionevoli ed apportare modifiche. Da quanto si è visto D’Aversa non sembra intenzionato a farlo.
    Non aspettiamoci perciò risultati diversi. Se la sua panchina cominciasse a scricchiolare non ci sarebbe da stupirsi e le responsabilità sarebbero solo sue

  • 21 Gennaio 2018 in 12:57
    Permalink

    D’Aversa non sa adattarsi all’avversario che ha di fronte. è un integralista. Gli avversari sanno invece come giocare contro di noi.

  • 21 Gennaio 2018 in 22:13
    Permalink

    Sembra che Roberto Insigne
    giocatore del Napoli
    abbia chiesto al fratello
    di cambiare cognome
    da Insigne a
    NONINSIGNE
    infatti ormai l’ex
    goleador del Parma
    non segna più
    nemmeno col
    lanternino

  • 22 Gennaio 2018 in 09:38
    Permalink

    DAversa non cambierà marcia perchè non è in grado di farlo… è come se ad un autista di tram chiedi di fare una operazione a cuore aperto. Ormai dopo quasi 60 partite sulla panchina del Parma questo è il suo gioco (o non gioco). Pertanto bisogna cambiare mister finchè si è in tempo, inutile farlo a marzo… sarebbe troppo tardi

  • 22 Gennaio 2018 in 10:02
    Permalink

    secondo me il “materiale” su cui lavorare e fare bene c’è.
    portiere, difensori, centrocampisti, attaccanti.

    il problema è il gioco.
    forse anche la condizione atletica.

    sul gioco la responsabilità e del Mister.

    quando, con le individualità, vinciamo lo stesso…
    OK
    si fa finta di nulla e si va avanti..

    quando non si vince..

    con il BEL GIOCO a prescindere dai risultati ci sarebbe più entusiasmo e tolleranza critica da parte dei tifosi.

    non penso stiamo ottenendo il 100% della potenzialità della nostra attuale rosa. ed il compito del mister è anche questo.

    Savo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI