Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / ParmaCalcio “onlus no profit(eroles)” (Come aiutare le squadre derelitte e regalare punti ai bisognosi…)

borsino

mauro morosky moroni(Mauro “Morosky” Moroni) –  * La prestazione * 2-0 –  Le mie previsioni erano per una franca e convincente vittoria in casa della terzultima (in tal caso il titolo sarebbe stato Entella miaaa, Entella in fioreeee sulle note di “Romagna mia” del grande Raoul Casadei), ma così, purtroppo, non è stato, purtroppo: i liguri, con una prestazione fisica, gagliarda e combattiva, ci hanno matato per ben due volte, rispettivamente alla fine dei due tempi con lo stesso marcatore, La Mantia, ex Pro Vercelli, il quale era stato accostato anche al Parma durante lo scorso mercato estivo. Detto della prova vigorosa e tenace dell’Entella posso tranquillamente affermare che, di fronte, hanno trovato una squadra molle, che dopo quasi 15 mesi e circa 60 partite, non ha ancora una propria identità ben definita né uno straccio di gioco corale: una compagine che vive solamente sugli spunti individuali (sporadici) dei singoli, senza amor proprio e senza nessuna grinta in campo, al contrario di tutti gli avversari (dal primo all’ultimo) che lottano e combattono fino al 95°, poi si può anche perdere, ma almeno hai lottato infondendo tutte le tue energie: i fatti, ad oggi, sono questi.

marcello gazzola virtus entella parmaA mio avviso le parole di circostanza e le solite puerili giustificazioni sono finite per tutti, giocatori in primis ed allenatore / preparatore fisico con loro: abbiamo toccato il fondo in una delle giornate che (se avessimo vinto) ci avrebbe consentito, alla luce di tutti gli altri risultati (Empoli escluso), di rosicchiare due punti su tutte le avversarie, 2 punti oggi, 2 punti ieri, altri punti persi qua e la, oggi mi sento avvilito, deluso, preso in giro, e, di fatto, esageratamente inca$$ato nero. Le occasioni per fare gol ci sarebbero anche state, ma sono state fallite per imprecisione, per mancanza di determinazione e cattiveria agonistica, quella che ti rende sempre aggressivo, sempre sul pezzo e lucido sotto porta: vedi Calaiò, Ceravolo, Dezi.

d'aversa dopo virtus entella parmaDel Mister (espulso a fine gara) non saprei cosa dire: è partito con due esterni (Baraye e Da Cruz), il secondo dei quali lo avrei tolto ancora prima del 45°: mai in partita, impalpabile, evanescente e fuori dal contesto di gioco; Baraye ha cercato qualche spunto, ma pure lui ha combinato poco o nulla; la sostituzione di Gianni Munari per l’inserimento di Vacca ha, sì, sveltito e velocizzato la manovra, ma non era sicuramente quella determinante da farsi sul punteggio di 0-1; aggiungiamoci la grossa indecisione di Frattali (esco, non esco? mi fermo a metà strada!) e le troppe amnesie collettive di un po’ tutti i difensori e la frittata è stata cucinata, anche se il secondo gol mi sembrava in fuorigioco, almeno credo: sabato scorso ne abbiamo beneficiato e, a Chiavari, forse, siamo stati penalizzati: nulla di strano, favori e sfavori, o meglio sviste, vanno e vengono, come sempre!

L’unico pensiero, per quanto irrazionale, ma questa squadra (visto che i primi due posti sembrano irraggiungibili), si sta preparando per arrivare ai play off al top della forma per giocarsi le proprie chance in 4 /6 gare nel giro di un mese? Arrivando terzi o quarti, altra cosa oggi difficile, ci farebbe disputare solo 4 gare, ma, per fare questo, bisognerà battere, in ordine, Palermo, Frosinone e Cittadella (oltre a Foggia ed Avellino a partire dalle prossime gare): pura utopia o ultime chances di speranza?

Del campionato in generale, seppur con parecchie gare da recuperare, segnalerei le seguenti note:

  • L’Empoli sembra aver preso definitivamente il volo con 57 punti, 16 vittorie, 9 pareggi e solo 5 sconfitte con ben 65 gol siglati oltre ai 39 subiti
  • Da settimi siamo passati ottavi essendo stati superati anche dal ritorno imperioso del Perugia, piazzatosi a 46 punti, due più dei nostri: Perugia che segnala il 12° gol di Alberto Cerri che, qualcuno, su queste pagine, definiva un giocatore scarso e grezzo, magari non stilisticamente bello a vedersi, ma molto efficace, oltre per i gol, per il solito lavoro sporco, per gli assist, per il pressing e le sportellate in area avversaria. Bravo ragazzo, continua così: se nel 2015, sebbene a parametro zero (e qui ne ha beneficiato il calciatore), lo ha messo sotto contratto pluriennale la Juve, qualcosa deve pur avere questo 22 enne: non sarà un fenomeno, ma sicuramente un buon giocatore che, comunque, la Serie A l’ha già assaggiata e ci tornerà a breve visti i progressi che ha messo in mostra proprio in questo campionato, l’ennesimo in prestito da casa madre.

risultati* I marcador dal Paerma *

  • 08 Calaiò (4)
  • 06 Insigne
  • 04 Lucarelli
  • 03 Gagliolo, Ceravolo (1), Scavone
  • 02 Di Cesare, Di Gaudio,
  • 01 Munari, Iacoponi, Barillà, Baraye, Corapi, Dezi, autorete  (tot. 38)

Situazione cartellini giallo 60% *

  • 4 Scozzarella, Calaiò, Iacoponi, Gagliolo (in diffida, attenzione)
  • 3 Munari, Insigne, Di Cesare, Frattali, Gazzola
  • 2 Mazzocchi, Lucarelli, Barillà (*),Scavone (*)
  • 1 Di Gaudio, Da Cruz, Dezi, Baraye

(* già scontato un turno di squalifica dopo 5 ammonizioni)

la strada dei miracoliLe prossime 5 gare dei Crociati (Sognando la Serie A) *

La premessa di questa legenda viene ben descritta dalle foto a lato le quali sono significative circa la mia ferrea convinzione del buon lavoro del gruppo, di questa nuova ri-presa di coscienza dei ragazzi e della rinnovata fiducia che la squadra sente intorno a se: preghiamo, Padre Nostro che sei in Lega ….ecc ecc ecc !!!!!

32 Parma-Foggia      dom 25/03 ore 12.30

33 Avellino-Parma     gio  29/03  ore 20.30

29 Parma-Palermo  lun 02/04  ore 15.00

34 Parma-Frosinone  sab 07/04  ore 15.00

35 Parma-Cittadella sab 14/04  ore  15.00

Recuperi della 8^ giornata,  gara 29 *

Lunedì 02 aprile

Foggia-Empoli    ore 12.30

Avellino-Bari       ore 15.00

Carpi-Venezia     ore 17.30

Parma-Palermo  ore 20.30

Martedì 03 aprileore 18.00

Brescia-Entella

Pro Vercelli- Perugia

tattoo* Il pelo nel pallone

* Zona tatuaggio * Chi ha il tatuaggio più bello del reame? Quanti cm quadrati di epidermide coperta  ha Antonio Junior Vacca ? E Amato Ciciretti? Chi sono i calciatori crociati senza nemmeno un tatuaggio ? Provate a rispondere scrivendo nello spazio commenti: troverete le risposte esatte nel prossimo articolo Parmaland.1913 in uscita nel week end: tgnemos tatuè!

* No Morosky No ! * Arrivederci alla prossima, arriva il Foggia (invece d’ander a disner a magnema pan e calcio domenica a 12 e mesz , in luogo di pranzare mangeremo pane e calcio domenica ore 12,30!) e bisognerà stare attenti perché costoro hanno una media globale di oltre tre gol a partita (tra fatti e subiti), quindi occhio all’ex Scaglia (in prestito) ed ai suoi colleghi rossoneri!

Come sempre, per tutti i  tifosi lettori e non,

un cordiale saluto,

scambiatevi le magliette di gioco e andate in “mona”,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

26 pensieri riguardo “Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / ParmaCalcio “onlus no profit(eroles)” (Come aiutare le squadre derelitte e regalare punti ai bisognosi…)

  • 20 Marzo 2018 in 13:46
    Permalink

    Veramente siamo virtualmente noni per il resto la tua pervicacia sulla speranza in qusti grami qua è grottesca http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 20 Marzo 2018 in 14:47
    Permalink

    Lo so ma l’articolo è stato redatto prima della gara Carpi-Pro Vercelli terminata 2-0, Carpi a pari punti ma davanti per effetto dello scontro diretto.

    Le mie speranze, da non condividere con nessuno ( primo perchè me ne frego e secondo perchè non importa che gli altri ci credano o meno ) restano solamente mie: preferisco sognare, illudermi ma crederci rispetto al fatto di CRITICARE A PRIORI ..qualsiasi cosa, qualsiasi fatto o banalità magari anche di nessun conto !
    E non mi riferisco a te personalmente, ho imparato a rispettare ed accogliere i pensieri ed i commenti di tutti: leggo molte cose sagge e giuste, dirette, concrete e pertinenti, peraltro sotto gli occhi di tutti ma, leggo pure storture, nefandezze, puttanate e cazzate di ogni tipo..solo per buttare fango addosso a chi fa, a chi deve decidere, a chi opera materialmente, a chi ci mette la faccia ogni giorno e lavora comunque sodo: a volte i biscotti escono un pò bruciati, le ciambelle senza buco e le pentole senza coperchi !!

    QUESTO CAMPIONATO FINIRA’ A GIUGNO, la data precisa non riesco a vederla ora ma controllerò….in quella data il Parma verrà promosso in Serie A, proprio ai play off, COME L’ANNO SCORSO

    morosky

    • 20 Marzo 2018 in 16:55
      Permalink

      ti rispondo perché mi conosci e sai il tono della voce di quello che scrivo http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

      • 20 Marzo 2018 in 20:19
        Permalink

        Ti conosco ? dai, at si mej gnu a tor al cafè al baccanale!!
        Però hai ragione, ci sentiamo da quel Pro Piacenza – Pesenti che ci mandò fuori dalla Coppa in agosto 2016, giusto ?
        Da li abbiamo fatto prima un salto poi il secondo, in avanti, e dopo , sai come sono andate le cose…
        squadra, allenatore, gestione tecnica, non tutto sempre va come da programmi stilati sulla carta: è successo di tutto un po’ ed oggi siamo qui, io mantengo il bicchiere pieno, cerco di augurarmi altre soddisfazioni e gioie sportive, poi, che ci sia PINCO, PALLINO, CAIO, SEMPRONIO O PINOCCHIO, a me non me ne frega un cazzo: manager, allenatori e giocatori vanno e vengono ….quei 10.000, me e te compresi, ci siamo sempre ..dalla Serie D in poi !!

        • 21 Marzo 2018 in 12:02
          Permalink

          Non c’è niente da,fareMorosky, scrivi sempre in dialetto, sei purtroppo provinciale

  • 20 Marzo 2018 in 14:56
    Permalink

    Dai che se tutto va bene domenica prrdiamo in casa e d’aversa non mangia la colombahttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

  • 20 Marzo 2018 in 15:13
    Permalink

    Mauro credimi meglio non andare ai play off, non avrebbe senso, non avremmo nessuna speranza… servirebbe solo a far parlare coloro che hanno messo come obbiettivo i play off…. tabula rasa… tutti a casa….. non ci sono più scuse…. siamo stanchi…

  • 20 Marzo 2018 in 16:00
    Permalink

    playoff sicuri.
    in finale ci andiamo pure.
    in A non so ma si spera.
    per settembre gran parte confermati tranne prestiti o qualche cessione marginale. per novembre cambio del direttore di orchestra perché se in A ultimi con media a partita di 0,5 punti, se in B a metà classifica.
    se saremo in A anche ultimi non sarebbe male dai!!

    • 21 Marzo 2018 in 12:06
      Permalink

      Ma non avete ancora capito che,se si va ai play off, SENZA SPERANZA DI VINCERLI vista la pochezza della squadra e dei tecnici, per D’Aversa e Faggiano l’obiettivo è raggiunto e ce li avremo tra i piedi anche il prossimo anno?
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gifl

  • 20 Marzo 2018 in 16:40
    Permalink

    Bei nomi per lo più sopravvalutati ma poca “professionalità”, questo per me è il denominatore comune di questa rosa.
    So che in tanti, anche molto piu qualificati e competenti del sottoscritto, in realtà affermano che abbiamo una rosa da promozione ma a mio parere il valore non è dato dal rendimento massimo raggiungibile ma da altre cose, soprattutto cio che si mette abitualmente in campo, sia in allenamento che in partita.
    Qua c’è gente che tende al cazzeggio, se pungolati rispondono di orgoglio ma poi la tendenza è sempre quella di essere vacanzieri
    C erano state diverse avvisaglie lo scorso anno ma il successo finale aveva nascosto questo limite che poi è diventato lampante con gli sciagurati innesti di luglio e gennaio
    Mi spiace molto perchè non c’è nulla di male a fare la serie b, non meritimo la a per diritto divino e non è un problema ma questa squadra è veramente un brutto vedere, non è per fare certe figure che tutto l’ambiente è ripartito con entusiasmo

  • 20 Marzo 2018 in 17:01
    Permalink

    Per salvare la syagione ci vorrebbe in bel bagno di imiltà da parte di tutti(società,giocatori,tigosi) si anche noi ,perchè in altri ambienti tutto ciò non sarebbe accaduto. Mi spiego dopo risultati deludenti,mercato faraonico ma fallimentare io mi aspettavo di più, invece nulla. La spcoetà come minimo doveva esonerare quel fenomeno. Ora come ora almeno noi tifosi abbiamo l’obbligo di alzare la voce, perchè è assurdo quanto sta accadendo senza che nessuno faccia niente. Con una squadra del genere almeno sulla carta dovevamo essere in testa , invece siamo 9. Fate voi!
    Poi sempre le stesse dichiarazioni da Faggiano-Leonardi e il fenomeno di Pescara. I calciatori purtoppo pur di non essere messi fuori rosa piegano la testa e vanno avanti. Vedendo la partita in TV sabato mi sono vergognato per quei pochi tifosi circa 600 che sabato erano li a cantare dal primo all’ultimo minuto sotto la pioghia per vedere degli zombie. Oltretutto non è la prima volta e allora invece di resettare tutto che si fa? Solite dichiarazioni e torna il sereno. Ma
    Spero di sbagliarmi ma è difficile,attendo novità no barzellette

  • 20 Marzo 2018 in 17:21
    Permalink

    Sognare è un diritto di tutti,
    ma francamente farmi prendere in giro
    ancora una volta faccio molta fatica…
    Se poi trascorri queste belle serate invernali davanti alla tv,
    e ascolti programmi sportivi (si fa per dire) locali,
    ti viene voglia veramente di mandare tutti a quel paese.

    Bar Sport = Via col Vento
    Calcio & Calcio = alla conquista del West.

  • 20 Marzo 2018 in 17:46
    Permalink

    Arriveremo a metà classifica, il prossimo anno faremo piazza pulita

  • 20 Marzo 2018 in 18:11
    Permalink

    Sono d’accordo con diversi punti descritti anche da me , ma non riesco a tifare contro per sperare che mandino via il manico , ma mi rendo conto di 2 fattori ..uno, che se non lo hanno esonerato finora forse mai avverrà e due, se anche vincessimo domenica, ormai come tanti, saremmo li pronti ad accettare con rabbia la prossima partita con buone probabilita’ di vedere ancora una sconfitta arrendendosi alle prime difficoltà.
    Cosa sperare? Che ci smentiscono tutti da qui alla fine del campionato e oltre….io tiferò per questo ,se loro giocano per questo lo capiremo intanto fra poco…..

  • 20 Marzo 2018 in 19:59
    Permalink

    Io non ho necessariamente bisogno di sentirmi corrispondere consensi nè, tantomeno, ragione su questi argomenti, di fatto, complicati ed imponderabili in quanto soggetti a una miriade di variabili legate al fattore umano: io credo sempre che il contributo di idee e di pareri di ognuno di noi possa alimentare il dibattito, senza per questo sparare a zero su tizio o caio: se parlassimo di Serie A, da 6 anni vince solo la Juve, gli altri spendono e spandono ma nisba…non c’è trippa per gatti: è forse la società e la squadra + forte, più potente economicamente, + abituata a vincere, difficilmente sbaglia gli acquisti e in questo ambiente, la di la di VAR O pseudo favori arbitrali ( ci sono stati e ci sono tutt ora ) ….SONO I + FORTI……PUNTO

    Ci sta quindi che, in Serie B, nei primi tre posti, ci siano due retrocesse ( dotate di money-paracadute aperto ) di rose da Serie A non smembrate … e quel Frosinone che ci sta provando da quando è sceso di categoria: NOI NON ERAVAMO ABITUATI ALLE BATTAGLIE AGONISTICHE, ALLA LOTTA, ALLA SPADA LIBERA, AI COLPI BASSI ….QUESTA E’ LA SERIE B E TUTTI FANNO DI NECESSITA’ VIRTU’:tutti corrono, picchiano, la mettono sulla bagarre, giocano alla morte e, in questi casi, il fioretto va riposto nelle guaine per tirare fuori la CANNELLA, IL MATTARELLO, IL BASTONE ….si picchia, si prende e si da….colpo su colpo …senza esclusione, con sportività ma. da uomini duri, altrimenti si cambia sport….anche perché, in Serie A, non ti regalano nulla e fanno le stesse robe: la tecnica ha il sopravvento se, nel contempo, LOTTI FEROCEMENTE con agonismo e GRINTA COLLETTIVA..
    se qualcuno non è d’accordo VADA PURE A GIOCARE ALTROVE….CA$$O

  • 20 Marzo 2018 in 20:05
    Permalink

    Mauro mi sa che il to amig Faggiano più che togliersi sassi dalle scarpe ne prenderà in testa. Ciciretti out anche domenica. Ne mancano poi 11. Tra l’altro vorrei sollevare il tema staff medico e preparatori. Abbiamo una quantità di infortuni spropositata. Ma as pol saver se c’è qualcuno in Cina o sul Ponte Caprazucca che decide qualcosa?

  • 20 Marzo 2018 in 20:25
    Permalink

    Noi andremo in Serie A tramite i play off…Davide, credimi, dam a ment …at vedrè fra 3 mesz …

    pradessa ad ghe ragion ..i fatti sono questi, an son miga orob dal tutt …e gnanca trop partigian …sol che …ag cred …tutt li

  • 20 Marzo 2018 in 20:26
    Permalink

    Sul tema preparazione sono incazzato pure io ma …..aspetta il mio articolo post Foggia ….una rivelazione celestiale…ho visto la luceeeeeeee

  • 20 Marzo 2018 in 21:20
    Permalink

    Davide mi ha solo anticipato…ma come si fa??? Ma quanti infortuni abbiamo?? Nel giro di un mese abbiamo girato già una squadra titotare in infermeria. Mha

  • 20 Marzo 2018 in 21:43
    Permalink

    Moro, eri tu che facevi il galletto prima di Chiavari contro il presidente dell’Entella :D. 15 mesi non ti sono bastati per capire che il problema è nel manico? Un allenatore che schiera sempre lo stesso modulo ha chiari problemi tattici, non è flessibile, il che impedisce ai giocatori di esprimersi liberamente.

    • 21 Marzo 2018 in 12:14
      Permalink

      Il Presidente dell’Entella ha solo giocato sporco nell’affare CAPUTO, PUNTO E CHIUSO QUI LA QUESTIONE .

      Il fatto di avergli augurato la retrocessione è solo un mio pensiero esclusivamente ANTI.SPORTIVO, PERSONALE e non sicuramente passibile nè di querela nè di reato ..ALTRO PUNTO..
      sono quegli atteggiamenti che non godo farli io proprio perchè non godrei se me li facessero …si chiama correttezza ..PUNTO
      quindi O HA RACCONTATO DELLE PALLE FAGGIANO ( in due conferenze stampa ufficiali ) E QUESTO NON LO CREDO PROPRIO , oppure, QUESTO GRAN SIGNORE DI PRESIDENTE , HA MANCATO DI PAROLA …!!!!
      su questo non ci piove ….ma lo verremo a sapere ….prima o poi ….
      da questo alla tua successiva affermazione passa molto mare, non c’entra proprio nulla col fatto dell’allenatore ….giusto ??

  • 20 Marzo 2018 in 22:09
    Permalink

    Gli infortuni sono un tema ricorrente dall’anno scorso. Scozzarella non so quante volte si sia infortunato ho perso il conto. I giocatori comprati rotti da Faggiano sono poi anche colpa dello staff medico che avrà cannato in toto le diagnosi. Vedi Ceravolo e Ciciretti. Tra allenatore inadeguato, staff medico dilettante e Ds che canna due campagne acquisti di fila altro che play off. Salviamoci in fretta e diamogli un bel calcio nel culo a tutti.

  • 20 Marzo 2018 in 23:09
    Permalink

    Siete patetici
    Ma la volete capire che questa squadra NON HA LE PALLE?

    • 22 Marzo 2018 in 12:22
      Permalink

      Le famose palle giocabili degli inguardabili

  • 22 Marzo 2018 in 13:30
    Permalink

    Quindi..palle inattive

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI