Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / DOPO UNO 0-0 TORNIAMO AD IMMAGINARE

(Luca Tegoni) –  Al decimo minuto del primo tempo erano già una decina i falli del Cittadella, possesso palla del Parma uguale randellata. L’arbitro, osservatore privilegiato, fischia ma non sanziona, insomma, fa fatica ad esporre i cartellini gialli, forse refrattario al colore. Oltre a questa tattica spregiudicata l’allenatore del Cittadella si inventa anche la marcatura a uomo sul regista arretrato del Parma, Vacca che, nel primo tempo, non tocca palla. Il risultato di questa strategia si sintetizza negli innumerevoli rilanci di Frattali che non sortiscono alcunché.

Ciononostante, il Parma riesce a produrre, verso la fine del primo tempo, almeno tre ottime occasioni per segnare, sempre con Calaiò. Il centravanti del Parma non si distingue però per precisione e determinazione. Le facili opportunità non vengono concretizzate e la partita rimane sullo zero a zero. In realtà la prima viene erroneamente giudicata in fuorigioco dal guardalinee. Il Cittadella in fase offensiva dimostra di essere una squadra veloce e organizzata ma la difesa del Parma si conferma estremamente concentrata e determinata e non regala significative opportunità per segnare.

Nel secondo tempo la partita cambia un soprattutto per quanto riguarda il possesso palla del Parma che diventa un po’ più efficace. Munari gioca più vicino a Vacca e così Schenetti non può proseguire nella sua opera di marcatura come nel primo tempo. Meglio tardi che mai. I due del Parma riescono a far ripartire l’azione con più qualità e precisione negli scambi con palla a terra. Anche Insigne sembra avere una maggiore incisività tanto da, servito da Munari dentro l’area, arrivare a tu per tu con il portiere che gli intercetta il tiro con il braccio destro. PARMA CITTADELLA TEGPoco dopo, con una bella azione personale, attraversa, da sinistra verso destra, la trequarti d’attacco per arrivare a tirare dal limite dell’area mandando di poco alto la palla sopra la traversa. Prima dell’occasione fallita da Insigne anche Munari si cimenta nel tiro poco determinato dopo un rimpallo, da buona posizione, a porta quasi vuota, manda la palla alta, sopra la traversa. Nel frattempo, continua il gioco falloso e ostruzionistico del Cittadella che costringe il Parma a non sviluppare la manovra con continuità. Il portiere del Cittadella riesce a respingere anche un tiro da dentro l’area di Di Gaudio, allungando il piede destro sufficientemente ad impedire che la palla entri. Nel frattempo, entrano anche Ciciretti e Baraye che non incidono sull’esito della gara ma nemmeno si fanno notare per particolare pericolosità. Il portiere del Cittadella effettua l’ultima parata di serata respingendo una punizione calciata da Calaiò, tiro preciso ma lento.

Nel primo tempo il Parma non è riuscito a giocare per abilità tattica del Cittadella e per l’incapacità dell’arbitro di fermare il gioco falloso del Cittadella. Nel secondo tempo pur avendo più possesso palla non è riuscito a sfruttare quelle buone occasioni per segnare che ha avuto. Purtroppo, sono due punti persi nella rincorsa al secondo posto. Comunque, si è vista una squadra che non ha rinunciato a cercare di vincere, la predisposizione mentale alla gara rimane quella delle ultime vittoriose partite e per questo è bene rimanere fiduciosi. Tornando a casa ieri sera sentivo alla radio Oliviero Toscani che parlava di come l’immaginazione fosse indispensabile per ottenere grandi risultati in ogni campo.

Dopo uno zero a zero torniamo ad immaginare.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

20 pensieri riguardo “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / DOPO UNO 0-0 TORNIAMO AD IMMAGINARE

  • 15 Aprile 2018 in 01:10
    Permalink

    Intanto ieri ci è arrivato un grosso aiuto da Cremonese e Spezia.

    Per quanto riguarda noi, non è stato lo scialbo 0-0 come contro Cesena e Bari. Cerchiamo di guardare il bicchiere mezzo pieno.

    • 15 Aprile 2018 in 10:02
      Permalink

      Luca, partita scialba il pareggio di Bari?
      Ma che dice padre.
      Forse si confonde
      Forse è in stato confusionale.
      E stato un pareggio strameritato.

  • 15 Aprile 2018 in 01:46
    Permalink

    Giusta la segnalazione circa il gioco “aggressivo” del Cittadella. Il Parma attuale non ha giocatori capaci di fare capire agli avversari che non è il caso. Il 4 ed il 17 con gente come Cuoghi e Pullo non avrebbero finito il primo tempo

  • 15 Aprile 2018 in 09:44
    Permalink

    L’arbitraggio non è stato all’altezza della partita. Un arbitro così insensibile merita di guardare la partita dalla tribuna, con le patatine e i fruttini. Ma cos’ha, una pattumiera al posto del cuore? Non ha visto l’andata?

  • 15 Aprile 2018 in 10:04
    Permalink

    Frosinone e Palermo sembrano avere il fiato corto adesso, mentre noi ? bohhh…. continuiamo a prestazioni altalenanti. Rimangono solo 7 gare al termine, per noi le più difficili. Infatti soffriamo sempre le squadre piccole, chiuse, che giocano per il pareggio. Infatti, non avendo un gioco (dopo 70 partite con questo mister, ancora siamo allo stesso punto di Ancona) quando gli avversari si chiudono e non salta fuori la giocata individuale…. si rischia anche di perdere…

    • 15 Aprile 2018 in 23:04
      Permalink

      Okay Lukfur …. ” Infatti soffriamo sempre le squadre piccole, chiuse, che giocano per il pareggio. Infatti, non avendo un gioco ” …Insomma …soluzione ,,, che gioca i giocatore che fa più dribbling in zona chica …in the box or vicino the box …que crean oprtunidades de faltas … rigores , penales , y que el Mister dice esta estrategia a nuestros delanteros …que busca el oportunidad de gol o un passe a la muerte para un companero , o de recibir falta creando un oportunidad de tirar a apuerta per fare gol …
      Adesso lo importante e fare gol e vincere …Si o Si …
      win or win ..three points Tre punti …cinico , forte , Parma ..
      Respecto totale del scudo di Parma …. y obbligazione di difendere la grande storia de Parma Calcio ..
      Possiamo Fare , Dobbiamo fare e Facciamo …
      La Seria A e Nostro
      Forza Parma

  • 15 Aprile 2018 in 10:19
    Permalink

    Nulla è cambiato, non vi illudete:
    1) Calaiò ha ripreso a mangiarsi gol a profusione
    2) Ciciretti tutto è tranne che un giocatore di calcio
    3) Insigne è inguardabile, ha fatto solo 5 o 6 partite decenti, per il resto la stagione sua a parma è estremamente deludente. Rispedirlo a Napoli immediatamente
    4) Baraye è il fantasma di se stesso, non pervenuto
    5) Lucarelli continua a giocare … e la difesa traballa ogni volta che la palla arriva dalle sue parti… a parte qualche colpo di testa, ormai viene regolarmente ammonito ogni partita per falli su avversari che regolarmente gli scappano…. Di Cesare e Sierralta che ci stanno a fare in squadra?
    6) l’unico passo avanti sul fronte del gioco è stato fatto grazie all’infortunio del debole Scozzarella. Infatti Munari play a centrocampo è sicuramente più efficace, lineare e sicuro. Ne è prova che la palla circola più velocemente e a volte si riesce pure a verticalizzare. E questo non è di certo un’intuizione del mister, ma come tutto in questa squadra, frutto del caso e di iniziative personali
    7) Il centrocampo senza Scavone soffre…. indispensabile. Il migliore quest’anno insieme a Munari
    8) Nel finale di campionato darei più spazio a Ceravolo. Il vero acquisto di gennaio, ormai in forma
    9) Troppi infortuni, troppi giocatori sempre evidentemente fuori forma e condizione durante tutto il campionato, se non a sprazzi, c’è qualcosa che non va nella preparazione, è evidente…
    10) Pubblico e Curva Nord del Tardini … eccezzziuunaleeee!!!!
    11) La rosa è fra le prime 3 del campionato, con un Guidolin in panchina, o altro mister degno di questo nome, saremmo assieme all’Empoli, ed il discorso promozione diretta sarebbe già chiuso!
    12) poco spazio ai giovani, in genere i più disposti a correre e combattere per mettersi in evidenza. Mazzocchi, Sierralta, Frediani, Anastasio, Mastaj…. che ci stanno a fare? la muffa in panchina????
    13) perchè non si prova a sorprendere l’avversario con cambi di moduli? la monoidea fatica con le piccole e ce ne accorgeremo.
    14) fra il 4o ed il 10mo posto ci sono 8 punti di differenza, basta un altro black out e potremmo ritrovarci fuori dai play off… mantenere la concentrazione.

    FORZA PARMA

    • 15 Aprile 2018 in 12:08
      Permalink

      Caro Lukfur mi trovi perfettamente d’accordo. Su quasi tutto, che la rosa sia tra le prime tre… mah… lo vedo molto ottimistico. E Calaiò perdonalo…
      Ma concordo su tutti gli altri punti. Analisi precisa della situazione.
      Ora siamo in forma, ma come giustamente dici tu basta poco per tornare quelli di un mese fa. Speriamo di no dai!!!
      Purtroppo ti ricordo una cosa: invochi giustamente Di Cesare, Scavove, e compagnia, ma son rotti! E quando ci sono spesso gioca Lucarelli, che è mitico, ma che effettivamente una boiata a partita la fa… 40 son sempre 40 ragass.

      Nota ottimisitica: gli altri però non sono dei fenomeni, non vedo squadroni. E’ che corrono… più di noi. Ma è un problema dall’inizio del campionato, non da ora.

      • 15 Aprile 2018 in 14:46
        Permalink

        Io invece di quello che ha detto Lukfur non condivido proprio niente
        I soliti discorsi fumo e candele…..da morto.

    • 15 Aprile 2018 in 13:48
      Permalink

      Lukfur,
      analisi perfetta, concordo su tutti i punti.
      speriamo di dare continuità, 7 finali e promozione diretta.
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 15 Aprile 2018 in 10:28
    Permalink

    Infortuni su infortuni.
    BASTA !!
    L’ultimo infortunato è
    un autoinfortunio.
    Si è infortunato infatti
    il preparatore atletico.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif

  • 15 Aprile 2018 in 11:56
    Permalink

    Quei mutandoni anni 30 decisamente fantozziani
    indossati da THE CLOWN alias Ciciretti mi hanno
    fatto capire che il clown non è ancora guarito,
    è ancora infortunato…………………………..alla testa
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif

    • 15 Aprile 2018 in 20:12
      Permalink

      Lascia stare con Ciciretti….
      Io credo in Lui….
      Vediamo se fra quelche partito che Tu cambia tu nome…
      E tu nuevo nome sará Io sono il Crack Fantasista Ciciretti.
      Forza Ciciretti
      Forza Parma
      💪💪💪🤙⚽️

      • 15 Aprile 2018 in 23:19
        Permalink

        Douglas può darsi che vedendo
        giocare,Ciciretti possa cambiatre il mio nik name da
        JE SUIS LE BOMBER CALAJO’ a
        JE NE SUIS PAS LE CLOWN CICIRETTI

        • 16 Aprile 2018 in 11:03
          Permalink

          Me gusta el perfil de Amato …es un tipo de jugador que me gusta …tiene regate , desborde va vertical , horizontal , es ” Chulo ” con el balón …como es dueno del balón ,,,,como es suyo y no quiere que nadie quita el balón de El .
          Sinceramente creo que va a dar Nosotros mucha alegría con su juego ; asistencias , goles y juego de fantasia que paga mas que la entrada ..
          Forza Parma

  • 15 Aprile 2018 in 16:48
    Permalink

    Sì può sapere che cazzo hanno scavone e Ceravolo?

  • 15 Aprile 2018 in 20:39
    Permalink

    Benni secondo te cosa hanno?
    Ceravolo e Scavone?
    Bua al pancino.?
    Maldi denti. ?
    Diarrea?
    Niente di tutto questo.
    I due in questione hanno
    SERI PROBLEMI MUSCOLARI
    dovuti a una preparazione
    fisica SCANDALOSA
    Ceravolo in pratica da agosto
    ha fatto solo un paio di partite
    Scavone e stato solo una delle
    ultime vittime di questo ORRIDO
    preparatore atletico e non è finita.
    Ormai è impossibile che passi una
    sola settimana senza infortuni muscolari.
    Solo un infortunio alla settimana sarebbe
    TROPPA GRAZIA

  • 15 Aprile 2018 in 20:57
    Permalink

    D’accordo quasi su tutto ma fuori dai play off??
    Noi non giocheremo benissimo ma gli altri li vedi?
    Io non godo D’aversa ma i 6 gol sbagliati dai 2 pistapoci e purtroppo da Calaio hanno deciso la partita…ma gli altri se fanno 2 occasioni e’ un miracolo…in fase calda cioe alla fine del campionato spettacoli non se ne vedono…tranquilli!!
    Poi x Ciciretti un giorno criticate questo oppure un’altro ma condannare lui che e’cosi appena rientrato…la serie B l’anno scorso lo avete seguito? di solito faceva la differenza ed e’ salito in A con la Belva !!! Si e criticato pure Siligardi fino a ieri e oggi si rimpiange…

  • 15 Aprile 2018 in 23:27
    Permalink

    Si caro Gian Marco forse hai ragione
    Ceravolo e Ciciretti possono fare la differenza ma sei sicuro che prima della fine del campionato faranno una partita insieme?
    Avessimo un bravo preparatore atletico, un pensierino ce lo farei ma così pensarlo è pura utopia.
    Magari rientrano tra un mese ma poi un altro problema muscolare li fermerà
    Per me li stiamo preparando per il prossimo anno quando non giocheranno più per il Parma e giocheranno ogni domenica perché saranno allegati fisicamente da un vero preparatore atletico.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI