Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / BRUTTA E SENZ’ANIMA

carra fa(Luca Tegoni) – Se possono dare tutti di più (Faggiano dixit) e non lo hanno ancora fatto, nonostante nemmeno i risultati arrivino più, è un bel problema. Si evidenzia dalle parole dei dirigenti e dell’allenatore che la squadra ha giocato male, ma non se ne è accorta, che ha messo una buona intensità, ma il pubblico non se ne è accorto. È sorprendente come in base alle aspettative si possano avere analisi così contrastanti. Sembra che la squadra e l’allenatore abbiano aspettative decisamente inferiori a quelle dei tifosi e, forse, anche dei dirigenti, anche se viene sussurrato.

Quello che c’è di sbagliato non è la partita di oggi, è la continuità che ci ha regalato anche oggi una prestazione modesta. Dopo venticinque partite avere trentasette punti è poco. Trentasette punti giocando male tranne che in alcune rare occasioni, cito Foggia e Cittadella. Il Parma gioca male e fa pochi punti. Tutto il resto è noia.

Grande intervento di Gazzola che per un nulla, davanti alla porta da solo, spara sul portiere in uscita. Si sta adeguando all’andazzo. Se si fa sempre male in partita, spesso, quasi sempre, non sarà perché si fa male anche in allenamento?

Primo tempo con ben due occasioni per segnare. Due. Oltre a quella sfumata per colpa del portiere avversario anche il Capitano ne ha una buona poco prima e non approfitta di una uscita a vuoto del portiere. Occasione non facilissima da sfruttare.

Inizia il secondo tempo ma la squadra non ne è al corrente. Cross da destra dell’attacco perugino e Cerri, indisturbato, salta tra Lucarelli e Iacoponi, colpisce di testa e lascia il Parma in svantaggio. Il ragazzo è afflitto e rammaricato ma raccoglie consensi tra la folla, timidi applausi di tifosi sconcertati.

Si aspetta che entri in campo anche il furore agonistico, ma non ci sono segnali. Il Parma soffre e sbaglia passaggi e interventi in sequenza preoccupante. Buon per noi che il Perugia non approfitta di questa confusione mentale e generosamente ci consegna il pareggio verso la fine della partita.

Da Cruz entra in area, affollata da difensori e viene scalciato da dietro. Rigore. Ceravolo, entrato a mezzora dalla fine, non sbaglia e riequilibra la gara. Pochi istanti più tardi avrebbe anche potuto pareggiare ma la palla finisce sul palo dopo parma perugia chiarimenti curvaun’eccellente tiro in giravolta.

“Onoratela!” “Noi vogliamo gente che lotta!” “Fuori le palle, tirate fuori le palle!” Incoraggiamenti dalla Curva.

Qualcuno salga a bordo! Cazzo! (cit.)

Parma e Perugia pareggiano uno a uno.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

D’AVERSA: “ABBIAMO COMMESSO ERRORI, BISOGNA SFRUTTARE IL RITIRO PER MIGLIORARE; BUONO L’ATTEGGIAMENTO DI VOLER RECUPERARE, MA NESSUNO E’ SODDISFATTO DEL PAREGGIO” (VIDEO)

CARRA E FAGGIANO: “POSSIAMO FARE TUTTI DI PIU’; FIDUCIA NEL PROGETTO E IN D’AVERSA MA DA STASERA IN RITIRO PER GUARDARSI IN FACCIA E RISOLVERE I PROBLEMI” (VIDEO)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

16 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / BRUTTA E SENZ’ANIMA

  • 12 Febbraio 2018 in 13:15
    Permalink

    A proposito di malcostume ….Il Milan ha cambiato allenatore ed è risorto, Il Crotone ha cambiato allenatore ed è risorto, Empoli, Novara e Cesena hanno cambiato allenatore e sono risorte, Perugia, Ascoli, Virtus Entella Salernitana hanno cambiato e giocano meglio…. Sono tutti scostumati???? oppure cambiare quando ti rendi conto che la ruota è bucata serve???

  • 12 Febbraio 2018 in 13:43
    Permalink

    Meno male che i ragazzi avevano imparato la lezione di Brescia, vero D’Aversa?

    • 12 Febbraio 2018 in 14:29
      Permalink

      Meno male che i ragazzi avevano imparato la lezione di
      CREMONA, vero D’Aversa?

  • 12 Febbraio 2018 in 13:58
    Permalink

    Lucarelli è un leader
    ma attualmente è
    INGUARDABILE.
    Con Di Cesare in campo…..
    Se si potesse metterlo al posto di D’Aversa……
    È carismatico.
    Io più che metterlo in campo lo metterei come
    FIGLIO DI BUONA DONNA nello spogliatoio
    con il compito di attaccare ai ganci dello spogliatoio
    chi lo merita
    Morosky dove sei.
    Vediamo se sei coerente
    Vediamo se scatenerei l’inferno
    COME PROMESSO
    Ad Empoli prevedo UNA BATOSTA
    Precipiteremo al decimo posto ( dal primo)
    ma D’Aversa rimarrà.
    Verrà esonerato solo se nelle prossime 10
    partite perderemo 10
    Se invece ne perdereno 9 e una la
    pareggeremo
    UDITE
    UDITE
    Rimarrà D’AVERSA.

  • 12 Febbraio 2018 in 14:43
    Permalink

    Faccio nuovamente i miei complimenti alla curva
    Ha dimostrato di avere le PALLE.
    Ha finalmente fischiato chi non si meritava altro.
    Durante lo spettacolo deprimente e circense
    ha sostenuto la squadra ma a partita finita
    ha tirato fuori quegli attributi che non hanno
    NÉ i giocatori
    NÉ la società
    NÉ l’allenatore
    FINALMENTE abbiamo una curva che non è più
    RIMBAMBITA.
    Ha finalmente tolto le fette di prosciutto
    che aveva davanti agli occhi e che la facevano sembrare
    UNA CURVA RIMBAMBITA
    Esame di maturità anche per Morosky
    Vediamo se dopo aver promesso
    in caso di prestazione indecente
    FUOCO E FIAMME
    manterrà fede a quanto detto.
    Ed ora una domanda da
    UN MILIONE DI DOLLARI.
    Morosky prossimamente sarà un
    DRAGO SPUTAFUOCO o un semplice
    cagnolino da passeggio.?
    Chi vivrà vedrà. ! ! !

    • 12 Febbraio 2018 in 15:11
      Permalink

      Velenoso, ciò che scrivo io non conta, nè qui sopra nè in società ( dalle parti di Collecchio ): cerco, anzi, provo a cercare di vedere le cose ad ampio raggio ma, non sempre è facile giudicare o capire gli accadimenti:

      noi vediamo ….
      IL NON GIOCO
      LA MANCANZA DI VELOCITA’ DI MANOVRA
      LA VERTICALIZZAZIONE IN LUOGO DEL GIRO PALLA ORIZZ.
      I TIRI NON FATTI
      I GOL SBAGLIATI
      GLI ALTRI CHE ARRIVANO, SPESSO, PRIMI SUL PALLONE
      LA MANCANZA DI CATTIVERIA AGONISTICA E DI VERVE

      la società con o senza questo mister DEVE RISOLVERE IL PROBLEMA, eliminare le criticità e SFRONDARE I RAMI SECCHI E/O LE MELE MARCE ….( caso mai ce ne fossero )
      con o senza questo mister
      con o senza qualche giocatore che mugugna e rimugina…

      parere mezzo e mezzo …OGNUNO SI DEVE PRENDERE LE PROPRIE RESPONSABILITA’:

      DIRETTORE SPORTIVO
      ALLENATORE CON STAFF TECNICO
      STAFF MEDICO SANITARIO
      SQUADRA E SINGOLI
      ..
      Accursio, Matteo e i giardinieri hanno operato al meglio così come i collaboratori in sede….
      QUINDI ORA FATE VOI….

      morosky

    • 12 Febbraio 2018 in 15:13
      Permalink

      per il provocatore Mister Velenoso …ecco il mio parere …
      semplice, disinteressato, al di fuori delle parti, dalle emozioni ma,

      • 12 Febbraio 2018 in 15:16
        Permalink

        MA CON TANTO BRUCIO , QUELLO DI IERI, AL COSPETTO DI UNA MANCATA VITTORIA CHE CI AVREBBE PORTATO, IN SOLITAIRE, AL
        QUARTO POSTO ………..
        4° POSTO

        46 Frosinone
        46 Empoli
        46 Palermo ( probabilmente ma non certo )
        39 ….se avessimo vinto ….

        PER UNA CLASSIFICA ACCORCIATA e di molto

        • 12 Febbraio 2018 in 15:48
          Permalink

          se lizhang avesse le ruote sarebbe una carriola cinese

        • 12 Febbraio 2018 in 16:25
          Permalink

          SULL’ORLO DELL’ABISSO.
          Caro Mauro, riposarsi è un’arte, per fortuna c’è chi la insegna, e questo è il signor D’Aversa,
          Da sempreio l’ho sostenuto, ” che era un modesto, compreso il Sig. Faggiano, come dice Budda, “la libertà è nel riposarsi nella casa” ma questo bisogna farlo senza percepire uno stpendio, senza grana, senza argent…., qui invece i signorini svernano tutti al benessere comune, tanto chi se ne frega del popolino.
          Siamo senza preparazione fisica, al cervello non arriva ilsangue necessario, perciò hanno tutti le idee confuse sul dafarsi.
          Compresi i dirigenti che ormai sono nel pallone.
          Proporrei a tutti 30 giorni di lavoro alla BARILLA, alla catena di montaggio, con allenamenti serali, come un tempo che fu.
          Pranzo e cena rigorosamente al ristorante cinese, tanto per stare in tema con la società.
          A PRESTO CON ALTRE NUOVE.

  • 12 Febbraio 2018 in 14:47
    Permalink

    Sono convinto che per giugno è già stato deciso un cambio totale dell’attuale staff tecnico e dirigenziale. Cambiare oggi l’allenatore vorrebbe dire spendere tanti soldi per prendere di fatto uno scarto degli altri con un contratto da almeno un anno e mezzo (e così sarebbero tre gli allenatori a libro paga con tutti i rispettivi collaboratori annessi). É una scelta difficile che va ponderata anche in funzione di chi si potrebbe prendere ed anche dei giocatori in rosa (ad esempio questi giocatori mal si conciliano con gli schemi del tanto richiesto Guidolin)
    Personalmente l’unico allenatore libero che prenderei è Prandelli che è quello che ha fatto vedere il calcio più bello per più tempo (post era Scala) e sopratutto cercando un gioco offensivo.
    In ultimo per Cerri non parlerei di timidi applausi ma tutto lo stadio ha applaudito, un po’ xché il ragazzo è stato uno dei pochi che non ha esultato a Parma e poi anche x cercare di bacchettare la squadra e probabilmente qualche scelta discutibile di mercato visto che Cerri era richiesto da molti tifosi.
    Sempre e solo forza Parma

  • 12 Febbraio 2018 in 15:24
    Permalink

    in mezzo a tutte queste critiche e delusione totale voglio vedere qualcosa di positivo.
    siamo ancora in zona play off. Ceravolo se conservato e non spremuto nel senso che non debba ora fare 1400 minuti nelle prossime gare può comunque fare la differenza assieme ai 2 nuovi la davanti.
    il tutto ovviamente senza comunque una identità di gioco, ci potrebbe portare agli spareggi. ripeto che l’ organico e buono e fra maggio e giugno magari il tasso tecnico negli scontri per la A conta di più di avere o meno un allentare capace e/o schemi di gioco.
    quindi ultimi consigli a D’ Aversa non distruggere i giocatori più tecnici in rosa, inserisci di cesare o sierralta piano piano in difesa dando respiro al Capitano e poi vedremo chi giocherà a fine maggio, non serve ormai puntare ai primi 2 posti ma tieniti in zona preservando energia ed evitando infortuni. in classifica la terza va su diretta con 15 punti dalla quarta (anziché 10 come scorso anno per evitare i play off). quindi i play off ci saranno di sicuro.
    ci giocheremo la serie A la.

  • 12 Febbraio 2018 in 16:09
    Permalink

    Un messaggio a quei “lecchini” ,
    che nonostante sia palese la grande difficoltà del nostro
    Parma, continuano a strisciare come lumache pubblicando sulle loro
    pagine di facebook,
    post di appoggio incondizionato a Faggiano e a D’Aversa.
    Il vostro servilismo fa venire il vomito.
    Pensate di continuare in eterno?
    O siete down o vi pagano molto bene.
    (io punto sulla seconda ipotesi).

  • 12 Febbraio 2018 in 16:45
    Permalink

    Stasera da Piovani assisteremo al solito salotto soporifero senza nemmeno (guai!!!!) un accenno di critica?

  • 12 Febbraio 2018 in 18:09
    Permalink

    Nessuna critica, anzi….si parlerà di un netto miglioramento.
    Piovanone emozionato con le lacrime agli occhi parlerà
    di un pareggio che da coraggio a tutto l’ambiente…

    Mentre a Calcio e Calcio ci sarà il motto di chi urla di più.
    Ampollinone che sa fare tutto tranne l’opinionista,
    interverrà parlando di tecnica e moduli.
    (belli i suoi post anni 80 su fb sono carini e bambinoni)
    Boni vestito da Babbo Natale e la De Vincenzi…
    no comment!

  • 12 Febbraio 2018 in 18:26
    Permalink

    pareggiare è assonante con scoreggiare.
    Semanticamente eh…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI