Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / IL RAMMARICO DEL PANETTONE

(Luca Tegoni) – Mentre l’intuizione e la tenacia associate nella figura eroica del ciclista, Vincenzo Nibali, tagliano per prime il traguardo di Sanremo, la mediocrità e l’arrendevolezza si giustificano in una sala stampa di Chiavari nello stadio dell’Entella. Partita mediocre tra squadre mediocri, dove non è stata evidente la differenza di classifica. E’ vero che il Parma non meritava la sconfitta ma è altrettanto vero, ed è argomento molto più importante, che quando il Parma va sotto nel punteggio non ribalta mai il risultato, al massimo pareggia, otto volte. Per dieci volte ha perso.

Le due recenti vittorie con squadre non dissimili dall’Entella hanno suscitato vari entusiasmi e inni alla resurrezione. Le recenti vittorie hanno invece espresso che il Parma vince solo se va in vantaggio e gioca in contropiede. Ovvero non è cambiato nulla dalla prima partita di campionato. Quando si trova nella necessità di attaccare non ci riesce e, le scarse occasioni che crea, non sono sufficienti per rimontare. Così gli episodi contano ma la quantità di episodi conta molto di più, e quando si arriva alla trentesima partita giocata non c’è nessuna possibilità di migliorare, si può solo avere più fortuna. Si, forse anche un po’ più di determinazione, ma se dopo tanti mesi non la si ha ancora costruita è inutile pensare che prima o poi arrivi.

Da Dicembre ad oggi il Parma ha giocato 14 partite conquistando 18 punti. Nelle prime sedici partite aveva totalizzato 26 punti. La tendenza al peggioramento porterebbe ad avere una media inferiore al punto per partita nelle prossime dodici. In sostanza arriveremmo intorno ai 55 punti, troppo pochi per arrivare ai playoff. Certo la matematica applicata al calcio è valida solo all’ultima giornata ma ad oggi non ci sono elementi per essere ottimisti.

roberto d'aversa virtus entella parmaLe uniche parole da parte dell’allenatore che si sentono sono rammarico per le occasioni non concretizzate e sbagliata interpretazione della partita. La squadra appare abbandonata al caso, ad un copione incerto che gli attori non sono in grado di interpretare o di una recita a soggetto in cui gli interpreti sbagliano i tempi di inserimento, le battute, i toni di voce e così, raramente scatta l’applauso. Non arriva il colpo di scena e nello spettatore non si palesa lo stupore, non scatta la risata, non scende la lacrima. Rimane, alla fine, il rammarico di aver sbagliato spettacolo. Noia o rabbia. Resta l’amore per una maglia mal rappresentata che tuttavia mantiene accesa la speranza che è quella, irriducibile, del tifoso. Resta il rammarico di aver regalato panettoni a tutti.

Per la cronaca, buona occasione per Baraye ad inizio gara che tira, debolmente, dal limite dell’area a fil di palo. Dopo una decina di minuti bella corsa sulla sinistra di Scavone che mette la palla in mezzo per Da Cruz che però viene anticipato di un nulla da un difensore in scivolata. Dopo la mezzora occasione per Calaiò da dentro l’area, poi il goal di La Mantia a fine tempo. Prima del fischio Dezi ha il tempo di mangiarsi il pareggio davanti al portiere. Intorno al ventesimo del secondo tempo, Ceravolo colpisce male e debolmente di testa da ottima posizione dentro l’area piccola. Fino alla fine poco altro se non il raddoppio dell’Entella.

Entella batte Parma due a zero.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

6 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / IL RAMMARICO DEL PANETTONE

  • 18 Marzo 2018 in 20:58
    Permalink

    D’aversa patetico come persona e squallido come allenatore. Per me possiamo pure andare in A io non cambio idea, siamo senza allenatore. Se mi vogliono vado con 1000 € al mese tanto peggio di lui non posso fare.

  • 18 Marzo 2018 in 21:17
    Permalink

    La prima parte dell’articolo è perfetta e sintetizza perfettamente la situazione. Dopo 30 partite la squadra è questa e ai miracoli non crede più nessuno.
    E’ come il pendolare che stanco e rassegnato si siede sulla panchina ben sapendo che il suo treno, immancabilmente, arriverà in ritardo. Qualche rara volta questo non accade e lui si stupisce e quasi quasi comincia a pensare che le cose stiano per cambiare.
    Ma sa che non è così. E infatti il giorno dopo il treno è ancora in ritardo.
    Noi siamo i pendolari, quel treno è il Parma.
    Purtroppo.

  • 18 Marzo 2018 in 22:04
    Permalink

    Vuoi bene veramente al Parma?
    Allora dimostralo affinché il Parma, la tua squadra del cuore non vada ai playoff ma si piazzi al nono posto
    Qualcuno che di calcio non capisce niente dirà che mi sono bevuto il cervello ma ragionate.
    Pensate che se andassimo ai play off avremmo più di una probabilità su mille di andare in serie A?
    Penso che anche voi penserete che con questa squadra zombizzata andare in A è pura utopia per cui vi chiedo ancora di ragionare.
    Se D’Aversa centra i playoff, rimane con Faggiano e con tutti i giocatori, svernatori seriali. anche il prossimo anno dovendo sorbirci
    come quest’anno anche il prossimo anno invece di una partita di calcio tutti i sabato sul campo di gioco, tutti i sequel dei film sugli zombie di Romero.
    Tanto vale non centrare i play off.
    Solo in questo modo si farà PIAZZA PULITA di D’Aversa e Faggiano e l’armata di zombie che ha invaso Parma e che non se ne vuole più andare visto che non vengono più fischiati dalla nostra curva RIMBAMBITA
    Sembra quasi assurdo ma se vogliamo avere un domani dovremo cercare di non andare ai playoff altrimenti centrando i playoff. rimarremo, nella migliore delle ipotesi minimo 10 anni.
    VIVA IL PARMA AL NONO POSTO con D’Aversa che ha fallito l’obiettivo minimo dei playoff e quindi con Faggiano non viene più confermato

  • 19 Marzo 2018 in 01:27
    Permalink

    Sabato ero allo stadio con un mio amico. Alla terza occasione mangiata gli ho detto: “Ora la perdiamo. Conosco troppo bene questa squadra”.

    Ormai è anche inutile incazzarsi. Il copione è sempre il solito: creiamo e non concretizziamo, poi ci deprimiamo e perdiamo.

  • 19 Marzo 2018 in 09:00
    Permalink

    – Ma la colomba pasquale la mangeranno i nostri dirigenti?
    – MA IN CHE MANI SIAMO?
    – Ma nessuno guarda questo blob? di quelli che contano?
    POTREBBERO IMPARARE MOLTO DA PERSONE CHE SCRIVONO, O NO?
    – Ma il buon Mauro che fine ha fatto? l’hanno censurato?
    – Ma non vedete che facciamo ridere i polli per come stiamo giocando?
    – Ma non vedete che non abbiamo una società?
    – Ma che città abbiamo? snob, altezzosa, o stupida?
    – MA SE AVESSIMO UN PRESIDENTE COME ZAMPARINI…..
    – Ma ora non è l’ora di contestare?

    • 19 Marzo 2018 in 11:20
      Permalink

      come si dice ,fuori tempo massimo ,poi dai al lunedi’ c’e’ piovani

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI