BRESCIA-PARMA 2-1 (FINALE) / HIGHLIGHTS, TABELLINO E LA CRONACA DI ANDREA BELLETTI

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI BRESCIA-PARMA 2-1

BRESCIA-PARMA 2-1 – IL TABELLINO

Marcatori: 37′ e 64′ Torregrossa, 58′ Ceravolo

BRESCIA – Minelli, Somma, Torregrossa, Martinelli, Caracciolo (Cap.)(55′ Okwonkwo), Embalo (84′ Meccariello). Coppolaro, Curcio, Bisoli, Tonali, Gastaldello (V.Cap.)
A disposizione: Pelagotti, Ndoj, Cortesi, Spalek, Furlan, Longhi, Cancellotti
All.: Boscaglia

PARMA –  Frattali, Iacoponi, Vacca (55′ Ceravolo), Lucarelli (Cap.), Munari (V.Cap.), Da Cruz, Insigne (72′ Baraye), Di Gaudio, Gazzola, Gagliolo (78′ Scozzarella), Scavone.
A disposizione: Nardi, Di Cesare, Mazzocchi, Frediani, Anastasio, Barillà, Siligardi, Siligardi, Dezi
All.: D’Aversa

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna

Assistenti: Sigg. Andrea Tardino di Milano e Davide Imperiale di Genova

IV Ufficiale: Sig. Davide Miele di Torino

Ammoniti: Vacca (29′), Tonali (60′), Gastaldello (62′), Gazzola (72′), Somma (76′), Da Cruz (83′).

Recupero: 0’+5’.

Note: Prima del fischio di inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Azeglio Vicini, ex commissario tecnico della Nazionale italiana, scomparso nei giorni scorsi.

Eccoci al consueto appuntamento con la cronaca live di Brescia – Parma a cura di Andrea Belletti

PRIMO TEMPO

27′ Stacco di Torregrossa Frattali in presa plastica gli sbarra la strada

32′ Cross di Insigne ribattuto dalla difesa delle rondinelle

38′ GOL DEL BRESCIA Torregrossa stoppa di petto un difficile pallone si libera di Lucarelli e a due passi da Frattali lo trafigge con un preciso colpo da biliardo

SECONDO TEMPO

3′ Contropiede del Parma con Insigne che in velocità sbaglia il controllo e l’azione sfuma

10′ Sostituzione Brescia esce Caracciolo entra Okwonkwo

10′ Sostituzione Parma esce Vacca entra Ceravolo

11′ GOL DEL PARMA Fantastica progressione di Da Cruz che entra in area, offre un pallone delizioso a Ceravolo che deve solo appoggiarlo dentro

17′ Punizione di Insigne palla abbondantemente fuori dallo specchio della porta

18′ GOL DEL BRESCIA  Torregrossa lasciato libero di girarsi lascia partire un sinistro che si insacca nel sette

27′ Sostituzione Parma esce Insigne entra Baraye

31′ Sostituzione Parma esce Gagliolo entra Scozzarella

36′ Tiro deviato di Scavone brivido per il Brescia

38′ Sostituzione Brescia esce Embalo entra Meccariello

41′ Okwonkwo cerca l’incrocio dei pali Frattali si supera

45′ Tiro alto di Scozzarella

 

 

58 pensieri riguardo “BRESCIA-PARMA 2-1 (FINALE) / HIGHLIGHTS, TABELLINO E LA CRONACA DI ANDREA BELLETTI

  • 3 Febbraio 2018 in 15:25
    Permalink

    Da Cruz non si può vedere…. inguardabile!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 15:26
    Permalink

    Vamos Ragazzi ,,,,
    Forza Parma

  • 3 Febbraio 2018 in 15:30
    Permalink

    Forza crociati!

  • 3 Febbraio 2018 in 15:34
    Permalink

    Solito gioco lento e mancanza di idee.

  • 3 Febbraio 2018 in 15:42
    Permalink

    Penosi e lenti. Lucarelli da pensione insieme a D’aversa

  • 3 Febbraio 2018 in 15:44
    Permalink

    Senza dignità!!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 15:45
    Permalink

    Orrore
    Un Parma da orrore
    Il Brescia sembra il Real Madrid
    VIA D’Aversa subito.
    Il Brescia non vince dal 3 dicembre….

  • 3 Febbraio 2018 in 15:46
    Permalink

    Facciamo cagare …via il manico per favore ..anche se pareggiano o vinciamo questo non e’ giocare!
    Di gaudio inguardabile pure lui …

  • 3 Febbraio 2018 in 15:48
    Permalink

    Facciamo sciopero del tifo questi non meritano un cazzo!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 15:48
    Permalink

    La punta non serviva, vero? E soprattutto, cosa servono i centrocampisti se non corrono?

  • 3 Febbraio 2018 in 15:49
    Permalink

    DAversa esonerato subito!!!! senza se e senza ma….
    Piantiamola con questa agonia.
    Da oggi alle 17 serve Guidolin…. chiuso

    • 3 Febbraio 2018 in 19:35
      Permalink

      ARRIDATECI APOLLONI.
      Con D’Aversa siamo caduti
      dalla padella alle brace.

      ARRIDATECI MINOTTI
      Con Faggiano siamo caduti
      dalla padella alle brace

  • 3 Febbraio 2018 in 15:50
    Permalink

    E questi ci fanno credere alla serie a…. poveretti!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 15:50
    Permalink

    Ma sto d Aversa lo cacciano o no?

  • 3 Febbraio 2018 in 15:51
    Permalink

    Vergogna, vergognosi, SOS società dove sei?
    D’Aversa cambia mestiere.

  • 3 Febbraio 2018 in 15:51
    Permalink

    Lucarelli poi basta non si può vedere….

  • 3 Febbraio 2018 in 15:52
    Permalink

    Con D’Aversa è utopia pura
    pensare di poter fare i play off
    Non c’è grinta
    Non c’è gioco
    I giocatori sono spenti
    Messi in campo male
    Non segmamo gol fuori casa
    da una vita
    GIOCHIAMO
    PEGGIO DI CREMONA
    dove si era toccato il fondi
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

    TENERE D’AVERSA
    PER LA SOCIETÀ
    È KARAKIRI
    ALLO STATO PURO.

  • 3 Febbraio 2018 in 15:53
    Permalink

    Morosky abbi il coraggio di dire che siamo allo sbando che abbiamo sbagliato tutto, che se ne deve andare l’allenatore è il fenomeno di faggiano..:.

    • 3 Febbraio 2018 in 23:23
      Permalink

      Oggi sono rimasto molto deluso ed incazzato: non è questione di coraggio nel dirlo …il primo gol era evitabile …sul secondo ha fatto una grande prodezza lui…
      ma, al di la di questo , per tutto il primo tempo non abbiamo tirato in porta…Da Cruz nullo poi ..nel secondo ha il meritò del contropiede dal quale e’ arrivato il pareggio ..

  • 3 Febbraio 2018 in 15:55
    Permalink

    Con noi si svegliano anche i morti

  • 3 Febbraio 2018 in 15:59
    Permalink

    Si, FACCIAMO SCIOPERO
    ma a me sembra che già oggi
    i tifosi non hanno seguito
    la squadra come a Cremona.
    Sono avanzati metà biglietti
    SONO STANCHI DI NON VEDERE
    IN TRASFERTA UN GOL un misero gol.
    SONO STANCHI DI NON VEDERE GIOCO
    SONO STANCHI DI QUESTO MEDIOCRE ALLENATORE
    Non segnamo da fuori casa
    da fine novembre
    Per chi non lo sapesse siamo
    IN FEBBRAIO.
    SONO STANCHI DI ESSERE UMILIATI i tifosi in trasferta
    SIAMO STANCHI DI ESSERE PRESI IN GIRO

  • 3 Febbraio 2018 in 16:00
    Permalink

    Preferivo la D con apolloni che questa vergogna!!! Il Brescia non vinceva da 11 partite!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 16:01
    Permalink

    Se non cacciano d’aversa tutti a Collecchio a contestare! E via anche Faggiano dopo 2 campagne acquisti a prendere giocatori botati

  • 3 Febbraio 2018 in 16:01
    Permalink

    Ferrari ti prego mandali a casa!!!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 16:02
    Permalink

    Abbiamo perso 6 punti col Brescia vergogna!!!

    • 3 Febbraio 2018 in 19:50
      Permalink

      Senza i nostri punti ( sei) il Brescia sarebbe
      da solo ULTIMO IN CLASSIFICA
      Ghirardi ringrazia.
      Noi non siamo da play off
      Caro il mio Morosky scommetti?
      Naturalmente non lo siamo se rimane D’Aversa.

  • 3 Febbraio 2018 in 16:45
    Permalink

    Se non si cambia D’Aversa,
    inutile ANDARE ALLO STADIO

  • 3 Febbraio 2018 in 16:55
    Permalink

    Se la promozione vuoi centrare
    Un allenatore competente deve arrivare
    Guidolin bisogna ingaggiare

  • 3 Febbraio 2018 in 16:57
    Permalink

    Alè. Fenomeni. Ma tanto Bobby ha avuto il bonus Novara, quindi non va via.

  • 3 Febbraio 2018 in 16:58
    Permalink

    Con questi morti ho paura anche della salvezza…

  • 3 Febbraio 2018 in 17:00
    Permalink

    Spero che stasera arrivi l esonero siamo a ÷10!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 17:01
    Permalink

    Faggiano maledet te e i tuoi acquisti rotti!!!!

  • 3 Febbraio 2018 in 17:01
    Permalink

    BASTAAAAAAAAA cambiate allenatore.
    Abbiamo una squadra INGUARDABILE.
    Non un’azione di gioco degna di definirsi azione.
    SEMPRE palle indietro.
    Abbiamo perso SEI PUNTI contro una mezza squadra.
    Torregrossa sembrava Messi ed è riuscito a fare gol
    tornando DA SOLO verso il centrocampo, girandosi e tirare
    indisturbato in porta.
    BASTAAAAAAAAAAAA

  • 3 Febbraio 2018 in 17:02
    Permalink

    Prendiamo un allenatore e mandiamo a casa questi due fenomeni da baraccone…

  • 3 Febbraio 2018 in 17:03
    Permalink

    Mi dispiace x quei 5 o 600 tifosi…io dopo Perugia Carpi Cremona quindi 3 sconfitte penose ho rinunciato a spendere quei pochi euro che ho per portare 1 volta di più mia moglie a mangiare fuori.
    Spero che questa ennesima magra serva a qualcosa.
    Cmq di Gaudio basta ! E un giocatore da oratorio…

  • 3 Febbraio 2018 in 17:05
    Permalink

    Ci voleva proprio D’Aversa per far vincere il Brescia dopo due mesi.
    Aveva tutti i nuovi acquisti eccetto Ciciretti per cui è nutile che la società pensa soldi per acquistare giocatori cercando di potenziare la squadra
    I soldi migliori si sarebbero spesi solo per esonerare questo mediocre allenatore e prendere un allenatore vero visto che D’Aversa non da le dimissioni
    Nemmeno avessimo Messi e Ronaldo con D’Aversa si riuscirebbe a fare risultato.
    Sotto di lui diventerebbero brocchi.
    Il Brescia ha.fatto un mercato migliore del nostro.

  • 3 Febbraio 2018 in 17:18
    Permalink

    D’Aversa e Faggiano. Di gaudio, Dezi, Ceravolo e Ciciretti rotti li ha presi Faggiano. Non abbiamo una punta degna non della serie A, ma della serie B.

  • 3 Febbraio 2018 in 17:33
    Permalink

    Io non so chi comanda in società ma ho paura che questo allenatore ce lo dovremo tenere anche il prossimo anno.
    I nuovi oggi hanno fatto tutti schifo.
    Da Cruz sullo zero a zerobha fallito un gol che un pulcino avrebbe fatto.
    Se non avesse fatto quel passaggio gol sarebbe da tenere in panchina in modo.petenne.
    Vacca inutile
    Gazzola inutile
    Ceravolo ha toccato quella palla di Da Cruz e poi
    LA NOTTE
    Io da domenica rinuncio ad andare allo stadio
    SONO STANCO DI ESSERE PRESO IN GIRO
    Vedo che le squadre che cambiano allenatore poi vanno.bene
    ma noi non lo facciamo forse perché la proprietà cinese è lontana e chi dovrebbe riferire la pochezza di questo allenatore l’amicizia con D’Aversa glielo impedisce anzi gli ha fatto prolungare il contratto per un altr’anno.
    La proprietà parmigiana pero’ dovrebbe sentire ancheni tifosi.
    PER L’ESONERO È UN PLENISCITO.
    Io penso che su 10.000 tifosi parmigiani quelli favorevoli a D’Aversa si contano sulle dita di una sola mano.
    Caro Morosky avevo ragioneb io.

    CI VUOLE UN ALLENATORE DEL SABATO
    E non un allenatore……DELLA DOMENICA
    A buin intenditor…..

    Dimenticavo Faggiano deve seguire D’Aversa
    Le altre squadre prendono giocatori che cambiano la squadra, noi
    sotto la regia di D’Aversa la cambiano ma……in negativo

    Io però penso che D’AVERSA
    Da persona vera e leale
    SI DIMETTERA’ OGGI STESSO
    Non può rimanere in paradiso
    a dispetto dei santi.
    Son certo che il buon D’Aversa
    è un vero uomo
    e sicuramente
    SI DIMETTERA’.
    Scommettiamo?

  • 3 Febbraio 2018 in 17:39
    Permalink

    Fra ampollini e boni vince boni 10 a zero. Questa squadra oltre ad essere sopravvalutata non ha un allenatore e un ds….

  • 3 Febbraio 2018 in 18:00
    Permalink

    Cambiamo anche Velenoso, avveleniamolo finalmente, così finirà la sfiga che provoca

  • 3 Febbraio 2018 in 18:03
    Permalink

    tutti palati fini ormai…tutti convinti che dalla d avremmo fatto il filotto fino alla A SOLO Perché CI CHIAMIAMO PARMA…..ridimensionamoci e ricordiamoci da dove siamo arrivati,bvero giochiamo male ..non segniamo…è stata fatta una campagna acquisti inadeguata a gennaio con ciciretti in prestito( che cagata di operazione) e anche rotto, ma a prescindere da tutto un altro anno in b ….è più che tollerabile, a giugno bisognerà intervenire sulla squadra in modo concreto e costruttivo ,a partire dal allenatore.
    Cmq ai play off ci andiamo lo stesso,alzi la mano chi non avrebbe firmato dopo Parma Alessandria per disputarli

    • 3 Febbraio 2018 in 20:54
      Permalink

      Io caro Filippo alzo la mamo, non avrei accettato dopo l’Alessandria di fare i play off e poi essere eliminato forse perché io sono un vincente e forse tu sei un perdente, e poi sei sicuro che arriveremo ai play off? Guarda i punti che abbiamo sulla nona.
      Forse non li hai visti.
      Scommetto che ti va bene anche Faggiano e D’Aversa.

      • 5 Febbraio 2018 in 18:23
        Permalink

        velenoso dacci un taglio per favore…e renditi conto che empoli palermo e Frosinone sono più attrezzate…poi d aversa non vale nulla, i giocatori sono buoni ma …non come servirebbe ..faggiano ha fatto cazzate inenarrabili….ma non si può pretendere di fare 3 anni di purgatorio …è già un miracolo sportivo che in 2 ani siamo arrivati alle porte della serie A…..ci vuole calma non è questione di essere vincenti o perdenti….. solo che bisogna pretendere nei limiti di situazioni e possibilità

  • 3 Febbraio 2018 in 18:07
    Permalink

    Parliamoci chiaro. quest’anno al massimo arriveremo sesti…settimi. Il mio dubbio ora, si sposta già sulla prossima stagione di B. Dubito reinvestiremo bene e come quest’anno! Voi cosa ne pensate? Tanto quest’anno ormai mi sembra palese sia andato..

  • 3 Febbraio 2018 in 18:23
    Permalink

    Mauro morosky sei senza parole??? Anche io, in più mi tocca sentire dal fenomeno che abbiamo dominato….

    • 3 Febbraio 2018 in 23:33
      Permalink

      ma cosa posso dirti ..sono incazzato ..rotto ..deluso…
      oggi come oggi ..non saprei nemmeno con chi prendermela….
      non giochiamo…non corriamo e…soprattutto
      NON TIRIAMO IN PORTA….

  • 3 Febbraio 2018 in 18:27
    Permalink

    Oggi tirar fuori il peggior giocatore è un’impresa
    TITANICA
    Io li venderei tutti dal primo all’ultimo
    Non rlncorrono non pressano.
    INDUBBIAMENTE NON VENGONO MOTIVATI
    ma sono maggiorenni
    DIAMINE
    Io mi vergogno per loro.
    Sembra che della maglia non gl’interessi.un cazzo.
    Per me sotto D’Aversa sono diventati tutti Bidoni
    Forse Di Gaudio è stato il peggiore ma tutti oggi sono da 3.
    Io non salvo proprio nessuno.
    Rimpiango Di Cesare e Sierralta.
    Abbiamo giocato peggio che a Cremona.
    Abbiamo la prima squadra italiana di
    SVERNATORI PROFESSIONISTI
    Come dicevo oggi tutti da 3
    L’unica eccezione è D’Aversa che è da 0

  • 3 Febbraio 2018 in 18:30
    Permalink

    Sono incazzato. Parecchio.
    Ho potuto vedere solo fino al 30 del primo tempo,eravamo 0-0 e ho detto a mia moglie “questa partita si deve vincere, siamo superiori, si vede”. Spengo e… 1-0 per loro, no beh ma dailà…
    E’ ahimè la fiera del già visto. Molli, senza gioco, ecc. ecc.
    Considerazioni (tutte opinabili ovviamente):
    – adoro Lucarelli, è il mio idolo, ma al momento lasciare fuori un certo Di Cesare è un suicidio
    – ma non sarà mica vero che io, che ho sempre visto malissimo Scozzarella, devo star qua a dire che forse andava fatto giocare ben prima del 75?
    – non crocifiggiamo Da Cruz per il gol sbagliato, può capitare a tutti
    – anche oggi uno dei tre cambi è laterale per laterale, per me ormai è un cambio contrattuale, senò non si spiegherebbe
    – oggi siamo passati dal 433 al 424, se non è zuppa è pan bagnato, la sostanza è che noi il centrocampo non ce lo abbiamo
    – Ceravolo in gol è forse l’unica nota positiva della giornata
    – son stufo… l’ho detto e lo ripeto. Per me si può anche perdere ma le prestazioni scialbe e le partite perse tutte allo stesso modo stanno diventando troppe, assolutamente troppe.
    -tutto sommato se guardo la classifica devo però dire che è un miracolo che siamo lì e forse forse siamo ben oltre ogni rosea aspettativa vista la guida tecnica non all’altezza.
    Infine ribadisco una domanda che ho già fatto ma senza avere alcuna risposta da nessuno: chi comanda in casa Parma adesso? Escludiamo il Presidente che chissà dove è adesso, ma qui chi c’è? Carra? Ferrari? Chi altro? Par mi nisò… e questo mi preoccupa fortemente.

  • 3 Febbraio 2018 in 18:35
    Permalink

    Allora oggi mettiamo una pietra sulla promozione, spero almeno si prenda un allenatore che possa programmare il prossimo anno e un direttore sportivo che ci garantisca un futuro con dei buoni giovani… abbiamo toccato il fondo spero non si voglia scavare la fossa… qui ragazzi rischiamo di retrocedere, io ho visto una squadra allo sbando….. abbiamo perso contro dei ragazzini….

  • 3 Febbraio 2018 in 18:40
    Permalink

    Quest’anno andranno in A
    FROSINONE
    PALERMO ed
    EMPOLI.
    Che erano retrocessi

    Verranno in B
    BENEVENTO
    VERONA e
    SPAL
    Che erano stati promossi
    In parole povere scende chi era stato promosso l’anno scorso.
    Questo per dirvi che se vuoi andare il prossimo anno in A
    devi spendere
    Cacciare
    Faggiano e D’Aversa
    che hanno
    MISERAMENTE FALLITO
    non all’altezza della serie B
    e dar via tutti i giocatori esclusa solo la difesa

    • 4 Febbraio 2018 in 14:20
      Permalink

      Veramente, retrocesso il Pescara non il Frosinone, che lo scorso anno era in serie B.

  • 3 Febbraio 2018 in 19:15
    Permalink

    PIAZZAPULITA. SUBITO.

    Velenoso hai visto e sentito le parole di quelia pochezza di allenatore che abbiamo?
    Non ci pensa minimamente di andarsene, abbiamo dirigenti che sono il nulla questa è la verità.
    UNA SOCIETA’ che è una scatola vuota senza buonsenso dentro,
    una proprietà che non esiste.
    Perchè Barilla e soci non rientrano?

  • 3 Febbraio 2018 in 19:33
    Permalink

    Degli undici titolari di oggi non abbiamo un giocatore da serie A, quindi cosa vogliamo andarci a fare???

  • 3 Febbraio 2018 in 20:42
    Permalink

    Moro citofona ad hong kong sat si bo ed cateria adesa

    • 3 Febbraio 2018 in 23:39
      Permalink

      AN GHO MIGA al numar !! e po cog dighia a lilor ? che ed balon in nin san miga ?

      • 4 Febbraio 2018 in 08:59
        Permalink

        vagl a dir al nostor fereri ,l’ha dit cleva vendu’ a dla genta ed master ,si e cucu’ ,mo di lavor compani

  • 3 Febbraio 2018 in 21:11
    Permalink

    Adesso basta…..
    D’AVERSA A CASA!!!!
    Se la società vuole dsre un po’ di entusiasmo e tranquillità hai tifosi e giocatori D’AVERSA SENE DEVE ANDARE….

  • 4 Febbraio 2018 in 10:09
    Permalink

    Boni domani sera scatenati

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI