NOTA DEL PARMA: “INTEGRATO IL DEPOSITO CAUZIONALE PER PARTECIPARE ALLA PROSSIMA ASTA: FORTE LA VOLONTA’ DI ACQUISIRE UN ASSET FONDAMENTALE, MA NEL RISPETTO DEI BUDGET PROGRAMMATI E CON RAZIONALITA'”

(Comunicato Stampa del Parma Calcio 1913) –  Il Parma Calcio 1913 ha appreso dalla Curatela di Eventi Sportivi della sospensione della procedura di acquisto del Centro Sportivo di Collecchio e della nuova calendarizzazione di un’asta pubblica per il prossimo 9 Maggio. Il Parma Calcio 1913 prende atto dell’offerta pervenuta nelle ultime ore alla Curatela, superiore del 10% a quella precedentemente formulata.

La società crociata desidera rassicurare i propri tifosi e comunica di avere già integrato il deposito cauzionale per poter partecipare alla prossima asta pubblica, con la forte volontà – all’interno di un perimetro di razionalità e dei budget programmati – di concludere definitivamente l’acquisto di quello che ritiene un asset fondamentale per la propria crescita e per il proprio futuro.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

22 pensieri riguardo “NOTA DEL PARMA: “INTEGRATO IL DEPOSITO CAUZIONALE PER PARTECIPARE ALLA PROSSIMA ASTA: FORTE LA VOLONTA’ DI ACQUISIRE UN ASSET FONDAMENTALE, MA NEL RISPETTO DEI BUDGET PROGRAMMATI E CON RAZIONALITA'”

  • 24 Aprile 2018 in 10:07
    Permalink

    E il perimetro di razionalità quale sarebbe?

  • 24 Aprile 2018 in 10:14
    Permalink

    Questa cosa, in questo momento è molto strana….. Vogliono forse metterci i bastoni fra le ruote…….???

  • 24 Aprile 2018 in 10:33
    Permalink

    quindi se gli altri ci fioccano una cosa irrazionale ,cosa molto probabile visto l’irrazionalita’ di aver rilanciato a 3150000 adesso

  • 24 Aprile 2018 in 10:56
    Permalink

    Irrazionale fino ad un certo punto.

  • 24 Aprile 2018 in 11:08
    Permalink

    E’ il CREDITO SPORTIVO, che ha concesso il mutuo al parma di GHIRARDI…

    • 24 Aprile 2018 in 14:10
      Permalink

      Ahhhh! A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.

  • 24 Aprile 2018 in 14:40
    Permalink

    Cari amati Cinesi ora tocca a voi…..

    Messaggio inviato a mezzo piccione viaggiatore….

    • 24 Aprile 2018 in 21:12
      Permalink

      Quest’asta finirà quando il Parma calcio
      si dimostrerà non più interessata,l al Centro.
      Quando capirà questo, il credito sportivo
      abbandonerà l’asta.
      La cifra, potrebbe arrivare a cifre folli,
      superiore di gran lunga a quanto preventivato.
      Solo allora e non prima il Credito Sportivo
      mollera’ l’osso avendo.ottenuto la propria vendetta,
      avendo fatto pagare al Parma qualche milione in.piu’
      come se il Parma attuale fosse responsabile di quello
      fatto da uno residente nel suo paesello….
      Del Centro sportivo di Collecchio, il Credito Sportivo sa che se acquistasse il Centro, sarebbero soldi buttati via, per la manutenzione e per tutto quello inerente a un centro che può ESSERE SOLO DEL PARMA anche perché mai il Parma pagherebbe per ripicca un solo euro di affitto a questa gente
      Sbaglio o quando ci allenavamo alla Cittadellail Parma
      vinceva coppe su coppe?
      E allora quei soldi spendiamoli per la,squadra.
      Collecchiello lasciamolo al Creditov sportivo.
      Scommettiamo che dopo qualche anno ce n lo
      venderà per un milione?
      Ma forse a noi non interesserà più perché avremo un centro nuovo

  • 24 Aprile 2018 in 16:22
    Permalink

    Indubbiamente chi vuole acquistare al di fuori del Parma,Calcio il centro di Collecchio lo fa solo per poter vendere o affittare in un secondo tempo al Parma Calcio il centro.
    Non c’è altra spiegazione plausibile.
    In parole povere chi fa quest’operazione è un gran
    FIGLIO DI.BUONA DONNA.
    In quell’area non si può costruire, non si può far niente.
    Immaginatevi voi se il centro fosse acquistato da altre societa o da chiunque e non dal Parma calcio quanti danni dolosi subirebbe
    Potrebbe esserci lo zampino di Ghirardi o da,qualcuno che odia il Parma….
    Ma perché non si fa un nuovo centro in altra zona lasciando con un pugno di mosche chi vuole speculare?

  • 24 Aprile 2018 in 17:18
    Permalink

    Mi scusi Je Suis,
    ma il credito sportivo (che è praticamente un istituto bancario)
    si vuole portare a casa i suoi ben soldini….
    Non vedo nulla di scandaloso….
    Non vedo così problematica nemmeno
    il pagare 500 mila eurini in più da parte dei nostri governanti.

  • 24 Aprile 2018 in 17:49
    Permalink

    Infatti il rilancio del Parma arriverà entro un perimetro di razionalità oltre il quale diverrebbe più conveniente costruire un centro ex novo…non mi preoccuperei più di tanto…mal che vada si torna in Cittadella

  • 24 Aprile 2018 in 20:50
    Permalink

    Ma Collecchiello è parte integrante del Parma.
    Se ci venisse soffiato chi verrebbe ad allenarsi?
    Qualunque squadra che non fosse il Parma
    verrebbe insultata e il centro subirebbe enormi
    atti di vandalismo per tutto l’anno.
    Il credito sportivo ha perso dei soldi con
    GHIRARDI?
    Vada da lui. noi che centriamo?
    Se fossi nella società lascerei quel centro al
    Credito sportivo e mi farei un centro nuovo.
    Il credito spirtivo di quel centro non se ne
    farebbe niente, sarebbero soldi
    buttati al vento. infatti non si può costruire
    non si può cambiare la destinazione d’uso,
    in parole povere non si può far niente di niente.
    Ve l’imnaginate la Reggiana venire ad allenarsi
    a Collecchio?

  • 24 Aprile 2018 in 20:51
    Permalink

    Le aste sono fatte così, piaccia o no. Gli speculatori ci speculano (…), le Onlus non partecipano. Per definizione l’asta è pubblica… sennó è un’altra cosa. Ma in Italia si cercano sempre le eccezioni mentre le regole debbono valere solo per gli altri.

  • 25 Aprile 2018 in 13:15
    Permalink

    Ma si cercano le eccezioni un par de palle,e funziona cosí un par de palle

    • 26 Aprile 2018 in 14:13
      Permalink

      Eccolo nella nuova veste di notaio, curatore fallimentare ed esperto di aste. Visto che di calcio capisci poco, meglio cambiare settore

      • 27 Aprile 2018 in 13:13
        Permalink

        bravo, te vedi di cambiare aria

  • 25 Aprile 2018 in 17:38
    Permalink

    È un’asta pubblica.
    Mi tocca leggere sui Blog articoli vergognosi.
    Da giornalai pagati a chiamata.
    Articoli Tipo: “uno sgambetto” come questo, oltre che fastidioso, può considerarsi inspiegabile da parte dell’Istituto di Credito sportivo.
    Primo è un istituto pubblico, secondo si vuole portare a casa quello che ha anticipato, terzo il Parma Calcio invece di lamentarsi e fare la figura del pioccione, il 9 maggio offre una cospicua somma in più e sarà suo. Il centro sportivo dai periti è stato valutato 9 milioni e passa, acquistarlo a 3 milioni e cinquecento non la vedo tanto tragica……

  • 25 Aprile 2018 in 20:59
    Permalink

    Bene di che se lo tenga

  • 25 Aprile 2018 in 21:54
    Permalink

    Jdm pensaci…tu con un crowdfunding……

    • 26 Aprile 2018 in 14:49
      Permalink

      si speton ti le mei fer na riffa

  • 26 Aprile 2018 in 12:54
    Permalink

    Se il credito sportivo vuole alzare il prezzo per guadagnare di piu si puo valutare l’ ipotesi di costruirne un altro (possibile con 3 milioni e poco piu?) oppure riacquistarl odal credito soprtivo fra qualche anno quando non sapranno piu’ cosa farsene perche’ non verra’ nessuno ad allenarsi li eccetto il parma…

  • 26 Aprile 2018 in 17:54
    Permalink

    lukfur e tu pensi che bastino 3 milioni o poco più per
    costruirne uno nuovo?
    Spero che a casa tua i conti li faccia qualcun’altro….hi hi…
    L’ipotesi potrebbe anche essere che il famoso istituto
    di credito sportivo (banca pubblica)
    se non otterrà l’importo necessario,
    potrà farci un bel centro federale…..chissà…tutto è possibile….

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI