DEZI: “L’ESULTANZA? SFOGO PERSONALE. NON CE L’AVEVO COI TIFOSI ANCORA UNA VOLTA FANTASTICI CON NOI” (VIDEO)

jacopo dezi salerno(www.parmacalcio1913.com) – Dopo la vittoria sul campo della Salernitana, l’autore del gol decisivo Jacopo Dezi ha commentato così la gara in zona mista.

Ci tenevo a sottolineare che il mio sfogo era personale e non era rivolto ai tifosi, che ancora una volta sono stati fantastici con noi, seguendoci in tanti questa sera: era più un gesto liberatorio perchè so che posso fare di più, posso dare di più a questa squadra. Detto ciò, sono contento soprattutto per questa vittoria e per questi tre punti, non vincevamo da un po’ di partite, siamo felici di aver portato a casa questo risultato importante“.

“Il rammarico è proprio quello di non aver chiuso la partita, le occasioni sono capitate a me, abbiamo sofferto nel finale ma abbiamo fatto una buona gara, l’importante erano i tre punti. Noi possiamo dare molto di più, ma in ogni partita abbiamo lottato e in certe non abbiamo raccolto quello che meritavamo, dobbiamo continuare su questa strada e ripartire dalla vittoria di stasera, cercando di fare più punti possibili”.

Io so che posso dare molto di più, ora tutti insieme ci dobbiamo credere, sono contento e spero che da stasera ci sia la svolta. Il modulo? Magari eravamo abituati a giocare con il 4-3-3 fin dall’inizio e avevamo trovato le giuste distanze, il Mister ha provato a cambiare ma ci sta, la cosa più importante è l’atteggiamento e in queste partite non sta mancando“.

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELL’INCONTRO STAMPA DI JACOPO DEZI DOPO SALERNITANA-PARMA 0-1

Stadio Tardini

Stadio Tardini

23 pensieri riguardo “DEZI: “L’ESULTANZA? SFOGO PERSONALE. NON CE L’AVEVO COI TIFOSI ANCORA UNA VOLTA FANTASTICI CON NOI” (VIDEO)

  • 27 Febbraio 2018 in 00:55
    Permalink

    quando la toppa è peggio del buco
    Dailà dezi e suggeritori vari: ci prendete per cretini?

  • 27 Febbraio 2018 in 01:02
    Permalink

    L’importante che abbia segnato poi in quel momento l’andrealina era all massimo e quindi va capito.
    Certo quei due gol sbagliati…..ma abbiamo vinto e allora tutto è bene quel che fiinisce bene e tutto è perdonato.

    • 27 Febbraio 2018 in 01:12
      Permalink

      ma co dit velenoso?

      Noi ultras preferivamo almeni i colgioni di ammettere e magari chhedre scua non dire che non ce l’ aveva con noi

      Ci prende per cretini?

      S’è visto benissimo uel che ha fatto, Nador. Chiedi scusa e non sparar balle

  • 27 Febbraio 2018 in 07:46
    Permalink

    l’esultanza lascia il tempo che trova…

    siamo passati oltre, dopo aver visto un crociato realizzare un gol e festeggiarlo togliendosi rapidamente la maglia crociata gettandola a terra.. (Insigne)..

    stesa dichiarazione di Dezi fatta a Sky..
    sfogo personale..
    lasciamo stare ed andiamo avanti.

    • 27 Febbraio 2018 in 09:38
      Permalink

      Ma tanti giocatori caro Artemio quando segnano mettono le mani alle orecchie.
      Come sei permaloso, proprio non perdoni provincialotto.

      • 27 Febbraio 2018 in 11:57
        Permalink

        Oltre a mettere le mani alle orecchie, ha compiuto gesti assolutamente poco rispettosi nei confronti dei tifosi presenti e, più in generale, di tutti i sostenitori crociati (che difficilmente dimenticheranno).
        Ha poi cercato di “correggere il tiro” in occasione delle interviste post-partita, forse “indirizzato” da qualcuno.
        Il risultato mi è parso del tutto paragonabile alle occasioni malamente sprecate nel secondo tempo che avrebbero dovuto indurlo ad assumere un atteggiamento improntato a maggiore “attenzione” davanti alle telecamere.
        Potrebbe avere perso una ulteriore opportunità per dare dimostrazione del valore (non soltanto dal punto di vista tecnico) che molti esperti gli attribuivano fin dall’estate scorsa.

    • 27 Febbraio 2018 in 14:06
      Permalink

      Y punto pelota ,,,,
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 27 Febbraio 2018 in 09:51
    Permalink

    altro che esultanza da nador, ne ha fatto uno per mangiarsene altri 2, oltre all’educazione impari a stare in campo e giocare insieme agli altri invece che par so cont, uno dei diversi intellettuali maturi comprati quest’anno

  • 27 Febbraio 2018 in 10:12
    Permalink

    Nador

  • 27 Febbraio 2018 in 12:04
    Permalink

    Un vero maleducato. Dopo 6 mesi di prestazioni a dir poco imbarazzanti, ha pure il coraggio di mimare questi gesti di fronte a dei tifosi che si sono fatti km per andare a vedere la squadra.

    ps. quel gol lo faceva anche mio nonno.

  • 27 Febbraio 2018 in 12:25
    Permalink

    Cerchiamo di non perderci in inutili polemiche. Anche a me non è piaciuto il gesto Tanto è vero pensavo l’avesse fatto ai tifosi avversari. Consideriamo però che si tratta di un ragazzo di 26 anni e forse la pressione non la regge. Se andate a prendere gli articoli dei giornali dell’anno scorso l’aveva fatto anche a Perugia. Concentriamoci sulla squadra e lasciamo perdere queste cose puerili

    • 27 Febbraio 2018 in 15:26
      Permalink

      Nano, mi a ventise ann aveva mes su cà, tot migliera e fat tri fio che pò ho anca eduché, mia cme i zenidor et col lì
      Non regge la presssione? Cal vaga dal dotor!!!!!
      Co èl ? Ipertes? Dailà ! Lè solo un nador
      Etor che pressiò
      Chi non rispetta i tifosi al vaga via

  • 27 Febbraio 2018 in 12:56
    Permalink

    Penso Dezi debba chiudere qui la sua esperienza nella terra dei piòcioni. Di gente scarsa come lui, ma almeno educata se ne trova dando un calcio a una siepe. Invece di vergognarsi dopo 8 mesi di schifo ha pure il coraggio di fare il furbetto. Vai a vedere il Napoli va.

    • 27 Febbraio 2018 in 15:23
      Permalink

      Via dezi
      col gol li al feva anca mi

  • 27 Febbraio 2018 in 13:59
    Permalink

    Uno sfogo personale rivolto verso i tifosi? Toppa peggio del buco, dai.

    • 27 Febbraio 2018 in 15:22
      Permalink

      E’ la stessa coa che ho scritto io stanotte

      NOn ci prenderssero per il culo

      Lui e chi gla dit ed dir acsì

      E basta anca con cla fola del tutti uniti. Si, quando vi fa comodo! Poi quando le cose vanno bene non cagate nessuno, non andate alle feste, le fate saltare e poi andate a mangiare la ciccia
      Vergogna ti, chietor zugador ca fan i fenomeni sui social, compresi la belva e il tatuato che non hanno ancora capito un cazzo di quel che gli abbiam spiegato

  • 27 Febbraio 2018 in 14:16
    Permalink

    Certo che a volte c’è da vergognarsi ad essere tifoso del Parma.
    Il tifoso del Parma a volte è permaloso come un rimbambito e questo è un difetto.
    NON SA PERDONARE
    NON SA COS’È L’UMILTÀ.
    È tutta la stagione che attacchiamo Dezi, gliene abbiamo dette di tutti i colori, sui social, a Collecchio era ovvio che alla prima occasione si ribellasse.
    In fin dei conti ci hafatto vincere la partita.
    Un gol facile grazie a Calajo’
    ma lui era al.posto giusto al mometo giusto
    Bravo Dezi

    • 27 Febbraio 2018 in 15:19
      Permalink

      dezi lè paghè anca bombè per sugher, te capiì nano? Elora cal suga, miga cal faga cagher cme a fat finadesa e po fa al fenomeno
      Coiò

    • 27 Febbraio 2018 in 15:23
      Permalink

      E poi permaloso a chi????
      Fatti anche tu 2000 kilometri anziché ster a sels a sparer dil casedi

      • 27 Febbraio 2018 in 16:54
        Permalink

        E quei chilometri chi ti ha detto di farli?
        Te lo ha detto lui?
        È stata una tua scelta.

      • 27 Febbraio 2018 in 16:57
        Permalink

        digol digol ,va la a tor un sle’ da sanelli http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 27 Febbraio 2018 in 14:37
    Permalink

    A me più che il gesto di Dezi che va capito e solo un imbecille non riuscirebbe a capirlo, da molto ma molto più fastidio quando un giocatore si toglie la maglietta dopo un gol facendosi ammonire DA VERO RIMBAMBITO rischiando poi per un altro probabile fallo l’espulsione.

    • 27 Febbraio 2018 in 15:18
      Permalink

      dONCA, co ghentra chi si fa ammonire perché si alza la maglia, con la mancanza di rispetto per noi che ci siamo????????????!!!!!!!!!!!!!
      A parte che è una egola stupida quella di ammonire chi se la alza perché la gioia non si punisce come scrivemmo qualche anno fa per malesani

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI