Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / FORA DALLA SELVA OSCURA (FORSE) NEL FREDDO DI UNA NOTTE DI FINE INVERNO, O QUASI…

SALERNITANA PARMA inizio(Luca Tegoni) – Nel freddo di una notte di fine inverno (quasi), il Parma si diresse fora dalla selva oscura (forse) sebbene i perigli, ancora molti, ma più chiari e meno ostili, si paleseranno ad ogni piè sospinto (di corsa è meglio) che i prodi calciatori che fecero l’impresa avranno l’orgoglio di superare.

Se per guarire si intende che il Parma domini l’avversario superandolo nel gioco per costruzione e per occasioni, a volte soprannominate “episodi”, stiamo certi che non accadrà mai, non con questo allenatore.

D’Aversa ha un’idea di gioco che è in via di sviluppo, è embrionale e soprattutto non prevede la fase offensiva. Si dedica alla difesa sperando di recuperare palla e scappare in contropiede. La gara ideale è il secondo tempo di Salerno.

Per generosità gli si conceda, visto che il Parma è riuscito a vincerne un’altra, il beneficio dell’apprendista stregone. Anche se non si conosce il maestro. Rimango dell’idea, nonostante il trend negativo sia stato interrotto, che, con questo non-gioco faremo fatica ad arrivare nelle prime otto. A meno che, improvvisamente, Ceravolo torni ad essere “la Belva”, Dezi diventi un buon giocatore (per la partita di ieri un quattro per riconoscenza), che Vacca esploda, che Ciciretti guarisca, che Da Cruz non giochi più da “Primavera”, e altre due o tre condizioni inclusa quella più improbabile che D’Aversa diventi un allenatore coraggioso.

Ma visto che siamo tifosi sappiamo che anche l’impossibile può avverarsi.

Abusare del contropiede senza però colpo ferire è comunque condannabile. Non è possibile avere a disposizione almeno una decina di contropiedi che a volte non riescono perché chi ha palla non sa che fare, che non riescono perché viene sbagliato l’appoggio decisivo e infine perché sbagli sempre la conclusione. Si tira senza mirare alla porta.

Nonostante il primo “episodio” favorevole capiti tra i piedi di Da Cruz che, invece di correre nel prato vuoto davanti a lui cincischia e perde la palla, il Parma per la prima mezzora, fino al goal di Dezi, non ha passato la metà campo cercando di respingere gli attacchi quasi veementi della Salernitana. In effetti la Salernitana sortisce solo un paio di “episodi” favorevoli a dispetto della continua presenza intorno e dentro l’area del Parma ben presidiata dai propri difensori.

Così, quasi per scherzo Insigne, ben servito da Vacca, vede la solitudine di Calaiò e la incoraggia servendogli il pallone per entrare in area indisturbato e mettere da “quelle parti” per l’arrivo di Dezi che non fallisce, a porta vuota.

La Salernitana non reagisce e il Parma controlla. Poi nel secondo tempo la Salernitana dichiara la propria inadeguatezza e il Parma invece di infierire con determinazione pensa che sarebbe troppo facile vincere così e quindi i goal li sbaglia. Io continuo a chiedermi che cosa i giocatori del Parma debbano interpretare.

Chissà, può darsi che si vinca anche Sabato contro il Palermo.

Parma vince a Salerno uno a zero. Risultato inequivocabile.

SALERNITANA-PARMA 0-1 – CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS

Stadio Tardini

Stadio Tardini

6 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / FORA DALLA SELVA OSCURA (FORSE) NEL FREDDO DI UNA NOTTE DI FINE INVERNO, O QUASI…

  • 27 Febbraio 2018 in 15:37
    Permalink

    vorrei SAPERE CHI E’ CHE FA IL BEL GIOCO SPUMEGGIANTE IN SERIE b lasciamo eprdere l empoli che poi si sgonfia anche lui a cittadella solo la dea bendata l ha salvato ………..gioca cosi bene il palermo di tedino ? non mi sembra perde………gioca cosi bene il venezia ? cosa ha fatto ? stessa cosa ns a salerno nel rpimo tempo …………forse h aun gran gioco il cesena con castorri mago della b ? si difende e basta oppure colantuono con anni alle spalle di serie a E VITTORIE IN SERIE B avete visto darem gioco spumeggiante alla salernitana ? NO AHAHHAHA ho capito il bel gioco lo fa ZEMAN !! SIU SIS ANDATE A PESCARA A CHIEDERLO UN CALCIO NEL SEDERE GLI DAREBBERO ……… allora BASTA DI CHIEDERE LA LUNA NESSUNO GIOCA BENE IN B il campionato e equuilibrato tutte fanne alcune belle prestazione e altre meno tutte si difendono e in altre occasioni attacano ma la se ma li con il bel gioco che poi ai tifosi frega un caso …………adesso pur di far fuori d aversa ho sentito commenti tristi per la vittoria e dire che la salernitana e poca roba , la salernitana e squadra di B classica centro calssifica stop la vittoria e stat ottenta su campo diffcile .

  • 27 Febbraio 2018 in 15:45
    Permalink

    va bene avercela con d aversa ma mo basta !!!!!!!!!! spieghaimo la situazione d aversa da un ottima fase difensiva infatti a parte empoli saremmo la miglior difesa della b ………e questa da che mondo e mondo e’una base importante e anche il sano contropiede non e da disprezzare alla fine l iatlia e famoso al mondo per questo tipo di gioco perche rinnegarlo ? detto questo la crisi e stato un tentativo dei giocatori di dare una spallata a d aversa appogiati dalla piazza il popolino !!! che non si rendeva conto che i veri colpevoli sono loro i giocatori in primis !!! e poi faggiano che ha sbagliato due sessioni di mercato !!! ( lasciamo perdere ceravolo dopo aver perso caputo ma ciciretti grida ancora piu vendettte 500.000 eur per 6 mesi piu 500.000 al giocvatore !!! rba da folli ) quando hanno capito che la societa’ non vrebbe mai mandato via d aversa per ovvi motivi che tutti sanno ma nessuno dice forse tranne paolo grossi ……..a questo punto hanno capito che se lo devono tenere e hanno rincominciato a giocare ………….tutto li ………e non escludo visto che i play off li prepara bene d aversa che si vincono anche quest anno !!!!!!!!!! detto questo pi chi c e di gran allenatore in giro ? nessuno

  • 27 Febbraio 2018 in 17:03
    Permalink

    D’Aversa ha una cosa in più degli altri allenatori: la fortuna di salvarsi quando è ormai praticamente spacciato. è capitato con il Venezia prima e con la Salernitana poi. Basterà questo per arrivare ai playoffs?

  • 27 Febbraio 2018 in 17:34
    Permalink

    Non ti firmi, sei un vigliacco , nemmeno un nick name.
    VERGOGNA.

  • 27 Febbraio 2018 in 17:42
    Permalink

    Mi sa che se Calajo’ continua con quella grinta
    dimostrata col Venezia e con la Salernitana
    Ceravolo detto (non si sa per quale motivo)
    “LA BELVA” deve andare in letargo visto
    anche il freddo polare e aspettando la fine del
    letargo fino a primavera LA BELVA dovrà
    accontentarsi della calda panchina

I commenti sono chiusi.