MALMESI A BAR SPORT CALA IL JOLLY: “INOLTRATA OFFERTA IRREVOCABILE PER L’ACQUISTO DEL C.S. DI COLLECCHIO E LA CURATELA COMUNICHERA’ L’IMPORTO” (VIDEO)

CLICCA QUI PER VEDERE LA PUNTATA DI BAR SPORT CON OSPITE GIACOMO MALMESI

GIACOMO MALMESI A BAR SPORT(www.parmacalcio1913.com) – Il Consigliere d’Amministrazione del Parma Calcio 1913 Giacomo Malmesi ieri sera è stato ospite della trasmissione di Tv Parma “Bar Sport”, condotta da Sandro Piovani. Malmesi ha risposto alle domande degli ospiti in studio e dei tifosi da casa, analizzando e affrontando la situazione della squadra e della società.

Ecco le sue parole:

Il Mister ha la nostra fiducia e quella dei giocatori. L’abbiamo dimostrato con i fatti, lo abbiamo comunicato già la scorsa settimana, anche perché le difficoltà stanno andando avanti già da un po’ di tempo. Noi crediamo molto nel loro lavoro che vediamo tutti i giorni, siamo convinti che il nostro staff tecnico abbia tutto per poter uscire da questo momento di crisi. Non dimentichiamoci che per ben due volte questo staff è stato in grado di uscire dalle sabbie mobili: una prima volta quando sono stati chiamati a sostituire il precedente staff, una seconda quando nel corso della stagione ci siamo trovati ad affrontare un altro momento di difficoltà. Noi siamo convinti delle loro capacità, e siamo convinti che tutti uniti si possa uscire da questa situazione. Noi siamo un gruppo: ha fiducia la dirigenza, ha fiducia la proprietà ma è evidente che constatiamo quotidianamente che la squadra ha fiducia nello staff tecnico. Sia parlandoci che vedendo come lavora la squadra“.

Drone-Collecchio-2-(1)I maligni dicono che non si cambia l’allenatore perché il budget non lo consente? Mi pare che quest’affermazione sia contraddetta dai fatti accaduti nell’ultimo mese.Abbiamo appena terminato un mercato di gennaio che non possiamo senz’altro definire al risparmio. Abbiamo acquistato un giocatore di 20 anni di grande prospettive spendendo alcuni milioni di euro. La settimana scorsa abbiamo inoltrato l’offerta irrevocabile d’acquisto del Centro Sportivo di Collecchio, che prevede una spesa di altri milioni di euro, l’importo sarà reso pubblico poi dalla Curatela fallimentare“.

Se c’è dialogo con il gruppo cinese? Con il socio di maggioranza ci sono degli accordi che regolano in un ottica di condivisione tutte le scelte più importanti. Di questi accordi fino ad oggi non abbiamo avuto bisogno perché abbiamo sempre avuto l’unanimità. Abbiamo condiviso i problemi, ma non sono mai state votate a maggioranza le soluzioni perché l’abbiamo sempre pensata allo stesso modo. Dispiace leggere e sentire che il socio di maggioranza non ci sia, o sia lontano, perché non è così. In queste ore il nostro Ad Luca Carra si sta incontrando con il Direttore Finanziario per l’area europea del gruppo di Lizhang, Paul Smith, che è a Parma in questi giorni, con il quale abbiamo condiviso e analizzato la gestione.Quotidianamente Luca Carra è in contatto con il socio di maggioranza e i suoi collaboratori. Per questo sentire di quest’assenza dispiace. D’altro canto la Cina “non è vicina”, dal punto di vista geografico, quindi una presenza costante da parte di una persona che ha anche vari impegni è difficile. Il confronto però è quotidiano, e le scelte sono condivise“.

Ora dobbiamo invertire la rotta, remare tutti dalla stessa parte, recuperare serenità, non offrire più prestazioni come quella di Empoli, soprattutto nel secondo tempo. Ne usciremo, ne sono convinto, perché abbiamo tutto per uscirne. Il nostro staff tecnico ha tutto per uscirne, siamo tutti convinti della bontà del loro operato, quindi ne usciremo lavorando e remando tutti dalla stessa direzione“.

Gli obiettivi? Forse c’è un equivoco di base, ovvero quello che ha portato a pensare che noi potessimo ambire alla promozione diretta. Ci sono almeno tre squadre che erano e sono sulla carta nettamente superiori a noi, e l’abbiamo sempre detto. Poi nel calcio tutto può succedere, mi viene in mente la Danimarca che non si qualifica all’Europeo e poi lo vince. È un campionato nel quale le tre retrocesse dalla Serie A prendono un sostanzioso paracadute che le mette già al di fuori dai giochi, e dove ci sono tante altre squadre che sono anni che si organizzano e fanno di tutto per andare in Serie A senza riuscirci. Noi invece arriviamo da due anni particolari. Abbiamo fatto di tutto per organizzarci nel migliore dei modi, ma oggettivamente partiamo da una base diversa. Abbiamo cercato di fare anche l’impossibile, ma l’obiettivo dichiarato, ed è ancora lo stesso, è quello di andare ai playoff. Dobbiamo raggiungerli, e poi ai playoff vedremo cosa accade“.

Noi i tifosi li possiamo solo ringraziare, per l’appoggio dato in tutti questi anni. Non siamo nelle condizioni di poter chiedere nulla ai tifosi, per le prestazioni che stiamo offrendo negli ultimi tempi. Quando dico che remando tutti insieme nella stessa direzione si può uscire da questa situazione, non lo chiedo ma ovviamente lo dico perché sarei molto felice di vedere incitare la squadra anche venerdì in casa, com’è sempre successo. Sono convinto che si possa ripartire già da venerdì, e ovviamente se ci sarà l’aiuto del pubblico sarà più facile farlo“.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

15 pensieri riguardo “MALMESI A BAR SPORT CALA IL JOLLY: “INOLTRATA OFFERTA IRREVOCABILE PER L’ACQUISTO DEL C.S. DI COLLECCHIO E LA CURATELA COMUNICHERA’ L’IMPORTO” (VIDEO)

  • 20 Febbraio 2018 in 19:10
    Permalink

    Malmesi cala il Jolly
    dopo aver calato le
    braghe di fronte
    ai giocatori che non
    volevano fare il ritiro.

  • 20 Febbraio 2018 in 19:58
    Permalink

    Col Venezia questi lavativi
    si giocano quel che resta
    della loro dignità.

  • 20 Febbraio 2018 in 23:31
    Permalink

    Ieri ho visto BAR SPORT
    Sembrava avessimo vinto
    il campionato ai play off
    Tutti felici come pasque
    Nessunissimo colpevole.
    Mi son detto”Sta a vedere
    che il colpevole è
    IL VESCOVO”

  • 20 Febbraio 2018 in 23:38
    Permalink

    Sapete per quale motivo
    CICIRETTI non colpisce
    mai di testa? Semplicr
    Ha paura di SPETTINARSI

    • 21 Febbraio 2018 in 09:58
      Permalink

      o forsi parche’ le vo e sufla ?

  • 20 Febbraio 2018 in 23:47
    Permalink

    Con tutte aste vuote che ci sono state il centro sportivo
    ora costa una cicca frusta…e con un bel mutuo trentennale
    te lo porti a casa….

    • 21 Febbraio 2018 in 12:34
      Permalink

      Se qualche milione sono una cicca frusta……..

  • 21 Febbraio 2018 in 08:09
    Permalink

    il jolly ? cala il jolly ? speriamo che il prezzo sia giusto questo perche’ chi deve avere i soldi dal parma fc li abbia in maniera equa questo sarebbe importnte , a parte che e’ meglio spendere in giocatori che in centri sportivi ( ghirardi fece il passo piu lungo della gamba con il centro sportivo allargato e gli uffici e li iniziarono i problemi …………) al piu’ spenderei qualcosa per lo stadio ormai vetusto alcune ristrutturazioni ci vorrebbero ……….a parte questo speriamo che venga utilizzato dalla squadra per lungo tempo o al limite dalla colletivita’ e non diventi in futuro un affare solo per alcuni ………(parlo di futuro non scaldatevi subito a difendere gli amici adesso non possono farla cosi grossa )

    • 21 Febbraio 2018 in 18:02
      Permalink

      Chirografo te non prendevi nulla neppure al prezzo di stima ma tu e gli altri dovete ringraziare la vecchia gestione, ora c’è un bando d’asta e una nuova società che offre ciò che ritiene congruo, non di devono accollare nessun onere ne fare beneficenza

  • 21 Febbraio 2018 in 11:36
    Permalink

    Irritante la scusa “siamo una neopromossa, quindi non possiamo lottare per il vertice”.

    Cosa c’entra questo con una squadra morta e che non lotta? Ridateci Ferrari!

  • 21 Febbraio 2018 in 14:19
    Permalink

    certo ai soci parmigiani interessava molto molto molto molto molto molto molto molto molto molto molto molto molto molto l operazione del centro sportivo finalmente ce l hanno fatta aperiamo che si tolghino dalle palle ora

    • 21 Febbraio 2018 in 17:22
      Permalink

      si tolghino…è una chicca, come tutto il ragionamento

  • 21 Febbraio 2018 in 15:57
    Permalink

    Ormei al costa dù franc.

  • 21 Febbraio 2018 in 18:39
    Permalink

    che sfiga il vecchio ENNIO TARDINI mise la postilla che nel caso non fosse usato per fini collettivi l area tornava alla sua famiglia visto che l aveva donata ,perhe’ erano molto olto molto molto molto interessati anche allo stadio tardini i soci di parma volevano fare una bella ristrutturazione perche’ i tifosi stessero piu comodi e caldi …………… che peccato non siano riusciti cosi stavamo pu comodi e va bhe ci accontentiamo di stare sui gradoni d acciaio pero sono generosi volevano farci srtare comodi grazie lo stesso per il pensiero

I commenti sono chiusi.