mercoledì, Febbraio 21, 2024
Carmina ParmaIn EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

CARMINA PARMA, di Luca Savarese / POMERIGGIO DA CIAPANO E CASTIGLIA PUNISCE I CROCIATI

luca savarese pro vercelli parmaVERCELLI – nostro servizio – Luca Savarese – Un ex, Reginaldo, in campo dal primo minuto. Puntero centrale dell’attacco, a tre, delle bianche casacche. Un altro, Manuel Scavone, applaudito da quello che fu il suo pubblico ed oggi sulla panchina crociata. Avvio infuocato dei piemontesi, che vuoi per l’ultimo gradino della graduatoria che occupano, vuoi perché giocano in casa, prendono subito il comando delle operazioni. Parma come imbambolato ed anche sfortunato. Dopo 15 minuti infatti, Mazzocchi deve uscire per un problema muscolare. Al suo posto, Dezi che va ad occupare la posizione di mezzo destro che inizialmente era affidata a Gazzola, facendo retrocedere l’ex Sassuolo dietro. La Pro va anche in gol, con Gatto, ma la posizione di Castiglia e’ irregolare e quindi l’arbitro pro vercelli parma cerimonialeSacchi di Macerata annulla. Grassadonia, in polo nera e jeans grigi, sprona i suoi, D’Aversa, in completo elegante, pantaloni neri e camicia bianca, chiede ai suoi di svegliarsi. Ne’ l’uno ne’ l’altro, sembrano avere pero’ il metro della sarta. No, gli abiti delle loro squadre, non sono affatto su misura. Creativa ma sprecona la Pro, attendista e poco ispirato il Parma. I due napoletani di lungo corso in forza alla Pro, Vives in mezzo al campo e Mammarella sulla mancina, producono e spingono. Chi si aspettava una Pro ormai spacciata, è costretto a ricredersi. Il Parma, oggi, dovrà lottare più del previsto. Le camicie da sudare sono più di sette. Sette più lo prende in pagella Castiglia, che quando la ripresa e’ iniziata da 5 minuti, sfrutta una sponda di Gatto e di testa nell’area piccola, silvio piola pro vercellibuca Frattali. Il Parma, improvvisamente, sembra aver smarrito la retta via. D’Aversa fa entrare Ciciretti per Siligardi poi Ceravolo per Baraye. Proprio l’ex Benevento, con uno spunto personale, coglie la traversa. La Pro cambia volto tattico passando, da un 4-3-3 ad un 3-5-2 grazie all’ingresso di Alcibiade per Bifulco. Le cose girano storte per i crociati: al 75′ Dezi ha la palla del pareggio ma davanti a Pigliacelli perde l’attimo e il portiere dei padroni di casa, non perde il pallone. Ciciretti prova ad accendere la luce: semivolé all’improvviso col suo mancino, ma il montante e Pigliacelli, dicono di no. Una cosa e’ certa: il Parma volitivo, nato dopo lo svantaggio, al 55′, non lo si e’ mai visto nel primo tempo. La Pro ha offerto una prova strenua: i suoi pochi tifosi l’hanno aiutata, in questo pomeriggio di riscossa. Anche gli oltre 600 tifosi gialloblu’ crociati si sono fatti sentire. Il Parma li ha sentiti ma forse ha sentito di più la stanchezza e gli sforzi per una rincorsa sfibrante al secondo posto. Un incidente di percorso, ma la rincorsa continua. Come attesta il saluto, con mister D’Aversa in testa al gruppo dei suoi giocatori, ai Boys, a fine gara. Si può anche perdere, l’importante e’ non perdere la strada. O meglio, l’autostrada del secondo posto, col casello della serie A, sempre in vista. Luca Savarese

2 pensieri riguardo “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / POMERIGGIO DA CIAPANO E CASTIGLIA PUNISCE I CROCIATI

  • Un gran peccato, però almeno questa sconfitta dovrebbe farci concentrare per il rush finale. Dopo la grande rincorsa, forse c’è stato un po’ appagamento.

  • Siamo scarsi e senza allenatore….

I commenti sono chiusi.